Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | classic toolbar di navigazione old style toolbarr di navigazione old style toolbarr di navigazione Versione solo testo toolbar di navigazione
Campagne

GeVsG8: Genova a fumetti contro il G8


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer

Vedi tutti gli articoli senza commenti
La Sicilia si appresta a diventare una regione libera da Organismi geneticamente modificat
by coccinella Monday, May. 17, 2004 at 6:55 PM mail:

Intanto la Provincia Regionale di Palermo definisce il territorio ''Ogm free''

In Sicilia č nato il comitato ''Ogm Free'' contro l'utilizzo di organismi geneticamente controllati nella produzione agricola. Il comitato č stato istituito nella sede della Cgil regionale ed č costituito da associazioni imprenditoriali, sindacati, Verdi, ambientalisti, liberi professionisti e docenti universitari.

''Il comitato - spiega il segretario generale della Flai-Cgil siciliana, Italo Tripi - si propone l'obiettivo di tutelare la qualitą delle produzioni siciliane e del biologico, di sensibilizzare l'opinione pubblica rispetto all'uso degli Ogm che presentano numerosi rischi e di predisporre una proposta che sarą illustrata ai gruppi parlamentari dell'Ars per dotare la Sicilia di una legge ad hoc, come č stato fatto in altre regioni come la Puglia''.

E la Provincia Regionale di Palermo ha approvato la delibera proposta dalla Coldiretti per la definizione del territorio ''Ogm free''.
Aumentano cosģ il numero di enti locali che, su input della Coldiretti provinciale stanno procedendo alla definizione di una politica produttiva senza organismi geneticamente modificati.
E' questo un atto molto importante per tutta provincia, in quanto contiene l'invito a che i comuni procedano nello stesso senso.
Oltre a Caccamo e Monreale, di recente anche due comuni importanti della provincia come Corleone e San Mauro hanno approvato lo stesso documento che definisce il loro territorio libero da organismi geneticamente modificati.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
boh!mah!
by dubbioso Monday, May. 17, 2004 at 7:13 PM mail:

mi sa tanto di cazzata tipo quando entri in quei paesi dove trovi il cartello con scritto "comune denuclearizzato". Che cazzarola vuol dire? OGM free, e la merda bella confezionata sugli scaffali dei supermercati? anche quella sarą bandita? mah..

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
vuol dire
by agricoltore Monday, May. 17, 2004 at 7:17 PM mail:

Vuol dire che saranno proibite semine di sementi ogm

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
buffoni
by monocromo Tuesday, May. 18, 2004 at 11:37 AM mail:

Liberatevi dalla mafia e dalla democrazia cristiana che č meglio

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
x monocromo
by siciliano Tuesday, May. 18, 2004 at 1:35 PM mail:

Questo, MAI! Modera le pretese, bello.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
mafia?
by siciliana Tuesday, May. 18, 2004 at 1:47 PM mail:

Mafia? quale? quella che dipende dalla massoneria inglese di Trapani, cioč dalla regina d'Inghilterra?

Comoda la *mafia*, come il *terrorismo internazionale*

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
?
by res Tuesday, May. 18, 2004 at 1:50 PM mail:

Non esageriamo.
La mafia non č un fenomeno di importazione britannica. Sappiamo tutti che noi italiani della magna grecia abbiamo la tendenza a spaccare il capello in quattro peggio di Gorgia, Ockham e Meister Eckhadt.
Ma diamoci una regolata.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
La mafia č nata nel 1863
by siciliana Tuesday, May. 18, 2004 at 2:00 PM mail:

La *mafia* č nata nell"anno 1863, mamma il regno di Piemonte, papą l'impero britannico, con una commedia *commissionata* che usa per la prima volta questo termine. Prima nessuno l"aveva mai sentito.

Ai piemontesi e ai loro supporter inglesi faceva molto comodo. Gli inglesi del vino erano in zona gią da tempo

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
risposta
by res Tuesday, May. 18, 2004 at 2:16 PM mail:

I mafiosi sono nati nell'800 come mazzieri e polizia privata dei latifondisti siciliani, in assenza di norme giuridiche certe che ne proteggessero "diritti" e abusi.
In un certo senso quindi erano l'equivalente delle squadracce fasciste poste a difesa del capitalismo agrario nell'Italia del centro-nord durante il 1920-21.

Spetta solo ai siciliani liberarsi dalla mafia. Se non lo fanno non č colpa nč di her majesty, nč della CIA, nč del Mossad che secondo alcuni decidono tutto, perfino l'elezione del sindaco di roccacannuccia.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
campagna propagandistica
by siciliana Tuesday, May. 18, 2004 at 3:34 PM mail:

> I mafiosi sono nati nell'800 come mazzieri e polizia privata dei latifondisti siciliani


No, tutti i latifondi hanno sempre avuto dei *campieri* fino dalla preistoria (en passant, i latifondi inglesi sono enormemente pił grandi di quelli siciliani). Da ricerche di archivio sui giornali dell'epoca - fonte una tesi - risulta che il termine, prima del 1863 non risulta usato. Del resto non č una parola siciliana.
E' frutto di una campagna propagandistica, lanciata con l'appoggio degli inglesi, quegli inglesi che hanno sponsorizzato la campagna di Garibaldi con una somma enorme.

Un brano di Pirandello sull"argomento (da *I vecchi e i giovani*)

<< E qual rovinio era sopravvenuto in Sicilia di tutte le illusioni, di tutta la fervida fede, con cui s'era accesa alla rivolta! Povera isola, trattata come terra di conquista! Poveri isolani, trattati come barbari che bisognava incivilire.
Ed eran calati i continentali a incivilirli: calate le soldatesche nuove, quella colonna infame comandata da un rinnegato, l'ungherese colonnello Eberhardt, venuto per la prima volta in Sicilia con Garibaldi e poi tra i fucilatori di Lui ad Aspromonte, e quell'altro tenentino savoiardo Dupuy, l'incendiatore; calati tutti gli scarti della burocrazia; e liti e duelli e scene selvagge, e la prefettura del Medici, e i tribunali militari, e i furti, gli assassinii, le grassazioni, orditi ed eseguiti dalla nuova polizia in nome del Real Governo; e falsificazioni e sottrazioni di documenti e processi politici ignominiosi: tutto il primo governo della Destra Parlamentare!
E poi era venuta la Sinistra al potere, e aveva cominciato anch'essa con provvedimenti eccezionali per la Sicilia; e usurpazioni e truffe e concussioni e favori scandalosi e scandaloso sperpero del denaro pubblico; prefetti, delegati, magistrati messi al servizio dei deputati ministeriali, e clientele spudorate e brogli elettorali; spese pazze, cortigianerie degradanti; l'oppressione dei vinti e dei lavoratori, assistita e protetta dalla legge, e assicurata l'impunitą agli oppressori...>>

Sulla dipendenza della mafia dali inglesi, leggere l'intervista ad Ettore Bernabei, *L"uomo di fiducia*

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9