Welcome to :- Pillola Rossa -:!

     Sostieni Pillola
Materiale per linkare Pillola Rossa e le controinchieste al proprio sito. Bottoni, banner, web-flyer.

     Menu
· Home
· Archivio
· Argomenti
· Cerca
· Enciclopedia
· FAQ
· Forums
· I tuoi dati
· Inserisci articolo
· Journal
· Messaggeria
· Scrivici
· Segnalaci
· Statistiche
· Top 10

[processo ai 25] diciottesima udienza - Zazzaro
Marted├Č 21 settembre 2004




Esame e controesame del teste Zazzaro, dirigente della centrale operativa durante il g8, e del teste Marco Preve, giornalista che ha seguito il percorso di alcuni manifestanti da piazza Paolo da Novi. L'odissea sui video non e' ancora finita e si ripropone.

TRASCRIZIONE SOMMARIA

[P = Presidente o giudici ; D = difesa ; A = accusa ; R = teste]

P: l'appello
A: (canciani) zazzaro pasquale.

R: [effettua il giuramento]
P: [appello]
R: Primo Dirigente PS. Dirigente Ufficio Prevenzione Generale e Speciale di
Genova all'epoca del g8
A: (canciani) ruolo e incarichi all'epoca del g8
R: Ero il Dirigente del Servizio Centrale Soccorso Pubblico. Ero indicato
dall'ordinanza di servizio come responsabile della gestione della Centrale
Operativa. In occasione delle giornate sono stato principalmente in Centrale
Operativa a coordinare i servizi esterni e ad esporre ad Andreassi e a un altro
funzionario.
A: la sua presenza qui nello specifico riguarda alcuni atti che abbiamo allegato
al fascicolo, come i brogliacci delle comunicazioni radio. Ci puo' spiegare come
era composto il suo uffico, come era organizzato e come funzionava rispetto a
questa parte
R: Nella centrale operativa era stata allestita una Sala Gestione G8, una sala
grande dove erano concentrate le comunicazioni radio, su canali diversi a
seconda delle funzioni. Erano concentrati i serviizi di ordine pubblico, i
servizi di controllo ai varchi, i servizi di PG e il centralino 113. In una sala
attigua nello stesso piano vi era un altra centrale radio che coordinavano le
scorte alle varie personalita'. In questa sala erano presenti anche ufficiali di
altre forze
Tutte le comunicazioni radio e le comunicazioni al 113 sono state registrate su
un sistema DVD e sono tutte registrate. Indicativamente erano state organizzate
delle squadre per fronteggiare queste esigenze. Circa 10 persone per turno di
servizio (7-13;13-19;19-24;24-7). Vi erano inoltre altre 3 persone che non
seguivano questi turni ed erano preposte anche loro a servizi di ordine
pubblico. Tutte queste ativita' venivano annotate in brogliacci cartecei.
A: poniamo in visione il brogliaccio per confermare che viene dall'ufficio.
R: Si certamente questo e' stato compilato dall'ufficio a cui io appartenevo.
A: quindi quando fa riferimento al brogliaccio faceva riferimento a questo
R: si. in realta' questo e' stato integrato dal riascolto delle comunicazioni
radio.
A: materialmente come avveniva
R: materialmente le comunicazioni venivano annotate su foglio, ma in quei
momenti molto concitati alcune comunicazioni radio potrebbero essere sfuggite.
A: tra l'altro questo documento contiene solo comunicazioni radio
R: si
A: lei ha detto che usavate anceh il cellulare per comunicare alle volte ma
quelle non sono riportate
R: esatto. d'altronde nel momento di concitazoine le linee erano intasate
A: quindi tutte le comunicazioniradio sono registrate, insieme ai dati come
giorno e ora
R: certo, come le vecchie tradizionali registrazioni su nastro, solo su dvd
A: senta, voi avevate un ruolo di coordinamento e smistamento ? avevate funzione
decisionale oppure no ?
R: un po' uno un po' l'altro
A: partiamo da un esempio. dice che c'erano dei servizi di o.p. questi erano
gia' programmati o li decidevate voi ?
R: i servizi erano decisi dal consiglio di gabinetto. noi dovevamo coordionare i
servizi. ma c'era anche una fase decisionale che doveva essere effettuata sul
momento. decidere dove spostarsi e via dicendo. Nella sala era presente il
questore e quindi si concertavano queste decisioni
A: quindi le indicazioni che davate in queste decisioni derivavano da input che
voi davate o avevate canali aperti anche verso di voi. Cioe' voi ricevevate
informazioni e poi comunicate decisioni oppure vi erano altri modi.
R: certo potere decisionale lo hanno i colleghi dei servizi. in molti casi loro
comunicavano le decisioni prese.
A: sono solo comunicazioni in entrata registrate o anche in uscita.
R: tutto cio' che passava era registrato. Sia in entrata che in uscita.
A: tanto per capire. nel documento c'e' una legenda no ?
R: c'e' scritto chi parla e a che ora
A: dove c'e' scritto fonte non significa necessariamente che il messaggio arrivi
da quella persone. Rappresenta solo l'interlocutore?
R: si.
A: poi gli interlocutori avevano sigle, avevano dei canali,come funzionava ?
R: nell'ordinanza di organizzazizione dela sala operativa erano previsti i
canali da usare e le sigle radio che ogni ufficiale avrebbe usato.
A: quindi se noi andassimo alla sigla G21, noi troveremmo il nominativo del
funzionario corrispondente
R: certo
A: le comunicazioni avvenivano con il responsabile di un servizio o altre
persone ?
R: di solito avvengono con il responsabile del servizio. A volte con il
responsabile di un settore piu' ristretto.
A: le conversazioni con G21 potevano essere con il responsabile di G21 oppure
con un suo sottoposto
R: no. le comunicazioni sono individuali
A: quindi G21 identifica un soggetto? non un servizio
R: si.
A: C.O.T. che significa ?
R: significa Centro Operativo. identifica le comunicazioni che arrivano dal
centro operativo.
A: Voi non eravate il centro operativo ?
R: noi eravamo COT
A: quindi con chi comunicavate in quel caso
R: [legge un esempio da cui si desume che fonte identifica chi sta parlando]
R: questo brogliaccio nella parte del giorno 21 e' stato integrato mettendo
insieme i messaggi di o.p. con i messaggi delle volanti, quindi riprende due
canali di comunicazioni diverse.
A: Nel senso che O.P. sta per ordine pubblico e volanti per volanti.
R: si.
A: ci sono anche altre sigle che identificano una fonte di provenienza anziche'
dei soggetti ?
R:
A: quando troviamo identificazioni Stradale, o Capitaneria di POrto
R: sono indicazioni che abbiamo ricevuto da quelle strutture
A: quindi identificano l'organo che vi ha comunicato tali cose
R: si
A: questo significa che la registrazione della comunicazione che vi ha mandato
la stradale non ci sara' nelle vostre registrazioni ?
R: no, credo di no.
A: quindi noi troveremo solo registrazioni di comunicazioni associate con una
sigla ?
R: sul brogliaccio troveremo sicuramente le comunicazioni avvenute tramite
radio.
A: ma per esempio polfer, capitaneria ecc ?
R: no. non saranno registrate, perche' non sono canali registrabili, oppure
arrivavano via telefonica, oppure tramite colleghi presenti nella sala attigua
A: quindi in definitiva e' possibile sapere a priori avvenivano su un canale e
quali su un altro ? Magari sono presenti documenti da cui avete poi compilato
questo, ecc ? Nel senso che lei mi stia rispondendo piu' che altro a livello
logico non formale .
R: si
A: significa che esiste un brogliaccio strettamente delle comunicazioni che sono
avvenute solo attraverso i vostri canali ?
[...]
A:con riferimento all'operatore, cioe' chi nel vostro centro stava parlando con
le persone alla radio, e' possibile sapere chi fosse ? C'era un ordine di
servizio ?
R: ovviamente c'era un ordine di servizio, che determinava chi seguiva ciascuna
attivita'. Per quanto riguarda OP, c'era un gruppo di persone che seguiva le
comunicazioni e riportava le annotazioni sul brogliaccio.
A: questo gruppo da quante persone era composto ?
R: nella centrale operative c'erano 10 persone a turno. Per quanto riguarda l'OP
erano 5-6 persone per ogni turno. In piu' ovviamente per il livello decisionale
c'erano piu' persone, c'ero io il questore, il vicario di napoli, il vicario
dell'epoca.
Sia io che il vicario di napoli abbiamo parlato molto alla radio.
A: ovviamente e' possibile sapere chi era presente ?
R: certamente sono agli atti dell'ufficio
A: l'esperienza di cio' che avveniva all'esterno era mediato da quello che
rivevevate ?
R: noi non ci siamo mai mossi dalla CO, percui la nostra conoscenza era
principalmente attraverso i canali radio e alcune informazioni le ricevevamo con
le telecamere piazzate sull'elicottero e sul territorio.
Ovviamente non ci potevano esssere due elicotteri nella stessa area
A: voi vi occupavate di dare disposizioni non solo alla polizia di stato ma
anche carabinieri , no ?
R: al dirigente di servizio che poi disponeva chi aveva sottoposto
A: che era sempre un ps ?
R: certo

D: (tambuscio) quale e' stato il criterio di compilazione di questi brogliacci ;
sono integrali o c'e' stata qualche tipo di scelta ? e quale criterio di scelta
?
R: questi brogliacci non sono trascrizioni integrali, ma sono sintesi che
cercano di riportare il contenuto essenziale delle comunicazioni
D: notavo che nella giornata del 21 compaiono sigle che denotano comunicazioni
con canali altri rispetto ai dirigenti. compare sisde, servizio scorte, vvff, e
altri.
R: non abbiamo lo stesso brogliaccio
D: le chiedo compaiono comunicazioni degli elicotteri ?
R: nel mio brogliaccio si . c'e' elicotteri volanti.
D: mi pare che non compaiano nel giorno 20. Per esempio dagli elicotteri.
R: a me pare di si'.
D: vado avanti in ordine sparso. Lei ha detto che avevate in centrale operativa
delle telecamere che vi davano parziale visioni degli eventi. Di che telecamere
si tratta ? Dove erano posizionate ? Chi le manovrava ?
R: dovevano essere 25 se non ricordo male a coprire tutto il centro della
citta', che coprivano sia la zona rossa che la zona piu' esterna ?
D: sono le stesse telecamere gestite dai carabinieri ? quelle che servivano a
seguire il traffico
R: no le nostre telecamere non sono quelle del traffico. errano telecamere
installate per questo evento.
D: di questo non ne ho mai sentito parlare. Le immagini di queste altre
telecamere del traffico le avevate ?
R: mi pare di no.
D: Le vostre immagini venivano registrate ?
R: le immagini sono state registrate. Mi fa una domanda sul quale non posso
essere preciso. Mi pare che questo servizio di registrazione e' stato affidato a
ditta esterna e quindi non posso essere preciso.... ci penso.... Le immagini
degli elicotteri erano registrate da ditta esterna. Le immagini della
telesorveglianza invece dovrebbero essere registrate da noi.
D: dove erano ? si ricorda ?
R: nella zona della foce non ce n'erano. Sono le stesse che ci sono ancora, anzi
sono state integrate da altro
D: lei ha accennato a comunicazioni tra voi e i carabinieri ? C'e' una CO dei
carabinieri diversa dalla vostra ?
R: si, a forte san giuliano
D: i reparti dei cc parlavano con voi ?
R: nella sala operativa era presente anche un ufficiale dei cc, quindi c'era un
collegamente diretto con la CO dei cc. l'ufficiale aveva un ponte radio con i
cc.
D: le comunicazioni dei reparti arrivavano da voi o arrivavano le comunicazioni
della CO cc
R: noi privilegiavamo la comunicazione con i dirigenti di servizio
D: quindi voi non le avete
R: ce le avranno loro
D: la CO dava anche delle indicaiozni di spostamento
R: senza togliere autonomia ai dirigenti dei servizi
D: lei ricorda se nella giornata di venerdi' era presente nella sala operativa
R: io sono stato presente sempre
D: passando al contenuto, io non pretendo che ricordo singole comunicazioni, ma
ricorda che disposizioni avevate in merito allo spostamento del corteo dal
carlini. Sapevate che esisteva un corteo
R: si sapeva che c'era questo corteo, che non era stato autorizzato .
D: ha detto non autorizzato ?
R: si mi pare di si...
D: ma non autorizzato in toto oppure solo oltre un certo limite
R: non ricordo. ma mi pare che non fosse autorizzato in toto.
D: avevate disposizioni particolari
R: segnalare situazioni particolari nella manifestazione. Segnalare cose che
mettessero in pericolo lo svolgimento del vertice
D: avevate disposizioni particolari per questo corteo ?
R: certo c'era un servizio ad hoc per evitare che riuscissero a contenere
eventuali tentativi di sfondare la zona rossa.
D: dove erano disposti i servizi
R: mi pare in via tolemaide. all'altezza del cavalcavia di via archimede con
l'ordine di contenere il corteo.

[ ho perso un pezzo di trascrizione..... :((((((( ; parte tambuscio, multedo,
parte alborghetti ]

D:(tambuscio) Lei ha detto che le comunicazioni avvenivano con un funzionario
che dirigeva un operativo
R: con il dirigente del servizio
D: quindi le iniziative dei cc avvenivano normalmente su ordine del funzionario
?
R: c'e' un funzionario che ha alle sue dipendenze dei dirigenti di ps o cc o
altro. quel funzionario parla con il comandante che da le direttive.
D: normalmente le direttive ai cc partivano dal dirigente della ps
R: normalmente si
D: leggevo anche la sua esposizione alla commissione parlamentare. Venerdi' 20
dopo le 13 c'e'una situazoine delicata. conferma che c'e' stato un momento di
attenzione particolare ?
R: Nel pomeriggio ci fossero tante situazioni in atto...
D: si ricorda chi era il dirigente del servizio vostro per il corteo di Gastaldi
?
R: il dottor Gaggiano; i reparti erano posizionati sutolemaide all'altezza del cavalcavia.
D: a che punto doveva essere fermato il corteo? lei ha detto via archimede
prima.
R: penso che l'idea fosse di fermarli all'altezza di corso torino.

D: (alborghetti) quando ha risposto alla domanda del collega, circa al
funzionamento delle diverse camere di sorveglianza, lei non ricorda almeno
alcune delle vostre telecamere
R: piazza corvetto, via XX settembre, piazzale Kennedy, piazza dante. La zona
della foce, tanto per intenderci corso torino non e' stata coperta.
Successivamente e' stata messa una telecamera.
D: all'epoca non c'erano ? cioe' al di fuori della zona rossa non ce n'erano
praticamente ?
R: direi proprio di no
D: a proposito delle registrazioni di queste telecamere. non c'e' stata una
relazione di servizio con cui questo materiale e' stato consegnato ?
R: il materiale e' stato richiesto dalla procura e deppositato
D: lei non ricorda da chi e quando ?
R: io ritengo che lo abbia consegnato la digos.
D: non e' specificato l'origine del materiale ?
R: certo. c'e' scritto.

D: (multedo) chi ha consegnato questo materiale ?
R: e' stato un lavoro di equipe del mio ufficio , dell'ufficio a cui appartenveo
D: quindi non l'ha fatto lei, lei ha sovrinteso...
R: certo

D: (fabularo) lei ha detto che c'era intenzione di fermare questo corteo. prima
ha parlato di via archimede, adesso di corso torino. sia piu' preciso
R: i reparti stavano all'altezza di via archimede un po' piu' verso il centro.
l'intenzione era di far deviare il corteo al cavalcavia precedente.
D: una volta che vi siete resi conto che il corteo stava arrivando, voi avete
dato ordine....
R: la situazione e' precipitata. i reparti sono stati aggrediti e quindi noi
abbiamo visto le cose dalle telecamere degli elicotteri.
D: l'ordine e' partito dalla CO o dal dirigente di servizio
R: io credo dal dirigente di servizio.
D: lei si ricorda chi aveva dato le direttive per questo servizio ?
R: c'era un ordinanza di servizio che dava gli ordini
D: quindi era questa ordinanza che dava questo tipo di ordini ?
R: c'e' un ordinanza generale sulla disposizione dei servizi.poi nel dettaglio
la distribuzione sul territorio di uomini e mezzi e quindi i funzionari sono
stati indicati con ordinanza specifica del giorno prima.
D: quindi lei dice l'intenzione era quella di fermare il corteo ecc, si
riferisce ad un ordionanza del questore
R: nell'ordinanza non c'e' scritto questo
D: pero' lei dice l'intenzione era quella di...
R: il servizio veniva disposto per garantire il regolare svolgimento della
manifestazione. poi la situazoine e' precipitata perche' i reparti sono stai
aggrediti

D: (tartarini) ha parlato di comunicazioni via cellulari. Erano cellulari
personali o di servizio ?
R: di servizio
D: cioe' che lei sappia ....
R: ritengo di si
R: noi avevamo i recapiti telefonici di ciascun collega, percui i cellulari
ritengo che fossero di servizio
D: quindi che lei sappia c'erano comunicazoini da cellulari a CO, e viceversa ?
R: Si
D: quindi anche tra cellulari e cellulari ?
R: questo non posso saperlo
D: come sono state riportate nel brogliaccio ?
R: penso che non siano state riportate
D: sul brogliaccio c'erano tuttele comunicazioni allla CO ?
R: se si escludono le comunicazionoi per telefono, che in emergenza abbiamo
dovuto fare, le comunicazoini radio si
D: quindi abbiamo telefonate su cellulari che non sono riportate. che lei sappia
le comunicazioni radio sono riportate tutte o no ?
R: il brogliaccio e' una sintesi delle comunicazioni. quindi magari non tutte
D: quindi non abbiamo tutte le comunicazioni
R: ma il compito del brogliaccio non e' di essere una trascrizione
D: si ma io dico che non ci sono neanche in ordine cronologico tutte le
comunicazioni. possono essere state sintetizzate
R: diciamo che al 90% ci sono tutte
D: il questore quanto tempo e' stato nella CO?
R: c'e' stato nei momenti piu' importanti. non so dire a che ore precisamente.
Era presente quando ci sono stati gli avvenimenti piu' importanti
D: quindi nel pomeriggio del 20 c'era ?
R: si
D: e altri ?
R: quelli che ho citato prima.

A: (canciani) sulle telecamere di telesorveglianza, lei e' sicuroche abbiano
registrate.
R: penso di si'. ne e' stata richiesta l'acquisizione
A: e' stata chiesta a lei o ....
R: e' stata chiesta alla polizia scientifica
A: lei sta parlando di tutte le immagini. lei non ha trasmesso nulla.
R: no
A: quindi lei non ha trasmesso nulla direttamente
R: no. io sono certo che e' stato acquisito dalla polizia scientifica, ma
presume che e' stato trasmesso alla procura.
A: lei e' qui presente questa mattina. lei e' in grado di recuperare per domani
l'elenco delle sigle dei funzionari e gli ordini di servizio per esempio per
domani ? Soprattutto con specifico riferimento con il canale OP?
R: si io penso che e' possibile recuperarlo dall'ufficio di gabinetto e in altri
uffici
A: per quanto riguarda i nastri, un ulteriore domanda. Questi brogliacci sono
riferiti alle volanti e ai brogliacci del canale OP
R: si.

D: (alborghetti) prima in un'altra domanda, lei ha detto che il materiale
elicottero e' stato gestito dalla pol. scientifica
R: recuperato. non abbiamo gestito direttamente il materiale.
D: mentre le telecamere di sorveglianza mi ha detto che attraverso la squadra
mobile e' stato acquisito
R: chiedo scusa. io ho presunto che la richiesta sia arrivato alla squadra
mobile che poi dovrebbe averlo delegato alla polizia scientifica. ma e' una mia
supposizione. il mio ufficio non ha consegnato direttamente nulla
D: non ha consegnato
R: credo l'abbia fatto la polizia scientifica
D: ma quindi non solo l'elicottero, anche le telecamere
R: credo di si

P: (giudice a latere) vorrei chiarimenti . vedevo delle annotazioni alle 15.45
del 21. Fonte QG2 "interviene riportando..." Questo significa che QG2 chiama la
CO e riferisce ?
R: si
P: alla stessa ora la COT dice "QG2...:" quindi io interpreto che poi avete
risposto a QG2
R: si esatto.
P: quindi c'e' una comunicazione e una decisione che trasmettete al funzionario.
R: si
P: questa decisione e' presa dalla stessa persona che riceve la comunicazione
oppure da altre persone presenti nella stanza ?
R: eravamo in piu' persone ad ascoltare quel canale e per cui le decisioni erano
condivise e immediate
P: ma c'era in viva voce ?
R: c'erano degli altoparlanti.
P: poi guardando gli orari. dalle 17.05 alle 17.20 nessuna comunicazoine.
Significa che c'erano momento di silenzio ?
R: significa che non ci sono state comuicazioni rilevanti.
P: era un continuo
R: si.

[ l'accusa ha delle richieste relative al teste ]

A: in via preliminare il pm chiede la produzione dei brogliacci. il contenuto e'
stato usato. se c'e' opposizione allora abbiamo richieste subordinate
D: (mazzali) credo che tecnicamente il problema vada posto cosi'. In realta'
questi brogliacci sono relazioni di servizio. Colui che li ha redatti dovrebbero
venire e riportare i contenuti. Ora se il processo deve finire prima o poi, io
non voglio chiamare tutti coloro che hanno redatto la cosa.
Pero' i brogliacci sono una estrapolazione. Per cui c'e' opposizione. C'e'
consenso da parte mia rispetto all'ascolto in aula dei dvd o una perizia
integrale dei dvd con le registrazioni
D: (tambuscio) io mi associo a mazzali, nel senso che i brogliacci sono una
estrapolazione. non vedo perche' se sono utili ci dobbiamo accontentare di
un'estrapolazione. io parlo per esperienza nel procedimento relativamente ai
fatti della diaz, il pm ha chiesto l'acquisizioe dei dvd con le registrazioni
integrali.

[ si associano un po' tutti ]

P: rigetta la richiesta dei pm di acquisizione. ha delle richieste subordinate
A: chiederemmo di far portare domani al teste l'elenco delle persone presenti in
centrale operative e delle sigle. Chiediamo il dvd con le registrazioni del
canale OP della Centrale Operativa per i giorni 20 e 21.
P: provvede il pm al sequestro ?
A: dovrebbe provvedere il tribunale, altrimenti possiamo chiedere al teste.
P: la richiesta formale e' di acquisire in qualche modo le registrazioni sul
canale OP relative al giorno 20 e 21, l'elenco dei nominativi e delle sigle dei
responsabili, e l'elenco del personale presente nella centrale operativa
A: si
D: (mazzali) credo che sia sensato fare un operazione simile a quella sui video sulle
registrazioni. credo sia opportuno indicare a partire dai brogliacci le parti
interessanti ed acquisire solo le parti rilevanti, e non 48 ore.
A: al pm basta e avanza quello che c'e' sui brogliacci. la difesa rileva che
potrebbe non essere completa. allora spetta alla difesa scegliere
D: allora iniziamo ad acquisirle e poi le parti sceglieranno le parti rilevanti.
D: (tartarini) l'accusa chiede di acquisire solo il canale OP; a questo punto
chiediamo di acquisire tutte e due i canali.
P: [ cerca di capire che cosa si voglia fare con ste richieste di acquisizione ]
P: richiama il teste

A: a seguito delle richieste del pubblico ministero. Lei e' in grado domani di
portarci l'elenco delle sigle dei funzionari e l'elenco delle persone presenti
nella Centrale Operativa?
R: si
A: senza che sia eseguito un provvedimento, lei e' in grado di portare una copia
dei dvd con le registrazioni delle comunicazioni ?
R: bisogna fare una copia
P: le risulta che altro ufficio del pm abbia gia' chiesto ?
R: si
P: quindi non c'e' problema a fare questa copia
R: certo. provvisiti i materiali.
A: all'interno del canale OP passavano anche comunicazioni ordinarie ?
R: tutto quello che riguardava l'Ordine Pubblico
A: e riguardava solo il g8 o anche altro ?
R: quel giorno c'era solo il g8
[...]
D: (sommovigo) la proposta e' che l'acquisizione venga fatta dal pm nel proprio
fascicolo consentendo a tutti di ascoltarla e poi le parti indicare i brani
interessanti e il tribunale disporre la trascrizione solo di queste.
P: riserviamo le richieste a domani.
D: (taddei) la richiesta e' anche quella di avere il tempo necessario di
estrarre copia prima di decidere

[ viene chiamato marco preve]

A: ha partecipato come cronista ?
R: si
A: a quale giornate ha partecipato ?
R: si. sia il 20 in cui dovevo seguire la manifestazione che sarebbe partita da
piazza paolo da novi. alle 11.30 ho raggiunto tale piazza.
A: lei quindi sapeva in che modo doveva svolgersi la manifestazione ?
R: si. era la piazza tematica di cobas e attac. uscendo dal varco in corso
buenos aires sono arrivato a piazza paolo da novi.
A: lei e' genovese o conosce bene la citta' di genova ?
R: non sono genovese, ma lavoro da parecchio tempo qui e la conosco bene
A: lei lavora per un quotidiano
R: lavoro per La Repubblica a Genova
A: lei e' uscito dalla zona rossa e dove e' andato
R: verso le 11.30 sono arrivato in piazza paolo da novi
A: si ricorda il tragitto ?
R: all'altezza di piazza della vittoria / corso buenos aires ho passato un varco
a cui c'era la polizia che mi ha fatto passare dopo aver mostrato il tesserino.
poi proseguendo lungo corso buenos aires poi mi ero immesso nelle stradine ed
ero arrivato in piazza paolo da novi. c'erano molte persone che andavano verso
la piazza e mi sono posizionato nei giardini.
A: e chi c'era in piazza
R: c'erano gia' parecchie persone. in piazza paolo da novi c'erano gia' ragazzi,
io dico ragazzi perche' erano travisati, che smontavano tubi e via dicendo.
A: e dove avveniva questa cosa? lei arrivava da santa zita
R: verso brigate partigiane. io ho provato a parlare con questi ragazzi ma
parlavano in lingue straniere, tedeschi o sassoni comunque. c'erano ragazzi che
si raggruppavano pacificamente di attac o dei cobas, e poi c'erano gruppetti
sparpagliati di ragazzi che si stavano procurando cose, stavano rompendo aiule e
selciato per procurarsi pietre. La situazione e' andata via via peggiorando. I
francesi di attac con cui parlavo si sono allontanati dato che erano spaventati.
I gruppi si sono coagulati ed e' iniziato una specie di corteo che e' proseguito
verso corso torino
A: quanto e' rimasto in piazza paolo da novi?
R: mezz'ora / tre quarti d'ora
A: e lei si e' accodato al corteo ?
R: si. io direi che era un corteo formato principalmente da stranieri. tedeschi
anche qualche spagnolo. Io poi l'ho seguito e sono iniziate le devastazioni vere
e proprie.
A: questo quando il corteo ha iniziato a muoversi ?
R: si
A: ritornando in piazza paolo da novi. lei ha detto gruppi di ragazzi vestiti di
nero che rompevano le aiule. lei si ricorda altre attivita' per recuperare
materiali.
R: c'erano vari atti di devastazione ma non ricordo se fossero tutte finalizzate
a che. c'era qualcuno che toglieva un palo, ecc.
A: da paolo da novi sono andati in corso torino ?
R: si
A: lei ha detto per lo piu' stranieri. vuol dire che puo' escludere italiani ?
R: non posso escluderlo.
A: ma lei ha scambiato battute con francesi in piazza, e basta ? nessun altro ?
R: stavo in gruppo e parlavo o sentivo degli italiani, mi pare toscani e altro,
che cercavano di capire cosa succedesse
A: dove e' andato poi il corteo?
R: il corteo si e' spostato verso tommaseo. e allo stesso tempo dalle vie
laterali arrivavano le cariche della polizia, precedute da lacrimogeni e dalle
cariche dei reparti mobili. Poi questo gruppo che io chiamo corteo si spostava
anche in relazione al posizionamento delle forze dell'ordine, e vagava nella
zona tra corso torino e piazza tommaseo
A: numericamente quante persone saranno state ?
R: all'epoca l'ho scritto. adesso direi 500.
A: l'alternativa era un gruppetto sparuto o svariate persone
R: svariate persone
A: ricorda episodi specifici di devastazione ?
R: i cassonetti
A: e cosa succedeva ?
R. venivano incendiati. erano atti di devastazione sui materiali presenti in
strada. ricordo che nell'ufficio dell'anagrafe e' stata buttata mi pare una
molotov ma che poi non ha preso fuoco... In particolare nella strada tra piazza
tommaseo e corso torino si miseo a prendere a calci una macchina di un
metronotte, che usci' dalla finestra e sparo' un colpo. ci fu un battibecco con
lui, con questi ragazzi che erano stranieri, e poi si e' continuato. questi
ragazzi si muovevano
A: con riferimento a questa vettura del metronotte, lei ha detto una via tra
corso torino e piazza tommaseo. lato mare o lato monte
R: sono con le spalle a corso torino, c'e' questa via e poi c'e' tommaseo.

[gli mostrano la cartina]
R: direi che era via Montesuello
A: perche' ha parlato della macchina di un metronotte
R: perche' mi pare che avesse delle insegne... mi ricordo che era una uno
A: ricorda a proposito di vetture altri episodi ?
R: mi pare di si, ma era una fase movimentata
A: al di la di questo gruppo che ha visto formare in piazza paolo da novi, si
sono uniti altri gruppi ?
R: in piazza tommaseo sembrava che arrivassero altri gruppetti, ma e' difficile
dire se era lo stesso gruppo che si era smembrato e si riuniva o se erano altri
gruppi
A: descrivendo questa opera violenta, al di la' della vettura, in questa prima
fase, ricorda la distruzione di qualcos'altro in particolare ?
R: in questa fase no, ma essendo in mezzo al gruppo, poi c'era una visuale
limitata. Poi in una fase successiva posso essere piu' preciso. Ad esempio
ricordo in piazza tommaseo alcuni giovani si sono diretti a sfasciare le vetrine
di una banca, ma solo quella, all'angolo tra piazzaz tommaseo e via montevideo.
A: lei ha detto di aver visto lanciare una molotov dentro l'anagrafe.
R: si
A: ha visto che oltre a questo tipo di arma si usassero altri tipi di armi.
R: sassi e bastoni.
A: e nella seconda fase cosa succede
R: nella seconda fase il gruppo sosta in piazza tommaseo, si vedono gruppi che
arrivano e che vanno nelle altre vie.
A: chiediamo di mostrare delle immagini al teste.

[ si procede ]

A: le immagini partono dal dvd agli atti.
A: poi vorremmo mostrare al teste e al tribunale alcuni spezzoni relativi alle
zone che stiamo analizzando e faremo istanza di acquisizione a seconda della
rilevanza.
P: per quelle del dvd ok. per le altre neparliamo
[ dvd 20 luglio prima parte - clip 1 ]
A: riconosce la piazza
R: certo.
A: quando lei parla di gruppi che stavano disselciando parlava di questi ?
R: si
A: riconosce paolo da novi ?
R: si. direi di si.
R: poi c'era questa situazione che c'erano alcuni che disselciavano e altri che
curiosi si fermavano a guardare.
[ si vede lo smontaggio del cantiere in piazza savonarola]
A: lei si riferiva a questa situazione quando parlava di smontaggio di tubi ?
R: quella di cui parlavo io era una traversa di santa zita. se questa e' piazza
savonarola non e' quello di cui parlavo
A: lei questo lo ha visto ?
R: se e' piazza savonarola no
A: si e' spostato come lei dopo piazza da novi ?
R: sono passato da viette e quindi sono passato da savonarola, ma queste
immagini non le ricordo. io sono che il corteo e' passato da corso buenos aires.
[mostra l'arrivo del corteo SMASH]
A: le dice qualcosa questo?
R: lo striscione lo ricordo, ma non ricordo l'arrivo di questo corteo.
A: lei ha parlato di banche . ricorda quali banche ?
R: ricordo quella in piazza tommaseo. ne ricordo altre, ma c'e' l'ufficio
postale in via archimede, una carige in via canevari, la via che va verso il
carcere
[ mostrano i danneggiamenti del credito italiano di corso buenos aires ]
R: queste immagini non le ricordo. io essendo in mezzo al corteo, quello che mi
capitava davanti lo vedevo, altre cose no.
A: queste immagini non le ha viste di persona.
R: non le ricordo
A: le modalita' che ha visto di persona ch emodalita' erano ?
R: erano modalita' simili. un accanimento sulle vetrate, con spranghe... la
scena e' quella, poi....
A: ha visto aggredire persone?
R: no. anzi c'era stata una situazione piu' avanti in corso gastaldi dove era
passato un signore....
A: si ma quello lo vediamo dopo. in questa parte di percorso ?
R: no
A: successivamente lei e' ritornato in questa zona per vedere quali erano stati
i danni ?
R: no, perche' ho proseguito.... E poi l'impressione era che queste vie fossero
state chiuse.
[mostrano le barricate su corso torino angolo via trebisonda]
A: quando parlava di cassonetti bruciati... riconosce in questa zona ?
R: corso torino.
[mostra numero uno]
A: ha visto questo soggetto con la maglia gialla ?
R: si ma in una fase successiva.
A: ci ritorneremo
[mostrano le cariche in corso torino della PS]
A: in questa fase ha assistito a scontri diretti tra ps e manifestanti ?
R: direi di no. c'era un fronteggiarsi a distanza, perlomeno nei gruppi che ho
seguito io.
A: i danneggiamenti sono iniziati prima o dopo le cariche ?
R: direi prima. cioe' in piazza paolo da novi il gruppo si muove perche' si
diceva che arrivava la polizia.
A: ma non c'e' stato contatto ?
R: c'era un gruppo di poliziotti che arrivava dall'angolo con via della liberta'
ma non c'e' stato contatto. Una volta arrivati in corso torino le devastazioni
sono cominciate prima dell'arrivo della polizia.
[si vede il Tuscania che lancia i lacrimogeni da via pisacane verso corso
Torino]
R: la situazione che si ripeteva era questa qua
A: ma lacrimogeni e cariche successivamente a cassonetti eccetera
R: in molte zone c'era un avvicinarsi della polizia poi un lancio di pietre o di
lacrimogeni e poi le cariche, ma insomma la situazione era gia' in corso
[mostrano sempre corso torino]
A: riconosce la zona ?
R: si. corso torino e le vie da cui sono arrivato
[mostrano le foto della clip 1]
A:riconosce le foto ?
R: certo piazza paolo da novi.
A: alcuni di questi soggetti li ha visti successivamente ?
R: quello con la maglia gialla si.
P: una nota per il pm. se non riferisce la domanda ad una foto specifica
rimaniamo molto sul generico e per noi non e' utile.
A: certo.

[ interruzione udienza per preparare i video relativamente al teste ]

A: (canciani) visto questo materiale, il pm chiede di mostrare un ulteriore
pezzetto (min 00 a min 5:13 dal rep. 210). la rilevanza riguarda il fatto che i
fatti in oggetto sono oggetto della deposizione e del reato contestato, nonche'
a contestualizzare la situazione all'ionterno dei dvd.
D: (mazzali) prima lo vediamo noi, poi decidiamo sulla rilevanza, poi lo
mostriamo al teste.
P: il tribunale vorrebbe procedere cosi', se c'e' accordo delle parti si
procede, se non c'e' accordo o ci sono dubbi, lo guardiamo e poi decidiamo senza
il teste. Pero' per fairplay se la difesa sa gia' che il reperto e' ok o non e'
ok, non ci faccia perdere tempo.
D: ma non ce lo ricordiamo, non e' che stiamo facendo ostruzoine
P: si ma varra' anche per le produzioni dell'accusa
D: certo.
P: possiamo vederli ?
A: ci sono due spezzoni dal reperto 210 e uno dal reperto 182, per un totale di
15 minuti

[si procede a vedere i materiali]

[si cerca di dliberare rispetto a come poter procedere rispetto agli spezzoni in
aula]

A: Rep 210 (00 - 5:13) ; (10:25-16:22) ; Rep 182 ()
P: sul primo spezzone la difesa ha dei problemi ?
D: (mazzali) ci sono due ordini di problemi: il primo ordine di problemi e' la
pertinenza rispetto alla testimonianza; il secondo ordine di problemi e' la
rilevanza rispetto al procedimento. Nel caso del primo reperto il reperto non e'
pertinente rispetto al teste, perche' preve non e' presente nel video, per cui
puo' raccontare cio' che vede nel video. Il meccanismo proposto, cioe' si chiede
di far vedere dei video a dei teste non e' pertinente. La proposta che faccio io
e' che i pm ci dicano quali sono i materiali RILEVANTI rispetto al processo e
decidiamo su quelli

[ conciliabolo tra difesa, pm, tribunale ]

P: il tribunale sentite le parti dispone che il pm nell'indicare i testi che
intende esaminare nelle udienze, indichera' oltre al nome del teste, anche quali
fotografie e le parti dei video tratte dal proprio fascicolo intende mostrare al
teste stesso con congruo anticipo.
D: (alborghetti) si chiede di rimuovere nei dvd il contesto spazio / temporale al
fine di valutare la credibilita' del teste.

P: l'accusa puo' indicare i materiali per il teste in esame ?
A: [passa un elenco alla difesa ]

P: il tribunale chiude l'udienza, dando atto dell'elenco depositato dal pubblico
ministero.

D: il problema e' che anche noi potremmo volere far vedere materiali al teste, ma noi non sappiamo cosa ci dira' il teste. Quando posso dare lumi rispetto ai materiali che voglio mostrare?
P: il mio problema e' di senso. Dipende dal tipo di materiale che si intende mostrare. Il tribunale non vuole ricevere 800 ore di video. Quindi se la cosa e' breve non ci sono problemi. Ovviamente se le parti sono d'accordo non ci sono
problemi, altrimenti il tribunale se le guarda e si riserva di decidere. Se avete difficolta i tempi noi non li possiamo prevedere.
A: con la differenza che il pm non ha tutto il materiale che la difesa ha.
P: voi non siete in grado di dire quali cose fare al teste ?
D: no
P: quindi ne parliamo domattina









Copyleft © by :- Pillola Rossa -: Some Right Reserved.

Pubblicato su: 2005-08-27 (616 letture)

[ Indietro ]




PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.77 Secondi