Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | classic toolbar di navigazione old style toolbarr di navigazione old style toolbarr di navigazione Versione solo testo toolbar di navigazione
Campagne

Sostieni,aderisci,partecipa al progetto Isole nella Rete


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer
MA NESSUNO SI PREOCCUPA DEL POPOLO TUNISINO ? BAMBINI E PARENTI DEI PRIGIONIERI POLITICI
by Paolo Dorigo n.105 progressivo Wednesday, Nov. 16, 2005 at 3:00 PM mail: paolodorigo@alice.it

TUNISIA - A PARTE LIBERAZIONE 12-11-2005, IN ITALIA CHI NE PARLA ? - PROPONIAMOCI PER SCIOPERI DELLA FAME DI SOLIDARIETA' -

Collettivo dei Bambini e Familiari dei Prigionieri Politici in Tunisia

CEPPPT

e-mail : aispp@aispp.net

Parigi 15 novembre 2005

Lo sciopero della fame con i nostri familiari e con il movimento del 18 ottobre

Noi, familiari dei prigionieri di opinione, e per solidarietà con i nostri prossimi che marciscono ingiustamente da 14 anni nell’oscurità, dichiariamo di iniziare uno sciopero della fame per rivendicare con loro il diritto alla libertà ed alla dignità umana.

Questo amore verso noi familiari ci fa spuntare le ali. Noi siamo cuori, corpi e anime solidali con loro. Le nostre voci si eleveranno con loro per dire:

No all’utilizzo dei prigionieri come ostaggi e mezzo di scambio politico.
No a questa ingiustizia
No a questi anni di incarcerazione.
No a questa umiliazione.
No a questa tirannia.
No a questo silenzio complice dei « democratici occidentali !!!»
Quando un cuore soffre è l’umanità che viene sconfitta. Senza considerare il legame di sangue che ci lega a questi prigionieri dell’ingiustizia, nessun essere umano degno di questo nome può essere sordo a questo appello dal cuore. E’ nostro dovere rispondere adesso allo sgomento di questo padre, fratello, zio, cugino o bambino che ha ricorso allo sciopero della fame quale solo mezzo di cui dispone per lanciare l’allarme. Noi faremo questo pezzo di strada insieme ad ognuno a sua volta e di ciascuno nel limite delle sue forze.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Comitato di Lotta contro la Barbarie a l’Arbitrio
CLBA

777, bd des Nations Unies

13300 – SALON

FRANCE



Al Collettivo dei bambini e famiglie dei prigionieri di opinione in Tunisia.





Signore, Signorine e Signori,

Noi abbiamo avuto notizia del vostro appello a favore dei vostri familiari che sono sepolti nelle galere da una dittatura senza vergogna.

Noi vogliamo assicurarvi che niente di ciò che tormenta i vostri familiari può lasciarci indifferenti.

Noi ci associamo, a distanza, con il vostro movimento di protesta più che legittimo e facciamo nostre le vostre rivendicazioni.

Con voi, noi reclamiamo la liberazione immediata e senza condizione dei « giovani di Zarzis », quella di Hamadi Ben Abdelmalek in sciopero della fame malgrado la sua età e la sua salute precaria. Noi esigiamo la liberazione di Hamadi Jebali, quella di Maître Abbou, quella di Hichem Manaï, infine di tutti quelli il cui solo « crimine » è di deplorare il vostro dittatore.

Noi siamo solidali agli scioperi del « movimento del 18 ottobre » con il quale noi abbiamo avuto alcune conversazioni telefoniche.

E noi vi esprimiamo la nostra solidarietà più piena, affinchè i vostri mariti, figli o padri vi raggiungano nelle vostre case.

E dato che voi farete uno sciopero della fame solidale, siate sicure che alcuni tra di noi saranno ugualmente in sciopero della fame, secondo la loro salute e disponibilità *; uno di noi è già in sciopero della fame da domenica alla mezzanotte, allo scopo di assicurare la famigliadi Ben Abdelmalek del suo totale sostegno.

Dato che la solidarietà è e rimane un’arma temibile di fronte alla barbarie della vostra dittatura, noi non esiteremo mai ad utilizzarla per i vostri familiari, come abbiamo fatto in altre contrade altrettanto oscure.

Affettuosamente a Voi tuttE/i

CLBA

15 novembre 2005



* Questo modesto sciopero si farà durante il week end

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Paolo Dorigo effettuerà lo sciopero della fame di solidarietà, domenica 20 novembre 2005 dalla mezzanotte del 19-20 alla mezzanotte del 20- 21

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Etre captif, là n'est pas la question. L'important est de ne pas se rendre.
Voilà. (N. Hikmet)

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9