Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | classic toolbar di navigazione old style toolbarr di navigazione old style toolbarr di navigazione Versione solo testo toolbar di navigazione
Campagne

Sostieni,aderisci,partecipa al progetto Isole nella Rete


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer
- sicilia - - eco -
diffidata la bertolino
by infoaut Monday January 12, 2004 at 10:48 PM mail: infoaut@altervista.org 

diffidata la bertolino

LA DISTILLERIA BERTOLINO DIFFIDATA DALL’USARE LE CALDAIE:

Con provvedimento del Dipartimento Regionale Territorio e Ambiente, e in particolare del servizio di prevenzione dall’inquinamento atmosferico, acustico ed elettromagnetico, la Distilleria Bertolino è stata diffidata dall’esercizio delle apparecchiature che producono emissioni in atmosfera. Le sono stati concessi dieci giorni di tempo per trasmettere la documentazione richiesta e una nuova, definitiva e idonea apparecchiatura di misura delle emissioni.
La diffida fa richiamo a un sopralluogo effettuato alla Distilleria il 16 dicembre
Dai funzionari della Provincia dott.ssa Rainieri e Liborio Mammana, dai dirigenti dell’ARTA dott. Genchi , dott. Cammarata e dott. Pellerito e dai funzionari del DAP dott. Ruvolo, dott. Librici e dott. Macaluso.
In quella data il dott. Lombardo, consulente della ditta Bertolino, illustrava il funzionamento di un analizzatore installato presso la cosiddetta caldaia Marchesi, con funzioni di raffreddamento dei gas sin dal mese di ottobre e curata dal personale stesso della distilleria, ( in particolare dall’ing. Giordano, che, guardacaso ha lo stesso cognome del sindaco). In quella data la ditta dichiarava che, per il periodo precedente, il vecchio misuratore si era guastato e che non erano disponibili i dati né del nuovo né del vecchio misuratore, ma che avrebbe provveduto a comunicare tali dati. I tecnici che effettuavano il sopralluogo facevano presente che non erano pervenuti neanche i parametri di avviamento e di arresto dell’impianto e le modalità di avviamento e di arresto dell’impianto, le operazioni di accertamento mensile delle medie rilevate e le procedure adottate per la stima delle emissioni. In breve il sopralluogo accertava la provvisorietà dell’attuale sistema di misura, in attesa dell’installazione di una nuova apparecchiatura. Circa un mese dopo l’ARTA è tornata a farsi sentire, affermando che alla data odierna non è pervenuta alcuna delle documentazioni richieste e diffidando la ditta affinchè si adegui a quanto chiesto.
L’urgenza dell’adeguamento all’autorizzazione per l’emissione in atmosfera della distilleria era stata già segnalata, con una scadenza di 30 giorni, dall’ARTA sin dal 23 ottobre, con il divieto ad emettere biogas e biomassa e con l’obbligo di registrazione di quanto emesso.

La battaglia che la società civile sta sostenendo e di cui Telejato si è fatta portavoce
Parte dal mese di settembre, allorchè venivano resi noti i dati di rilevamento dell’inquinamento atmosferico fatti dalla Provincia. Da allora si sono susseguiti una serie di passaggi, che abbiamo minuziosamente documentato, sino al divieto allo scarico fatto dall’ufficio Tecnico Comunale di partinico il 24 dicembre. Il più grave di tali passaggi venne rilevato il primo novembre, per intenderci, la data in cui venne trovato il corpo del povero cane Rex al canale Maltempo.
Alle ispezioni hanno partecipato Carabinieri, Polizia, Arpa, Arta, mentre, da parte sua il sindaco Giordano si chiudeva in un’ostinato rifiuto a intervenire.
L’odierno provvedimento è l’ultima risultanza per la quale ci si può rallegrare solo perché i cittadini, e particolarmente i bambini della Scuola elementare Fogazzaro, che sono i più esposti, per un ragionevole arco di tempo respireranno aria più pulita. (s.V.)
continua su http://www.infoaut.da.ru

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum 
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9