Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | classic toolbar di navigazione old style toolbarr di navigazione old style toolbarr di navigazione Versione solo testo toolbar di navigazione
Campagne

Sostieni,aderisci,partecipa al progetto Isole nella Rete


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer
Avola, i carabinieri presi a sassate
by spongebob Monday, Sep. 19, 2005 at 7:54 PM mail:

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/09_Settembre/11/motorini.shtml

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/09_Settembre/11/motorini.shtml

Motorini, troppi sequestri. «Cambio la legge»
Le dichiarazioni del ministro Lunardi che aggiunge: «Le modifiche con la sanatoria per la patente a punti»

Ciclomotori: perché possono essere confiscati

La legislazione sulla confisca dei ciclomotori
ROMA - Avevano cominciato i diretti interessati: i ragazzi che lo scooter se lo sono visto portare via pensando che quella frase («tra una mese lo mettiamo all’asta») fosse solo la spacconata di un poliziotto di cattivo umore. Poi alla protesta si sono unite le associazioni dei consumatori che hanno scritto persino a Valentino Rossi. Dopo ancora è toccato ai sindacati dei vigili urbani (sì, proprio loro). Adesso è lo stesso ministro delle Infrastrutture, Pietro Lunardi, a dirlo: sono «perfettibili» le nuove norme che prevedono la confisca e la messa all’asta di moto e motorini per chi viola il codice.

Parole prudenti a prima vista. Ma a leggere fra le righe si capisce come il giudizio sia molto più severo. Il problema è che quella punizione così dura non è stata voluta dal governo ma introdotta dal Parlamento con una legge approvata in fretta e furia prima dell’estate: a rivederla, quindi, deve essere il Parlamento stesso, non il governo. Equilibri istituzionali difficili da spiegare a chi in queste ore si vede portare via il motorino, ma tenuti in gran conto nei palazzi che contano.

Il problema, però, si sta trasformando in una questione di ordine pubblico: ieri ad Avola, in Sicilia, i carabinieri sono stati presi a sassate da un gruppo di ragazzi che non si volevano arrendere al sequestro. In molte città i vigili segnalano che i ragazzi, pur di salvare lo scooter, non si fermano ai posti di blocco. La confisca era stata pensata contro gli scippi al Sud ma - applicata in tutta Italia - ha avuto effetti giudicati «perversi» dagli stessi vigili. Rispettando la norma alla lettera, il motorino non va portato via solo al potenziale scippatore ma anche ai ragazzini che vanno in due sul cinquantino con il casco (vietato anche prima ma tollerato quasi ovunque), oppure a chi porta uno zaino sulla pedana, o addirittura a chi fuma alla guida perché sul manubrio vanno tenute tutte e due le mani. «E’ il risultato di emendamenti parlamentari, e non si può che prenderne atto», dice il ministro.

Ma rimediare è possibile, offrendo alle Camere una nuova occasione di intervento: «A breve - spiega Lunardi - il governo presenterà un decreto legge sulla sanatoria per la patente a punti», altra gatta da pelare dopo la sentenza della Corte costituzionale che ha annullato le sanzioni per chi non è stato identificato al momento dell’infrazione. «In sede di conversione del decreto - aggiunge il ministro -, sarà possibile introdurre norme che razionalizzano il sistema della sanzioni, sempre tenendo conto dell’esigenza primaria di garantire la sicurezza stradale». Le proteste arrivate al ministero sono numerose. L’ultima quella di Mauro Cordova, presidente dell’Arvu, il sindacato nazionale che rappresenta 50 mila vigili in tutta Italia. «La confisca è esagerata - ha scritto Cordova -, tanto più che andare in due sui ciclomotori è un’arma contro il traffico nelle grandi città». Ma per il momento si va avanti. A Roma, le confische sono finora un centinaio, a Milano 40, a Palermo 42. Napoli è arrivata a quota 600. «Per noi - dice l’assessore comunale al traffico, Nicola Oddati - è una misura sacrosanta. Speriamo che nessuna pensi di modificarla».
Lorenzo Salvia
11 settembre 2005

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Ci sono 2 commenti visibili (su 2) a questo articolo
Lista degli ultimi 10 commenti, pubblicati in modo anonimo da chi partecipa al newswire di Indymedia italia.
Cliccando su uno di essi si accede alla pagina che li contiene tutti.
Titolo Autore Data
Perchè non sequestrano la blindata ai tutori che ci scopano dentro ? Paolo Dorigo n.56 progressivo Tuesday, Sep. 20, 2005 at 12:02 AM
lottare contro le ingiustizie e' ecologico e integrale!!! tifiamo rivolta Monday, Sep. 19, 2005 at 10:33 PM
©opyright :: Independent Media Center
Tutti i materiali presenti sul sito sono distribuiti sotto Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0.
All content is under Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 .
.: Disclaimer :.

Questo sito gira su SF-Active 0.9