Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | classic toolbar di navigazione old style toolbarr di navigazione old style toolbarr di navigazione Versione solo testo toolbar di navigazione
Campagne

autistici /inventati crackdown


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer
Ora paghino gli assassini! Fuori l'Europa dalla guerra!
by mazzetta Friday March 12, 2004 at 10:48 AM mail:  

Via i ladri delle nostre vite e della verità! Via dal potere gli sciacalli!

Via i ladri delle nostre vite e della verità!

La follia nella quale ci hanno trascinato i guerrafondai si è manifestata ieri a Madrid.

Da una parte la follia di chi bombarda le città dell’occidente senza la necessità di avere macchine da fantascienza, dall’altra la follia della menzogna militarista della banda guerrafondaia.

Per noi italiani un copione già visto: mentre si soccorrevano i feriti, si contavano i morti e si consolava il dolore di una umanità dilaniata nel gesto quotidiano di recarsi al lavoro, gli sgherri europei della politica assassina voluta da Bush, si sono lanciati come avvoltoi sui cadaveri per assicurarsi che nulla disturbasse la loro riconferma al potere.

Iene, avvoltoi, bugiardi.

Aznar ha mandato avanti il suo ministro, ma si è macchiato dello stesso delitto di Berlusconi in occasione dell’attentato di Nassirya, ha sfruttato i corpi ancora sanguinanti dei suoi cittadini per approfittarne in vista delle elezioni di domenica.
Berlusconi chiese silenzio, rispetto per i morti che aveva contribuito ad uccidere, nessuno ha potuto dire che in realtà questo cabarattista era il responsabile principale, dei cadeveri dei nostri militari allineati per i funerali.
Anche il suo Ministro dell’Interno, Pisanu, non mancò l’occasione di diffamare, sfruttando i cadaveri ancora caldi, i propri oppositori politici, ricorrendo a fantascientifiche ricostruzioni e squallide insinuazioni di legami mai provati tra i veri terroristi e che all’interno del paese era contro la folle guerra all’Iraq.

Ora, esattamente come accadde da noi, in Spagna si invoca il silenzio, il rispetto dei morti.
Si chiede di terminare la campagna elettorale, lanciando come ultimo messaggio l’unità nazionale di fronte all’attacco degli antidemocratici baschi.
In realtà si prosegue nella grande menzogna, con le mani sporche di sangue innocente si sfrutta l’opera di macellai internazionali per vidimare la politica assurda che ci trascina nel pozzo senza fine della violenza planetaria.

La “War on terror”, la grande mistificazione, è già persa, la politica di questi attorucoli criminali in realtà fomenta il terrorismo, è un dato di fatto, nulla a che vedere con le fantasie propalate dalla fiction delle destre irresponsabili.

Era molto tempo che non si assisteva ad un tale episodio di sciacallaggio politico tanto grave nelle ore di un attentato tanto sanguinoso.

Mentre la popolazione di Madrid provava le stesse emozioni e ferite degli uomini e donne innocenti di Baghdad sotto le bombe “alleate”, il governo Aznar toglieva dalle tasche dei morti e dei feriti la scheda elettorale e faceva arbitrariamente una croce sul proprio simbolo.

Neanche il tempo di capire e l’ETA diventava il funzionale mostro di turno, contro ogni evidenza, contro l’opinione del mondo e delle borse che crollavano, dimostrando che certo non era ETA l’indiziato numero uno.
L’occasione era buona per accusare le sinistre di assurdi collateralismi con il terrorismo, in un ribaltamento allucinato della realtà.
Se ETA raccogliesse le dichiarazioni di ieri e chiedesse un risarcimento, i baschi tutti diventerebbero i più ricchi del continente.

Ma in Spagna domenica ci sono le elezioni, che ancora una volta la destra europea cerca di vincere con l’inganno ai danni dei propri cittadini.
Il Partito Popolare cerca di ritardare la metabolizzazione della verità da parte degli elettori, cerca di aizzare i cittadini contro il nemico basco, e di provocare un’unità nazionale funzionale alla sua permanenza al potere.
Unità nazionale che giustamente dovrebbe rivolgersi questi criminali internazionali, veri ladri di pace e verità

I cittadini europei, e quelli dei nostri due paesi in particolare, tanto simili tra loro, non volevano la guerra, ora muoiono e chi li ha uccisi cerca di trarre vantaggio dalla tragedia.

Occorre fermare la violenza, occorre cacciare la triade Blair, Aznar, Berlusconi dall’Europa, i cittadini spagnoli, se riusciranno ad appropriarsi della verità ne avranno l’occasione domenica.
Fuori i maggiordomi di Bush dalle nostre cancellerie, riacquistiamo la dignità che ci hanno rapinato armati dei media sotto il loro controllo e delle clamorose menzogne che hanno sparato contro i cittadini tenuti nell’ignoranza.

Gridiamo forte che non ci riconosciamo in questa politica della menzogna, che ieri sera imperava sulle nostre Tv, che anche quando ormai era solare l’innocenza dell’ETA, proponevano solo attacchi ai baschi e alle sinistre “complici” mentre, di ora in ora, si smantellava il teorema fantasioso, si arrampicavano in ardite montature su possibili collaborazioni degli stessi baschi con gli assassini di al-Quaeda. Numerosi criminali hanno ballato ieri sui corpi dei fratelli spagnoli, in una gara all’accusa inverosimile, al sostegno dell’inganno sulla pelle dei morti ancora agonizzanti.

Vergogna su questi sciacalli, vergogna su una informazione che ieri ha compilato una lunga colonna infame di disonestà intellettuali, menzogne ed opportunismi. Ieri i mezzi di informazione hanno costruito solo un teorema assurdo, allontanandosi mentre il tempo scorreva, da ogni residua dignità e dalla verità.

E’ ora che cada il tabu’ di coesioni nazionali artefatte, utili solo a reggere il gioco a questi criminali, chiamiamoli con il loro vero nome.

E il momento nel quale chi non volle la guerra deve alzare la testa, e rivolgendosi ai propri rappresentanti deve urlare sulle loro facce: ASSASSINI!

Assassini di vite ignare, assassini della verità, assassini della convivenza civile.
Se il mondo continua ad essere vittima di questi inganni si condannerà alla nuova barbarie, al feudalesimo delle grandi corporations, alla dittatura delle destre assassine.
Il 20 marzo si terranno le manifestazioni per la pace, che quel giorno si gridi che Osama, Bush, Blair, Berlusconi, Aznar ed i loro servi negli altri paesi sono gli assassini dei quali l’umanità vuole liberarsi.

Via gli assassini dall’Europa!
Riprendiamoci la nostra dignità di esseri umani e cittadini, torniamo in strada a pretendere la pace per i cittadini, per l’umanità dolente degli ultimi privati di voce, rifiutiamo ancora e sempre la guerra di questi criminali!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum 
Ci sono 11 commenti visibili (su 11) a questo articolo
Lista degli ultimi 10 commenti, pubblicati in modo anonimo da chi partecipa al newswire di Indymedia italia.
Cliccando su uno di essi si accede alla pagina che li contiene tutti.
Titolo Autore Data
? ? Friday March 12, 2004 at 06:58 PM
eh X mondo migliore Friday March 12, 2004 at 06:26 PM
per l'utimo un modo migliore Friday March 12, 2004 at 06:17 PM
et tu mazzette!! X Mazzetta Siete voi i codardi e assassini. Friday March 12, 2004 at 06:05 PM
x cosa uno Friday March 12, 2004 at 05:46 PM
! ! Friday March 12, 2004 at 05:44 PM
x cosa ??? Friday March 12, 2004 at 04:39 PM
cosa? cosa? Friday March 12, 2004 at 04:19 PM
comunicato imc madrid di oggi. lll Friday March 12, 2004 at 02:15 PM
Cacciare subito tutti gli islamici! Giorgione Friday March 12, 2004 at 01:15 PM
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9