Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | classic toolbar di navigazione old style toolbarr di navigazione old style toolbarr di navigazione Versione solo testo toolbar di navigazione
Campagne

autistici /inventati crackdown


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer
Difendere le libertà conquistate dalle masse popolari con la Resistenza!
by CARC Tuesday, Sep. 06, 2005 at 12:16 AM mail:

Difendere le libertà conquistate dalle masse popolari con la Resistenza!


Angelo D’Arcangeli, membro della Delegazione del (n)PCI, è stato arrestato il 19 luglio dalla DNAT [la Direzione Nazionale Antiterrorismo francese] ed è ancora detenuto in Francia, dopo essere stato sequestrato per almeno 5 giorni senza nemmeno poter parlare col suo avvocato.
Angelo, nel 2004, all’età di vent’anni, si è trasferito a Parigi rispondendo all’appello di proseguire i lavori della Delegazione del (n)PCI e contribuire così alla rinascita del movimento comunista italiano e internazionale. La Delegazione del (n)PCI è un organismo politico pubblico, una tipologia associativa contemplata e prevista dalle stesse leggi borghesi, quelle leggi (come la libertà di espressione) che le masse popolari hanno imposto alla borghesia quando i rapporti di forza erano favorevoli ad esse perché sostenute e orientate da un forte movimento comunista organizzato, con a capo il suo Partito. Il motivo che sta alla base dell’arresto di Angelo, la propaganda delle proprie idee, è un diritto che appartiene ancora a milioni di uomini e donne! Eppure le Autorità francesi, in combutta con quelle italiane, lo hanno arrestato. Ma quali sono le idee propagandate da Angelo insieme agli altri compagni della Delegazione? Questo è il punto. Angelo fino ad oggi ha propagandato le idee, le concezioni e il programma del (nuovo)Partito Comunista Italiano a livello internazionale: in Francia, Germania, Belgio, Perù, Filippine, dando così ampia risonanza alla strategia del (n)PCI, rafforzandone il prestigio e stimolando un intenso dibattito tra numerose organizzazioni e partiti comunisti mondiali. Questo è il motivo per cui Angelo è stato illegalmente arrestato dalla DNAT, perché è comunista e propaganda efficacemente la linea del (n)PCI, cosa che evidentemente mette paura sia a Berlusconi sia a Chirac, dato che entrambi patrocinano il suo arresto illegale e quello altrettanto illegale dei due membri del (n)PCI, Giuseppe Maj e Giuseppe Czeppel (anch’essi prigionieri nelle carceri imperialiste francesi).
La borghesia, nei fatti, si è incamminata sulla strada che porta al divieto, per i comunisti, anche di propagandare le loro idee, così come fece durante il fascismo con la benedizione del Papa. Questo dimostra che hanno visto giusto quei compagni che hanno fondato il (n)PCI nella clandestinità proprio per mettere il Partito il più possibile al riparo della repressione e anticipare la messa fuori legge del comunismo, organizzandosi. Tuttavia, la messa fuori legge dei comunisti è una strada pericolosa anche per la borghesia, che non a caso è esitante. Da un lato, essa sbava alla sola idea di mettere il comunismo fuori legge (come già proposto in Europa da Franco Frattini, il quale dal 22 novembre 2004 è Vice-Presidente della Commissione Europea e Commissario responsabile per il portafoglio Giustizia, Libertà e Sicurezza). Dall’altro lato, essa ha paura di vietare per legge ai comunisti di fare attività politica. L’ultima volta che lo fece le andò male, Mussolini finì appeso a testa in giù e l’Italia fu molto vicina a diventare un Paese Socialista.
Oggi, stretta nella morsa della seconda crisi generale capitalistica, la borghesia si dimena come una belva in gabbia e non può fare a meno di reprimere il dissenso e la ribellione che si diffondono tra le masse popolari di tutto il mondo: retate e arresti per gli oppositori politici (comunisti, anarchici, antifascisti, antimperialisti), persecuzione sistematica dei lavoratori immigrati, licenziamenti, peggioramento delle condizioni di vita e di lavoro, pendolari terrorizzati dagli allarmi bomba, fascisti che rialzano la testa foraggiati e protetti dalle polizie legali e illegali.
Solo la mobilitazione rivoluzionaria delle masse popolari può contrastare l’avanzata del nuovo fascismo!
È più che mai urgente e necessario difendere le libertà che i nostri nonni e i nostri padri hanno conquistato col sangue!
Come? Praticando queste libertà, esprimendo solidarietà a tutti i compagni arrestati, ai lavoratori licenziati, agli immigrati perseguitati, senza arretrare di un solo passo e opponendosi alla guerra imperialista dietro la parola d’ordine “Via dall’Iraq subito”, rivendicando il diritto per le masse popolari a vivere in pace e libertà, libere dallo sfruttamento, libere dalla guerra, libere dalle catene della borghesia!
È quindi più che mai necessario e urgente promuovere la solidarietà verso tutti i compagni arrestati!

Libertà immediata per Angelo !

Libertà immediata per Giuseppe Maj e Giuseppe Czeppel del (n)PCI!

Libertà immediata per tutti i compagni arrestati !

Ora e sempre Resistenza !

Lottare senza riserve per la rinascita di un forte movimento comunista organizzato !

Sostenere il rafforzamento del (n)PCI !

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Ci sono 1 commenti visibili (su 1) a questo articolo
Lista degli ultimi 10 commenti, pubblicati in modo anonimo da chi partecipa al newswire di Indymedia italia.
Cliccando su uno di essi si accede alla pagina che li contiene tutti.
Titolo Autore Data
SOLIDARIETA' AD ANGELO Paolo Dorigo n.38 progressivo Tuesday, Sep. 06, 2005 at 10:56 AM
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9