Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | classic toolbar di navigazione old style toolbarr di navigazione old style toolbarr di navigazione Versione solo testo toolbar di navigazione
Campagne

CD GE2001 - un'idea di Supporto Legale per raccogliere fondi sufficienti a finanziare la Segreteria Legale del Genoa Legal Forum


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer
infami
by carlo.v Wednesday, Nov. 29, 2006 at 8:43 PM mail:

chi sogna un mondo diverso e più giusto, e lotta per ottenerlo, non si vuole svegliare, indy deve poter continuare...
-------------------------------------------------

vogliamo i nomi...

L'energia prodotta dagli inceneritori continuerà ad essere sovvenzionata
Non va in porto l'emendamento che escludeva dagli incentivi l'energia prodotta dalla frazione non biodegradabile dei rifiuti. Le risposte alle proteste dei comitati anti inceneritore: il presidente Commissione Ambiente del Senato Sodano e del Capo Segreteria Tecnica del Ministro dell'Ambiente Fabbri

L’Italia continua ad essere l'unica in Europa a finanziare l’energia prodotta dall’incenerimento dei rifiuti. La direttiva comunitaria infatti prevede incentivi pubblici da destinare esclusivamente alla promozione di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. Tale disposizione, a cui il nostro Paese dovrebbe adeguarsi anche per superare la procedura di infrazione a suo carico, era stata inserita dalla commissione Affari Europei della Camera all’interno del disegno di legge Comunitaria 2006. Durante la discussione in Aula però, su richiesta del Governo, non è stato accolto l’inserimento nel Ddl dell’articolo 15 bis, che escludeva dagli incentivi la parte di energia prodotta da rifiuti non biodegradabili, di fatto una quota importante di ciò che va agli inceneritori. Il testo, una volta approdato al Senato, è stato oggetto di un emendamento presentato da tutti i capogruppo dell’Unione della Commissione Ambiente, in cui si chiedeva che l’articolo 15 bis venisse reintrodotto. Il Governo, però, ha fatto nuovamente ritirare l'emendamento.

Abbiamo contattato a tal proposito Tommaso Sodano, Presidente della Commissione Ambiente del Senato, che ha dichiarato : “abbiamo tentato di far approvare dal Governo la modifica al disegno di legge Comunitaria, ottenendo un impegno ad inserire questo provvedimento all’interno del disegno di legge sull’energia che sarà discusso nei prossimi giorni dall’Assemblea”. “E’ dal 1992 – continua Sodano - che l’Italia non rispetta le direttive comunitarie in ambito energetico; speriamo che si possa invertire finalmente la rotta con questo Governo”.

Le puntualizzazioni di Sodano e Fabbri


Tommaso Sodano - PRC Presidente Commissione Ambiente Senato
Mi sembra assurda la discussione e intrisa di pregiudizi nei confronti di chi sta portando avanti la battaglia per cercare di mettere fine alla truffa dei Cp 6. La ricostruzione che viene fatta del dibattito al Snato della scorsa settimana è, a io avviso, sbagliata. Ritengo utile ricordare che il pasticcio era stato prodotto alla Cmera dove era stato soppresso l'articolo inerente il Cp 6 sulle assimilate, al Senato nella Commissione Ambiente da me presieduta, abbiamo approvato un parere in cui si chiedeva di ripristinare quella norma soppressa alla Camera e successivamente abbiamo presentato emendamenti in aula al Senato. Gli emendamenti hanno visto una divisione all'interno dell'Unione con diversi pezzi dell'Ulivo che si sono dichiarati contrari all'emendamento a firma mia e quello della De Petris, con conseguente espressione contraria del relatore e del ministro Bonino , per cui il voto avrebbe portato alla sconfitta definitiva su questa delicata partita. Un voto contrario del Senato, dopo quello della Camera avrebbe significato un via libera anche ai nuovi impianti da costruire. abbiamo preferito, piuttosto che la bocciatura, farci approvare un ordine del giorno molto puntuale e impegnativo per il governo che obbliga a recepire la direttiva comunitaria. Mi sembra molto strano che non si comprenda che l'ex ministro Castelli ha usato strumentalmente le argomentazioni in aula, e che comunque adesso tutte le realtà di movimento devono far sentire la propria verso quei settori dell'Unione che continuano a privilegiare le lobbies economiche piuttosto che continuare sterili polemiche nei confronti di chi, senza presunzione, come lo scrivente da anni conduce battaglie coerenti contro gli inceneritori e contro le assimilate.

Fabrizio Fabbri Capo Segreteria Tecnica del Ministro dell'Ambiente
Mi associo a quanto rilevato da Tommaso ed aggiungo che, d'accordo anche la senatrice De Petris, il Ministero dell'ambiente metterà mano alla normativa sui certificati verdi e certamente toglieremo l'incenerimento dei rifiuti tra i settori che ne beneficeranno anche se la lotta non sarà semplice dal momento che, come ben sapete, questa linea è minoritaria anche all'interno dell'Unione.


versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9