Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | classic toolbar di navigazione old style toolbarr di navigazione old style toolbarr di navigazione Versione solo testo toolbar di navigazione
Campagne

autistici /inventati crackdown


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer
ASSOCIAZIONE VITTIME ARMI ELETTRONICHE-MENTALI 2a edizione sito
by Paolo Dorigo n.53 progressivo Wednesday, Sep. 14, 2005 at 11:47 PM mail: paolodorigo@alice.it

ALCUNE AGGIUNTE E PRECISAZIONI - LA 2a edizione del sito www.associazionevittimearmielettroniche-mentali.org

ASSOCIAZIONE VITTIME ARMI ELETTRONICHE-MENTALI

IN ITALIA, OGGI, XXI SECOLO, ABISSO DELL’UMANITA’

edizione 2 del 14-9-2005

L’associazione nasce nel settembre 2005 da parte di almeno quattro cittadini italiani di ambo i sessi di quattro città diverse, che non si sono mai conosciuti prima del giugno scorso, di cui 3 delle loro storie sono qui documentate. Nasce praticamente per dare voce a chi non ha il diritto di udire il silenzio, a chi non ha il diritto alla propria interiorità, sessualità segreta, scrittura, pensiero. Il Garante della Privacy praticamente non ci difende. O non può. In che paese viviamo ? La Costituzione questa gente che ci tortura, ora vi diremo come, dove la usa ? al cesso ?

L’interferenza di pensiero e la violenza fisiologica via radio, ultrasuoni, laser, stimolazione transCranica sottocutanea, radio-terapia, trasmissioni tramite elettrodi magari innestati e pilotati da medici per motivi di “controllo” dell’epilessia e della schizofrenia, o protesi acustiche in persone non sorde, o polimeri tecnologicamente studiati in centri di ricerca piemontesi, … comunque, questi trattamenti quando non accettati né noti*, come in tutti i nostri casi, costituisce una violenza che nella storia ha termini di paragone solo con la “Sacra Inquisizione” o con gli esperimenti nazisti nei campi di concentramento della seconda guerra mondiale, e similitudini successive (sicuramente in America latina, Argentina, “israele”, Germania, ed alcune situazioni nei paesi già socialisti, ma anche altrove). Nulla e niente possono giustificare l’uso di questi strumenti. Ne chiediamo la moratoria mondiale, come per le armi chimiche al gas nervino dopo la Ia guerra mondiale.

Si tratta di forme di tortura terribili, tali da portare alla pazzia le persone, tali da far desiderare loro la morte, tali da trasformarli in oggetti sessuali o in killer prendi-ordini.

Questa tematica ha a che fare non solo con la “privacy” (eufemismo), ma soprattutto con la privazione della identità, dei beni, dei rapporti sociali, della stessa vita delle persone, è una forma di omicidio pianificato, chi la usa merita il massimo della pena in qualsiasi forma di società, dovrebbero essere squartati dalle masse, o impiccati dalla Corte dell’Aja, perché trovano piacere nel sadico utilizzo dei loro strumenti di trasmissione non controllati né impediti dalla Polizia Postale ... Tempo fa un ministro delle comunicazioni arrivò a dire in una tv privata che uno di noi era pazzo. Pazzo è chi permette queste cose.

Sono mafiosi perché usano questi sistemi per falsificare, ricattare, ottenere ciò che altrimenti non avranno.

Qui iniziamo a denunciare queste cose, invitandovi ad informarvi anche dagli altri siti sull’argomento (controllo mentale, armi elettroniche), qui presentiamo già 3 casi, ma ce ne sono decine di cui sappiamo, che temono di essere internati o licenziati o di subire ulteriori privazioni e persecuzioni se si denuncia; un caso è noto, quello di Paolo Dorigo, ed altri due no.

Si tratta di T.C., donna, tra i 45 e i 55 anni, nord Italia, impiegata, che soffre questa allucinante situazione dal 1988, pur non essendo mai stata nemmeno arrestata, e di M.B., tra i 55 e i 65 anni, Roma, pensionato, che ha iniziato a subire problemi di varia natura dopo che denunciò fatti gravissimi accaduti a Montecitorio, dove lavorava.

NESSUNO CI SMENTISCE, NESSUNO CI QUERELA, SIAMO FASTIDIOSI MA NON ABBIAMO POTERE.

A queste “persone” che lavorano in questi luoghi, siano essi Aviano, Camp Derby, Capo Teulada, all’UGAP o GOM centrale via interconnessione satellitare intercarceraria, o Forte Braschi, Cerveteri, o Castro Pretorio, o che siano dove sono, diciamo: GRAZIE NAZISTI, mussolini LO AVETE SUPERATO IN ABBONDANZA, NULLA CI RIPAGHERA’ SE NON LA GIUSTIZIA QUELLA VERA, SCRITTA NERO SU BIANCO, ANZI … SENZA ESSERE SCANDALISTICI … NERO SU GIALLO !

Pagine inerenti: SCIENZA-TORTURA CARCERE MEMORIA STORICA (del sito http://www.paolodorigo.it/.org)

Contatti: email provvisoria: paolodorigo@alice.it



* se uno vuol fare la cavia, dovrebbe esserne a conoscenza, consapevolmente e nei termini legali come prestazione volontaria e retribuita, nota al fisco ed alla legge

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9