Indymedia e' un collettivo di organizzazioni, centri sociali, radio, media, giornalisti, videomaker che offre una copertura degli eventi italiani indipendente dall'informazione istituzionale e commerciale e dalle organizzazioni politiche.
toolbar di navigazione
toolbar di navigazione home | chi siamo · contatti · aiuto · partecipa | pubblica | agenda · forum · newswire · archivi | cerca · traduzioni · xml | classic toolbar di navigazione old style toolbarr di navigazione old style toolbarr di navigazione Versione solo testo toolbar di navigazione
Campagne

CD GE2001 - un'idea di Supporto Legale per raccogliere fondi sufficienti a finanziare la Segreteria Legale del Genoa Legal Forum


IMC Italia
Ultime features in categoria
[biowar] La sindrome di Quirra
[sardegna] Ripensare Indymedia
[lombardia] AgainstTheirPeace
[lombardia] ((( i )))
[lombardia] Sentenza 11 Marzo
[calabria] Processo al Sud Ribelle
[guerreglobali] Raid israeliani su Gaza
[guerreglobali] Barricate e morte a Oaxaca
[roma] Superwalter
[napoli] repressione a Benevento
[piemunt] Rbo cambia sede
[economie] il sangue di roma
Archivio completo delle feature »
toolbarr di navigazione
IMC Locali
Abruzzo
Bologna
Calabria
Genova
Lombardia
Napoli
Nordest
Puglia
Roma
Sardegna
Sicilia
Piemonte
Toscana
Umbria
toolbar di navigazione
Categorie
Antifa
Antimafie
Antipro
Culture
Carcere
Dicono di noi
Diritti digitali
Ecologie
Economie/Lavoro
Guerre globali
Mediascape
Migranti/Cittadinanza
Repressione/Controllo
Saperi/Filosofie
Sex & Gender
Psiche
toolbar di navigazione
Dossier
Sicurezza e privacy in rete
Euskadi: le liberta' negate
Antenna Sicilia: di chi e' l'informazione
Diritti Umani in Pakistan
CPT - Storie di un lager
Antifa - destra romana
Scarceranda
Tecniche di disinformazione
Palestina
Argentina
Karachaganak
La sindrome di Quirra
toolbar di navigazione
Autoproduzioni

Video
Radio
Print
Strumenti

Network

www.indymedia.org

Projects
oceania
print
radio
satellite tv
video

Africa
ambazonia
canarias
estrecho / madiaq
nigeria
south africa

Canada
alberta
hamilton
maritimes
montreal
ontario
ottawa
quebec
thunder bay
vancouver
victoria
windsor
winnipeg

East Asia
japan
manila
qc

Europe
andorra
antwerp
athens
austria
barcelona
belgium
belgrade
bristol
croatia
cyprus
estrecho / madiaq
euskal herria
galiza
germany
hungary
ireland
istanbul
italy
la plana
liege
lille
madrid
nantes
netherlands
nice
norway
oost-vlaanderen
paris
poland
portugal
prague
russia
sweden
switzerland
thessaloniki
united kingdom
west vlaanderen

Latin America
argentina
bolivia
brasil
chiapas
chile
colombia
ecuador
mexico
peru
puerto rico
qollasuyu
rosario
sonora
tijuana
uruguay

Oceania
adelaide
aotearoa
brisbane
jakarta
manila
melbourne
perth
qc
sydney

South Asia
india
mumbai

United States
arizona
arkansas
atlanta
austin
baltimore
boston
buffalo
charlottesville
chicago
cleveland
colorado
danbury, ct
dc
hawaii
houston
idaho
ithaca
la
madison
maine
michigan
milwaukee
minneapolis/st. paul
new hampshire
new jersey
new mexico
new orleans
north carolina
north texas
ny capital
nyc
oklahoma
philadelphia
pittsburgh
portland
richmond
rochester
rogue valley
san diego
san francisco
san francisco bay area
santa cruz, ca
seattle
st louis
tallahassee-red hills
tennessee
urbana-champaign
utah
vermont
western mass

West Asia
beirut
israel
palestine

Process
discussion
fbi/legal updates
indymedia faq
mailing lists
process & imc docs
tech
volunteer

Vedi tutti gli articoli senza commenti
Il Signoraggio alla Pascucci non esiste
by Nino Sunday, May. 07, 2006 at 6:09 PM mail:

Il Signoraggio alla Pascucci non esiste

Allora. Il signoraggio alla Pascucci è una bufala e ve lo dimostro velocemente, dettagliatamente, con prove, e soprattutto con chiarezza.



1) Signoraggio = valore nominale - costo di stampa + interessi ( Pascucci ) = BUFALA


Secondo Pascucci la Banca Centrale stampa moneta,poi quando questa viene restituita essa viene interamente spartita tra gli azionisti. Dimostriamo che è una balla.


La BC emette moneta contro TITOLI o VALUTA ESTERA che deve avere all'attivo, cioè in riserva.



Passivo Attivo

Moneta = TITOLI + Valuta estera

Esempio. Banca Intesa chiede soldi alla BC. Da un titolo alla banca centrale ( s'indebita con essa ) e la banca centrale gli da i soldi.

Dopo un certo periodo Banca Intesa restituisce i soldi alla BC e richiede il titolo.

Cosa è successo?

BC presta contro titolo e scrive: -100 +TITOLO

banca intesa restituisce i soldi
e si riprende il titolo e la
BC scrive: +100 -TITOLO + 3 euro ( interessi o tasso di sconto )


quindi -100 + 100 = 0 e +TITOLO -TITOLO = 0

Perchè,dite voi, la BC i soldi che rientrano non se li spartisce?

Facile. La BC può emettere moneta SOLO contro TITOLI o VALUTA ESTERA,se gli azionisti si spartissero la moneta che rientra EMETTEREBBERO moneta in circolazione ( a proprio favore ) senza titoli in attivo, e quindi sarebbe BANCAROTTA e APPROPRIAZIONE INDEBITA.


Infatti la moneta è un PASSIVO per la BC e un ATTIVO per chi ce l'ha,perchè ogni possessore di EURO può andare presso il sistema bancario ( banche centrali o banche commerciali ) a chiedere in cambio dei suoi euro titoli o valute estere. Voglio 10 dollari? bene vado in banca, do 9,qualcosa euro e mi danno 10 dollari. E la banca centrale è costretta ad accettare la moneta che ha emesso in cambio di valute estere o titoli nel suo portafoglio,cioè all'ATTIVO.



Infatti sia la consulenza d'ufficio della sentenza di Lecce sul signoraggio http://www.studiotanza.it/ctu.doc sia la sentenza stessa http://www.studiotanza.it/pg099.html
dice che


"Il CTU ha determinato il reddito monetario, come la differenza tra gli interessi percepiti sulle attività e il costo, modesto, di produzione delle banconote, chiarendo che costituisce il moderno reddito di signoraggio, o reddito monetario, proprio lo scarto tra il primo ed il secondo importo."


Quindi

signoraggio = interessi - costi di stampa e non come dice Pascucci valore nominale - costi di stampa + interessi


Se fosse come dice Pascucci, io comperando 100 azioni banca intesa,quindi essendo PROPRIETARIO di una parte della banca, dovrei avere come utile annuale non

interessi - costi / n totale di azioni * n di azioni di mia proprietà

ma

prestiti effettuati dalla banca + interessi - costi / n totale azioni * n azioni di proprietà


quindi spendendo qualche migliaio di euro in azioni avrei qualche miliardo di utile annuo... figo, ricchi facilmente... naaaa


provate a comperare azioni di banca intesa, andare all'assemblea dei soci, e dire "ragazzi, io come utile voglio "prestiti effettuati dalla banca + interessi - costi / n totale azioni * n azioni di proprietà"

chiamano la prima ambulanza e vi portano subito in ospedale

ehuehueu



quindi chiarita la prima balla di Pascucci e degli altri fascisti ( dopo spiegherò perchè fascisti ) passiamo avanti

quindi l'unico utile è il tasso di sconto... a chi va?

2) Tasso di sconto

art. 54 statuto della banca d'italia

Gli utili vanno, prima a coprire la riserva obbligatoria della BC

poi agli azionisti fino al 6% del capitale ( il capitale di bankitalia è di 150 mila euro ) quindi 15 mila euro che vanno divise tra tutte le banche azioniste....mammamia che truffa!! al patibolo!! Very Happy


l'articolo continua dicendo: il resto va allo STATO.

Allora,da dove arrivano quei 5 miliardi della sentenza di Lecce?

arrivano dall'art. 56 che dice

"Dai frutti annualmente percepiti sugli investimenti delle riserve, può essere, su proposta del Consiglio superiore e con l’approvazione dell’assemblea ordinaria, prelevata e distribuita ai partecipanti, pro quota delle singole partecipazioni, in aggiunta a quanto previsto dall’art. 54, una somma non superiore al 4% dell’importo delle riserve medesime, quali risultavano dal bilancio approvato nell’assemblea ordinaria dell’anno precedente."



Eccole qua... sono i rendimenti delle riserve che dovrebbero andare alo stato e che dal 1996 invece sono andate nelle tasche dei privati azionisti


con la sentenza e la modifica dell'art. 56 dello statuto,il problema è risolto, e tutto il reddito monetario, ossia il tasso di sconto, va allo STATO, e cioè alla collettività.


Quindi tra i 5 miliardi di euro in circa 8 anni,cioè 400milioni di euro l'anno,e il "tutta la moneta in circolazione" come signoraggio degli azionisti privati, ce ne passa,eccome.


3) Spieghiamo perchè ho chiamato Pascucci fascista.


Le bufale sul signoraggio alla pascucci, cioè differenza tra valore nominale e costo di stampa più gli interessi sono nei programmi politici dei seguenti partiti:

e vai col liscio!!!!


- Fronte Nazionale
( confluito in alternativa sociale )

http://www.frontenazionale.it/doc/eurusura.doc

". E’ quello che il prof. Auriti, nella sua teoria della moneta, chiama valore indotto, incorporato nel simbolo monetario"..."Un mezzo per completare la trama (programmata in tre secoli di storia dai gruppi giudaico-massonici, che controllano la finanza mondiale e che guidano l’azione politica esplicata da governi corrotti di popoli ignari) "...."L’usuraio è l’EUROSISTEMA, che appare come una federazione di società per azioni le cui delibera-zioni sono adottate dagli organi decisionali della BCE....."In sintesi, la Banca centrale nel mentre che iscrive al passivo del proprio bilancio i biglietti di banca emessi (anche se essi non rappre-sentano una perdita, perché la mo-neta, essendo l’unità di misura del valore dei beni, ha sempre e soltan-to valore convenzionale, mai credi-tizio) addebita gli stessi, invece di accreditarli, ai popoli che, accettan-doli, ne determinano il potere di acquisto."...."Da proprietari, e quindi creditori, a debitori: ecco l’Usura praticata dal sistema delle Banche centrali che, allorquando prestano, invece di accreditare, il danaro stampato, ne caricano il costo del 200%."

quindi gli stati da coloro che incassano gli utili della banca centrale sono diventati " gli schiavi delle banche centrali private composte dagli giudaico massonici ( ovviamente non potevano mancare ) che guidano il mondo con la loro carta straccia e con l'usura "


ovvio rovesciamento apocalittico della realtà dei populisti che cercano di fare breccia sugli ignoranti con le solite frasi "sono tutti ladri!" "ci prendono per i fondelli" e così via.

Very Happy

la festa continua

- Fiamma Tricolore http://www.fiammatricolore.net/programma/programma%20impaginazione%20A4.pdf

pagina 10 "lotta al sistema bancario transnazionale/ globale"

"Lotta serrata al sistema usuraio delle Banche Centrali che devono ritornare necessariamente
sotto stretto controllo pubblico, senza alcun tipo di partecipazione privata."...."Non vi potrà mai essere libertà economica fino a quando i Popoli e gli Stati non si riapproprieranno dell’emissione del denaro. Questo passaggio
rimane essenziale per trasformare i Popoli da schiavi della grande usura a Popoli liberi."


ovviamente come se non fosse già così,e rispunta sempre la grande usura... chi ha voglia può leggere tutto il "programma" se così lo si vuole chiamare

i punti sono "Lo Stato deve trattenere all’origine, all’atto dell’emissione, quanto necessario per esigenze fiscali e di pubblica utilità."

cioè lo stato dovrebbe emettere moneta senza debito....

sapete cosa accadrebbe?

a) i politici stamperebbero moneta prima delle elezioni per tutti
b) comprerebbero gratis il lavoro dei lavoratori che costruiscono le opere pubbliche finanziate con carta che arriva dal nulla

insomma, sono delle cime ( di rapa ) questi qua


e non potava mancare

- Forza nuova ( anch'essa in alternativa sociale della mussolini "meglio fascisti che froci" ) http://www.forzanuova.org/Ap420-%2705.htm

"L’avv. Tanza, Presidente dall’Abusdef, ed io, abbiamo proposto una domanda giudiziaria, nell’interesse di un cittadino residente nella Citta di Lecce, nel solco dell’insegnamento del prof. Giacinto Auriti, sulla ormai nota teoria della Proprietà popolare della moneta."

come abbiamo visto nel sito dello studio Tanza non c'è nesusn accenno ad Auriti

"L’auspicio è che, nelle more, si giunga di fatto alla cessazione della materia del contendere, nel senso di epurare i soggetti privati che, quali soci della banca d’Italia SpA, hanno illegittimamente goduto di somme di denaro incredibilmente elevate determinabili in ragione della differenza tra costo tipografico per la stampa della moneta (assolutamente irrisorio) e valore nominale della stessa. "

anche loro con la balla di Pascucci della differenza tra valore nominale e costo di stampa


Fatta chiarezza su chi sono questi individui e su come le loro teorie siano strampalate ed inesistenti nei fatti vi auguro buon divertimento.

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
nino los cemo
by ti fotto Sunday, May. 07, 2006 at 6:36 PM mail:

tu che sei un sinistro dimentichi volutamente perchè sei un disinformatore professionale che
tutte le banche che battono moneta bce, bankitalia fedral reserve sono in mano a PRIVATI.
HAI KAPITO IMBECILLE NATO

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
non conta l'azionista
by Nino Sunday, May. 07, 2006 at 7:04 PM mail:


L'azionista non conta nulla,ma conta lo statuto.

La BC può essere di privati ma se

a) il governatore di bankitalia è nominato col consenso del governo ( e non solo degli azionisti )

b) il tasso di sconto,unico utile della BC, va allo stato,tranne quei 400 milioni annui ( 1/60 di una finanziaria ) di cui si occupa la sentenza e la consulenza tecnica d'ufficio, significa che i privati contano meno di una sega, non prendono nemmeno gli utili...

c) il capitale della BC è di 150 mila euro con azioni non trasferibili sul mercato ( minchia che libertà che hanno e che potere questi azionisti! mioddio!! ) e del valore di 50 centesimi l'una

d) cosa più importante, il signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi non esiste


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
'a poraccio
by 'a poraccio Sunday, May. 07, 2006 at 7:19 PM mail:

'a poraccio!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
si si
by Nino Sunday, May. 07, 2006 at 9:24 PM mail:


Dai, sforzati un po'.... dai

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
vai a Niné
by albatros Sunday, May. 07, 2006 at 10:37 PM mail:

Vai a Niné che sei forte. La prossima vorta non voteró piú per Luxuria, ma voteró per te.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
vai Niné
by albatros Sunday, May. 07, 2006 at 10:53 PM mail:

Vai Niné che sei forte. Alle prossime elezioni non voteró piú per Luxuria, ma per te.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
a nino
by spacca Monday, May. 08, 2006 at 1:00 PM mail:

sei proprio un coglione e lo hai domostrato

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Pascucci scrivi col tuo nome
by Nino Monday, May. 08, 2006 at 11:51 PM mail:


Spacca Pascucci ( non ti chiamavi sandro? ) non hai argomenti per la storiella inventata dai partiti fascisti del signoraggio....

.... vai a fare propaganda a Frosinone e non rompere i coglioni agli utenti

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
nino dio mio nino ne scrivi di cazzate ma ti trombano la donna gli amici
by Carlo Minerva Tuesday, May. 09, 2006 at 10:55 PM mail: camiva@tiscali.it

leggendo le tue cazzate mi rendo conto che le teorie di Auriti sono giuste, evidentemente non capisci un cazzo fritto di economia se poi credi alla banca sei proprio fesso

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
'a poraccio
by 'a poraccio Tuesday, May. 09, 2006 at 11:00 PM mail:

'a poraccio!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
bha
by il pugnettista Tuesday, May. 09, 2006 at 11:06 PM mail:

come ministro delle finanze del governo di indymedia e dopo attenta riflessione e pur considerando banche, banchieri e bancari e pure assicuratori un manipolo di gente da galera...direi che Nino Davoli (in onore al Pasoliniano Ninetto) ha ragione al 98%. Mentre al Pascucci l'onore delle armi percè lo ritengo portatore sano di stronzate poco infettive in buonafede. Questo è il mio giudizio.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
sovranità monetaria
by monia Tuesday, May. 09, 2006 at 11:09 PM mail:

dunque, mi pare si faccia un po' di confusione... volutamente anche qui?!? non voglio crederci!
il signoraggio esiste... negarne l'esistenza è da folli! il defunto duisenbeg stesso (ex presidente della banca centrale europea) ne parlò rivolgendosi al tremonti nazionale riguardo alla proposta di quest'ultimo di stampare banconote da 1 e 2 euro.
che il signoraggio sia un tema caro alla cosiddetta destra sociale non credo autorizzi nessuno a negarne l'esistenza!

che il discorso sia complesso è altrettanto vero ma non è falso affermare che il signoraggio, assieme alla riserva frazionaria, è indubbiamente un (forse il) modo che le banche PRIVATE hanno per "gestire" la sovranità monetaria che invece dovrebbe appartenere al popolo (eventualmente -in un sistema rappresentativo- con un ente terzo che funga da garante, un po' come la magistratura, ma NON PRIVATO!!!).

per quanto mi riguarda non solo sono di sinistra, ma penso di potermi definire senza troppe remore addirittura comunista, ma questo non mi impedisce di approfondire un argomento che merita di essere approfondito e non tacciato a priori come "pericoloso" anche se cavalcato dalla destra!

vi posto uno stralcio del capitale di marx a proposito di banche e signoraggio:

Fin dalla nascita le grandi banche agghindate di denominazioni nazionali non sono state che società di speculatori privati che si affiancavano ai governi e, grazie ai privilegi ottenuti, erano in grado di anticipar loro denaro. Quindi l’accumularsi del debito pubblico non ha misura più infallibile del progressivo salire delle azioni di queste banche, il cui pieno sviluppo risale alla fondazione della Banca d’Inghilterra (1694). La Banca d’Inghilterra cominciò col prestare il suo denaro al governo all’otto per cento; contemporaneamente era autorizzata dal parlamento a batter moneta con lo stesso capitale, tornando a prestarlo un’altra volta al pubblico in forma di banconote. Con queste banconote essa poteva scontare cambiali, concedere anticipi su merci e acquistare metalli nobili. Non ci volle molto tempo perchè questa moneta di credito fabbricata dalla Banca d’Inghilterra stessa diventasse la moneta nella quale la Banca faceva prestiti allo Stato e pagava per conto dello Stato gli interessi del debito pubblico. Non bastava però che la Banca desse con una mano per aver restituito di più con l’altra, ma, proprio mentre riceveva, rimaneva creditrice perpetua della nazione fino all’ultimo centesimo che aveva dato . A poco a poco essa divenne inevitabilmente il serbatoio dei tesori metallici del paese e il centro di gravitazione di tutto il credito commerciale. In Inghilterra, proprio mentre si smetteva di bruciare le streghe, si cominciò a impiccare i falsificatori di banconote. Gli scritti di quell’epoca, per esempio quelli del Bolingbroke, dimostrano che effetto facesse sui contemporanei l’improvviso emergere di quella genìa di bancocrati, finanzieri, rentiers, mediatori, agenti di cambio e lupi di Borsa.

Karl Marx, Capitale, Libro I, Editori Riuniti, Roma 1974, (pp. 817-818)

ciao
monia

p.s. albatros sei tu??!! ;-))

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ma è contaggiosa?
by stugotz Wednesday, May. 10, 2006 at 3:48 AM mail:

@monia

ma hai letto quanto scritto da Nino?
lui ha detto cose precise, fatto ragionamenti precisi, fornito PROVE di quei ragionamenti e di dove trovare le conferme.

Evidentemente non lo hai letto, dato che la tua risposta sembra pappagallesca.

Ripeti a oltranza gli slogan di Pascucci e la sua combriccola di amici NERA (Saba, Auriti , ecc)

Li ripeti idiotescamente poi, citando Duisenberg (si si scrive così), senza renderti conto che nessuno nega che un ente , con l'autorità conferitagli dagli stati che fanno rispettare il corso forzoso e forniscono i titoli, stampi un pezzo di carta dichiarando che vale X euri , ed esercitando quindi per conto degli STATI il signoraggio (se proprio si vuole usare quel termine errato).
Quello che nino ha dimostrato è che non si intasca quasi nulla da quella operazione, incassa invece il reddito sugli interessi.


Riguardo al comunista ... se tu sei comunista , io sono Walt Disney , ed ecco Topolino!
e lascia perdere Marx , che non è roba per te la politica e la filosofia
Fino al copiato e al dettato sei arrivata, ora prova con i "pensierini"



Grande NINO!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
forza pascucci
by Alberto Wednesday, May. 10, 2006 at 10:13 AM mail:

nino lo conosco bene
è un povero frustrato

ciò che dice è frutto del lavaggio del cervello a cui
è stato sottoposto dalla scuola economica classica

chi parla di RISERVA è uno che vuole confondere le idee

LA RISERVA NON ESISTE.

avere riserva in valuta straniera vuol dire
avere altra carta generata anch'essa dal nulla!

ah ah ah

ninuzzo ninuzzo... ti sei perduto questo passaggio a scuola, eh?

ah ah ah

Pascucci è il vero eroe italiano!
Granitico e irriducibile e, soprattutto, APOLITICO!

vai Sandro! :D

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ingiurie penali
by Francesco Rio Wednesday, May. 10, 2006 at 10:31 AM mail:

SCOPERTO L'ARCANO!

nino sta girando per internet infamando il Sig. Pascucci

sulla pagine del Pascucci (ottimo sito, consigliato)
ho trovato un forum che si chiama

GLI SCHIAVI DI IGB

potete farvi una vostra libera idea leggendo qui:
http://www.forumfree.net/?f=1017656

Personalmente consiglio il Sig. Pascucci di denunciare tale persecuzione ai carabinieri o alla polizia (meglio se postale).

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Fascisti ignoranti
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 10:40 AM mail:


1) Marx diceva che bisognava fare una banca centrale con capitale pubblico.... voi volete abolire la banca centrale e dare la moneta ai politici che la emettono

a) reddito di cittadinanza
b) per qualsiasi "opera pubblica" => questo porta inflazione, potere del politico di rubare il lavoro di chi fa l'opera pubblica stampando carta dal nulla, favoritismi, poichè senza debito non si vede nemmeno se quegli investimenti sono produttivi o se sono elettorali, e ad ogni elezione stamperebbero carta moneta a manetta

Marx diceva a capitale pubblico...

oggi il 90% degli azionisti sono privati ma

1) l'utile va allo stato ( tasso di sconto )... leggetevi sentenza e consulenza tecnica d'ufficio... perchè la citate e poi non la conoscete nemmeno?

2) le azioni non possono essere scambiate nel mercato azionario... potere in meno che hanno questi azionisti privati

3) il governatore è nominato dal governo, prende lo stipendio pubblico come gli altri funzionari della BC

ma che potere hanno questi qua, se non quello di avere nominalmente delle azioni con le quali possono asciugarsi il culo??

Quindi se è lo Stato tramite gli articoli 54 e 56 dello statuto della banca d'italia a prendere gli utili, significa che la banca d'italia è un istituto pubblico...questo lo conferma la sentenza di Lecce che citate senza aver mai letto

" LA RISERVA NON ESISTE.

avere riserva in valuta straniera vuol dire
avere altra carta generata anch'essa dal nulla! "

certo, perchè tu con i dollari non puoi comperare nulla, non li puoi investire.... maledetto ignorante.... con gli euro nemmeno.... e le persone sono tutte deficienti che le accettano... invece dovrebbero accettare i simec che non sono convertibili in nulla... quelli si che hanno valore ( indotto? ) ahuahuaha.... ma vai a cagare

grazie pugnettista e stugotz nell'appoggio contro queste bufale dei partiti neofascisti il cui scopo è quello di mettere le mani sulla stampante monetaria per allocare come meglio credono una volta arrivati al potere tutto...

la libertà non è in vendita... grazie

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
basta cazzate
by mazzetta Wednesday, May. 10, 2006 at 10:48 AM mail:

Caro "francesco", qui l'unico che insegue qualcuno sei tu che ce l'hai con Nino perchè non sei in grado di contestare quello che dice qui
http://italy.indymedia.org/news/2005/04/778296_comment.php#1067187
fare più commenti per sostenere che ti perseguita (sei pascucci o un altro della compagnia dei ratti?) è ridicolo, è evidente a chi legge che è il contrario.

Perchè voi fasci siete così fessi ?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Denunciarmi per cosa
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 10:51 AM mail:


Denunciarmi perchè spiego il procedimento di emissione della moneta, a chi vanno gli utili, e perchè cito la sentenza di Lecce e la consulenza tecnica d'ufficio??

Bene, se è per questo, allora dovreste denunciare anche l'avvocato Tanza dell'adusbef... la sentenza e la consulenza tecnica d'ufficio infatti si trovano nel suo sito


poi perchè?

perchè ho detto che il "signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi" si trova solo nei programi di gruppi neofascisti??

beh vi ho linkato i programmi di fronte nazionale, fiamma tricolore e una comunicazione di forza nuova...

volete denunciare anche questi partiti per caso? e per cosa? perchè dicono bufale?


mazzetta sei ridicolo.... conosci il significato di querela?

uno viene querelato quando dice il falso... io ho riportato tutte le fonti...

devo pensare che non conosci nemmeno il significato

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ops volevo dire Francesco Rio
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 10:54 AM mail:


Errore di scrittura

Francesco Rio sei ridicolo ( al posto di Mazzetta )

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
pascucci è un santo
by Daniele Prodetti Wednesday, May. 10, 2006 at 11:12 AM mail:

"Secondo Pascucci la Banca Centrale stampa moneta,poi quando questa viene restituita essa viene interamente spartita tra gli azionisti. Dimostriamo che è una balla."

ho letto il sito di pascucci e non ho trovato questa affermazione.

su http://www.signoraggio.com/ ci sono affermazioni ben diverse da quelle che tu dici.

E' ovvio che non l'hai letto bene.

nino o come ti fai chiamare (hai 4 nick sul forum di pascucci) prima leggi, poi scrivi.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
che figura che hai fatto ninuzziello
by Loredana T. Wednesday, May. 10, 2006 at 11:15 AM mail:

scrive nino:

:::::::::::::::::::::::::::::::::::
Errore di scrittura
Francesco Rio sei ridicolo ( al posto di Mazzetta )
Ciao
Nino
:::::::::::::::::::::::::::::::::::

ah ah ah
fai la parte di 20 persone diverse e ti sbagli pure!
sciocchino!

W PASCUCCI!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
come no?
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 11:26 AM mail:


Come non c'è scritto?

" Ricordiamo che la truffa del signoraggio ad opera delle banche centrali non e' sanabile con soli 87 euro (vedi la causa del GdP di Lecce). Quella cifra e' un riconoscimento "giuridico", teso alla circoscritta causa che l'ADUSBEF ha vinto. In realta', come cittadini da sempre truffati dalla Banca d'Italia [prima, e BCE poi], siamo in credito dell'intero debito pubblico e NON in debito! Bisogna infatti prendere coscienza che quel debito si e' illegalmente costituito negli anni, quindi e' la banca centrale stessa che deve [a noi Italiani] = 1.500 miliardi di euro : 58 milioni di cittadini = 25.800 euro a testa (ergo: 50 milioni di lire, vecchi e bimbi compresi).
Piu' il risarcimento per danni morali ma li sara' difficile quantizzare la cifra: come liquidare gli ultimi 113 anni di schiavitu' ? (sandro pascucci )"

"Esempio in soldoni: lo Stato prende in prestito una banconota da €100 euro dalla Banca Centrale e la «paga» con una «obbligazione» da €100. A fine anno dovrà «drenare» dalla popolazione quei €100 per restituirli al legittimo proprietario (che è il Bankiere Internazionale), più gli interessi, diciamo un 2,5%. La Banca Centrale ha stampato quella banconota spendendo (tutto compreso) 30 centesimi di euro (quindi era solo un pezzo di carta, una merce come un altra, come un biglietto del cinema) mentre la banconota da €100 (+2,5%), che lo Stato restituisce alla Banca Centrale, l'ha tolta a noi ed essa è frutto del nostro lavoro, delle nostre fatiche, del nostro sudore, insomma è pregna di valore e impegno umano! La Banca Centrale è una tipografia e si comporta come se fosse la padrona della banconota! Ve lo immaginate l'impresario di un teatro che si sente dire dal tipografo: «Considerato che l'ingresso al tuo spettacolo «vale» €40 allora i biglietti da me stampati te li affitto e me li paghi €41» !

Ergo: il signoraggio su una singola banconota è di €102,5 - €0,30 = €102,2"

e questo nella home page....

ma che cosa dici?

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
nunuzzo vende fumo
by Loredana Wednesday, May. 10, 2006 at 11:27 AM mail:

scrive nino:

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
3) il governatore è nominato dal governo, prende lo stipendio pubblico come gli altri funzionari della BC
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

ecco ninu
con questo hai dimostrato quanto sei ignorante e servo del sistema. ciao ciao! :D

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
si si
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 11:30 AM mail:


Loredana ( Pascucci di cognome? ) secondo te il signoraggio è la differenza tra valore nominale meno costo di stampa più interesse e viene spartito tra gli azionisti di bankitalia privati.... come dice la home page del sito signoraggio.com

che ti devo dire?

statuto, sentenza di Lecce, e tutti, salvo 3 partiti neofascisti, dicono che è falso.

Io sto dalla parte dei "tutti salvo" tu stai dalla parte dei "3 partiti"...

il governatore può essere rifiutato dal governo... l'assemblea bankitalia propone nomi, ma se questo non piace al governo, non lo nomina...

il governatore è stipendiato, prende uno stipendio pubblico

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
nino non sei corretto
by Maurizio Galli Wednesday, May. 10, 2006 at 11:31 AM mail:

quando riporti un pezzo preso da internet è buona norma riportare il link completo dell'origine.

se vuoi stare qui devi rispettare la netiquette e le regole di una libera pubblicazione

m.g.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ancora insiste?
by Loredana T. Wednesday, May. 10, 2006 at 11:46 AM mail:

dice nino:

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
il governatore può essere rifiutato dal governo... l'assemblea bankitalia propone nomi, ma se questo non piace al governo, non lo nomina...
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

rifiutare un nome (mai successo fino ad oggi, chissà come mai!) non vuol dire nominare quel nome.
sei un pò lento a capire o lo fai apposta?
il Governatore della Bance Centrale è un PRIVATO eletto da PRIVATI. che altra cazzata vuoi venderci oggi, ninuzzo?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
scusate
by nino Wednesday, May. 10, 2006 at 11:58 AM mail:

si lo so ma non volevo fare pubblicità a pascucci
anche se, ora rileggendo meglio, mi accorgo che ho scritto delle cazzate... forse pascucci ha ragione!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
minchia, ancora queste stronzate
by pkrainer Wednesday, May. 10, 2006 at 12:00 PM mail:

"il Governatore della Bance Centrale è un PRIVATO eletto da PRIVATI. che altra cazzata vuoi venderci oggi, ninuzzo? "

tutti sono "privati", Napolitano che eleggono oggi che cazzo é, un ente?
ma ancora state a insistere con questa scemenza, guarda caso cavalcata da gente lucida e acuta tipo i leghisti, del controllo privato sulla Banca d'Italia? e addirittura con l'idea delirante che gli azionisti della Banca ci lucrino chissà quali dividendi...uno addirttura sosteneva che la Banca guadagnerebbe l'intera differenza fra il costo di produzione delle banconote e il loro valore nominale, alla maniera dei falsari...

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
napolitano un privato?
by Luca Wednesday, May. 10, 2006 at 12:05 PM mail:

Napolitano è un uomo dello Stato
il Governatore della Banca Centrale è un banchiere privato.

c'è un abbisso.

forse è meglio che ti studi un pò di signoraggio...

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Luca? Suca
by pkrainer Wednesday, May. 10, 2006 at 12:43 PM mail:

Napolitano é un uomo dello stato (che cazzo é un carabiniere?) mentre Ciampi, Fazio, Dini erano dei privati? in che cosa consiste la differenza? ebete miserando, ti rendi conto che la Banca d'Italia é una pubblica istituzione? gli azionisti sono privati per rendere visibile la separazione fra la Banca e il Tesoro.
Tutta la faccenda del signoraggio é una cretinata messa in giro da chi non ha un cazzo da fare di meglio
Sorprendente come siano le idee più fesse a prendere piede: a propsoito, lo sai vero, che Gesù non é morto in croce, ma é scappato la notte, ha sposato Maria Maddalena e ha dato origine alla stirpe dei Merovingi? che questo é appunto il segreto del Santo Graal? e degli extraterrestri che cosa mi racconti? che cosa hai studiato? insegnaci dell'altro, ti prego.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
chi è il demente che scrive col mio nome?
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 1:38 PM mail:


"Scusate


by nino Wednesday, May. 10, 2006 at 11:58 AM mail:

si lo so ma non volevo fare pubblicità a pascucci
anche se, ora rileggendo meglio, mi accorgo che ho scritto delle cazzate... forse pascucci ha ragione! "

Siete dei mentecatti. Scrivete anche col mio nome...fascisti del cazzo.

Non avete detto una cosa sul merito.

Non conoscete statuti, sentenze, consulenze d'ufficio e leggi.

Siete dei fascisti e questo era importante rimarcarlo qua su indymedia con un bel post come quello fatto da me,

chiaro

semplice

documentato.

Le vostre sono frottole da fascistelli. Andate a fare le manifestazioni con le croci celtiche con i vostri "simili" microcefali.

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
fascisti
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 1:45 PM mail:


Aggiungiamo qualche link:

http://www.repubblica.it/elezioni/2004/europee/common/liste/altsoc_sud.html

il "grande" Giacinto Auriti con alternativa sociale alle europee

e sorpresa sorpresa

http://www.fiammaveneto.org/notizia.php?id=59

Marco Saba candidato di Fiamma Tricolore alla Camera circoscrizione veneto alle politiche 2006

Fascisti.


Ciao

Nino

ps non scrivete commenti col mio nome... please ( tanto si capisce che non sono io se scrive qualche fascistello )

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
sovranità monetaria e non solo
by monia Wednesday, May. 10, 2006 at 1:55 PM mail:

@stugotz

dunque, sulla mia appartenza politica i commentini te li puoi tenere per te... io sono quel cazzo che mi pare, ok? se dico di essere comunista non cei certo tu a metterlo in discussione, caro presuntuosuccio dei miei stivalucci italianucci del cazzo! e con questo per quanto mi riguarda puoi continuare a fare bau bau da qui all'eternità dell'etere...


in ogni caso sinceramente, tutta questa animosità verso chi parla di signoraggio mischiata al terrore che venga rubata la pura anima di sinistra e che spinge a difendere le banche private (sic!!) mi fa veramente schifo!
ieri da de simone a domanda diretta (de visu) sul signoraggio ho ricevuto la seguente risposta: "il signoraggio è un argomento in grado di far capire la truffa che sta dietro ai sistemi bancari", poi anche lui ritiene che il problema sia spostato rispetto al modo in cui ne tratta lo stesso auriti, ma negarlo è davvero ridicolo!!

il problema comunque è il recupero dell SOVRANITA' MONETARIA, anzi della sovranità in generale di cui quella moneataria ne è solo una fettina (importante perchè a mio avviso l'economia E' struttura! e come tale è in grado di incidere sui meccanismi sociali e culturali)... ora, se anzichè perdere tempo a difendere le banche (ma ti pare??!!) si cominciasse a prospettare un sistema altro (anche economico_ mai letto "un'altra moneta" di de simone?)credo potremmo fare cosa gradita a noi stessi e a un altro po' di gente che non si sente di certo offesa dall'essere chiamata compagna!
se si vuole perdere tempo, qui come altrove, a dire invece che pascucci è cattivo e fascista allora prego... andiamo avanti così! e non cambieremo un cazzo per i prossimi 1000 anni! bravi compagni! sono proprio fiera di appartenere all'eletta schiera!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
nino sei grande
by Kate Wednesday, May. 10, 2006 at 2:46 PM mail: regioitalia@yahoo.it

Le tue spiegazioni sono esaustive e molto fruibili ;ciò denota la sicurezza dei concetti. Non ti nascondo che per me è amore a primo post (infatti è la prima volta che ti leggo)

Monia arrenditi una buona volta! nessuno ha detto che il signoraggio non esista, piuttosto che non è "IL" problema, perchè Nino TE LO HA DIMOSTRATO! e lo ha dimostrato in modo chiarissimo e con parole semplici. Tu parli di riserva frazionaria, dunque sei conscia che E' UN'ALTRA COSA,diversa dal signoraggio altrimenti lo avresti definito in tal modo. Dunque buttiamo al cesso l'argomento signoraggio e parliamo di riserva frazionaria. C'hai le idee impicciate anche se snoccioli cultura. Allora se hai capito che Nino è in possesso di nozioni fondamentali di cui,peraltro, dimostra di esserne padrone, non credi che faresti più bella figura a formulare domande di chiarimenti invece di lanciarti in affermazioni? Qual'è il tuo scopo, arrivare ad una conoscenza il più possibile vicina alla realtà o altro? Perchè se è la prima, ricorda che le affermazioni il proprio ego non vuole rinnegarle e dunque diventano un ostacolo al vero approfondimento e alla vera conoscenza.

Non condivido affatto la tua affermazione "il pugnettista" ovvero "Mentre al Pascucci l'onore delle armi percè lo ritengo portatore sano di stronzate poco infettive in buonafede."
Non le trovo ne' in buona fede , perchè Pascucci non è stupido, ne' poco infettive; questa è una classica superficialità di sinistra: dov'è che la massa ha la capacità critica di valutazione?

Kate

PS: mi scuso di aver usato impropriamente questo spazio, come espressamente indicato da Indymedia Italia.


versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Lascia stare De Simone
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 2:51 PM mail:


"Il valore indotto della moneta è un concetto di Auriti che non mi appartiene e del quale nego l'esistenza. "

detto da desimone in una discussione sul forum altramoneta

http://www.altramoneta.org/forum/viewtopic.php?t=5&start=0

Io ho letto il libro Un'altra moneta di Domenico De Simone circa 4-5 volte.

Non cita nemmeno in una pagina il signoraggio delle banche centrali col quale gli azionisti privati si pappano la differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi.


De Simone viene dalla scuola Geselliana e critica la moneta come riserva di valore, che porterebbe alla tesaurizzazione e quindi non tutto il risparmio è investito, è una critica alla legge di Say. Critica fatta sia da Marx che da Gesell che da Keynes.

Quindi non c'entra un cazzo nella discussione De Simone con il signoraggio e lui è il primo a rifiutare le tesi di Auriti secondo cui c'è il valore indotto e la moneta dev'essere "accreditata", che ci sia "l'usura del 200% all'atto dell'emissione" e panzane simili...

parlaci meglio con De Simone e leggi meglio il libro Un'altra moneta.

"Di qui l'idea di proporre il finanziamento parziale tramite l'emissione di una moneta complementare che, di fatto, diventa una specie di anticipazione sulla produzione di energia che deriverà dall'impianto"

Quindi De Simone non dice di emettere moneta inconvertibile come dice Auriti, ma convertibile in energia poi prodotta dall'impianto, una anticipazione dell'energia di cui si usufruirà.

De Simone da Titan al costruttore dell'impianto, il costruttore può in parte spenderla verso altri in parte conservarla ( ma è deperibile quindi meglio spenderla o investirla,in beni o di consumo o beni capitali ), e con quella moneta si avrà il diritto di usufruire dell'energia prodotta dall'impianto.

Quindi De Simone sta ad Auriti e Pascucci come l'acqua sta alla siccità.

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
incredibile
by belved Wednesday, May. 10, 2006 at 3:42 PM mail:

Noto con sgomento come un argomento importante come questo sia trattato con tanta superficialità. Con insulti reciproci sull'appartenenza politica che non c'entrano niente. Sul merito dell'articolo trovo del tutto fuorvianti gli esempi portati. Il problema del signoraggio nasce dal fatto che viene creata ed emessa carta che non vale nulla contro titoli di stato che sono una quota parte del reddito reale della nazione rappresentato dalle tasse dei cittadini. La BC intasca i titoli a garanzia dell'emissione monetaria e, o li trattiene lucrando sull'interesse, oppure li cede al circuito delle banche commerciali le quali, a loro volta, possono collocarli presso il pubblico. La somma così raccolta va nelle casse del sistema bancario, ivi compresa la banca centrale. Gli utili sono occultati dall'iscrizione nel passivo di bilancio del valore nominale della moneta emessa, compensato dal valore attivo dei titoi di stato. Per questo il bilancio è quasi sempre in pareggio. Questo meccanismo protratto nel tempo genera un debito inesigibile pari alla moneta emessa dalla BC, più i disavanzi di bilancio generati quasi sempre dalla spesa per interessi sul debito. Il debito non può dunque essere onorato e diventa perpetuo mentre la servitù del debito, gli interessi, graveranno sempre sulla collettività.
In sostanza i cittadini vengono inedebitati all'atto dell'emissione monetaria, in maniera del tutto ingiustificata visto che la moneta è pura carta inconvertibile senza riserva, se non quella data dai cittadini stessi, nei confronti del canale bancario organizzato a cartello con la BC. La moneta emesse una volta entrata in circuito, grazie al meccanismo della riserva frazionaria, si moltiplica fino a 50 volte in un ciclo continuo e vizioso che alimenta il costante drenaggio di liquidità dalle tasche dei cittadini. La moneta bancaria viene emessa infatti tramite prestiti.
Non ho mai inoltre sentito in vita mia una balla come quella detta nell'articolo di nino che lo stato incasserebbe i proventi del signoraggio. Lo stato incassa solo il signoraggio sulle monete metalliche (leggere polemica Tremonti vs Duisenberg) e solo su alcune visto che i centesimi più piccoli costano più del loro valore nominale. Il resto del signoraggio, quello sulle banconote, è incassato dalla BC e retrocesso alle banche centrali nazionali nella misura dell'80% (solo quello fittizio).
Le BC storicamente rappresentano il cartello delle banche private, spesso, ma non sempre alleate al governo, le quali utilizzano questo sistema per ottenere dagli stati una rendita di potere perpetua che permette loro di incidere profondamente sulla vita di una nazione controllandone ogni minimo aspetto (indebitando le nazioni). Estirpano dai popoli la sovranità monetaria. Usano i politici per i propri scopi come diceva Pound, i quali ne diventano i camerieri.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
si sei incredibile
by in culo a Pound Wednesday, May. 10, 2006 at 3:54 PM mail:

oltre a sbrodolare hai elementi per provare quello che sostieni diversamente da Nino che cita leggi e indirizzo dei soldi riscontrabili?

Fascio di merda, di Pound non avete capito un cazzo, a gente come te probabilmente avrebbe sputato solo per lo schifo che aveva per gli ignoranti

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
domande
by monia Wednesday, May. 10, 2006 at 4:12 PM mail:

kate, l'argomento è complesso non c'è dubbio e i distinguo, così come la fatica di mettersi in dicussione, sono necessari!
ma non ne farei proprio una questione del arrendersi o meno! sai che cazzo me ne frega! io non sono in guerra e non sto partecipando neppure a una competizione dove c'è da vincere qualche cosa!! qui si tratta appunto di CAPIRE e_ripeto_ non è che perchè un argomento viene cavalcato dalla destra si è, secondo me, autorizzati a fare fronte compatto bollandolo come cazzata! e ringrazio nino per le dettagliate spiegazioni, ma mi dispiace ancora non sono affatto persuasa che sia tutta una cazzata... appena mi ravvederò, ve ne metterò al corrente ;-)

ma vengo alle domande per nino e per te o altri:
- siete d'accordo sul fatto che questo è un sistema di merda? un sistema che schiaccia l'individuo ponendo al primo posto il denaro (come simbolo astratto del potere e tutto ciò che comporta), stimolando competitività e non cooperazione?
- siete favorevoli al fatto che le banche debbano essere private?
- credete che il cittadino debba poter avere un controllo effettivo e diretto sulle scelte della comunità? scelte che coinvolgono anche l'aspetto economico?
- credete che l'economia sia una scienza esatta?

chiaro che per difendere lo status quo non ci vuole grande fantasia o sforzo! chiaro che se c'è una legge che consente qualcosa, questo qualcosa non è più truffa in senso stretto! ma chi le fa le leggi? il parlamento in linea di massima, giusto (escusi decreti e compagnia bella)? ma siamo proprio sicuri che il parlamento siamo noi? la democrazia rappresentativa è democrazia o oligarchia? se qualcuno pensa sul serio di vivere in una democrazia andate avanti pure voi che a me vien da ridere!!!

monia

p.s. e certo che la riserva frazionaria è altra cosa rispetto al signoraggio, non c'è dubbio e nessuno afferma il contrario (neanche il lupo cattivo pascucci).

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Il solito fascio
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 4:17 PM mail:


"Il problema del signoraggio nasce dal fatto che viene creata ed emessa carta che non vale nulla contro titoli di stato"

che al momento dell'emissione non valgono nulla, salvo il costo della carta e dell'inchiostro

"La BC intasca i titoli a garanzia dell'emissione monetaria e, o li trattiene lucrando sull'interesse"

in questo caso lo stato copre un deficit emettendo nuova moneta.. e la BC lucra sull'interesse che per l'art. 54 e 56 dello statuto vanno allo stato... uhm bel ragionamento ahuauha

"oppure li cede al circuito delle banche commerciali"

che danno moneta quindi alla BC che dando il titolo alla banca commerciale, non ce l'ha più all'attivo e quindi i soci non possono papparsi la moneta perchè la BC non può emettere moneta ( nemmeno a favore degli azionisti ) senza titoli all'attivo

"banche commerciali le quali, a loro volta, possono collocarli presso il pubblico"

ora sono i cittadini stessi che percepiscono l'interesse sul titolo con le proprie tasse... un gioco a somma zero

"La somma così raccolta va nelle casse del sistema bancario, ivi compresa la banca centrale. Gli utili sono occultati dall'iscrizione nel passivo di bilancio del valore nominale della moneta emessa, compensato dal valore attivo dei titoi di stato. Per questo il bilancio è quasi sempre in pareggio."

questa è un'accusa nei confronti dei funzionari di banca d'italia di BANCAROTTA,FALSO IN BILANCIO e APPROPRIAZIONE INDEBITA... perchè non vai a denunciarli se hai le prove che si spartiscono questi soldi che rientrano senza titoli all'attivo??

aspettiamo la tua denuncia

"Il debito non può dunque essere onorato"

sbagliato perchè il tasso di sconto ex art. 54 e 56 dello statuto vanno allo stato, quindi lo stato per diminuire il debito pubblico deve soltanto non fare deficit o farne di meno della crescita economica...

come mai un paese ( uno a caso, ma ce ne sono molti altri ) come la Danimarca è passata da un debito/pil del 77% 10 anni fa al 35% di oggi??

... mistero della fede ( fascista )

"e diventa perpetuo mentre la servitù del debito, gli interessi, graveranno sempre sulla collettività"

come no, o vanno allo stato ex art. 54 e 56 o se i titoli sono in mano ai cittadini vanno in mano loro, gioco a somma zero

" la moneta è pura carta inconvertibile senza riserva"

altra panzana, la moneta dei politici che proponete voi è inconvertibile

"La moneta emesse una volta entrata in circuito, grazie al meccanismo della riserva frazionaria"

i prestiti emessi dalla banca commerciale che non sono risparmi ma nuova moneta emessa, cioè moneta bancaria

a) non hanno corso legale, la moneta bancaria non ha corso legale, e quindi gli assegni possono essere accettati rifiutati tranquillamente

b) sono fatti contro garanzie... la banca commerciale non presta senza niente questi soldi, ma la copertura ci vuole per ogni singolo prestito, e c'è infatti

c) rientrato il prestito la banca commerciale ridà la garanzia che aveva all'attivo e quindi non può papparsi il valore nominale del prestito che rientra

quindi l'utile è solo interessi * moneta bancaria ( non avente corso legale, ricordiamo ) emessa

naturalmente questi utili sono soggetti alle imposte sui redditi d'impresa.


E' moneta creata dalle banche commerciali ma coperta da attivi... se le persone non domandano moneta bancaria ma emettono loro cambiali allora anche l'offerta presumibilmente diminuirà o se essa non diminuisce allora diminuiscono i profitti ( gli interessi ) delle banche commerciali... dipende dalla domanda e dall'offerta di moneta

"Non ho mai inoltre sentito in vita mia una balla come quella detta nell'articolo di nino che lo stato incasserebbe i proventi del signoraggio."

leggiti lo statto di bankitalia, articoli 54 e 56, la sentenza sul signoraggio, la consulenza tecnica d'ufficio.



versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
cara paola/monia
by stufo Wednesday, May. 10, 2006 at 4:21 PM mail:

Siamo un pò stufi di voi buffoni che provate a spacciarvi per apolitici e paladini dei poveri contro le banche.
Fate ridere, e non ingannate nessuno, infiltrati di merda, per voi solo pesci in faccia.

Come ricordava il caro grfa
http://italy.indymedia.org/news/2005/11/932190.php

sono le solite parole copincollate dai discorsi di Hitler o di altri buffoni populisti, attaccatevi al cazzo e fate Tarzan

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
auguri
by monia Wednesday, May. 10, 2006 at 4:45 PM mail:

guarda caro stufo ti stai sbagliando di grosso, ma proprio di grosso!!
l'unica cosa che sei riuscito ad ottenere è l'avermi quasi persuasa del fatto che il "metodo pascucci" (da me non particolarmente apprezzato, nè tantomeno condiviso_ per storia e temperamento) sia l'unico possibile con chi come voi dà dei fascisti agli altri senza sapersi mettere MAI minimamente in discussione! con questo passo e chiudo, arrendendomi, stavolta sì, all'ignoranza atavica e a un'ideologia (= falsa coscienza della realtà) da stapazzo (nera, rossa, gialla o a pois che sia!) di cui VOI (o almeno alcuni di voi) siete portatori!

la storia(e il mondo) è piena di gente che si diverte dividendo il mondo tra buoni e cattivi, indiani e cowboy senza neppure rendersi conto di fare il giochino di chi si dice di voler combattere! divide et impera... l'hanno pensata proprio giusta! ma noi sì, continuiamo così!!!! tanto poi arrivano i buoni che salvano il mondo e il nostro culo parato dalle inviolabili certezze (ma chi saranno, po? gli indiani o i cowboy??! come li riconosceremo? ah già, dai colori!!! speriamo solo di non essere daltonici!)

sai, mi fanno schifo le certezze e chi annulla forzatamente (e violentemente) i dubbi degli altri lo ritengo colpevole come chi si fa portatore di certezze indiscutibili!!

ma la mia tristezza come solito sconfina nella pena... spero arrivino per tutti tempi migliori e che nel frattempo qualcuno che sia in grado, malgrado tutto, di mantenere alta la soglia critica (anche con la possibilità di sbagliare!) continui a sopravvivere...


e... viva il comunismo_ quello vero_ ma ancora di più (molto di più!) la libertà_ quella vera_!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Bah
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 4:51 PM mail:


Ma perchè non discutete sul merito portando le prove del fatto che secondo voi gli azionisti di bankitalia in barba allo statuto e alle leggi si pappano il denaro che rientra, cioè la differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi ( come direbbe Pascucci 102,2€ su 100 emessi ) ??

E' una cosa che non esiste.

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
asinello
by Luigi Wednesday, May. 10, 2006 at 5:31 PM mail:

nino, piantala.

ma che fai? porti in lettura due art. scritti da bankitalia?!

come chiedere all'oste se il vino è buono: ridicolo!

pensa che l'ottimo pascucci considera si il signoraggio "lo male de tutti li mali dello monno" ma dal punto di vista sociale, storico, psicologico.

nei suoi scritti (che non hai letto per tua comodità)
è riportato letteralmente:

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Il Mondo ha un problema.

La Società ha in realtà, un unico grosso problema, e se lo è creato con le proprie mani!

E’ un problema puramente economico, riguarda infatti l’emissione del Denaro.

Tale emissione è decisa, controllata e gestita da Entità Private e non da Governi democraticamente eletti. Dopo centinaia di anni di contraffazioni e illegalità e machiavellismi, queste Entità Private sono ora giunte a controllare intere Nazioni, non più sovrane ma schiave di un meccanismo economico/finanziario conosciuto come «signoraggio» (con l’aggiunta della forse ancor più grave «riserva frazionaria»).

Molto spesso, troppo spesso, gli uomini politici di ogni Nazione chiamati a tutelare e difendere il Popolo che li ha democraticamente eletti, sono corrotti e collaborano con questi malvagi «creatori di moneta». Le leggi stesse in materia vengono create a vantaggio dei Banchieri Internazionali. Altre leggi che potrebbero aiutare il Popolo a riscattarsi da questa schiavitù, sono cambiate, alterate o semplicemente ignorate.

Il sistema bancario attuale è basato su una truffa ignobile e disumana.
Questa truffa è il «signoraggio» e la «riserva frazionaria» delle Banche Centrali.

I sistemi di informazione sono alterati e/o controllati dal Potere Economico dei Banchieri Internazionali Privati e nessun giornale o televisione o radio parlerà mai del «signoraggio» e/o della «riserva frazionaria». Ci sono stati Presidenti di Stato e uomini di grandezza mondiale che sono caduti sotto i colpi della mano spietata e potente delle Entità Sovranazionali.

Lincoln e Kennedy, ad esempio. Morti per aver creato denaro, a nome e in nome del Popolo, e non in servitù di Banche Centrale «agghindate di denominazioni nazionali». Diffondere informazioni su questo argomento-tabù e contribuire a smascherare questi strangolatori delle libertà individuali e collettive è un dovere di TUTTI noi, di OGNUNO di noi. Cerca in Internet parole chiavi come «signoraggio», «riserva frazionaria», «debito pubblico».

Leggi informazioni alternative e contestatrici al Sistema. Supporta la causa diffondendo questo volantino e facendo TAM-TAM delle vere-informazioni che arrivi a cogliere tramite la Rete, informazioni depurate dall’ideologia politica, asservita al Potere dei Banchieri Internazionali.

18 luglio 2005 - sandropascucci

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

quindi come vedi lui sa tutto di riserva frazionaria e politici corrotti ecc.. e nomina in questo manifesto anche marx (per il sottile piacere di monia) quando dice "agghindate ecc.."

il fascismo non c'entra qui,
qui c'entra solo il tuo rancore per il pascucci perché ti ha cacciato a calci in culo dal suo forum quando l'hai offeso gratuitamente e hai preso a fare minacce.

ora studia di nuovo l'ottimo pascucci e auriti, rileggiti De Simone (che ha un legame con Pascucci che non immagini e sarà una sorpresa per tutti voi) e nun rompe er cazzo al Web che del tuo modo di fare ne è pieno il mondo.

a' poraccio!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
certo..... come no
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 6:28 PM mail:

" nino, piantala.

ma che fai? porti in lettura due art. scritti da bankitalia?!

come chiedere all'oste se il vino è buono: ridicolo!"

Pascucci

1) lo statuto è fatto dal parlamento e non dagli azionisti
2) lo statuto è la legge, e non riporto solo lo statuto ma anche

a) la sentenza di Lecce ( di cui vi riempite la bocca senza sapere cosa dice )
b) la consulenza tecnica d'ufficio della sentenza

"Tale emissione è decisa, controllata e gestita da Entità Private e non da Governi democraticamente eletti. Dopo centinaia di anni di contraffazioni e illegalità e machiavellismi, queste Entità Private sono ora giunte a controllare intere Nazioni, non più sovrane ma schiave di un meccanismo economico/finanziario conosciuto come «signoraggio»"

entità private il cui profitto va allo stato... interessante

"malvagi «creatori di moneta»"

certo dimentichiamoci che la domanda di moneta esista... tutta colpa dei banchieri... si certo

"quindi come vedi lui sa tutto di riserva frazionaria e politici corrotti ecc.. "

non sa le leggi, lo statuto e la sentenza sul signoraggio

"e nomina in questo manifesto anche marx (per il sottile piacere di monia) quando dice "agghindate ecc..""

si Marx proprio quello che diceva di creare una banca centrale con capitale pubblico ( oggi, dato che l'utile della BC va allo stato, essa è già pubblica )...Pascucci vuole abolirla

" il fascismo non c'entra qui,
qui c'entra solo il tuo rancore per il pascucci perché ti ha cacciato a calci in culo dal suo forum quando l'hai offeso gratuitamente "

Pascucci dice che lo stato dovrebbe stampare moneta senza riserva per opere pubbliche... questo lo dice spiaccicato Auriti (alternativa sociale ), di cui pascucci è un grande sostenitore, Saba ( fiamma tricolore ), e fronte nazionale e forza nuova.

Quindi guardo ai "contenuti" di Pascucci io. E sono uguali uguali a quelli dei partiti di cui ho linkato i programmi elettorali

"e hai preso a fare minacce."

dove? siete voi che volevate denunciarmi perchè spiego come viene emessa la moneta e perchè riporto tutte le fonti ( quindi dove sta la falsità delle affermazioni? )

" ora studia di nuovo l'ottimo pascucci e auriti"

già fatto e rifatto e li ho anche capiti e criticati

"rileggiti De Simone (che ha un legame con Pascucci che non immagini e sarà una sorpresa per tutti voi)"

sisi come no.... con il De Simone che dice su

http://www.altramoneta.org/forum/viewtopic.php?t=5&start=0

"Il valore indotto della moneta è un concetto di Auriti che non mi appartiene e del quale nego l'esistenza. "

ne sono pienamente convinto dell'ottimo feeling :P

"e nun rompe er cazzo al Web che del tuo modo di fare ne è pieno il mondo.

a' poraccio!"

e così da questa frase abbiamo capito che sei Pascucci.

non usare il tuo linguaggio solito che ti sgamiamo :D


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
relativisti fascistoidi che si spacciano per compagni
by stugots Wednesday, May. 10, 2006 at 6:44 PM mail:

@monia
@monia

>sai, mi fanno schifo le certezze e chi annulla forzatamente (e violentemente) i dubbi degli altri lo ritengo colpevole come chi si fa portatore di certezze indiscutibili!!

wow che frase ad effetto che sarebbe nel tuo mondo fatto di parole!

Peccato che NINO abbia DIMOSTRATO quanto dice, portando fatti, leggi, numeri, ecc
Tu cosa porti? Parole? chiacchiere ? che altro?
Nino ha anche detto delle cose, riguardo agli utili ipotetici della banca centrale e dei suoi soci.
Smentirlo sarebbe semplice, compra azioni , e fai valere i tuoi diritti in assemblea!
Oppure compra azioni e fatti i soldi


Il ragionamento di Nino ha il pregio di essere abbattibile facilmente , perchè nessuno lo fa?
Perchè tu non lo fai?

Sicuramente non lo sai , ma questa caratteristica, è una delle parti fondamentali del metodo scientifico, come ha mostrato Popper.

Perchè stai a ciarlare stridulamente, invece che attaccare gli argomenti?
Perchè attacchi assieme ai tuoi amichetti solo la persona,(e vi va male perchè non la conoscete) invece che gli argomenti?

Una dimostrazione , per usare le tue parole, "annulla forzatamente i dubbi degli altri" , è questa la sua funzione, annullare dei dubbi, magari aprendone altri, e chi continua a dubitare di qualcosa di DIMOSTRATO è un idiota.

Tutte quelle chiacchiere al vento, quel relativismo becero da due soldi che usate per fare propaganda ai fasci, è quasi una dimostrazione che quando citi Marx stai bestemmiando, dato che Lui ha fondato la sua analisi su basi razionalistiche e prove empiriche (anche se non tutto è scientifico nel Capitale) mentre tu , sembri incapace a comprendere questi concetti, e sembri invece essere invischiata in una forma basso culturale di un antirazionalismo di matrice Heideggeriana.

in culo ai fasci, alla loro ideologia, in ogni forma e in ogni sfumatura!

Non pasaran!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
il sonno della ragione
by Giordano Bruno Wednesday, May. 10, 2006 at 6:50 PM mail:


IL SONNO DELLA RAGIONE GENERA MOSTRI

Il fascismo è uno di questi mostri, e i post di cui sopra mostrano proprio come è il sonno della ragione a generarli.

Si manda in pensione il raziocinio, lo spirito critico, il metodo scientifico , si concima con un pò di DEMAGOGIA (concetti talmente indefiniti o triti da esser vuoti in certe bocche come libertà, tutti, popolo, ecc )... e affiorano.

Il nemico è il MEME dell'irrazionalismo... sempre presente nella mente degli idioti così come in quelle dei boccaloni che gli danno ascolto.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
IL SONNO DELLA RAGIONE
by Bruno Giordano Wednesday, May. 10, 2006 at 7:13 PM mail:

... GENERA FRASI FATTE.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
bah e mah
by monia Wednesday, May. 10, 2006 at 7:21 PM mail:

sì, giordano bruno hai ragione! il sonno della ragione genera mostri, ma anche il dormire in un'ipnotica concezione puramente razionalsta può generare mostri!

faccio notare che la violenza e la sopraffazione sono nate e hanno prosperato anche là dove il razionalismo ha spopolato!
e le radici hegeliane di marx sono aborrate dal tanto decantato popper... o vogliamo fare la lista dei buoni e dei cattivi anche in filosofia? nietzsche cos'è il precursore del nazismo? prima della reinassance ce lo spigavano così, no? infarcito di irrazionalismo com'era! cattivi 9 buoni 7... ma per favore!!!
il punto è che l'uomo non è nè buono, nè cattivo, non è razionale, nè irrazionale... è un miscuglio! e in questo misuglio c'è chi ci squazza e chi si terrorizza, e chi è terrorizzato è facile da manipolare...
cerchiamo piuttosto di NON DORMIRE o di dormire solo di notte e non nel bel mezzo di quella che dovrebbe essere l'ora di farla sul serio una rivoluzione!!

basterebbe così poco per capire che come dice il noto camerata silvano agosti "quindi, signori miei, o ci si sveglia... o si fa finta di dormire... o bisogna accorgersi che siamo tutti morti"!

mah e bah... lo dico io...

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
per chi ha tempo da spendere
by monia Wednesday, May. 10, 2006 at 8:10 PM mail:

caro stugots a casa mia si DIMOSTRA qualcosa in ambito empirico... su questa dimostrabilità (o falsificazione, per chi ama popper) si basano le teorie "scientifiche"...
ma tu mi vuoi dire che l'economia è una "scienza esatta"?!? manco marx quais quasi ci credeva!!! o forse marx voleva crederci, ma dalla scuola di francoforte in poi la credibilità è andata via via diminuendo... risulta?

ora, non ho particolarmente voglia di discutere con chi mi dà della fascista (ahahahahahaha!!! se non ci fosse da piangere una risata mi seppellirebbe davvero stavolta!)... ma farò uno sforzino... così a gratis e per "pour parler"... soprattutto rivolgendomi a nino, che quantomeno mi pare uno che a sua volta si sforza di capire...

disclaimer: ammetto che io NON HO CAPITO TUTTO! concetto chiaro? ma alcune (tediose e prolisse) riflessioni le riporto qui di seguito (per chi ha pazienza e tempo da perdere/spendere ;-))

dunque, lasciamo da parte per un attimo il signoraggio in sè, ok?

ammettiamo che esiste un valore intrinseco e un valore nominale in ogni "cosa" che preveda uno scambio... questo fatto è ineliminabile, in un certo senso, e la distinzione di marx tra valore d'uso e valore di scambio ha ancora una sua efficacia anche in questo senso (vedi il "feticismo" delle merci e il considerare "normale" qualcosa che normale non è_ cioè il valore di una merce non è proprietà "ontologica" della cosa, ma valore arbitrario assegnato dall'uomo)... dicevo, se esiste un valore nominale e uno intrinseco pare inevitabile che il valore nominale sia frutto di una "convenzione" (ma in un certo senso anche quello "intrinseco" lo è, perchè si fonda sempre sul calcolo di denaro_ a sua volta ancora convenzione).

L'ANGOLO DELLA PICCOLA DIGRESSIONE STORICA-
ora, questa convenzione è stabilita da una serie di meccanismi economici che almeno fino al 1971 mantenevano una contropartita "concreta" nella riserva aurea (le monete erano convertibili tra loro sulla base di cambi fissi e sulla convertibilità del dollaro in oro, cioè in una "merce" la cui quantità non era regolata dalle autorità monetarie, bensì dall'estrazione mineraria del metallo).
le banche quindi possedevano l'oro (era di loro proprietà)e in virtù di questo possesso scambiavano "soldi".
quando de gaulle decide però un bel giorno (il 4 febbraio del 1965) di chiedere il ritorno al "gold standard" la reazione fu di panico.. ma si tergiversò ancora, fino a quando nel 1971 gli usa registrarono un disavanzo di 2,8 miliardi di dollari (ma il disavanzo globale, comprensivo degli investimenti di capitale a medio e lungo termine, fu di 20,6 miliardi).
a ciò si aggiungeva poi il fatto che una massa ingente di dollari in tutti i paesi industriali vennero trasferiti dalle banche locali alle banche centrali (l'ammontare complessivo di questi trasferimenti fu di 29,7 miliardi).
nixon a questo punto pensò bene di stracciare quindi gli accordi di bretton woods e a fanculo anche l'ancoraggio con l'oro.
da questo momento in poi tutto diventa totalmente "fittizio" e la "convenzione" diventa uno strumento ancor più arbitrario di quanto già lo fosse!
senza contare l'influenza del petrolio in un sistema del genere (che è ancora_ guarda un po'_ merce!)
e fin qua è storia! (fonte dei dati riportati: "il crollo di bretton woods" di guido carli- governatore della banca d'italia dal 1960 al 1975)

chiaro che non è che da quel momento in poi si fa "un po' come cazzo ci pare", ma a te sembra normale che dei privati scambino carta (moneta) con altra carta (titoli di stato) senza un ancoraggio a nulla di "tangibile" e soprattutto che si preoccupino di tutelare TE in questo scambio??!! a me no! se io privato emetto qualcosa (vendo o scambio) e tu pubblico (compri o scambi) qualcos'altro io privato pretendo di guadagnarci e più riesco a guadagnarci più sono contento! ma cosa guadagno dal 1971 in poi? merce? non più.. denaro? ah, ecco! ma che cazzo è il denaro? che cazzo ci faccio col denaro? me lo mangio forse? no!! il denaro è l'astrazione del potere, che permette di acquistare COSE REALI, non solo carta! ma il potere travalica le MERCI, usa le merci per affermarsi, ma non è merce!

il FATTO è che il denaro in ultima istanza NON ESISTE!!!! non so se è chiaro! il denaro è un'astrazione, un'invenzione dell'uomo! non si trova denaro sugli alberi, nè nel mare... il denaro si fabbrica artificiosamente! la ricchezza di uno stato basata sul denaro è illusoria!! se hai fame non mangi denaro, ma pesce o pecore o frutti! il PIL è una presa per il culo a cui NOI diamo credito, facendo finta che sia tutto normale! diamo un'esistenza "ontologica" a qualcosa che non è NIENTE, se non strumento artificioso per FACILIATARE gli scambi!!! ma che cazzo si facilita, se l'unico scopo è mettere il MEZZO (denaro) al posto del FINE (uomo)!!!

il punto è, come individuato lucidamente da marx, che quello che viene comprato e pagato in denaro in ultima istanza è un'altra cosa NON concreta, ma che TI appartiene (appartiene ad OGNI uomo e non è distribuibile a piacemento! nè accentrabile o accumulabile!), ossia IL TEMPO!! il tempo viene strumentalmente comprato e remunerato ed è così che sei FOTTUTO! perchè la tua vita è fatta di tempo! e adesso non è più tua, ma sei SCHIAVO in cambio di denaro! e noi sto giochino del cazzo non lo vogliamo rompere!! MA PERCHE'???!! non abbiamo niente da perdere se non riprenderci quello che è di diritto di ogni uomo: il proprio tempo!!

vi copio incollo, giusto per finire in bellezza e in lunghezza ;-)) il pensiero del già citato camerata silvano agosti che illustra ben benino quello che stiamo lasciando che ci facciano! attaccandoci tra noi e dividendo il mondo, appunto, in buoni e cattivi... che pena!

IL DISCORSO DELLO SCHIAVO

"Uno degli aspetti più micidiale dell'attuale cultura, è di far credere che sia l'unica cultura... invece è semplicemente la peggiore.

Bèh gli esempi sono nel cuore di ognuno... per esempio il fatto che la gente vada a lavorare sei giorni alla settimana è la cosa più pezzente che si possa immaginare.
Come si fa a rubare la vita agli esseri umani in cambio del cibo, del letto, della macchinetta...

Mentre fino ad ieri credevo che mi avessero fatto un piacere a darmi un lavoro, da oggi penso:
"Pensa questi bastardi che mi stanno rubando l'unica vita che ho, perché non ne avrò un'altra,
c'ho solo questa.. e loro mi fanno andare a lavorare 5 volte, 6 giorni alla settimana e mi lasciano un miserabile giorno.. per fare cosa? come si fa in un giorno a costruire la vita?!"

Allora, intanto uno non deve mettere i fiorellini alla finestra della cella della quale è prigioniero
perché sennò anche se un giorno la porta sarà aperta lui non vorrà uscire...

Deve sempre pensare, con una coscienza perfetta:
"Questi stanno rubandomi la vita, in cambio di due milioni e mezzo al mese, bene che vada,
mentre io sono un capolavoro il cui valore è inenarrabile"

Non capisco perché un quadro di Van Gogh debba valere 77 miliardi e un essere umano due milioni e mezzo al mese, bene che vada.
Secondo me, poi, siccome c'è un parametro che, con le nuove tecnologie, i profitti sono aumentati almeno 100 volte... e allora il lavoro doveva diminuire almeno 10 volte! Invece no! L'orario di lavoro è rimasto intatto. Oggi so che che mi stanno rubando il bene più prezioso che mi è stato dato dalla Natura. Pensa alla cosa più bella che la Natura propone, che è quella di, mettiamo, di fare l'amore, no?!

Immagina che tu vivi in un sistema politico, economico e sociale dove le persone sono obbligate, con quello che le sorveglia, a fare l'amore otto ore al giorno... sarebbe una vera tortura... e quindi perché non dovrebbe essere la stessa cosa per il lavoro che non è certamente più gradevole di fare l'amore, no?! Per esempio il fatto che la gente vada a lavorare sei giorni alla settimana... certo c'ho il mitra alla nuca... lo faccio, perché faccio il discorso: "Meglio leccare il pavimento o morire?"
"Meglio leccare il pavimento" ma quello che è orrendo in questa cultura è che "leccare il pavimento" è diventata addirittura una aspirazione, capisci?

Ma è mostruoso che il tipo debba andare a lavorare 8 ore al giorno e debba essere pure grado a chi gli fa leccare il pavimento, capisci?
Tutto ciò è "oggettivamente" mostruoso, ma la dove la coscienza produce coscienza, tutto ciò è "effettivamente" mostruoso...

"SI VABBE' MA ORMAI E' IRREVERSIBILE LA SITUAZIONE"

Si, tu fai giustamente un discorso in difesa di chi ti opprire, perché è il tipico dello schiavo, no?! Il vero schiavo...il vero schiavo difende il padrone, mica lo combatte. Perché lo schiavo non è tanto quello che ha la catena al piede quanto quello che non è più capace di immaginarsi la libertà.

Ma rispetto a quello che tu mi hai detto adesso: quando Galileo ha enunciato che era la Terra a girare intorno al Sole, ci sarà sicuramente stato qualcuno come te, che gli avrà detto:
"Eh si! sono 22 secoli che tutti dicono che è il Sole che gira intorno, mò arrivi te a dire questa stronzata... e come farai a spiegarlo, a tutti gli esseri umani?" e lui: "Non è affar mio, signori..."

"Allora guarda, noi intanto ti caliamo in un pozzo e ti facciamo dire che non è vero, così tutto torna nell'ordine delle cose"... hai capito? Perché tutto l'Occidente vive in un'area di beneficio perché sta rubando 8/10 dei beni del resto del Mondo. Quindi non è che noi stiamo vivendo in un regime politico capace di darci la televisione, la macchina,... no.

E' un sistema politico che sa rubare 8/10 a 3/4 di Mondo e da un pò di benessere a 1/4 di Mondo, che siamo noi...
quindi, signori miei, o ci si sveglia... o si fa finta di dormire... o bisogna accorgersi che siete tutti morti... "


rinnovo gli auguri e chiudo davvero!
monia

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
monia e l'uomo di paglia
by stugots Wednesday, May. 10, 2006 at 9:02 PM mail:

>caro stugots a casa mia si DIMOSTRA qualcosa in ambito >empirico... su questa dimostrabilità (o falsificazione, per >chi ama popper) si basano le teorie "scientifiche"...
>ma tu mi vuoi dire che l'economia è una "scienza esatta"?!? >manco marx quais quasi ci credeva!!! o forse marx voleva >crederci, ma dalla scuola di francoforte in poi la >credibilità è andata via via diminuendo... risulta?

Si chiama fallacia dell' uomo di paglia (straw man), la usate tu e pascucci ogni 2x3.
La fallacia consiste nel creare dal nulla una affermazione chiaramente contestabile, sostituirla a quella originale, magari reiterando mille volte la frase , e poi attaccarla.
E' una tecnica classica di retorica, a cui abbocca sempre qualche italiota, come Berlusconi ci insegna ad ogni elezione

Esempio di straw man è quando dite che qualcuno pensa che il "signoraggio" cioè la differenza tra val di facciata e valore del materiale , in corso forzoso, non esiste.

Nessuno ha mai detto questo, ma è COMODO attaccare questo uomo di paglia invece che l'affermazione vera

Lo stesso fai quì, crei l'uomo di paglia "economia=scienza esatta"? e attacchi quello invece che la vera argomentazione.
Cioè che Nino ha dimostrato, che in questo sistema, con queste leggi, in QUESTA REALTA' non esistono sti flussi di reddito da signoraggio.
Questa è DIMOSTRAZIONE da smontare , ed è una dimostrazione empirica, dato che si può verificare se i soldi girino o meno come sostiene pascucci.
Non riuscite a confutare la dimostrazione di NINO, questa è la verità.

Ma ora tutti sanno la tecnica dello spaventapasseri che usate, e non ci cascheranno più in certe MANIPOLAZIONI

Un altra tecnica retorica interessante è quella delle desiderabili ma non collegate conseguenze.
Questa è più tua che di Pascucci.
Invece che rimanere in argomento e parlare della cosa di cui si dibatte, tu divaghi di proposito, citando a sproposito concetti largamente condivisibili, o molto generici, quali "questo mondo fa schifo", "un altro è possibile", Silvano Agosti, ecc ecc

Tutte cose che sai bene che molte persone condividono o quantomeno , data la genericità dei tuoi pensieri, ne sono affascinate, quindi suggerisci indirettamente un collegamento tra l'argomento e le chiacchiere giustapposte, spingendo un poco attento lettore, sprovvisto di spirito critico e allenamento ai tranelli, a dare un giudizio sull'argomento, in base a cosa sente per la chiacchiera finale.

Eh, no , non funziona con me.

Così come non funziona la tecnica di fare la vittima degli insulti, primo perchè siamo su indy e quì non ci si fa molta specie per un epiteto, e secondo perchè è chiaro a tutti che gli attacchi e i giudizi espressi da me, da altri, sono verso l'idea , verso ciò che si esprime, non verso la persona, che è libera di scegliere le idee che espone, e non si può però nascondere dietro al buonismo o al relativismo per non assumersi le conseguenze (giudizi, non pregiudizi altrui) .

Sai bene, che se proponessi la tua visione , a colui che citi, Agosti in questo caso, lui farebbe un sorriso di compassione e neanche risponderebbe.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
allora
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 9:15 PM mail:


"ammettiamo che esiste un valore intrinseco e un valore nominale in ogni "cosa" che preveda uno scambio... questo fatto è ineliminabile, in un certo senso, e la distinzione di marx tra valore d'uso e valore di scambio ha ancora una sua efficacia anche in questo senso"

non credo nel valore intrinseco... se una cosa non serve a nessuno, essa non avrà valore...

"ora, questa convenzione è stabilita da una serie di meccanismi economici che almeno fino al 1971 mantenevano una contropartita "concreta" nella riserva aurea"

l'oro aveva valore perchè domandato, punto. Non ha mai avuto valore intrinseco.

" le banche quindi possedevano l'oro (era di loro proprietà)e in virtù di questo possesso scambiavano "soldi""

si ma anche quando c'era l'oro, la banca per farti un prestito chiedeva una garanzia reale in cambio, un titolo, di proprietà terriera, immobiliare, industriale, o altro.

" nixon a questo punto pensò bene di stracciare quindi gli accordi di bretton woods e a fanculo anche l'ancoraggio con l'oro. "

lo avevano già mandato a fare in culo prima quando avevano emesso più dollari di quelli che erano domandati come riserva.

L'errore fu di ancorare il dollaro all'oro, perchè era prevedibile che chi ha un cambio fisso, cercherà di stampare più monete per fregare gli altri

"ma a te sembra normale che dei privati scambino carta (moneta) con altra carta (titoli di stato) senza un ancoraggio a nulla di "tangibile" e soprattutto che si preoccupino di tutelare TE in questo scambio??!!"

gli azionisti sono privati ma lo statuto glielo fa LO STATO ed è lo STATO che decide le regole di quella società "privata" ( ? ).....

Lo STATO fa lo STATUTO di questa società ( già un'anomalia per una società privata ) e dice nell statuto che gli utili se li pappa LO STATO ( oh oh oh ! )negli art. 54 e 56

dove sta la parte privata della banca d'italia? spiegamelo.

Lo stato quando copre un deficit emettendo cartamoneta s'indebita con la banca centrale il cui tasso di sconto poi ex art. 54 e 56 va allo stato stesso... si chiama monetizzazione del debito... oggi non è più possibile, e cmq lo stato si avvantaggia quando monetizza il debito... quindi è tutto il contrario di ciò che dite voi seguaci di Auriti ( alternativa sociale )

"il FATTO è che il denaro in ultima istanza NON ESISTE!!!! non so se è chiaro! il denaro è un'astrazione, un'invenzione dell'uomo!"

ogni emissione di denaro oggi,è coperto da titoli, il cui bene sottostante è REALE.

Tu chiedendo denaro chiedi potere d'acquisto, ma per avere potere d'acquisto devi dare temporaneamente qualcosa di REALE, sennò sarebbe denaro che sbuca dal nulla.

Anche quando c'era l'oro come riserva, per un prestito si richiedeva una garanzia REALE, perchè se non ti chiedono la garanzia REALE, ti regalano moneta, cioè potere d'acquisto, ma quella non avendo niente di reale alle spalle, avrebbe valore nullo perchè nessuno accetterebbe una carta dietro la quale non c'è nulla.

Quindi oggi dietro il denaro ci sono attività di chi lo richiede. Si richiede denaro perchè è più liquido. Stop.

Se tu cerchi denaro, cioè un potere che hai nei confronti di altri di usufruire di lavoro altrui, beni, servizi, beni capitali, devi dare qualcosa in cambio, sennò rubi il lavoro degli altri, pagandoli con carta dietro la quale non c'è nulla.


Il signoraqggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi intascato dagli azionisti privati delle banche centrali e commerciali non esiste.


Una banca può emettere moneta, PER LEGGE, SOLO CONRO TITOLI.

Quindi la banca emette moneta e chi chiede il prestito dà un titolo come garanzia.

Tornato il prestito, la banca riprende i soldi e DA VIA IL TITOLO.

Significa che il prestito rientrato NON PUO' ESSERE SPARTITO TRA GLI AZIONISTI DELLA BANCA, perchè emetterebbero moneta ( a proprio favore ) SENZA TITOLI ALL'ATTIVO!!

La moneta NON E' DI PROPRIETA' DELLA BANCA, ma è una partita di giro.

L'unica cosa restante è il tasso di sconto!

E quello della Banca Centrale va allo STATO che scrive lo statuto e prende gli utili di questo istituto che DI FATTO e PER LEGGE è PUBBLICO.


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
buh!
by monia Wednesday, May. 10, 2006 at 9:45 PM mail:

ah, dato siamo su indy non formalizziamoci per l'epiteto fascita! ahahahaha! sai che sei quasi simpatico? -non ti formalizzare per l'epiteto, eh?-

comunque a silvano agosti non mancherò di chiederglielo, tranquillo!
ma nel frattempo che cazzo ne sai tu di cosa pensa silvano agosti??!!! ti faccio una proposta: andiamo a chiederglielo assieme! vieni? non è difficile, sai!

è che fa paura la parolina signoraggio.. buh! passato il singhiozzo, almeno?
ci vogliono le dimostrazioni scientifiche per smontarlo, perchè se no i fascisti cattivi fanno presa sulle ingenue ingenue delle masse!! e quando_ e se_ i fascisti (quelli veri) lo faranno sul serio non ti viene il dubbio che potrebbe essere stata anche colpa tua per averglielo lasciato fare? no, eh? perchè noi eravamo intenti a negare!

e non è certo impossibile negare che IN QUESTO sistema il signoraggio non "esiste", è la prima regola del principio alchemico! chi scomodiamo? cusano o pico della mirandola? ma per favore!!! loro dicono signoraggio e allora noi diciamo "biribidù" che è buono e di sinistra, eh? lo chiamiamo "più realisticamente" (tutti economisti di un ceerto calibro siamo, no?) reddito da emissione? o spostiamo un po' la mira e ci concetriamo sulla riserva frazionaria, ti piace di più, meno tremori?

ODI BENE: a me del signoraggio (non ho paura della parola, che ci vuoi fa'!)interessa quello che rappresenta, ossia la "truffa" che sta dietro al grande bluf del denaro reso etereo ( e santificato in qualità di spirito santo) e mi interessa nella misura in cui può servire a recuperare il concetto di sovranità monetaria, anzi di sovranità in generale (una sovranità che spetta al popolo e non ai politici o alle banche), chiaro? in democrazia (quella vera) la sovranità è del popolo, del cittadino e io VOGLIO la mia fettina di potere su tutte le scelte della società... afferri il concetto? ti sembra fascista?
obiettivo: sovranità al popolo, tra cui la sovranità monetaria.. strumento: democrazia DIRETTA e non rappresentativa (una x ogni 5 anni e chi s'è visto s'è visto)... uh... quanto fascismo!!! brrr... che paura! arriva hitler!!

ma tu saresti un compagno??! e di chi, di grazia?
il compagno dell'uomo di paglia a cui prende fuoco anche la coda!! che misera capacità argomentativa!!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
reale e fittizio
by monia Wednesday, May. 10, 2006 at 9:54 PM mail:

scusami nino, cerco di capire (ripeto!)...

quando tu dici: "Tu chiedendo denaro chiedi potere d'acquisto, ma per avere potere d'acquisto devi dare temporaneamente qualcosa di REALE, sennò sarebbe denaro che sbuca dal nulla."

ma di reale cosa dà a me (anche come stato) la banca?
e soprattutto da cosa di reale sbuca il denaro che mi dà la banca?

p.s. il valore intrinseco è inteso come valore d'uso e non di scambio (ho citato la distinzione di marx apposta)

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
a nino il confuso
by belved Wednesday, May. 10, 2006 at 10:14 PM mail:

Nino i tuoi discorsi sono assurdi nemmeno ti accorgi di contraddirti da solo, ma nella risposta che mi hai dato mi hai fatto capire che ignori completamente le basi dell'economia monetaria. Posso conoscere in privato le tue credenziali per le tue affermazioni? Ce le scambiamo perchè sono proprio curioso.

Nel merito di quanto affermi:

E' ovvio che se la BC cede i titoli di stato emessi a garanzia dell'emissione monetaria non ha più i titoli. Il problema è che il debito rimane. L'origine del debito è l'emissione monetaria. Il debito si forma e rimane nelle mani dei detentori dei titoli di stato che nel caso italiano per oltre il 50% appartengono al mercato bancario estero. Il debito rimane e così rimane anche la servitù del debito. Alla BC che ha ceduto i titoli vanno i soldi, i quali, in bilancio pareggiano l'emissione di moneta poichè immessa a valore nominale. In realtà il costo sostenuto dalla BC per produrre quella moneta è quasi nullo. Ergo si è prodotto un utile occulto. Non esiste nessun articolo che dimostri che la BC sia proprietaria della moneta e dunque la BC non ha nessun diritto di prestare moneta e di immetterla al passivo per valore nominale.
I titoli di stato non sono carta straccia, non dirlo in giro ad operatori del settore per favore perchè potrebbero riderti in faccia. I titoli di stato sono una promessa di pagamento garantita dalle tasse dei cittadini che lavorano. Dunque sono un valore reale. Si dice che lo stato non possa fallire in quanto sarà sempre in grado di effettuare un prelievo esiziale sulle tasche dei cittadini. Per questo si dice che i titoli di stato sono sicuri (poveri ingenui). Lo stato ovviamente non pagherà mai il suo debito in quanto è inesigibile!!!! Paga solo gli interessi, grazie al prelievo fiscale e alla scadenza del debito emette un nuovo debito come il peggior debitore.

Per quel che riguarda la riduzione del debito, è ovvio che si possa fare, basta che lo stato venda patrimonio pubblico per 1500 miliardi di euro e il debito si azzera. Può vendere gli Uffizi se crede....

Le banche commerciali mio povero ingenuotto chiedono garanzie su prestiti fatti in moneta che non esiste! hai mai sentito parlare di corsa allo sportello? Quanti soldi hai in banca? Facciamo una scommessa...vai al tuo sportello insieme ad una 20 di persone e chiedete di ritirare tutte le somme....vediamo che succede. Le banche non hanno i soldi perchè la riserva frazionaria al 2% permette di moltiplicare moneta fino 50 volte ed ogni volta che incassano un rimborso di un prestito rimoltiplicano ancora. E così via all'infinito...ma li leggi i documenti sulla bolla di liqudità?
Ed è normale che un cittadino debba dare in garanzia di un prestito di moneta inesistente la propria casa? E dici agli altri che sono fascisti? E tu che sei? Un usuraio? Un cravattaro?

Riguardo all'interesse incassato dallo stato...ma ci credi davvero a ste cose o ti diverti a prendere in giro la gente? Ho davanti a me il bilancio dello stato italiano e non trovo nessuna voce, riguardo le entrate, che parlano di interessi attivi sul debito o sul signoraggio (che idiozia è mai questa...lo stato che si paga da solo gli interessi sul proprio debito?) Vedo invece una voce grande quanto una casa chiamata interessi passivi sul debito che abbatte l'avanzo primario e sprofonda in disavanzo. Dimostrami bilancio alla mano che lo stato incassa gli interessi sull'emissione monetaria e ti crederò. Non citarmi un articolo perchè la BC ad esempio usufruisce di un diritto che, in base al proprio statuto e al trattato di Masstricht non ha. Mostrami fra le voci di bilancio dello stato italiano quanto affermi.

Ti consiglio poi di moderare i toni...fascista non sono forse lo sei tu.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
basta nino!
by Filippo R. Wednesday, May. 10, 2006 at 10:43 PM mail:

by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 6:28 PM
1) lo statuto è fatto dal parlamento e non dagli azionisti
-------------------------------------------------------

BASTA NINO! SEI FUORI DI TESTA!!!!

vai a riposare TI PREEEEGGOOOOOO

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
scusate
by Mattia Wednesday, May. 10, 2006 at 10:51 PM mail:

scusate ma Nino ha calcolato QUANTE MIILIONI DI AZIONI CI VOGLIO per accedere ad una quota parte importante di Bankitalia tramite (ad esempio) Banca di Roma (Capitalia?)

Nino racconta grosse balle, credetemi.

Occorrono miliardi per entrare in una percentuale irrisoria di una Banca Commerciale e poi a sua volta si fraziona l'azionaria per la quota parte di diritto in Bankitalia!

Nino sei un povero millantatore!

E poi, anche se mi regalassero il 50% di Bankitalia I LIBRI MASTRI SONO FALSIFICATI CON LA STORIA DEL PASSIVO CHE CHIEDE INTERESSI (leggiti Bruno TARQUINI o non hai tempo?)

Pascucci è una persona veramente speciale e mi chiedo dove prenda tutta questa energia e pazienza circondato com'è di fasulli!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Allora
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 11:12 PM mail:


" ma di reale cosa dà a me (anche come stato) la banca? "

uno strumento di pagamento col quale puoi acquistare lavoro altrui, cioè beni ( di consumo o capitali ) e servizi

se non vuoi denaro, nessuno ti obbliga a chiederlo

se vuoi dei servizi, invece di prendere a prestito denaro, emetti una cambiale, cartolarizzi qualcosa di tua proprietà

tu non hai un "diritto al denaro" capito?

se tutti avessimo diritto ad un denaro emesso dal nulla, quel denaro sarebbe carta straccia

il denaro rappresenta una merce, tu quindi quando chiedi denaro, non puoi chiederlo gratis, perchè sarebbe un niente.

io non accetterei per esempio una moneta stampata da Auriti che poi non posso cambiare es. in euro o non posso comperare titoli o altro.... cioè una moneta inconvertibile

così Auriti stampa carta e io sudo e lavoro per la sua carta stampata dal nulla



rispondo al professore emerito di politica economica della London School of Economics belved

"E' ovvio che se la BC cede i titoli di stato emessi a garanzia dell'emissione monetaria non ha più i titoli. Il problema è che il debito rimane."

Ennò... grossa panzana

quando la BC dà via il titolo a

a) un cittadino... il cittadino ha dato la moneta che lo stato doveva alla BC e il debito quindi ora intercorre tra lo stato e il cittadino sottoscrittore del debito dei politici ( visto che i politici non producono alcunchè, salvo le leggi )

b) allo stato, significa che lo stato ha ridato la moneta alla BC, e quindi il debito è chiuso

La BC a questo punto non può emettere la moneta a favore dei suoi soci privati, perchè essa può emettere moneta solo contro titoli...

sono i beni sottostanti ai titoli che fanno si che la BC emetta moneta... la BC non può emettere moneta dal nulla

chiaro?

"In realtà il costo sostenuto dalla BC per produrre quella moneta è quasi nullo. Ergo si è prodotto un utile occulto."

questo utile occluto esisterebbe solo se la BC potesse, chiuso il debito, dare la moneta che rientra in mano agli azionisti privati... siccome PER LEGGE la BC può emetterla solo contro titoli, il signoraggio come guadagno degli azionisti uguale alla differenza tra valore nominale e costo di stampa della banconota più interessi NON ESISTE.

"Non esiste nessun articolo che dimostri che la BC sia proprietaria della moneta e dunque la BC non ha nessun diritto di prestare moneta e di immetterla al passivo per valore nominale"

ti ricordo che la emette al passivo al valore nominale contro un titolo e la riprende al valore nominale ridando il titolo.

a quel punto la partita è chiusaperchè la BC può immettere moneta nel mercato solo contro titoli, e quindi non può emetterla, restituito il prestito, a favore dei suoi azionisti, è elementare, ed è la legge.

"I titoli di stato non sono carta straccia, non dirlo in giro ad operatori del settore per favore perchè potrebbero riderti in faccia. I titoli di stato sono una promessa di pagamento garantita dalle tasse dei cittadini che lavorano. Dunque sono un valore reale. Si dice che lo stato non possa fallire in quanto sarà sempre in grado di effettuare un prelievo esiziale sulle tasche dei cittadini. Per questo si dice che i titoli di stato sono sicuri (poveri ingenui). Lo stato ovviamente non pagherà mai il suo debito in quanto è inesigibile!!!! Paga solo gli interessi, grazie al prelievo fiscale e alla scadenza del debito emette un nuovo debito come il peggior debitore."

ecco paga gli interessi lo stato ma a chi?

a) se è il cittadino ad avere il titolo di stato, lo stato paga a lui... gioco a somma zero

b) se è la banca centrale ad averlo, lo stato paga il tasso di sconto a se stesso, ex art. 54 e 56 dello statuto

"Per quel che riguarda la riduzione del debito, è ovvio che si possa fare, basta che lo stato venda patrimonio pubblico per 1500 miliardi di euro e il debito si azzera. Può vendere gli Uffizi se crede...."

balle

il debito è pagabile, perchè se a) va al cittadino ( gioco a somma zero ) se b) va allo stato ( ex. art. 54 e 56 dello statuto )

"Le banche commerciali mio povero ingenuotto chiedono garanzie su prestiti fatti in moneta che non esiste! hai mai sentito parlare di corsa allo sportello?"

La banca commerciale emette moneta bancaria non a corso legale contro titoli... è per far si che l'emissione sia il più decentrata possibile, quindi fatta il più possibile l'offerta da più operatori, cioè da un mercato ampio, e quindi concorrenziale.

La banca che offre i prestiti a minor interesse e i depositi ad interessi più alti, quindi quella che ha il profitto minore, avrà più clienti.

"Quanti soldi hai in banca? Facciamo una scommessa...vai al tuo sportello insieme ad una 20 di persone e chiedete di ritirare tutte le somme....vediamo che succede."

Non ha la base monetaria ( banconote più monete ) ma ha infatti il 2% di base monetaria e il 98% di moneta bancaria.

In caso di corsa agli sportelli per crisi di fiducia la banca centrale non farò altro che sostituire la moneta bancaria con base monetaria. Quindi la moneta che c'era prima in circolazione c'è ora, la cosiddeta M3.

"Riguardo all'interesse incassato dallo stato...ma ci credi davvero a ste cose o ti diverti a prendere in giro la gente? Ho davanti a me il bilancio dello stato italiano e non trovo nessuna voce, riguardo le entrate, che parlano di interessi attivi sul debito o sul signoraggio"

dai facci presente questo bilancio

"(che idiozia è mai questa...lo stato che si paga da solo gli interessi sul proprio debito?)"

a) se il deficit è coperto con emissione di carta moneta e quei titoli non si riesce a metterli sul mercato,si, si chiama monetizzazione del debito

b) siccome la maggior parte del debito è sul mercato gli interessi si pagano ai cittadini sotoscrittori, cioè a quei cittadini che c'hanno messo dei RISPARMI e li hanno prestati allo stato e di cui anche tu ( tramite più spese pubbliche ) hai usufruito

quindi dire "non paghiamo più interessi sul debito" vorrebbe dire "fottiamo i soldi a quei cittadini che hanno prestato soldi allo stato"

"Vedo invece una voce grande quanto una casa chiamata interessi passivi sul debito che abbatte l'avanzo primario e sprofonda in disavanzo. Dimostrami bilancio alla mano che lo stato incassa gli interessi sull'emissione monetaria e ti crederò. Non citarmi un articolo perchè la BC ad esempio usufruisce di un diritto che, in base al proprio statuto e al trattato di Masstricht non ha. Mostrami fra le voci di bilancio dello stato italiano quanto affermi."

Beh guardati la consulenza tecnica d'ufficio che andata a spulciare tutto... si trova nel sito http://www.studiotanza.it/ctu.doc

è l'analisi anche dei soldi incassati dallo stato dal '96 al 2003 derivanti dalla parte allo stato attribuita del tasso di sconto

buon divertimento

" Ti consiglio poi di moderare i toni...fascista non sono forse lo sei tu."

quello che chiami tu signoraggio è presente nei seguenti siti

http://www.frontenazionale.it/doc/eurusura.doc

http://www.fiammatricolore.net/programma/programma%20impaginazione%20A4.pdf

http://www.forzanuova.org/Ap420-%2705.htm

http://www.signoraggio.com

http://www.signoraggio.info

http://centrostudimonetari.org di Marco Saba ( http://www.fascismoeliberta.info/mdpro/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=57&mode=thread&order=0&thold=0 )
e http://www.fiammaveneto.org/notizia.php?id=59

http://www.ripari.it/simec/index.php di Auriti http://www.repubblica.it/elezioni/2004/europee/common/liste/altsoc_sud.html

tutti grandi economisti come te


Ciao

Nino




versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
rispondiamo ai professori fascisti
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 11:21 PM mail:


risposta a Filippo Pascucci

" 1) lo statuto è fatto dal parlamento e non dagli azionisti
-------------------------------------------------------

BASTA NINO! SEI FUORI DI TESTA!!!! "

ah allora ho sognato solo io che si parlava quest'estate di modificare lo statuto di bankitalia in parlamento vero?

:D

risposta a Mattia

"scusate ma Nino ha calcolato QUANTE MIILIONI DI AZIONI CI VOGLIO per accedere ad una quota parte importante di Bankitalia tramite (ad esempio) Banca di Roma (Capitalia?)

Nino racconta grosse balle, credetemi.

Occorrono miliardi per entrare in una percentuale irrisoria di una Banca Commerciale e poi a sua volta si fraziona l'azionaria per la quota parte di diritto in Bankitalia!

Nino sei un povero millantatore!"

wow che argomenti inattaccabili! :D ahaha

allora

anche se hai tante azioni da prendere la parte piccola del tasso di bankitalia che spetta agli azionisti ( fino al 10% del capitale, che è di 150 mila euro,quindi 15 mila euro l'anno da dividersi in tutte le banche e il 4% degli utili delle riserve, ossia 400 milioni di euro l'anno cioè 1/60 di una manovra correttiva )

hai idea di cosa stai parlando?

cifre infime, che divise per il numero di banche ( qualche centinaio ) e per ogni banca diviso per il numero delle azioni, 400 milioni di euro saranno all'incirca qualche centesimo annuale per azionista....

poi la grande parte va allo stato...

veramente argomenti forti, ragazzi :D


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
itaca
by monia Wednesday, May. 10, 2006 at 11:23 PM mail:

nino, hai mai sentito parlare delle itaca hours?
paul glover negli usa ha stampato monete che hanno consentito un aumento del potere di acquisto del 20% realizzando la possibilità di erogare finanziamenti a tasso 0%...

continuo a chiedermi la banca su cosa basi la sua possibilità di emettere moneta (cosa ha di reale che io non ho? perchè a me sembra il contrario: io ho il mio lavoro, con cui produco anche beni materiali, lei?) e soprattutto perchè deve farlo come ente privato e non, ad esempio, eventualmente come ente terzo indipendente, ma PUBBLICO... giuro che non capisco...

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
risposta a monia
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 11:34 PM mail:

" nino, hai mai sentito parlare delle itaca hours?
paul glover negli usa ha stampato monete che hanno consentito un aumento del potere di acquisto del 20% realizzando la possibilità di erogare finanziamenti a tasso 0%..."

si ne ho sentito parlare... si tratta di una moneta complementare.

vorrei dire che ne esistono tante monete complementari, soprattutto in germania.

Ma queste monete complementari sono CONVERTIBILI IN EURO e non sono

a) senza riserva, come vorrebbero i partiti sopracitati

b) con la riserva del 50%, come il simec... il commerciante compra la roba fuori in euro, poi ha l'obbligo di accettare il cambio 1 euro = 2 simec ma deve sottostare ai prezzi imposti da Auriti ( prezzi fissati ) quindi vende la merce a metà del prezzo, e poi quando va da auriti a cambiare i simec in euro, Auriti ne ha solamente metà... perdita netta per il commerciante metà del suo capitale... wow, conveniente!

"continuo a chiedermi la banca su cosa basi la sua possibilità di emettere moneta (cosa ha di reale che io non ho? perchè a me sembra il contrario: io ho il mio lavoro, con cui produco anche beni materiali, lei?)"

la banca offre uno strumento di pagamento, quando il prestito rientra e la banca restituisce il titolo IL PRESTITO GLI AZIONISTI NON POSONO PAPPARSELO... la banca può emettere solo contro titoli per LEGGE

di conseguenza la moneta NON E' DELLA BANCA!! E' della banca solo il tasso di sconto....

"e soprattutto perchè deve farlo come ente privato e non, ad esempio, eventualmente come ente terzo indipendente, ma PUBBLICO... giuro che non capisco..."

secondo te un istituto che abbia soci privati ma il cui utile vada allo stato è PRIVATO?

una società privata gli utili li tiene per i suoi azionisti, non li da allo stato.

Se l'utile è dello stato, la banca centrale è pubblica.


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
x Monia
by Kate Wednesday, May. 10, 2006 at 11:45 PM mail: regioitalia@yahoo.it

Monia...arrenderti all'evidenza.
Le monete complementari stanno a me come il signoraggio sta a Pascucci, senza strilli e senza isterie partitiche. Questa è la mia risposta alle tue domande,in verità un po' pleonastiche e retoriche , tipo "ti sta bene la fame nel mondo?" Cosa pensi ti si possa rispondere?
Se le hai poste per porre l'accento sulla base comune, sono d'accordo: è una base comune, che non discuto assolutamente. Non condivido di identificare questa lotta come la lotta al signoraggio, perchè non lo è, anzi è fuorviante, a prescindere se essa sia una battaglia di facciata della destra o meno; non è questo il punto.
Non intendevo un approfondimento di tipo umanistico, ma scientifico.
" Il lupo cattivo Pascucci" individua nel signoraggio il fulcro della sua battaglia, il bandolo della matassa... incompetenza o cosa? Come se, per parlare degli errori di una persona, si inizi col fare una arringa sull'asola del colletto della sua camicia, bah!
Tu hai individuato temi di approfondimento più che di discussione e a me sta benissimo, approfondiamo.
Il signoraggio è sfatato passiamo ad altro e se possibile prendiamo il toro per le corna non per la coda!

Kate

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
convertibiltà itaca
by monia Wednesday, May. 10, 2006 at 11:50 PM mail:

nino, gli esperimenti di moneta tedeschi sono convertibili in euro, le itaca hours no (neanche in dollari ;-)
eppure funzionano! sono in circolazione dal 1991 e vi aderiscono più di 2 mila persone e oltre 400 aziende...

poi dici:
"secondo te un istituto che abbia soci privati ma il cui utile vada allo stato è PRIVATO? "
secondo me sì, se ha soci privati E' privato!

"una società privata gli utili li tiene per i suoi azionisti, non li da allo stato."
ma secondo te cosa fanno? beneficenza allo stato? o si accontentano di briciole? mah...

"Se l'utile è dello stato, la banca centrale è pubblica. "
ma NON E' pubblica! questo è un fatto...

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Risposta
by Nino Wednesday, May. 10, 2006 at 11:56 PM mail:

" nino, gli esperimenti di moneta tedeschi sono convertibili in euro, le itaca hours no (neanche in dollari ;-)
eppure funzionano! sono in circolazione dal 1991 e vi aderiscono più di 2 mila persone e oltre 400 aziende..."

io non li accetterei tranne se fossi io stesso nell'assemblea a decidere le emissioni di questa moneta.... cioè solo se ci fosse gestione diretta, o democrazia diretta.

" secondo me sì, se ha soci privati E' privato! "

hai un'ottima idea di cosa sia la proprietà privata e di cosa sia un'azienda privata... complimenti

" "Se l'utile è dello stato, la banca centrale è pubblica. "
ma NON E' pubblica! questo è un fatto..."

ah... quindi lo stato SCRIVE LO STATUTO,NOMINA IL PRESIDENTE,PRENDE GLI UTILI, e la società è ancora privata.... wow ancora complimenti

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
quello che dici nino è falso!
by Federico Miranda Thursday, May. 11, 2006 at 12:07 AM mail:

lo Stato NON nomina il Governatore

e lo Stato NON ha scritto lo statuto!

CONTINUA A SPARARE CAZZATE NINUZZO!

tu continua a ripeterlo magari ti autoconvinci

ma tutti quelli che ti rispondono sono Pascucci?

ah ah ah

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
sempre itaca, e non solo...
by monia Thursday, May. 11, 2006 at 12:12 AM mail:

infatti la democrazia deve essere diretta! può essere SOLO diretta, il resto è di fatto "oligarchia"! la democrazia rappresentativa ha generato un sistema aberrante OVUNQUE... di fatto è stata, in sostanza, la spalla del capitalismo e poc'altro... al di là di quanto questo capitalismo sia stato "temperato" o meno io di temperato ho notato solo la supposta!

poi scusa, vuoi sostenere che bankitalia è pubblica??!! guarda che praticamente tutti (tranne quelli che si lasciano ingannare dal nome volutamente "agghindato") ammettono che è privata!

queste le parole di domenico de simone nell'articolo ELOGIO DI ANTONIO FAZIO (reperibile in rete qui http://www.newpolis.net/magazine/articles.php?lng=it&pg=21

"La menzogna, cari signori, è l'essenza del sistema finanziario e praticarla è perfettamente coerente con le regole del potere delle Banche. [...]
Dopo il 1992 il sistema bancario, che si fonda sulla menzogna e sulla truffa del signoraggio, è diventato la fonte dell'etica nazionale. Vuoi campare e avere un po' di credito per comprare la macchina, il telefonino, la casa, un'azienda, una Banca? Solo se la Banca vuole, altrimenti sei morto. E' la Banca che decide chi è degno e chi no, secondo suoi inappellabili criteri di giudizio. Il coro unanime del mediatico, ha investito questi signori per oltre un decennio del ruolo di supremi custodi dell'etica e della democrazia della Nazione.
Un gruppo di oligarchi, sottratto ad ogni controllo, è divenuto il depositario del verbo democratico, in un paradosso da far impallidire Epimenide, ma assolutamente naturale per i nostri anchorman. L'apoteosi della truffa, perché tale è la creazione di denaro sul debito, perché tale è il signoraggio, Bankitalia, è divenuta la fonte dell'etica nazionale. Ah, se la gente sapesse come viene creato il denaro farebbe la rivoluzione prima di domattina, disse un Rotschild qualche secolo fa. La pubblica menzogna, eletta a sistema, ha custodito tanto bene il segreto che ancora oggi quasi nessuno lo conosce. "

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Si come no
by Nino Thursday, May. 11, 2006 at 12:47 AM mail:


"e lo Stato NON ha scritto lo statuto!"

"statuto della Banca": lo statuto della Banca d'Italia approvato con regio decreto 11 giugno 1936, n. 1067, e successive modifiche e integrazioni;

da http://www.parlamento.it/leggi/deleghe/98043dl.htm

leggi qua inoltre

http://www.cittadinolex.kataweb.it/article_view.jsp?idCat=54&idArt=31063

informati ignorante fascista... che cosa sbraiti? che ti sale la pressione!

passiamo avanti

"infatti la democrazia deve essere diretta! può essere SOLO diretta, il resto è di fatto "oligarchia"! la democrazia rappresentativa ha generato un sistema aberrante OVUNQUE... di fatto è stata, in sostanza, la spalla del capitalismo e poc'altro... al di là di quanto questo capitalismo sia stato "temperato" o meno io di temperato ho notato solo la supposta!"

infatti a me affascina Gesell

infatti ripeto, questa del "signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più gli interessi da parte degli azionisti privati delle banche centrali"è una cosa inesistente, mentre le monete complementari con la democrazia diretta ( e non stampate dai politici dal nulla e imposte sulla gente ) sono cose interessanti


Ciao

Nino




versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
impara a leggere
by Frederick IV Thursday, May. 11, 2006 at 1:01 AM mail:

Nino non sai nemmeno leggere i link che posti!

C'è scritto chiaramente che lo Stato NON ha scritto lo Statuto!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
come no
by Nino Thursday, May. 11, 2006 at 1:20 AM mail:


quindi

lo statuto della Banca d'Italia approvato con regio decreto 11 giugno 1936, n. 1067, e successive modifiche e integrazioni;

significa che la banca centrale era la monarchia nel 1936 ed il re era il governatore della banca d'italia... ok tutto chiaro.... scusa.. :P


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
statuto bankitalia.. mistero!
by monia Thursday, May. 11, 2006 at 2:02 AM mail:

insomma 'sto statuto di bankitalia da chi è stabilito? perchè non si riescono a trovare riferimenti immediati per neofiti? già questo è un po' strano, no? l'unica cosa che sono riuscita a capire è che se ne discute a palazzo koch, che non mi sembra coincida con palazzo ghigi...
altra notizia trovata è questa:

Italia Estera 28/12/2005 (da qui http://www.bnk209.it/notizie/notizieleggi.asp?Cappello=LA+NUOVA+LEGGE+SUL+RISPARMIO+FIRMATA+DA+CIAMPI)

ROMA, 28 dic. 2005 - (Italia Estera) - Il Capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi ha firmato la nuova legge sul risparmio. Dopo la promulgazione, per essere operante, si attende che venga pubblicata sulla Gazzetta ufficiale. La legge é già stata pubblicata anche sulla Gazzetta Ufficiale. Ecco, in sintesi, cosa prevede la legge a partire dalle sue ripercussioni su palazzo Koch, che come si sa é la sede della Banca d'Italia in Via Nazionale. BANKITALIA SOGGETTO PUBBLICO: La Banca di Via Nazionale diventa un istituto di diritto pubblico: entro tre anni dalla data di entrata in vigore della riforma saranno ridefiniti, con regolamento, sia il suo assetto proprietario che le modalità di trasferimento delle quote di partecipazione al capitale di Bankitalia è [...]

se pare che bankitalia entro 3 anni (nel 2008) diventerà un soggetto pubblico (cioè sottoposto all'azione anche del governo e dell'antitrust) ne deduco che ADESSO NON LO E'! o no? non si è capito comunque neppure se la suddetta legge è stata pubblicata in gazzetta...



-sicuramente il governatore è nominato da bankitalia e il governo può solo rifiutare... e questo pare certo.

-gli azionisti di bankitalia sono privati... i nomi sono stati resi noti solo nel settembre del 2005... e anche questo è certo.

-questa è la stra-citata sentenza di lecce dove si parla di signoraggio http://www.adusbef.it/consultazione.asp?Id=3459&Ricerca=conversione
quindi, direi che quantomeno un "vuoto legislativo" riguardo al signoraggio (inteso proprio come scarto tra il valore intrinseco e quello nominale) mi pare ci sia, o no?

detto questo buonanotte a tutti... è meglio di una puntata di colombo questa sul signoraggio ;-) anche se il clima è più da "verità nascoste"... mah?

DOMANDINA DELLA BUONA NOTTE: tralasciando la "parte" che abbiamo assunto siamo davvero così convinti che sia tutto così chiaro?



versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
errata corrige statuto
by monia Thursday, May. 11, 2006 at 2:08 AM mail:

la legge, stando all'articolo, pare già pubblicata in gazzetta, ma risulta solo da questo articolo.. ogni ulteriore ricerca, compresa quella sulle gazzette pubblicate on line risulta vana..

mah...

comunque se è tutto chiaro a tutti.. se però qualcuno ha altri riferimenti a me piacerebbe SAPERE!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
risposta a monia
by Nino Thursday, May. 11, 2006 at 9:30 AM mail:


Monia quello che hai linkato tu è l'atto di citazione... vedi, è firmato dall'avvocato Antonio Tanza. ( per chi non lo sappia l'atto di citazione è quello fatto dall'accusa, cioè dal signore che chiedeva il rimborso )

Sul sito dello stesso avvocato ( che ho linkato nel post ) http://www.studiotanza.it/pg099.html c'è proprio la sentenza.

in secondo luogo le privatizzazioni, ricordo delle banche, quindi anche dell'azionariato della banca d'itlia è stato fatto dal ministero del tesoro, e in particolare da Mario Draghi all'epoca. Quindi è la politica che decide l'azionarato ( in quanto come ho già detto le azioni della banca d'italia non sono vendibili liberamente, e il capitale della banca d'italia è di 152 mila euro, quindi lo stato quando vuole può riprendersi la maggioranza delle azioni, SE vuole )

ripeto, sta di fatto che anche se le azioni sono private, l'utile va allo stato ex. art. 54 e 56 dello statuto.

Se per te Monia un istituto che ha azionariato privato e il cui profitto va allo stato è privato, pazienza, pensala come vuoi... l'importante è che l'utile vada allo stato per dimostrare che gli azionisti non si pappano un bel nulla, e questo mi basta a confutare la tesi del signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi intascato dagli azionisti privati.

Ho passato la giornata di ieri a scrivere ma in questi giorni ho da fare, quindi sarò quasi assente.

Ho riportato fatti, sentenze, statuti, leggi... chi vuol credere al complotto dei partiti neofascisti plutogiudaicomassonico che ci creda, per me è una bufala.


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Obiezione respinta
by belved Thursday, May. 11, 2006 at 11:04 AM mail:

Scrivo il mio ultimo intervento, visto che Nino non mi ha risposto (evidentemente deve trovare altre info) per dimostrare con un po' di logica come quanto nino affermi sia falso.

Nino basa il suo discorso dicendo che:

1) la BC in realtà non ha un vero guadagno dall'emissione monetaria in quanto riceve "solo" un interesse che poi andrebbe girato allo Stato.

2) ergo sarebbe lo stato stesso e dunque la collettività a beneficiare del signoraggio da emissione.

Oltre a quanto ho già scritto nel mio secondo intervento per dimostrare la fallacità di questi punti, riporto la famosa risposta che l'ex banchiere centrale Duisenberg diede a Tremonti, il quale voleva sostituire le monete da 1 e 2 euro con banconote. La risposta in conferenza stampa fu la seguente:

In linea di principio non abbiamo niente contro questo progetto, ma stiamo valutando le implicazioni e spero che Mr Tremonti si renda conto che se tale banconota dovesse essere introdotta, egli perderebbe il diritto di signoraggio che si accompagna ad essa. Dunque se egli, come ministro dell’Economia, ne sarebbe contento non lo so.

Più chiaro di così si muore (infatti Duisenberg è morto in circostanze assai poco chiare). Innanzitutto viene pronunciata la parola signoraggio. In secondo luogo il banchiere sta insegnando a Tremonti come funzioni l'emissione monetaria. Lo Stato tramite la Zecca conia le monete metalliche dalla cui emissione ricava un reddito da signoraggio. In realtà alcune monete, 1 centesimo, 2,5 e anche i 10 oramai, hanno un costo di conio superiore al valore nominale per cui lo Stato ci perde. Le banconote invece generano un reddito per la BC, reddito il cui reale importo è mascherato da un'operazione contabile priva di significato. Duisenberg dice a Tremonti che emettendo banconote in sostituzione delle moente l'Italia perderebbe reddito da signoraggio in favore della BC. Se veramente lo Stato incassasse dalla BC un reddito da signoraggio non avrebbe problemi ad effettuare tale operazione e l'obiezione di Duisenberg non sarebbe logica. Tanto è vero che dopo questa risposta Tremonti se ne usci con l'idea di rinazionalizzare la Banca Centrale. Per quale motivo? Poichè voleva utilizzare i proventi da signoraggio che la BCE retrocede all'80% alla BC. Evidentemente lo Stato non becca un euro da questa operazione altrimenti la proposta non avrebbe avuto senso. Infatti Tremonti venne aggredito verbalmente da tutta una serie di professorini da strapazzo che gli dicevano che oramai la frittata era fatta, che l'operazione era complessa, che i mercati sarebbero stati sfiduciati ecc ecc la solita solfa...
E che lo Stato non riceva trasferimenti dalla BCE lo si deduce dal bilancio statale. Non esiste una simile voce fra le entrare e neanche una che gli assomigli. Esiste solo la voce, fra le uscite, degli interessi sul debito. E che lo stato non riceva trasferimenti dalla BCE è perfino ovvio, quanto banale...la BCE è una società privata del tutto autonoma e indipendente dagli stati così come scritto nel trattato di Maastricht. La sua indipendenza in tal senso è assoluta. Inoltre, nel momento in cui la BCE decidesse di cedere i titoli di stato incassati a garanzia dell'emissione monetaria come farebbe a trasferire allo stato il famoso interesse senza più titoli? Chi lo cede questo interesse? Le banche commerciali (hahaha)? Il risparmiatore europeo (hahaha)?
Sul sito della BCE è possibile vedere anno per anno e banconota per banconota quanta moneta è stata emessa dal 2002 ad oggi. La cifra supera i 500 miliardi di euro. Questi 500 miliardi sono stati garantiti da titoli di stato di importo uguale. La BCE può quindi, autonomamente e indipendentemente, decidere se percepire gli interessi oppure cedere i titoli ed incassare il corrispettivo!

E qui casca l'asino. In ambito accademico infatti si discute su cosa accade al corrispettivo incassato da questa operazione. Se ne discute perchè ancora non si sa con certezza. Si tratta di moneta che viene annullata? Oppure reimmessa in circolazione? Oppure accade altro? La discussione può essere interessante ma secondo me è come discutere sul sesso degli angeli. Alle BC infatti non interessa tanto guadagnare monetariamente dal signoraggio (anche se non disdegnano) quanto invece continuare a tenere indebitati gli stati grazie a questo sistema. Uno stato indebitato è uno stato non sovrano e dunque controllabile facilmente. Non è un caso che i posti più importanti in Italia in ambito politico vengano occupati da personaggi che fanno parte del sistema bancario oligarchico mondiale. Noi siamo l'unico paese al mondo dove un banchiere centrale è stato ministro, presidente del consiglio e presidente della repubblica. Altro che conflitto d'interessi.

Concludo raccontando una storiella...

Un giorno Nino si sveglia e, sognante, pensa a come sarebbe bello se potesse utilizzare la propria carta igienica per comprarsi quello che desidera. Gli appare il genio del Governo che gli dice:
"caro Nino, farò per te una legge che obbligherà tutti ad accettare in pagamento la tua carta igienica"
Nino commosso e incredulo srotola la sua scottex o foxy profumata e ci scrive sopra col suo vecchio uniposca "100"!
Tutto contento è pronto a spendere la sua carta igienica-moneta! Ma il genio gli dice:
"caro nino, stai attento che non devono scoprire che questa è carta igienica. Ora che puoi comprare tutto quello che vuoi, serve anche a me per fare i miei acquisti di genio governativo"
"ma genio" dice Nino "mica posso darti così la carta igienica altrimenti ci scoprono subito"
"tranquillo Nino" dice il genio "in cambio della tua carta igienica ti darò una promessa di pagamento da parte dei cittadini che governo, così tu stai tranquillo; tanto poi, se necessario, provvederanno loro a pagarti. In queto modo penseranno che la tua carta igienica è veramente preziosa!"
Il buon Nino si trova così nella condizione non solo di poter spendere la sua carta igienica per comprare quello che vuole, ma anche di prestarla al genio dietro compenso! Un bel guadagno non c'è che dire!!

Purtroppo è quello che succede nella realtà: le banche spendono una montagna di denaro (sono infatti le prime prenditrici di moneta di nuova emissione, dunque moneta non ancora inflazionata) che non esiste grazie al coefficiente di riserva obbligatoria e lucrano terribilmente sul differenziale di tasso grazie al tasso ufficiale di sconto. Non contente, se il cittadino debitore non è in grado di onorare il debito, si prendono la sua garanzia reale. Chi decide il CRO e il TUS? La banca centrale che guarda caso è una SPA il cui capitale è in mano alle stesse banche. Questa si chiama usura.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
la perizia periziata
by belved Thursday, May. 11, 2006 at 12:50 PM mail:

e porca miseria mi dovete scusare ma devo scrivere un altro post; lo devo alla discussione iniziata da Nino il quale si è fatto forte della famosa perizia dello studio tanza. Me la sono letta e ho capito che Nino, invece, o l'ha letta male oppure non l'ha proprio letta.
Veniamo al dunque...i periti dicono:

"oltre che per l’organizzazione interna, si deve ritenere che la Banca d’Italia è di fatto assimilabile a una società per azioni per la posizione dei suoi “partecipanti”, che, come gli azionisti di una società per azioni, hanno diritto non solo al rendiconto annuale della gestione sulla base del bilancio (da sottoporsi all’approvazione dell’assemblea), ma anche (e ciò costituisce un elemento di giudizio risolutivo) alla partecipazione all’utile della gestione ed ai frutti derivanti dall’investimento delle riserve del patrimonio netto."

Come volevasi dimostrare....e continua:

"Queste innegabili analogie di struttura organizzativa della Banca Centrale e di posizione giuridica dei suoi “partecipanti” consentono senza dubbio di negare, malgrado l’esplicita dichiarazione della norma, la natura di ente pubblico della banca stessa, e di riconoscerle quella di società commerciale."

PUNTO!

La BC è privata....e vediamo come definiscono i periti il signoraggio:

"Come affermato da grande parte della dottrina, il valore monetario nasce non nella fase dell’emissione della moneta (il cui valore intrinseco è evidentemente costituito solo dai costi sostenuti per la stampa) ma nella fase dell’accettazione come strumento di scambio o mezzo di pagamento: pertanto la proprietà della moneta va attribuita alle collettività nazionali."

Affermazione questa molto importante (e stranota) dove si dice apertamente che è l'accettazione della collettività a dare valore alla carta straccia della BC e non la BC all'atto dell'emissione. Ma cosa succede se lo stato obbliga tutti ad accettare quella carta? Può un soggetto che non è proprietario della moneta, come la BC, prestarla come se ne fosse proprietaria?
Vediamo come i periti descrivono il signoraggio:

"Da molti decenni ormai gli Stati hanno attribuito a una banca (istituto di emissione o banca centrale) il monopolio dell’emissione delle banconote, su cui non paga alcun interesse (deve solo sostenere i costi di produzione dei biglietti) con le quali acquista attività fruttifere (titoli di stato, valute estere, crediti verso le banche, ecc.). La differenza tra gli interessi percepiti sulle attività e il costo, modesto, di produzione delle banconote costituisce il moderno reddito di signoraggio, o reddito monetario."

Et Voilà. La BC con la moneta carta a costo nullo cioè, come ho scritto nel post precedente, carta igienica con sopra apposto un numero, può comprare titoli di stato, ovvero garanzie reali di pagamento! Se non è truffa questa...e percepire su tali titoli l'interesse! (e quando si va al rimborso dei titoli? e se li cede? acquista anche il valore capitale, dunque capitale + interessi)!

I periti ora esaminano il presunto reddito da signoraggio incassato dallo stato:

"Data la natura del reddito da signoraggio, che deriva dal potere (diritto di signoraggio) di emissione della moneta circolante, si comprende perché in tutti i paesi esiste una normativa la quale prevede che i profitti delle banche centrali, dedotta una quota che va a incrementare il patrimonio della banca stessa, affluiscano allo stato, titolare ultimo della sovranità monetaria."

Vediamo questa titolarità ultima ;)

Nell'esercizio 2003 a riserva (dunque alla BC stessa, istituto privato) vanno complessivamente quasi 21 milioni di euro, agli azionisti privati circa 15000 euro e allo stato andrebbero poco più di 31 milioni di euro. Accidenti, che svolta eh? 31 milioni di euro...ma è tutto?? naaaa....vediamo il seguito. Si è decisa infatti un'ulteriore distribuzione di utili così ripartita:
agli azionisti privati vanno direttamente poco più di 45 milioni di euro più altri 21 milioni di euro che erano le riserve della BC che stavolta però compaiono come riserve degli azionisti. La cosa è grottesca tanto è vero che i periti affermano:

"Pertanto, al netto degli accantonamenti a riserve, è stato corrisposto un dividendo di €uro 150,782 per ogni quota di partecipazione unitaria (€uro 0,52), pari circa il 300% del valore della stessa.
Da questi elementi può affermarsi che lo Stato da tempo ha ceduto la propria sovranità monetaria in favore di un ente privato; ha rinunciato, cioè, ad emettere moneta propria, e quindi ad una cospicua parte del reddito monetario.
Non è ragionevolmente accettabile che, in uno stato di diritto, la funzione costituzionale della sovranità monetaria sia esercitata da una società a capitale privato con scopo di lucro."

A questo punto qualche considerazione va fatta ed è pura logica. I periti fanno i loro conti sul bilancio della BC, ma nulla dicono sulla legittimità di quel bilancio. Ma a voi pare possibile che una società privata decida grazie ad una legge di dare valore a della semplice carta con la quale comprarsi di fatto le tasse dei cittadini (titoli di stato)? Non solo, ma iscrive a passivo il valore nominale della moneta come se il costo reale della stessa fosse rappresentato dal valore nominale. In realtà la carta ha costo nullo! In economia aziendale si insegna che questa pratica di sopravvalutazione del passivo serve a creare utili occulti. Inoltre la BC non può iscrivere a passivo il valore nominale della moneta perchè lucra, come dice la perizia, sui titoli acquistati con un debito che in realtà è un credito...è una pura follia contabile. I periti dicono che la moneta assume valore in fase di accettazione e non di emissione. Invece nel bilancio della BC viene valorizzata in fase di emissione al valore nominale. Per questo il bilancio è quasi sempre in pareggio e gli utili sono pochi milioncini di euro. In realtà però essi ammontano alla differenza fra il valore degli attivi acquistati (titoli di stato) meno il costo di produzione della moneta carta! E' pura logica! E ciò che rimane alla collettività è un debito immenso. Quello che Nino non capisce o non vuole capire è che i cittadini tutti, anche i possessori di titoli, sono indebitati con la BC (il debito originario, tramite emissione di titoli, è quello a garanzia della moneta della BC)e gli interessi pagati sui titoli vengono alla meglio dalle tasse riscosse dallo Stato (dunque a tutti i cittadini) e il rimborso da una nuova emissione di titoli per ottenere un prestito dalla stassa BC. Un enorme circolo vizioso!

La conclusione della perizia è il rimborso degli 87 euri a testa che sono figli delle risultanze effettuate sui bilanci della BC considerati attendibili. In realtà, la misura effettiva del signoraggio è espresso dall'ammontare del debito pubblico nazionale, ovvero da tutti i titoli emessi per avere soldi in prestito: 1500 miliardi di euro! Questa è una verità inconfutabile, pura matematica...a meno che non siate sofisti che si divertono a giocare con i termini alla maniera di Carneade. Tuttavia anche in questo caso la verità è che continuate ad essere figli del debito!

Concludo con un'osservazione fatta dai periti sulle altre banche centrali. Francia e Germania hanno capitale pubblico, tuttavia il bilancio e l'emissione funzionano allo stesso modo che da noi, generando debito pubblico. La BC inglese anche se pubblica è storicamente dominata dalle banche private londinesi con i membri che occupano il board. La FED invece viene descritta come istituzione....peccato che gli azionisti siano banche internazionali (solo poche sono americane) appartenenti ai soliti noti e che abbia sede a Portorico. Infatti, con i trucchi contabili di cui ho parlato, le BC evadono semplicemente le tasse!! Una bella gita turistica nelle clearing house del Lussemburgo ci farebbe scoprire tante cosine interessanti ;)

Byez

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
BELVED ti voglio bene
by sandropascucci Thursday, May. 11, 2006 at 3:28 PM mail:

BELVED sei bravo, molto bravo

ma devo ringraziare Nino per la pubblicità che mi sta facendo AGGRATIS al sito!

Grazie Nino.

ps:
di nuovo: BELVEDere sei un mito!
scrivimi quando vuoi

:D

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Nino da ragione a Pascucci.
by mic Thursday, May. 11, 2006 at 3:50 PM mail:

Monia scrive :" nino, gli esperimenti di moneta tedeschi sono convertibili in euro, le itaca hours no (neanche in dollari ;-)
eppure funzionano! sono in circolazione dal 1991 e vi aderiscono più di 2 mila persone e oltre 400 aziende..."

Nino risponde :io non li accetterei tranne se fossi io stesso nell'assemblea a decidere le emissioni di questa moneta.... cioè solo se ci fosse gestione diretta, o democrazia diretta.

Rispondo a Nino.

Nino, hai detto che non accetteresti mai una moneta che non abbia dietro di sè la garanzia di qualcosa di reale sennò sarebbe carta straccia, hai detto tu stesso che accetteresti le Itacha hours solo nel caso tu potessi avere una partecipazione diretta nell'emissione di questa moneta ( equivale a dire che vorresti esserne COOPROORIETARIO), citi anche la Democrazia Diretta!
E NON TI RENDI CONTO CHE DICI LE STESSE COSE DI PASCUCCI

a) Condanna l'emissione monetaria di BC che risulta essere a un attenta analisi una stamperia di cambiali scoperte.

b) Statalizzazione dell'emissione monetaria (coopartecipazione di tutti i cittadini intesi come POPOO SOVRANO ---> SOVRANITA' MONETARIA DIRETTA.

ps: a tutti quelli che ritengono inammissibile una gestione statale dell'emissione monetaria "perchè sennò sotto le elezioni i politici stamperebbero PIU SOLDI PER TUTTI" ricordo solo una cosa : esistono le regolo, e si possono scrivere regole che impediscano iniezioni arbitrarie e incontrollate di liquidi monetari in modo indebito. Semplice.

mic

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
A chi do ragione?
by Nino Thursday, May. 11, 2006 at 4:41 PM mail:

"In linea di principio non abbiamo niente contro questo progetto, ma stiamo valutando le implicazioni e spero che Mr Tremonti si renda conto che se tale banconota dovesse essere introdotta, egli perderebbe il diritto di signoraggio che si accompagna ad essa. Dunque se egli, come ministro dell’Economia, ne sarebbe contento non lo so."

Ecco come modificate il significato delle cose

La BC quando emette una banconota la emette CONTRO TITOLI e poi quando rientra RIDA' il TITOLO che non ha più all'attivo. La banca non stampa soldi dal nulla per SPENDERLI... ma emette ritira e prende solo l'interesse, che è cosa ben diversa

mentre la base monetaria metallica emessa dal tesoro, il tesoro la emette PER COPRIRE SPESE, senza NULLA all'attivo, e per questo il TESORO sulla base metallica ha il SIGNORAGGIO, perchè la emette COME SPESA

infatti

deficit = TIT + BMm dove TIT= titoli di stato e
BMm= base monetaria metallica
che il tesoro SPENDE

" Più chiaro di così si muore (infatti Duisenberg è morto in circostanze assai poco chiare)."

hai studiato alla London School of Economics mi sa... da quel che capisci

"Duisenberg dice a Tremonti che emettendo banconote in sostituzione delle moente l'Italia perderebbe reddito da signoraggio in favore della BC"

no Duisenberg dice che

lo stato perde quella fonte per coprire le proprie spese

e la BC emette e ritira quella base metallica....

quindi lo stato perde il SIGNORAGGIO ( cioè emettere moneta senza attivo per spenderla ) e la BC emette e ritira ( la BC non può emettere moneta per spenderla, quindi non ha SIGNORAGGIO )

"Questi 500 miliardi sono stati garantiti da titoli di stato di importo uguale. "

balla, i titoli della BCE sono in gran parte titoli bancari, dlele banche commerciali

la BCE fa l'asta, cioè il rifinanziamento, dove dà moneta alle banche commerciali contro loro titoli ad un tasso d'interesse

il RICORDO DIRETTO degli stati alla BCE è VIETATO, non è più possibile...

quindi i 500 miliardi di euro non sono coperti da ALTRETTANTI titoli di stato, ma solo di una parte...

"Alle BC infatti non interessa tanto guadagnare monetariamente dal signoraggio (anche se non disdegnano) quanto invece continuare a tenere indebitati gli stati grazie a questo sistema."

certo così prende gli interessi che poi tramite gli articoli 54 e 56 dello statuto vanno allo stato... complimenti, bravo

" Nino commosso e incredulo srotola la sua scottex o foxy profumata e ci scrive sopra col suo vecchio uniposca "100"!
Tutto contento è pronto a spendere la sua carta igienica-moneta! "

la BC non può spender emoneta emessa da se stessa... ridicolaggini da terza elementare

""tranquillo Nino" dice il genio "in cambio della tua carta igienica ti darò una promessa di pagamento da parte dei cittadini che governo, così tu stai tranquillo; tanto poi, se necessario, provvederanno loro a pagarti. In queto modo penseranno che la tua carta igienica è veramente preziosa!""

tutti sanno che una valuta si basa sulla sua accettazione... secondo te perchè esiste il mercato dei cambi? tanto per? se uno stato emette troppa moneta non si svaluta secondo te rispetto alle altre?

certo che si, perchè significa che per gli stessi beni, in quello stato si dovrà spendere più moneta, e quindi questa perde di valore rispetto a quella degli altri stati... tutto si basa sull'accettazione.... hai scoperto l'acqua calda... bravo... tieni un biscotto

" Purtroppo è quello che succede nella realtà: le banche spendono una montagna di denaro"

le banche spendono = bancarotta e appripriazione indebita

va a denunciare... fammi sapere come finisce

""oltre che per l’organizzazione interna, si deve ritenere che la Banca d’Italia è di fatto assimilabile a una società per azioni per la posizione dei suoi “partecipanti”, che, come gli azionisti di una società per azioni, hanno diritto non solo al rendiconto annuale della gestione sulla base del bilancio (da sottoporsi all’approvazione dell’assemblea), ma anche (e ciò costituisce un elemento di giudizio risolutivo) alla partecipazione all’utile della gestione ed ai frutti derivanti dall’investimento delle riserve del patrimonio netto.""

STATUTO DELLA BANCA D’ITALIA
TITOLO IV
BILANCI, UTILI, SPESE E PERDITE, RISERVE
ART. 54

Gli utili netti, conseguiti secondo il bilancio approvato, dopo di avere da essi prelevata la somma che il Consiglio superiore crederà di stabilire per la graduale costituzione di un fondo di riserva ordinaria
fino a concorrenza del 20% degli utili netti, sono assegnati ai partecipanti, per la distribuzione di un dividendo fino ad una somma pari al 6% del capitale.
Col residuo, sempre su proposta del Consiglio superiore, possono essere costituiti eventuali fondi speciali e riserve straordinarie mediante utilizzo di un importo non superiore al 20% degli utili netti complessivi e può essere distribuito ai partecipanti, ad integrazione del dividendo, un ulteriore importo non eccedente il 4% del capitale.
La restante somma è devoluta allo Stato, in applicazione dell’art. 3 del Decreto ministeriale 31 dicembre 1936 emanato in esecuzione del R. decreto-legge 5 settembre 1935, n. 1647.

oh oh oh ! c'è anche questo nella perizia

il 10% del capitale ogni anno come massimo utile per gli azionisti ( il capitale della banca t'italia è di 152 mila euro )

oh oh oh 15 mila euro diviso per tutte le banche e per tutti gli azionisti di esse all'anno!! che ladri!! :D rivoluzione!!

ART. 56
Dai frutti annualmente percepiti sugli investimenti delle riserve, può essere, su proposta del Consiglio superiore e con l’approvazione dell’assemblea ordinaria, prelevata e distribuita ai partecipanti, pro quota delle singole partecipazioni, in aggiunta a quanto previsto dall’art. 54, una somma non superiore al 4% dell’importo delle riserve medesime, quali risultavano dal bilancio approvato nell’assemblea ordinaria dell’anno precedente.

il 4% delle riserve.... 400 milioni all'anno stimati dal '96 al 2003... 1/60 di una manovra correttiva, proprio come ho detto e ripetuto per 50 volte

che sacrilegio.....

il resto allo stato....

"Da questi elementi può affermarsi che lo Stato da tempo ha ceduto la propria sovranità monetaria in favore di un ente privato; ha rinunciato, cioè, ad emettere moneta propria, e quindi ad una cospicua parte del reddito monetario."

cioè il 10% del capitale ( 15 mila euro annui ) e il 4% delle riserve ( 400 milioni annui )

"A questo punto qualche considerazione va fatta ed è pura logica. I periti fanno i loro conti sul bilancio della BC, ma nulla dicono sulla legittimità di quel bilancio."

certo, perchè conoscono la partita doppia... non come te che pensi che la BC spende la moneta che emette... ma va!

allora anche tutte le altre banche commerciali spendono la moneta bancaria che emettono... quindi perchè non vai a comperarti una azione di banca intesa e vai a dire nell'assemblea dei soci

voglio come utile prestiti rientrati + interessi - costo stampa / n azioni * n azioni di mia proprietà

guarda come chiamano l'ambulanza...

"Inoltre la BC non può iscrivere a passivo il valore nominale della moneta perchè lucra, come dice la perizia"

dove lo direbbe la perizia? prima dici che la perizia non mette in luce l'illegittimità del bilancio e poi dici che la perizia mette in discussione la legittimità di esso dicendo che non può scrivere la moneta al passivo... hai un po' di confusione in testa

"Quello che Nino non capisce o non vuole capire è che i cittadini tutti, anche i possessori di titoli, sono indebitati con la BC"

no caro, i cittadini che hhanno un titolo di stato sono creditori dello stato... ti confondi

allora, andiamo lentamente per fare capire a tutti

stato dà titolo a BC che da moneta a stato --> la BC dà il titolo al cittadino che da soldi che lo stato doveva alla BC --> quindi la BC ha ritirato la moneta emessa per il titolo --> lo stato deve i qualcosa al cittadino... fine

"La conclusione della perizia è il rimborso degli 87 euri a testa che sono figli delle risultanze effettuate sui bilanci della BC considerati attendibili."

ah ecco, quindi quelli che han fatto la perizia conoscono la partita doppia... ah... quindi la BC non è proprietaria della moneta, non divide il prestito rientrato perchè può emettere moneta solo contro titoli... ahhhh .... quello che dicevo io vero? infatti l'ho letta e linkata io la perizia :D

"In realtà, la misura effettiva del signoraggio è espresso dall'ammontare del debito pubblico nazionale, ovvero da tutti i titoli emessi per avere soldi in prestito: 1500 miliardi di euro!"

a dirlo siete tu, pascucci, auriti ( alternativa sociale ), saba ( fiamma tricolore ), fronte nazionale e forza nuova.
Siete in bella compagnia. Divertitevi

rispondiamo a Mic

"Nino, hai detto che non accetteresti mai una moneta che non abbia dietro di sè la garanzia di qualcosa di reale sennò sarebbe carta straccia, hai detto tu stesso che accetteresti le Itacha hours solo nel caso tu potessi avere una partecipazione diretta nell'emissione"

si perchè decido io come emetterla secondo le mie voglie... come vorrebbero pascucci e i partiti sopra... darli ai politici ( loro ) per poi decidere come emetterle :D

eheheeheh capito?

" E NON TI RENDI CONTO CHE DICI LE STESSE COSE DI PASCUCCI "

no... pascucci parla di una cosa che non esiste

dice che i soci privati della banca centrale si pappano la differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi, cioè che si pappano la moneta che rientra

ho più volte spiegto che una banca per legge può emettere moneta solo contro titoli... non per spenderla!!

e rimangono solo gli interessi come attivo....

ma capisci di cosa stiamo parlando? non sembra se dici che do ragione a pascucci

infine chiunque, se è lui a decidere, vorrebbe mettere le mani sulla stampante monetaria... quindi la mia frase "l'accetteresi solo se fossi io ad emetterla" è indicativa :D

""perchè sennò sotto le elezioni i politici stamperebbero PIU SOLDI PER TUTTI" ricordo solo una cosa : esistono le regolo"

no affatto

la regola per loro è

"lo stato può emettere moneta senza devito ( dal nulla ) per opere pubbliche"

quindi che limite vuoi mettere se i politici possono emettere moneta dal nulla ( senza debito, comperando dal nulla il lavoro di coloro che costruiranno l'opera pubblica ) per opere pubbliche, che sono decisioni politiche??


siete fuoristrada :D



versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
il cieco che guida il cieco
by belved Thursday, May. 11, 2006 at 5:11 PM mail:

nino ma ti rendi conto che non sei nemmeno in grado di leggere la perizia sulla quale tanto ti basi? Hai capito o non hai capito che lo stato avrebbe incassato (uso il condizionale perchè non risulta dai bilanci, evidentemente è trattenuto in qualche conto della BC) pochi milioni contro gli oltre 60 milioni degli azionisti? Ma sai leggere quello che posti almeno?

Ho fatto leggere le tue tesi a un paio di colleghi che ancora si stanno scompisciando dalle risate.

La banca non spende la moneta che emette? ah no? e allora perchè i periti scrivono ciò che la banca acquista con quella moneta e che tu, continui a credere sia una giusta riserva necessaria per quella emissione? Spende moneta per acquistare titoli. Peccato però che spenda moneta, creata a costo zero, al valore nominale per acquistare titoli garantiti dalle tasse e dunque reali.
Il rimborso calcolato dai periti avviene sulla base del bilancio ufficiale, un bilancio elementarmente taroccato!
Poi un'altra delle tue assurdità: le banche commerciali non spendono denaro che non hanno. Ma fammi il piacere. Si chiama riserva frazionaria! Vatti a leggere qualche articolo di Rothbard in merito...
Mi hai ricitato gli articoli dello statuto della BC (ho letto la perizia meglio di te a quanto pare) e non hai nemmeno capito la ripartizione degli utili che è stata calcolata.
Hai detto che gli autori della perizia non hanno nulla a che fare con Auriti e la definizione del valore monetario riportata sulla perizia è quella del valore indotto di Auriti.
Forse non te ne sei accorto, ma in questi giorni sono apparsi su siti finanziati articoli riguardanti la crisi del dollaro in cui si parla del signoraggio sul dollaro. E tu ancora che insisti a dar credito alla carta straccia dei cravattari?
E allora l'oro che sfonda quota 700 dollari l'oncia è un segno di fiducia sulle riserve valutarie (dollari di carta straccia)?
Poi continui a insistere sul rifinanziamento del sistema bancario tramite l'uso del TUS, quando tutti gli esperti in materia sanno che il vero meccanismo di espansione monetaria è il CRO? Con il TUS le banche contraggono un prestito che poi devono restituire (subiscono un drenaggio), con il CRO creano semplicemente quello che non c'è, in USA lo chiamano FIAT MONEY.
E sicuramente non avrai nemmeno letto alcune settimane fa di quando la BCE ci minacciava di non accettare più i nostri titoli di stato? E come mai? Con cosa dobbiamo comprare la loro preziosa carta?
Sai cosa facevano i monarchi una volta? Emettevano moneta solo quando dovevano sostenere spese impreviste, come ad esempio una guerra, ma poi abbassavano le tasse, perchè sapevano bene che l'inflazione che si veniva a creare era di per se stessa una tassa. Oggi invece gli aggregati monetari sono tutti fuori controllo, l'M3 americana non viene addirittura più pubblicata, le tipografie delle BC stampano a iosa la loro preziosa carta e la spendono (si hai capito bene, ficcatelo bene in testa) per comprare titoli!
A proposito....a fronte dei 500 miliardi di euro emessi dalla BC vatti a vedere quali sono state le emissioni di titoli nell'area Euro.

...ma per piacere lo dico io.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
un'altra chicca ninesca
by belved Thursday, May. 11, 2006 at 5:29 PM mail:

questa chicca di nino me l'ero persa:

"stato dà titolo a BC che da moneta a stato --> la BC dà il titolo al cittadino che da soldi che lo stato doveva alla BC --> quindi la BC ha ritirato la moneta emessa per il titolo --> lo stato deve i qualcosa al cittadino... fine "

Vedi che se ti concentri ci arrivi pure tu? Il problema è che non capisci il senso di questa consecutio!

Stato da titolo a BC

Ovvero da una promessa di pagamento garantita dal prelievo fiscale sul reddito reale della collettvità.

BC da moneta a Stato.

Cosa da in cambio la BC? Ovvio carta prodotta a costo zero ma prestata al valore nominale. Dunque la BC con della carta che non gli è costata niente, acquista le promesse di pagamento reali della collettività! Se non è un affare questo ditemi voi quale lo è...

In questa transazione lo stato (la collettività) è debitore della BC. Ma come mai la BC iscrive a passivo quello che per lei dovrebbe essere un credito? Ovvio...non può farlo figurare come credito, altrimenti direbbe a tutti: ehi, io sono proprietaria dell'euro!

LA BC da titoli al cittadino che da soldi alla BC, i soldi che doveva lo stato.

Dunque la BC incassa il corrispettivo in moneta dei titoli e questo lo fa a fronte dell'originaria emissione di moneta prodotta a costo zero. Se non è un affare questo...dimmi tu qual'è...
Poi la BC fa un bel falò con tutta quella carta che è tornata indietro :) peccato che il bilancio in questa fase è già irrimediabilmente taroccato.

Lo stato deve qualcosa al cittadino.

Cos'è hai voglia di scherzare? Lo stato vuol dire la collettività che paga le tasse. Peccato che questo debito che si è venuto a creare è stato originato dall'iniziale emissione monetaria. I cittadini ereditano dunque questo debito e si pagano da soli gli interessi.
Intanto passano gli anni e il debito s'ingigantisce; i titoli in scadenza vengono semplicemente pagati con una nuova emissione di titoli ed il drenaggio continua implacabile.

Siccome questo sistema sta bene solo ai cravattari, se a te sta bene così, allora vuol dire che....

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
certo... si si
by Nino Thursday, May. 11, 2006 at 5:44 PM mail:

" La banca non spende la moneta che emette? ah no?"

la banca emette moneta, il tizio gli da il titolo. quando il tizio ridà la moneta la banca riprende il prestito e non può versarlo ai suoi azionisti perchè .... la banca può emettere moneta solo contro titoli... resta l'interesse

compra azioni banca intesa vai all'assemblea dei soci e guarda se come utile ti danno

prestiti rientrati + interessi - costo di stampa / n azioni * n azioni di tua proprietà

a quest'ora, se fosse come dite voi, con un paio di azioni bancarie vivrei di rendita...

" Il rimborso calcolato dai periti avviene sulla base del bilancio ufficiale, un bilancio elementarmente taroccato! "

certo non riconosci la partita doppia...

cmq la perizia ha detto che non c'è falso in bilancio, quindi perchè citi la perizia

"gli autori della perizia non hanno nulla a che fare con Auriti e la definizione del valore monetario riportata sulla perizia è quella del valore indotto di Auriti"

Auriti dice che gli azionisti si pappano la moneta che rientra.... lui dice che fanno bancarotta e truffa... ha perso le cause, una nel '92 e l'altra poco dopo... bella figura

"Poi un'altra delle tue assurdità: le banche commerciali non spendono denaro che non hanno. Ma fammi il piacere. Si chiama riserva frazionaria!"

ripeto

compra azioni banca intesa vai all'assemblea dei soci e guarda se come utile ti danno

prestiti rientrati + interessi - costo di stampa / n azioni * n azioni di tua proprietà

fammi sapere come va a finire.... :D

"su siti finanziati articoli riguardanti la crisi del dollaro in cui si parla del signoraggio sul dollaro"

il signoraggio del dollaro non sai nemmeno cosa sia...

è l'unica moneta con la quale si copmera il petrolio

gli usa possono stampare più dollari per coprire il loro debito estero, e poi questi dollari non torneranno più negli usa alla FED per essere scambiati in titoli o altro ( infatti la moneta è un passivo per la banca e un attivo per chi ce l'ha che può andare a cambiarla in titoli o altre valute )

ma resteranno nel mercato internazionale... questo è il vantaggio, chiamato signoraggio del dollaro, significa che possono stampare dollari in più che poi non rientreranno in unsa per essere scambiati contro beni e servizi prodotti in usa ( cioè contro il lavoro che impiegano gli americani a fare quei beni e servizi )

emettono più moneta di quella che sarà spesa negli usa, perchè parte sta a girare nel mercato internazionale del petrolio...

questo è il cosiddetto signoraggio del dollaro che non c'entra nulla col "signoraggio" ( che significa altro ) di Pascucci che è una bufala

"E sicuramente non avrai nemmeno letto alcune settimane fa di quando la BCE ci minacciava di non accettare più i nostri titoli di stato? E come mai?"

se la BCE accettasse i titoli sotto A-, cioè i titoli di quegli stati che ne stampano troppi e producono poco, potrebbe portare ad una SVALUTAZIONE DELL'EURO poichè porterebbe ad un'eccessiva emissione di moneta rispetto alla produzione, quindi ad inflazione, e la moneta inflazionata sui mercati valutari internazionali viene VENDUTA contro monete PIU' STABILI

siccome il compito istituzionale della BCE è la STABILITA' DEI PREZZI NELL'AREA EURO la risposta è piuttosto ovvia




versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
risposta a belved 2
by Nino Thursday, May. 11, 2006 at 5:52 PM mail:


" Cosa da in cambio la BC? Ovvio carta prodotta a costo zero ma prestata al valore nominale. "

carta con la quel lo stato paga i lavoratori che fanno servizi pubblici, opere pubbliche, e così via...

"In questa transazione lo stato (la collettività) è debitore della BC. Ma come mai la BC iscrive a passivo quello che per lei dovrebbe essere un credito? Ovvio...non può farlo figurare come credito, altrimenti direbbe a tutti: ehi, io sono proprietaria dell'euro!"

infatti essa non è proprietaria dell'euro perchè scrive al passivo il valore nominale

"Dunque la BC incassa il corrispettivo in moneta dei titoli e questo lo fa a fronte dell'originaria emissione di moneta prodotta a costo zero. Se non è un affare questo...dimmi tu qual'è..."

quindi dici che ora quella moneta viene divisa tra gli azionisti.... e siamo punto e d'accapo


compera azioni di banca intesa, diventa azionista anche tu...

vai all'assemblea degli azionisti e dici

voglio come utile

moneta bancaria emessa ( quella con la riserva frazionaria )e rientrata + interessi - costo di stampa / n azioni * n azioni di tua proprietà

dai... fammi sapere come finsice

io propendo che chiamino l'ambulanza per portarti all'ospedale...

" Cos'è hai voglia di scherzare? Lo stato vuol dire la collettività che paga le tasse."

eh lo stato è un intermediario...

lo stato ha speso più soldi di quante erano le entrate... ha fatto deficit....

quei soldi spesi in più sono del cittadino detentore del titolo

siccome tutti gli altri cittadini hanno usufruito di un servizio pagato dallo stato in deficit, cioè grazie ai soldi del cittadino che ha il titolo di stato, allora tutti gli altri cittadini devono restituire i soldi al proprietario del titolo di stato....

cosa non ti torna?


Ciao

Nino



versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
uhm,..qui gatta ci cova
by belved Thursday, May. 11, 2006 at 6:32 PM mail:

Punto primo non mi torna la tua capacità di censurare alcune parti dei miei post....

Ora veniamo alle tue strabilianti risposte:

Lo stato usa la carta per pagare i lavoratori. Un tempo si usava l'oro, oggi la carta..ma si sa sono convenzioni. L'oro però era veramente scarso. La carta invece va tenuta scarsa per forza, anche se gli aggregati monetari sono inflazionati, bisogna dare una pervenza di scarsità altrimenti gli usarai non possono arricchirsi.
Ma dico...hai eliminato la mia obiezione sul fatto che lo stato per avere della carta straccia prodotta a costo zero debba impegnare l'intera collettività con l'imposizione fiscale!!! E proprio sul lavoro pagato con carta....ma dico siamo fuori? La BC COMPRA un valore reale con carta che costa zero. Qui parte la truffa!

La proprietà dell'euro.

"infatti essa non è proprietaria dell'euro perchè scrive al passivo il valore nominale"

Disarmante davvero. Ovvio, eppure quella moneta di cui non è proprietaria la presta dietro "garanzia reale". QUi continua la truffa!

"quindi dici che ora quella moneta viene divisa tra gli azionisti.... e siamo punto e d'accapo"

Veramente io ho scritto che ci fanno un bel falò. Non inventarti le cose. Il problema che tu non capisci è la transazione iniziale, quella dove si crea il debito. Carta contro titoli. Ma evidentemente per te è giusto che con della semplice carta per convenzione si possa comprare il sudore della fronte degli italiani.

"eh lo stato è un intermediario...

lo stato ha speso più soldi di quante erano le entrate... ha fatto deficit....

quei soldi spesi in più sono del cittadino detentore del titolo

siccome tutti gli altri cittadini hanno usufruito di un servizio pagato dallo stato in deficit, cioè grazie ai soldi del cittadino che ha il titolo di stato, allora tutti gli altri cittadini devono restituire i soldi al proprietario del titolo di stato.... "

e dulcis in fundo arriva la minchiata! tu un bilancio dello stato non lo hai mai letto altrimenti conosceresti il valore dell'avanzo primario. Piccolo particolare: bisogna pagare gli interessi sui debiti contratti con la BC, chiamati debito pubblico, espresso in titoli di proprietà di vari soggetti, fra cui, in parte minoritaria, cittadini italiani. E questa spesa per interessi affossa il nostro bilancio. Come succede nella maggior parte dei paesi europei (vedi Francia, Germania, Spagna). Allora bisogna indebitarsi di nuovo e il circolo continua...a me è tutto chiaro! E' a te che sfugge la perversione di questo sistema.


versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
sto ridendo che non ce la faccio più
by belved Thursday, May. 11, 2006 at 6:55 PM mail:

il signoraggio del dollaro si...ehm..dunque...mamma mia non ce la faccio a contenere le risate.

prezzi sotto controllo eh...si certo sono proprio sotto controllo.....

beh peccato che insigni economisti come Alvi e La Rouche la pensino in maniera estremamente diversa. I prezzi di che di grazia? forse nella tua voluta cecità quando parli di prezzi intendi i prezzi al consumo dei beni come le nike, le adidas, i programmi microsoft....
SI legge in giro che i prezzi sono sotto controllo grazie all'aumentata produttività...ma di chi? Ovvio...dei paesi del terzo mondo dove si va a sfruttare la manodopera a bassissimo costo per aumentare i volumi e sterilizzare la mostruosa crescita della liquidità in circolazione. La delocalizzazione produttiva, la globalizzazione...ovvero come produrre di più a minor costo per non far scoppiare i prezzi. Peccato però che esistano beni la cui produzione non può essere aumentata. Materie prime ad esempio. Immobili. Persino azioni e obbligazioni. Come dice Alvi oggi l'inflazione è sui beni che rappresentano la ricchezza. E infatti le azioni le obbligazioni gli immobili e le materie prime sono tutte in bolla. Dall'immateriale al materiale. I cicli bull sulle materie prime sono assai rari e come fa notare La Rouche, gli incrementi sui prezzi delle materie prime, nel corso di quest'anno replicano quelli al tempo dell'iperinflazione di Weimar. Scontando tutti i prezzi delle valute, delle obbligazioni e delle azioni con il prezzo dell'oro, assistiamo con goduria immensa al collasso dell'attuale sistema monetario basato sulla carta straccia che tanto ti piace. Inflazione monetaria alle stelle!!!! Infatti in USA non pubblicano più l'M3 per pudore....
E tu mi vieni a raccontare la balla della stabilità dei prezzi per l'euro? Hahahahahahahahaha! Aggiorna i tuoi manuali da boy scout per favore.
L'euro è una moneta inflazionata esattamente come il dollaro, solo che si inflaziona per il momento ad un tasso inferiore. Il Rapporto di cambio misura infatti la velocità di inflazione dell'una sull'altra. Infatti vediamo come si sono ridotte se le confrontiamo con l'oro.
Dopo questa estate ti accorgerai di come saranno stabili i prezzi. Siccome gli USA se la stanno facendo sotto, alzano il tasso di interesse sul loro debito, proprio come faceva la Parmalat hahaha! Però devono stare attenti...altrimenti gli scoppia fra le mani la bolla immobiliare e allora son dolori. Allo stesso tempo sperano in un deprezzamento guidato del dollaro, per aumentare le esportazioni contro le importazioni. Peccato però che così facendo i prezzi impazziranno. Dove esporterà la Cina i suoi beni? Che ne sarà delle tue preziose riserve cartacee in dollari? Infatti la Cina ha già detto (lo sta già facendo) che comprerà oro. Grazie alla tua carta magica, e ai maghi delle tipografie Greenspan ed Elicopter Bernanke, stiamo per assistere all'implosione dell'universo carta. L'unico dilemma è se si tornerà ad un sistema più giusto basato sull'oro (magari accompagnato da monete complementari) o se si continuerà con la moneta inesistente, magari elettronica per alimentare nuove, incommensurabili bolle!
Intanto noi continuiamo a vivere con il nostro bel debitozzo fittizio grazie ai tuoi amici usurai.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Ahahahah
by Nino Thursday, May. 11, 2006 at 7:02 PM mail:

"Ma dico...hai eliminato la mia obiezione sul fatto che lo stato per avere della carta straccia prodotta a costo zero debba impegnare l'intera collettività con l'imposizione fiscale!!!"

forse non hai capito che la moneta senza debito non esiste... sarebbe solo carta...

se lo stato emette titoli, significa che spende più di quante entrate ha

se lo stato volesse, potrebbe non emettere titoli... conosci il pareggio di bilancio?


LO STATO NON PRODUCE NULLA, NON PUO' EMETTERE MONETA PER SPESE, NESSUNO PUO' FARLO, E NEMMENO LA BC EMETTE MONETE PER COMPERARSI UNA FERRARI....

Se qualcuno poterre emettere monete per avere in cambio beni e servizi ci dovrebbe essere

uno che fancazza e stampa carta

uno che lavora e accetta la carta

vuoi capire che lo stato NON PRODUCE NULLA ( salvo le leggi ) ??

da dove verrebbe il valore della "moneta di stato senza debito nè riserva?" dal cazzo?

la moneta è "rappresentativa di lavoro passato o di merce avuta con lavoro passato"

tutti per avere moneta, che è una convenzione che sta per mezzo di scambio di lavoro, che ti permette di ACQUISTARE LAVORO ALTRUI, devono dare in cambio, QUALCOSA CHE ABBIA VALORE sennò la moneta ( stampata dallo stato, da un tizio, per essere spesa, SENZA RISERVA, è CARTA e BASTA )

la BC emette moneta a chi la vuole contro dei titoli che DANNO IL VALORE A QELLA CAZZO DI MONETA, ok?

quando la moneta viene restituita, la BC ridà il titolo, e la moneta rientrata NON VIENE SPARTITA DAGLI AZIONISTI...


non mi hai risposto alla domanda....

hai comperato le azioni di banca intesa, sei andato all'assemblea dei soci?

che ti hanno detto?

hai chiesto che volevi come utile "moneta bancaria emessa ( quella con la riserva frazionaria )e rientrata + interessi - costo di stampa / n azioni * n azioni di tua proprietà" ?

ti hanno chiamato l'ambulanza?

" "infatti essa non è proprietaria dell'euro perchè scrive al passivo il valore nominale"

Disarmante davvero. Ovvio, eppure quella moneta di cui non è proprietaria la presta dietro "garanzia reale". QUi continua la truffa! "

ma la moneta è di proprietà della BC solo se questa una volta rientrata VENISSE SPARTITA TRA GLI AZIONISTI... sennò è solo un MEZZO RAPPRESENTATIVO DI MERCE


com'è finita in assemblea di banca intesa? te l'hanno dato a te azionista proprietario il prestito che rientrava / n azioni * n azioni di tua proprietà??

" e dulcis in fundo arriva la minchiata!"

vallo a dire ad un proprietario di titolo di stato che ha pagato coi suoi soldi a tuo favore la spesa pro capite in deficit fatta dallo stato che "non gli devi restituire nulla con le tue tasse future"

vediamo che dice colui che s'è rotto il culo per offrirti una spesa in deficit...

"tu un bilancio dello stato non lo hai mai letto altrimenti conosceresti il valore dell'avanzo primario"

io non so cosa sia l'avanzo primario?

sono entrate - spese al netto degli interessi sul debito

qua c'è quello degli ultimi anni

http://epp.eurostat.cec.eu.int/portal/page?_pageid=1996,39140985&_dad=portal&_schema=PORTAL&screen=detailref&language=en&product=EUROIND_NA&root=EUROIND_NA/euro_na/na_geng/na230pc

"Piccolo particolare: bisogna pagare gli interessi sui debiti contratti con la BC"

siamo punto e d'accapo....

fin quando il titolo resta in BC, l'interesse va alla BC, nel caso BCE, che poi viene ripartito, e dato il 14% alla banca d'italia, il quale per effetto degli articoli 54 e 56 dello statuto vanno allo stato "tranne i 15mila e i 400 milioni di euro annui", che dopo la sentenza probabilmente andaranno anch'essi allo stato...

quindi questa è una minchiata...

mentre se il titolo è di proprietà dei cittadini, allora gli interessi vanno a lui.. e anche per fortuna, perchè lui ha coperto una spesa fatta in deficit dallo STATO CHE NON PRODUCE NULLA E CHE SPENDE, quindi ha prestato soldi a tutti per una spesa che eccedeva le entrate

"E questa spesa per interessi affossa il nostro bilancio. Come succede nella maggior parte dei paesi europei (vedi Francia, Germania, Spagna). Allora bisogna indebitarsi di nuovo e il circolo continua...a me è tutto chiaro! E' a te che sfugge la perversione di questo sistema."

l'italia paga il 4,6% perchè deve pagare interessi a più cittadini ( italiani ed esteri ) che hanno prestato soldi allo stato ( che non produce nulla )... cioè abbiamo il 106% circa di debito/ pil

la francia paga il 2,6% l'anno perchè ha meno cittadini ( francesi ed esteri ) che hanno prestato soldi allo stato per spese in deficit ( sarà intorno al 55% il debito/pil francese )

la spagna l'1,8% perchè ha ancora meno persone che hanno prestato soldi al suo governo per spese in deficit

puoi farti i calcoli con la tabella sopra dell'avanzo primario e questa del deficit totale per calcolare gli interessi

http://epp.eurostat.cec.eu.int/portal/page?_pageid=1996,39140985&_dad=portal&_schema=PORTAL&screen=detailref&language=en&product=STRIND_ECOBAC&root=STRIND_ECOBAC/ecobac/eb060

"E' a te che sfugge la perversione di questo sistema. "

certo dovremmo tutti invece lavorare per costruire opere pubbliche con moneta di carta INCONVERTIBILE e SENZA RISEVA di Pascucci e Auriti... complimenti


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
La Rouche
by Nino Thursday, May. 11, 2006 at 7:07 PM mail:


per belved

" beh peccato che insigni economisti come Alvi e La Rouche la pensino in maniera estremamente diversa."

pensi proprio??

vediamo cosa pensa La Rouche a

http://www.movisol.org/banca.htm

con la cache

http://66.249.93.104/search?q=cache:J4j1215VS6sJ:http://www.movisol.org/banca.htm+movisol+larouche+moneta+senza+debito&hl=it&gl=it&ct=clnk&cd=1&client=firefox-a

"Il denaro senza debito” in effetti non esiste. "

"’idea della moneta “senza debito” è stata propagandata da ideologi neo-feudalisti i quali produssero la chimera del “denaro onesto”: l’illusione secondo cui il valore economico è o potrebbe essere intrinseco ad una qualche forma di denaro in quanto tale. Sono fantasie appartenenti alla stessa generale categoria di quella del maggiore Henry George. Fatte le dovute riflessioni, lei converrà senz’altro che teorie del genere non meritano considerazione."

grande belved

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
altro che LaRouche
by Nino Thursday, May. 11, 2006 at 7:26 PM mail:



e dopo la gaffe di Belved su La Rouche

"E tu mi vieni a raccontare la balla della stabilità dei prezzi per l'euro? Hahahahahahahahaha! Aggiorna i tuoi manuali da boy scout per favore.
L'euro è una moneta inflazionata esattamente come il dollaro"

e se la BCE emettesse altra moneta contro i titoli di stati che producono poco secondo te l'inflazione scende o sale?

secondo me sale ancora di più

"debitozzo fittizio grazie ai tuoi amici usurai"

dillo a La Rouche, quello della "moneta senza debito" NON ESISTE.

:D

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
nino il disinformatore illuso
by belved Thursday, May. 11, 2006 at 8:37 PM mail:

Sei il solito disinformatore.

LaRouche parla di debito con una moneta non emessa dalla FED ma dal tesoro americano che è una cosa completamente diversa.

Il tuo sistema cartaceo sta implodendo....

L'inflazione aumenta se stampi a gogo come fanno i tuoi amichetti banchieri. Altrimenti aumenta o diminuisce in base alla domanda e offerta dei beni. Tu dai per scontato che si metta mano alle tipografie come accade oggi. Hai dunque un pregiudizio. Io invece osservo la realtà dei fatti oggi e vedo solo moneta inflazionata.

Riguardo agli interessi che paghiamo i nostri titoli scontano 1 punto percentuale sopra il bund tedesco che fa da riferimento.

Tieniti la tua carta igienica illuso che sei, io ho il mio oro che da 200 dollari è andato sopra 700. E siamo solo all'inizio, finchè esisteranno i tipografi usurai che tanto ti piacciono io starò in una botte di ferro, anzi no...d'oro.



versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Nino sei ridicolo
by sandropascucci Thursday, May. 11, 2006 at 8:47 PM mail:

Nino ti arrampichi sugli specchi
menti, cambi le frasi degli altri, tagli e copi a tuo piacimento, non leggi le info che posti..

sei un poraccio!

sai solo bèèèèlare "sei un fascista"
scimmiottando Berlusconi che dava del comunista a tutti!

vai a dormire, che sei stanca.

"LO STATO NON PRODUCE NULLA, NON PUO' EMETTERE MONETA PER SPESE, NESSUNO PUO' FARLO, E NEMMENO LA BC EMETTE MONETE PER COMPERARSI UNA FERRARI...."

e allora come mai conia monete?

ripeto Ninuzzo: vai a dormire..
e studia, ecco un buon sito
http://www.signoraggio.com

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
moneta democratica
by magius Thursday, May. 11, 2006 at 8:49 PM mail:

Nino scrive:

"nino, gli esperimenti di moneta tedeschi sono convertibili in euro, le itaca hours no (neanche in dollari ;-)
eppure funzionano! sono in circolazione dal 1991 e vi aderiscono più di 2 mila persone e oltre 400 aziende..."

io non li accetterei tranne se fossi io stesso nell'assemblea a decidere le emissioni di questa moneta.... cioè solo se ci fosse gestione diretta, o democrazia diretta.

ESATTO. ITHACA HOURS infatti e' una moneta democratica. La gestione dell'emissione monetaria è infatti decisa da un Consiglio di gestione democraticamente eletto ogni anno dall'Assemblea plenaria degli utenti della moneta.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Bah.. nominano LaRouche e questo li svergogna.... boh?
by Nino Thursday, May. 11, 2006 at 9:07 PM mail:


magius

" Nino scrive:

"nino, gli esperimenti di moneta tedeschi sono convertibili in euro, le itaca hours no (neanche in dollari ;-)
eppure funzionano! sono in circolazione dal 1991 e vi aderiscono più di 2 mila persone e oltre 400 aziende..."

io non li accetterei tranne se fossi io stesso nell'assemblea a decidere le emissioni di questa moneta.... cioè solo se ci fosse gestione diretta, o democrazia diretta.

ESATTO. ITHACA HOURS infatti e' una moneta democratica. La gestione dell'emissione monetaria è infatti decisa da un Consiglio di gestione democraticamente eletto ogni anno dall'Assemblea plenaria degli utenti della moneta."

ho già risposto a questo quesito

io accetterei una moneta del genere solo se fossi io a decidere come e per cosa emetterla... mi pare ovvio

ma anche in un'assemblea possono esserci dissensi, quindi io propendo sempre per la legge della domanda e dell'offerta, com'è oggi

per Pascucci

" e allora come mai conia monete? "

secondo me è un redisuo del vecchio signoraggio in cui il sovrano coniava e spendeva...

gli insulti di Pascucci si qualificano da soli... :D
non risponde mai sul merito, e sorvola sempre sula truffa di Auriti con la riserva del 50% in euro e col comerciante che perde metà dei suoi soldi :D

" Sei il solito disinformatore."

ma lo hai letto LaRouche? ha detto

"La moneta emessa legittimamente da uno stato sovrano è il debito di quella nazione." ( e oggi avviene così, la moneta emessa è il debito della nazione perchè la moneta senza debito non eiste )

"“Il denaro senza debito” in effetti non esiste."

"L’idea della moneta “senza debito” è stata propagandata da ideologi neo-feudalisti i quali produssero la chimera del “denaro onesto”: l’illusione secondo cui il valore economico è o potrebbe essere intrinseco ad una qualche forma di denaro in quanto tale. Sono fantasie appartenenti alla stessa generale categoria di quella del maggiore Henry George. Fatte le dovute riflessioni, lei converrà senz’altro che teorie del genere non meritano considerazione."

e questa è una discussione generale e non particolare, si riferisce alla "moneta senza debito" in generale, preliminarmente, per sgombrare il campo dalle idiozie di Auriti, Douglas e Pascucci.

Quindi che insulti a fare?

"La moneta emessa legittimamente da uno stato sovrano è il debito di quella nazione."

e

"“Il denaro senza debito” in effetti non esiste."

sono frasi inequivocabili e poco fantasiosamente interpretabili.


andate a votare Auriti e Marco Saba e non rompete i coglioni.


Ciao

Nino



versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
povero te
by belved Thursday, May. 11, 2006 at 10:38 PM mail:

nino sei proprio la rappresentazione dell'ignoranza (voluta) e della disinformazione cronica....

scrivi frasi, delle quali non capisci nemmeno il significato.

LaRouche parla di stato sovrano, si batte in USA contro il suo "nemico" Rohatyn, banchiere, espressione di quegli usurai che a te, cravattaro, tanto piacciono. E si batte per abolire il dollaro della FED ed emettere quello del Tesoro. QUindi si batte per far emettere moneta allo stato sovrano, non alla banca centrale sovrana.
Si batte per usare il debito che oggi è usura, per fare credito a tasso agevolato e condordato fra vari stati per finanziare un vasto programma di infrastrutture internazionali.

Ormai sarò chiaro a tutti che non sei in grado nemmeno di capire quello che scrivi...

PS: LaRouche nel suo ultimo intervento di Aprile definisce i paesi europei paesi a sovranità limitata che hanno abdicato alla sovranità monetaria in favore della cricca dei banchieri internazionali. Consiglia agli europei di liberarsi della BCE e dei suoi fiancheggiatori. Consiglia di buttar fuori dalle scatole gente come te...

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
diventa anche tu azionista
by Nino Thursday, May. 11, 2006 at 11:43 PM mail:


" nino sei proprio la rappresentazione dell'ignoranza (voluta) e della disinformazione cronica....

scrivi frasi, delle quali non capisci nemmeno il significato."

bella argomentazione, ma quindi secondo te LaRouche ha detto che la "moneta senza debito" esiste vero? l'hai studiato l'italiano?

"LaRouche parla di stato sovrano, si batte in USA contro il suo "nemico" Rohatyn, banchiere, espressione di quegli usurai che a te, cravattaro, tanto piacciono. E si batte per abolire il dollaro della FED ed emettere quello del Tesoro."

questo l'hai letto dove?

da http://www.movisol.org/banca.htm

"“Il denaro senza debito” in effetti non esiste. La contesa oggi è tra l’istituzione dello stato nazionale sovrano repubblicano, come gli USA dovevano essere nell’intento originale dei fondatori, e il ripetutamente fallito modello del liberismo anglo-olandese vigente in Europa, secondo il quale la nazione cede la sua legittima sovranità ad un gruppo di interessi parassitici dell’oligarchia finanziaria chiamato “Sistema bancario centrale indipendente”."

Praticamente da questo io evinco che

1) la moneta senza debito non esiste

2) LaRouche è contro il " sistema bancario centrale indipendente" al quel contrappone una "banca nazionale"....

... la cui moneta emessa è "è il debito di quella nazione"


quindi LaRouche sta ad Auriti come l'acqua alla siccità.


Poi continuate a non rispondere a questa domanda:

se la banca centrale ( commerciale ) quando la moneta ( moneta bancaria ) emessa rientra, la divide tra gli azionisti privati... cioè tutta la moneta più gli interessi

allora


perchè non comperi azioni di banca intesa, diventando proprietario di parte della banca, vai all'assemblea degli azionisti e chiedi come utile

"moneta bancaria emessa ( quella con la riserva frazionaria )e rientrata + interessi - costo di stampa / n azioni * n azioni di tua proprietà" ?


se ti danno ciò allora sei un genio, se invece questo utile non c'è, non esiste.

E' inutile girarci intorno.

Se esiste, vai subito a comperare queste azioni e vivrai di rendita da signoraggio come differenza tra valore nominale e costi di stampa più gli interessi, cioè quello di Pascucci, Auriti, Saba, e gli altri partiti fascisti.


Risponderesti a questa domanda?? Possibile che cercate sempre di sviarla??

Se siete intelligenti e preparati, perchè non rispondete??


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
domandina stupida
by monia Friday, May. 12, 2006 at 12:12 AM mail:

la discussione si è fatta decisamente dotta e sono un po' intimorita ad intervenire ;-)

scusate se abbasso il livello con una domandina idiota (di dare risposte non se ne parla a questo punto ;-)) ... ma giusto per togliermi una curiosità:

se è tutto a posto e i conti della "partita doppia" tornano perfettamente perchè da domani la bce anzichè segnare in passivo il valore nominale della banconota non segna il valore intrinseco (quello cioè che le costa realmente)?

dopo di che chiede come contropartita titoli di stato per l'equivalente valore intrinseco (che "nominalmente" vale adesso, sul passivo della bc, 0.30 centesimi) più i consueti interessi (tasso di sconto) al 2,5%..

tanto è solo uno scambio, no? e allora cosa gliene frega se sono 100 o 0.30? se poi va a pareggio e nè nel frattempo, nè dopo li spende!

mi sembrerebbe più logico e tuttosommato più SEMPLICE...

scusate ancora l'osservazione idiota... è che ho fatto filosofia, mentre economia a scuola -nè alle medie, nè al liceo- me l'hanno mai insegnata.. che sia una scelta didattica così casuale?! mah...

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
semplice (ma leggi?)
by stugots Friday, May. 12, 2006 at 1:14 AM mail:

@monia

>se è tutto a posto e i conti della "partita doppia" tornano >perfettamente perchè da domani la bce anzichè segnare in >passivo il valore nominale della banconota non segna il >valore intrinseco (quello cioè che le costa realmente)?

Semplicissimo: perche' dandoti una banconota da 100 euro, si impegna a riprendersela per 100 euro, e non per 0.30

Quando un centone e' in circolo, il debito della BC verso il portatore e' di 100 euro non di 0.30

Chiaro ora il concetto?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
truffa
by mic Friday, May. 12, 2006 at 2:53 AM mail:

NINO scrive:

>Poi continuate a non rispondere a questa domanda:
>
>se la banca centrale ( commerciale ) quando la moneta ( >moneta bancaria ) emessa rientra, la divide tra gli >azionisti privati... cioè tutta la moneta più gli interessi
>
>allora
>
>
>perchè non comperi azioni di banca intesa, diventando >proprietario di parte della banca, vai all'assemblea degli >azionisti e chiedi come utile
>
>"moneta bancaria emessa ( quella con la riserva >frazionaria )e rientrata + interessi - costo di stampa / n >azioni * n azioni di tua proprietà" ?


Anche qui la risposta è semplicissima : Perchè nel bilancio della banca non risulta alcun utile, il bilancio appare in pareggio perchè la moneta emessa è segnata al passivo mentre i titolo di stato incassati per un identico controvalore sono segnati all'attivo, quindi il bilancio appare zero.
è come scambiare un contenitore vuoto con un contenitore pieno e poi mettere a verbale "un contenitore uscito ed un contenitore entrato, pari"
ma nessuno si degna di sottolineare che un contenitore era vuoto e uno pieno.

mic

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Se per te è tutto ok...
by mic Friday, May. 12, 2006 at 3:19 AM mail:


@ NINO

>Semplicissimo: perche' dandoti una banconota da 100 euro, >si impegna a riprendersela per 100 euro, e non per 0.30

Il loro compito - parole tue - sono fornire un servizio per rendere possibili gli scambi... per fare ciò non c'è bisogno di stampare a 0.30 e chiedere in cambio 100.
e la moneta non è assolutamente detto che debba essere - per forza - a debito.

Il valore della moneta potrebbe poggiare sul PIL (come già appare) e il compito delle banche centrali sarebbe solo quella di vigilare che la quantità di cartamoneta sia commisurata e proporzionata approssimativamente al PIL.
Per fare ciò (emissione piu vigilanza) dovrebbero ricevere un compenso commisurato al servizio reso, ma sicuramente non stampare a 0,30 e prendersi 100 euro prodotti dal lavoro e dal sudore dei cittadini.

Ci rendiamo conto della anomalia macroscopica ??

mic

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
macroscopiche cazzate
by pkrainer Friday, May. 12, 2006 at 8:55 AM mail:

avete solo pensato che, quando l'azionariato della Banca d'Italia passa alle banche (per una precisa decisione del Tesoro, mica la Banca d'Italia nasce così: a proposito la cosa é talmente conveniente che alcune grandi banche RIFIUTANO di comprare azioni Bankitalia), la Banca già si impegnava, come tuttota si impegna, a RITIRARE, pagandole, tutte le banconote vecchie al valore nominale, per poi buttarle via?
che, comunque, il discorso, peraltro inesatto, fatto sul signoraggio verterebbe solo sulla minima differenza fra banconote emesse meno banconote ritirate?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
bella questa
by mic Friday, May. 12, 2006 at 9:50 AM mail:

avete solo pensato che, quando l'azionariato della Banca d'Italia passa alle banche (per una precisa decisione del >Tesoro, mica la Banca d'Italia nasce così: a proposito la >cosa é talmente conveniente che alcune grandi banche >RIFIUTANO di comprare azioni Bankitalia), la Banca già si >impegnava, come tuttota si impegna, a RITIRARE, pagandole, >tutte le banconote vecchie al valore nominale, per poi >buttarle via?

SI ? con cosa le paga le banconote ritirate ? con altre banconote carta-straccia ? ah ah ah
questa alla collezione di ca**ate ci mancava.

>che, comunque, il discorso, peraltro inesatto, fatto sul >signoraggio verterebbe solo sulla minima differenza fra >banconote emesse meno banconote ritirate?

Guarda..o spieghi meglio ...o questa puo passare ala storia come la min***ata del secolo.

mic

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
rispondiamo a tutti
by Nino Friday, May. 12, 2006 at 9:53 AM mail:


"Anche qui la risposta è semplicissima : Perchè nel bilancio della banca non risulta alcun utile, il bilancio appare in pareggio perchè la moneta emessa è segnata al passivo mentre i titolo di stato incassati per un identico controvalore sono segnati all'attivo, quindi il bilancio appare zero.
è come scambiare un contenitore vuoto con un contenitore pieno e poi mettere a verbale "un contenitore uscito ed un contenitore entrato, pari"
ma nessuno si degna di sottolineare che un contenitore era vuoto e uno pieno.

mic"


Evvai! Ci sei cascato! Quindi gli azionisti della banca non prendono il prestito che rientra e non c'è nessun guadagno!!

Non t'hanno dato nulla perchè non prendono nulla, perchè PER LEGGE la banca può soltanto emettere moneta contro titoli e la moneta emessa non è di proprietà della banca ( e quindi non è degli azionisti )

la banca ha solo l'interesse sul denaro emesso

"Il valore della moneta potrebbe poggiare sul PIL (come già appare) e il compito delle banche centrali sarebbe solo quella di vigilare che la quantità di cartamoneta sia commisurata e proporzionata approssimativamente al PIL."

ah ma quindi dovrebbero stamparla e distribuirla a muzzo,invece che emetterla a favore di chi la domanda dando tanti beni reali in garanzia fino a che il prestito non rientra.... è proprio quello che vuole Auriti con "l'emissione della moneta per opere pubbliche"... vuole decidere lui a chi dare moneta che vale sul Pil di TUTTI GLI ALTRI... si chiama EMISSIONE A MUZZO... e come ho detto prima porta clientele e potere del politico di finanziare chi vuole con moneta basata sulla ricchezza DEGLI ALTRI ( visto che lo stato non produce nulla )

ma bravi :D

per pkrainer

"che, comunque, il discorso, peraltro inesatto, fatto sul signoraggio verterebbe solo sulla minima differenza fra banconote emesse meno banconote ritirate?"

esatto... questo è il signoraggio del dollaro... la FED emette più dollari di quanti poi ne ritira perchè una parte stanno a circolare nel mercato internazionale del petrolio... mica è la cazzata di Pascucci della "differenza tra vlore nominale e costo di stampa più interessi pappato dagli azionisti della banca ( centrale o commerciale che sia )"....


Allora Mic, gli azionisti non si pappano il prestito che rientra... l'hai detto tu... discorso chiuso.


Se qualcuno non è d'accordo vada a comperare azioni banca intesa o di qualsiasi altra banca e mi dica se come utile gli danno

"moneta bancaria emessa ( quella con la riserva frazionaria )e rientrata + interessi - costo di stampa / n azioni * n azioni di tua proprietà"


se si, ha ragione Pascucci, se invece non vi danno nulla di ciò, dicono cazzate e sono propagandisti dei partiti neofascisti citati sopra ( cmq basta che richiamano Auriti di alternativa sociale e Marco Saba di fiamma tricolore
http://www.repubblica.it/elezioni/2004/europee/common/liste/altsoc_sud.html

http://www.fiammaveneto.org/notizia.php?id=59 )


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
mic
by pkrainer Friday, May. 12, 2006 at 10:15 AM mail:

questa delle banconote-carta straccia é una frase ad effetto ma priva di consistenza: nel momento in cui uno le accetta in cambio di ricchezza reale, beni, servizi, lavoro, smettono di essere carta straccia. Se pensi che sia carta straccia dalla a chiunque, dalla a me, e vedimao se tutti la buttano nel cestino. Neppure tu, ci scommetterei, la butti nel cestino.
Ciò premesso, insisto, scordi che la Banca d'Italia non nasce con questi azionisti, che subentrano in anni recenti, quando l'intero meccanismo era già avviato. E dimentichi che il fine di questo subentro era di svincolare il più possibile la banca dal governo, in base a principi capitalistici riconosciuti ovunque.
Partendo da un presupposto fondatissimo - che le banche siano una rete di usura, gestita da un racket di mascalzoni e che lo stato esiste per facilitare l'arricchiamneto dei potenti - giungete a una conclusione affrettata: che ogni singolo atto in quest'ambito sia inteso a un arricchimento iniquo e forsennato. E non corrisponda, come invece in questo caso, ad esigenze di funzionamento del meccanismo.
Che essere azionisti della banca centrale non sia questo gran business, ve lo dovrebbe dimostrare chiaramente il fatto che alcune banche importanti posseggono un sacco di azioni (INtesa), altre poche (Bnl, Unicredit) o punte. E le prime non sono affatto più ricche e più sane delle seconde, anzi. Come mai?
Comunque, carta straccia o non carta straccia, la banca ritira cento banconote, e ne fa uscire - poniamo, ma sono dati disponibili, posto che a qualcuno interessino - centodue. Solo su quelle due, riceve quei diritti (che comuqnue ora sono stati trasferiti alla BCE, che poi li retrocede...)di signoraggio. Che poi, e questo pure lo trascurate, solo in parte davvero modesta vanno agli azionisti, sia perché così prevede lo statuto, sia perché lo scopo delle banche azionsite (ci sono pure delle assicurazioni) non é quello di arricchire grazie a questa partecipazione, ma di influire sulla gestione del sistema, da cui traggono ir eali proventi. Quello che pare sfuggirvi, é che il potere a quei livelli é di ordine politico, e i proventi economici servono al massimo a darne un'approssimativa definizione quantitativa.
La cosa assurda é che uno dei capisaldio della vostra tesi bislacca, é invece verissimo: che i cittadini sono in sostanza debitori della banca centrale. Che la relazione di cittadinanza é oggi una relazione di debito. Ma questa verità, visto che sotto la vostra denuncia sta uno spirito riformista e statalista, viene connessa con la natura privata dell'azionariato della banca; mentre la questione é che i cittadini sono debitori dello stato, vero boss della questione. La banca e i suoi azionisti ne sono unicamente la testa di legno, utile a consentire ai governi di dichiarare di avere "le mani legate". Peccato che se le siano legate da sé stessi. E difatti Tremonti che non voleva sprofondare nella merda da lui stesso prodotta, aveva per un attimo vagheggiato di riprendere il controllo della banca per poterla manovrare senza mediazioni.
In poche parole, tutte queste cagate sul signoraggio derivano più che da un'insufficiente conoscenza dei meccanismi e della loro storia, da un'analisi dilettantesca e riformista. Cosa tanto più ovvia, se si considera la consistenza degli ambienti da cui questa bufala ha preso le mosse, ambienti dove l'incompetenza regna e pure governa.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
non vagheggiamo, rispondiamo alle domande precise
by Nino Friday, May. 12, 2006 at 10:22 AM mail:

nono! non andiamo sul vago che questi sono professionisti a non rispondere

Se qualcuno non è d'accordo vada a comperare azioni banca intesa o di qualsiasi altra banca e mi dica se come utile gli danno

"moneta bancaria emessa ( quella con la riserva frazionaria )e rientrata + interessi - costo di stampa / n azioni * n azioni di tua proprietà"

a Mic non hanno dato nulla, e a voi?


se si, ha ragione Pascucci, se invece non vi danno nulla di ciò, dicono cazzate e sono propagandisti dei partiti neofascisti citati sopra


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Il signoraggio è il male di tutti i mali
by sandropascucci Friday, May. 12, 2006 at 12:02 PM mail:

> questa delle banconote-carta straccia é una frase ad effetto ma priva di consistenza: nel momento in cui uno le accetta in cambio di ricchezza reale, beni, servizi, lavoro, smettono di essere carta straccia.

• esatto, quindi perché mettere il valore nominale in bilancio (truffando pure sulla colonna sbagliata)quando ANCORA la banconota non ha acquisito QUEL VALORE che TU STESSO dici che essa ha SOLO QUANDO accettata dalla popolazione? vi date la zappa sui piedi e siete pure arrognati!

> Se pensi che sia carta straccia dalla a chiunque, dalla a me, e vedimao se tutti la buttano nel cestino. Neppure tu, ci scommetterei, la butti nel cestino.

• polemica sterile.. queste si che sono frasi ad effetto, che poraccio!

> Ciò premesso, insisto, scordi che la Banca d'Italia non nasce con questi azionisti,

• no-oo! nasce con ben altri azionisti! ma fammi il piacere e studiati un po' di storia! siete disinformatori e puntate sulla confusione e la poco dimestichezza ella gente comune! vai a leggerti con QUALI AZIONISTI iniziava la Banca d'Italia! buffoni!

> che subentrano in anni recenti, quando l'intero meccanismo era già avviato. E dimentichi che il fine di questo subentro era di svincolare il più possibile la banca dal governo, in base a principi capitalistici riconosciuti ovunque.

• questo è condimento qualunquistico per stancare le menti meno pazienti e determinate e allontanare il popolino dalla verità.

> Partendo da un presupposto fondatissimo - che le banche siano una rete di usura, gestita da un racket di mascalzoni e che lo stato esiste per facilitare l'arricchiamneto dei potenti - giungete a una conclusione affrettata: che ogni singolo atto in quest'ambito sia inteso a un arricchimento iniquo e forsennato. E non corrisponda, come invece in questo caso, ad esigenze di funzionamento del meccanismo.

• che cazzo stai dicendo? che le banche sono il male ma non sempre perché a volte delle azioni servono SOLO per mantenere il meccanismo? ma sei fuori? in pratica è come diciamo noi: i banchieri operano solo ed esclusivamente per il male, h24!

> Che essere azionisti della banca centrale non sia questo gran business, ve lo dovrebbe dimostrare chiaramente il fatto che alcune banche importanti posseggono un sacco di azioni (INtesa), altre poche (Bnl, Unicredit) o punte.

• ma che fai il finto tonto?! e tutte le guerre per accaparrarsi quelle rare e preziosissime quote di capitale? ma chi ti paga per difendere il sistema?

> E le prime non sono affatto più ricche e più sane delle seconde, anzi. Come mai?

• è un cartello, dove perde una guadagna un'altra. alla fine guadagnano tutte (tanto è vero che le banche riportano utili a 2 cifre OGNI anno)

> Comunque, carta straccia o non carta straccia, la banca ritira cento banconote, e ne fa uscire - poniamo, ma sono dati disponibili, posto che a qualcuno interessino - centodue. Solo su quelle due, riceve quei diritti (che comuqnue ora sono stati trasferiti alla BCE, che poi li retrocede...)di signoraggio. Che poi, e questo pure lo trascurate, solo in parte davvero modesta vanno agli azionisti, sia perché così prevede lo statuto, sia perché lo scopo delle banche azionsite (ci sono pure delle assicurazioni) non é quello di arricchire grazie a questa partecipazione, ma di influire sulla gestione del sistema, da cui traggono ir eali proventi. Quello che pare sfuggirvi, é che il potere a quei livelli é di ordine politico, e i proventi economici servono al massimo a darne un'approssimativa definizione quantitativa.

• che boiate! ma un falsario che stampa 100 e si fa ridare 102 guadagna 100, 102 o 2 secondo te? sforzati dai!

> La cosa assurda é che uno dei capisaldio della vostra tesi bislacca, é invece verissimo: che i cittadini sono in sostanza debitori della banca centrale.

• offendi e fai sterile polemica: "un nostro caposaldo è verissimo" ? e allora? secondo te avevamo caposaldi falsi?
vai a riposare caro che sei stanco..

> Che la relazione di cittadinanza é oggi una relazione di debito. Ma questa verità, visto che sotto la vostra denuncia sta uno spirito riformista e statalista, viene connessa con la natura privata dell'azionariato della banca; mentre la questione é che i cittadini sono debitori dello stato, vero boss della questione. La banca e i suoi azionisti ne sono unicamente la testa di legno, utile a consentire ai governi di dichiarare di avere "le mani legate". Peccato che se le siano legate da sé stessi. E difatti Tremonti che non voleva sprofondare nella merda da lui stesso prodotta, aveva per un attimo vagheggiato di riprendere il controllo della banca per poterla manovrare senza mediazioni.
In poche parole, tutte queste cagate sul signoraggio derivano più che da un'insufficiente conoscenza dei meccanismi e della loro storia, da un'analisi dilettantesca e riformista. Cosa tanto più ovvia, se si considera la consistenza degli ambienti da cui questa bufala ha preso le mosse, ambienti dove l'incompetenza regna e pure governa.

> e credi di denigrare così una lotta che portiamo avanti da 300 anni e a cui hanno partecipato (e molti sono morti) i migliori uomini del mondo, i più intelligenti e determinati?

"cagate sul signoraggio" ?
questo è il tuo contraddittorio? aspetta-aspetta!
ho una illuminazione! sei uno di quei fessi che crede ancora ai fascisti contro i comunisti?! alla dx e alla sx? ah ecco dove ti ho visto! per strada a lamentarti in qualche stupido e inutile corteo a vantaggio ora di uno e ora dell'altro politici, sempre servo del padrone banchiere!

riassumendo: esposizione falsa dei dati e dei fatti storici e capacità di analisi monetaria penose.

riprova.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
minchia, ma chi te lo fa fare?
by pkrainer Friday, May. 12, 2006 at 12:39 PM mail:

"quindi perché mettere il valore nominale in bilancio (truffando pure sulla colonna sbagliata)quando ANCORA la banconota non ha acquisito QUEL VALORE che TU STESSO dici che essa ha SOLO QUANDO accettata dalla popolazione?"

perché si sa che sarà accettata: il danaro é una merce, e come tyutte le merci si presume che abbia un certo valore, anche prima che effettivamente qualcuno l'abbia acquistata. Nel caso in oggetto, poi, si é certi che verrà acquistata, perché la popolazione, nel senso dello stato che si é impadronito della sua rappresentanza, ha COMMISSIONATO quella banconote

"vai a leggerti con QUALI AZIONISTI iniziava la Banca d'Italia! buffoni! "

dimmelo te, chè sei così bravo: a proposito, ma perché di una questione del genere fai un motivo di aggressione delirante? il tuo discorso é sbagliato, ma é soprattutto irrilevante: guarda che non ha nessuna importanza chi sia l'azionista della Banca Centrale, tanto in ogni caso la banca centrale fa quello che fa, è inserita in un sistema in cui le decisioni che potrebbe prendere un azionsita si limitano a sfumature

"che cazzo stai dicendo? che le banche sono il male ma non sempre perché a volte delle azioni servono SOLO per mantenere il meccanismo? ma sei fuori? in pratica è come diciamo noi: i banchieri operano solo ed esclusivamente per il male, h24!"

infatti, lo confermo: ma il fatto che uno sia un delinquente professionale non implica che ogni reato al mondo sia lui a commetterlo, né che ogni singola sua azione sia criminale. Bada che io non ho la minima idea di difendere né le banche, né le banche centrali, né gli azionsiti, e tanto meno il tesoro e lo stato. Ho per tutti costoro il massimo disprezzo e odio: solo che mi pare utile ridimensionare la questioone, perché la reputo di modestissima rilevanza, e tale da confondere le idee e basta. Siete voi, che poi sembri essere tu e due o tre altri infelici, a voler operare una distinzione senza senso fra proprietà pubblica e privata, lasciando supporre che se la banca fosse in mano non si capisce neppure a chi (al governo?) opererebbe diversamente, o comunque sarebbe un bene.



"e tutte le guerre per accaparrarsi quelle rare e preziosissime quote di capitale? ma chi ti paga per difendere il sistema?

le ragioni per cui scrivo ciò che scrivo, non difendendo nessuno (sei tu invece che fai passare lo stato per "buono" rispetto ai privati, le ho spiegate. Quanto alle guerre di cui parli, sono una tua pietosa invenzione: é infatti lì che casca il tuo asinello stento.

"è un cartello, dove perde una guadagna un'altra. alla fine guadagnano tutte (tanto è vero che le banche riportano utili a 2 cifre OGNI anno)"

ma se le cose stessero come dici tu, da una parte le cifre reali sarebbero molto più alte delle due cifre; d'altra parte non siete voi a dire che questo guadagno é occulto? in realtà, le cose che dite non sono solo inesatte materialmente ma derivano da un'impostazione delirante, una sorta di ipermonetarismo




"• che boiate! ma un falsario che stampa 100 e si fa ridare 102 guadagna 100, 102 o 2 secondo te? sforzati dai! "

povero scemo: se é un falsario e si fa ridare moneta falsa, a ben vedere ci perde anche il costo di produzione. Guadagna 102, come vuoi far credere tu, se i soldi che prende sono buoni: ma questi sono buoni ma scaduti, sono buoni per l'ultima volta, lui li prende ma li deve distruggere. Nel momento che li distrugge diventano buoni quelli che ha emesso. Credi che abbiamo tutti l'anello al naso, di' un po'? questa che la Banca Centrale sia un falsario, é un'idea ridicola dovuta alla vostra idea metafisica, per cui il danaro avrebbe un valore reale, non convenzionale, e che la pretesa di un privato di produrne metterebbe costui sul piano del falsario. Il punto é che lui, a differenza dle falsario, ha ricevuto l'incarico di produrre quelle banconote e questo lo rende differente, benché la tecnica sia uguale, e anche la disonestà. Per dirla in poche parole, il signoraggio é la PAGA che viene riconosciuta al produttore: a voi fa specie il vocabolo, che vi solletica l'indole complottarda e scombiccherata


" "un nostro caposaldo è verissimo" ? e allora? secondo te avevamo caposaldi falsi? "


sì, siete dei poveretti, nell'insieme: ma come molti poveretti, ogni tanto ci azzeccate pure voi, magari sparando a caso. Consdiera che, essendo il sistema quello che é, chi ne parla male difficlmente può sbagliare del tutto

"e credi di denigrare così una lotta che portiamo avanti da 300 anni e a cui hanno partecipato (e molti sono morti) i migliori uomini del mondo, i più intelligenti e determinati?

in trecento anni saranno morti quasi tutti! comunque non avevo compreso che facessi risalire così addietro il vostro delirio: per molti aspetti il vostro approccio era debole fin da principio, ma le cose nel frattempo sono molto cambiate, te ne sei accorto? e ti sei accorto che di questa lotta degli uomini migliori non se ne é mai accorto nessuno?


" sei uno di quei fessi che crede ancora ai fascisti contro i comunisti?! alla dx e alla sx? ah ecco dove ti ho visto! per strada a lamentarti in qualche stupido e inutile corteo a vantaggio ora di uno e ora dell'altro politici, sempre servo del padrone banchiere!"

ci voleva così poco per dire che eri solo un fascista? così uno si risparmiava la fatica di discutere. Comunque, no, non ho mai creduto alla destra e alla sinistra, e in genere mi astengo dai cortei. Li reputo inutili, anche se meno della lotta ignota degli uomini migliori che nessuno si é mai inculato. Vedo però che ci é voluto poco per far affiorare le tue reali intenzioni, e le tue penose idiosincrasie: perché non ci dici pure che i banchieri sono tutti ebrei, e anche i loro amici, pensa a Padoa Schioppa...
Pensa, credevo tu fossi un coglione qualsiasi: ritiro il qualsiasi, sei un coglione fascista, vero zimbello della storia. Trecento anni che tu e quelli come te pigliate calci nel culo, e non siete ancora stanchi?

"riassumendo: esposizione falsa dei dati e dei fatti storici e capacità di analisi monetaria penose.
riprova. "

l'analisi monetaria non esiste: esistono solo l'analisi logica e quella grammaticale, ma tu invece che studiare, ti lambiccavi meningi e corpi cavernosi con il signoraggio...
Quanto a fatti storici, non ne ho portati molti: non mi pareva valesse la pena. Comunque, tu non hai avanzato neppure quei pochi.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Pascucci rispondi nel merito
by Nino Friday, May. 12, 2006 at 12:41 PM mail:


Vedo che Pascucci ha preso al volo l'opportunità data da pkrainer per distogliere l'attenzione dall'argomento principale

Pascucci scrive

"che boiate! ma un falsario che stampa 100 e si fa ridare 102 guadagna 100, 102 o 2 secondo te? sforzati dai!"

dicendo quindi che una banca, quindi i suoi azionisti, è proprietaria della moneta che emette,e quando rientra questa è spartita tra gli azionisti....


ecco, rispondi alla mia domanda, alla qual non rispondete dall'inizio della discussione


se, come dici tu, la moneta emessa quando rientra è divisa tra gli azionisti fai ciò

vai a comperare azioni banca intesa o di qualsiasi altra banca e mi dica se come utile gli danno

"moneta bancaria emessa ( quella con la riserva frazionaria )e rientrata + interessi - costo di stampa / n azioni * n azioni di tua proprietà"

a Mic non hanno dato nulla, e a voi?


se si, ha ragione Pascucci,e la moneta emessa è di proprietà della banca e degli azionisti ( ora anche voi :D ), se invece non vi danno nulla di ciò, dicono cazzate e sono propagandisti dei partiti neofascisti citati sopra


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Pascucci non risponde nel merito, se la canta e se la suona
by Nino Friday, May. 12, 2006 at 1:10 PM mail:

http://www.forumfree.net/?t=8113820&view=getlastpost#lastpost

Ecco come Pascucci riporta soltanto i post di belved nel forum del suo sito, nel quale io non posso rispondere, perchè ovviamente bannato da quando ho confutato le sue balle....

se la cantano e se la suonano....

Pascucci rispondi qua :D

se, come dici tu, la moneta emessa quando rientra è divisa tra gli azionisti fai ciò

vai a comperare azioni banca intesa o di qualsiasi altra banca e dimmi se come utile ti danno

"moneta bancaria emessa ( quella con la riserva frazionaria )e rientrata + interessi - costo di stampa / n azioni * n azioni di tua proprietà"

a Mic non hanno dato nulla, e a voi?


se si, ha ragione Pascucci,e la moneta emessa è di proprietà della banca e degli azionisti ( ora anche voi, sarete ricchissimi! :D ), se invece non vi danno nulla di ciò, dicono cazzate e sono propagandisti dei partiti neofascisti citati sopra


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
c'era una volta l'oro
by belved Friday, May. 12, 2006 at 1:30 PM mail:

Nino, se uno sopravvaluta il passivo in bilancio, semplicemente gli utili non risultano. Ti è così difficile capirlo?
(si ti è proprio difficile)

Una volta, raccontano i nonni, c'era l'oro. E le banconote erano la passività (per la banca) dell'oro che il cittadino andava a depositare in banca. Il cittadino era creditore. L'oro della collettività garantiva la moneta di carta. La banca non poteva inflazionare altrimenti fuoriusciva oro.

Oggi si sono inventati che a garantire la moneta sia una promessa di pagamento. Una promessa di pagamento che si ritorce sul cittadino e sulla collettività formando un debito enorme e truffaldino. Non essendoci più la riserva aurea ,le banche inflazionano la moneta quanto vogliono e al debito aggiungono la tassa "inflazione". Il risultato è un drenaggio mostruoso dalle tasche dei cittadini.

Infatti voi seguaci dei cravattari, i quali pensavano di abbattere il prezzo dell'oro vendendo le riserve come fece quel coglione del banchiere centrale inglese per mantenere lo status quo della carta debito, vi ritrovate ora col sistema monetario attuale al collasso. Al collasso perchè le nazioni non più sovrane non sono in grado di onorare i loro debiti. Per farlo devono massacrare economicamente i loro cittadini...i "mercati" non si fidano più e si buttano sugli unici beni che domani, nel the day after, avranno ancora un valore.

Aggregati monetari fuori controllo...(quelli che ancora vengono pubblicati)


versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
nino ci sei o ci fai ?
by mic Friday, May. 12, 2006 at 1:33 PM mail:


>"Anche qui la risposta è semplicissima : Perchè nel >bilancio della banca non risulta alcun utile, il bilancio >appare in pareggio perchè la moneta emessa è segnata al >passivo mentre i titolo di stato incassati per un identico >controvalore sono segnati all'attivo, quindi il bilancio >appare zero.
>è come scambiare un contenitore vuoto con un contenitore >pieno e poi mettere a verbale "un contenitore uscito ed un >contenitore entrato, pari"
>ma nessuno si degna di sottolineare che un contenitore >era >vuoto e uno pieno.
>
>mic"


>Evvai! Ci sei cascato! Quindi gli azionisti della banca >non prendono il prestito che rientra e non c'è nessun >guadagno!!

-----------------------------------------------------------

Ma ci sei o ci fai ? ho appena detto che occultano l'incasso nel bilancio equiparando il contenitore vuoto (cartamoneta stampata) al contenitore pieno (Titoli di stato).
Quello che si spartiscono è il contenuto del contenitore pieno, ma quella spartizione legalmente semplicemente non è mai avvenuta, non appare da nessuna parte.

">Non t'hanno dato nulla perchè non prendono nulla, perchè >PER LEGGE la banca può soltanto emettere moneta contro >titoli e la moneta emessa non è di proprietà della banca >>( e quindi non è degli azionisti ) "

-----------------------------------------------------------

Appunto per LEGGE. Cioè legalmente non appare niente, fatta la legge fatto l'inganno. Ti rendi conto cosa significa stampare carta a costo 0,30 e prendersi in cambio titoli di stato coperti dalle tasse pubbliche ? non te ne rendi conto... te lo dico io, che sotto l'ombrello del bilancio ti puoi spartire in tutta tranquillita il famoso (valore nominale - costo di stampa + interessi) di cui tanto si parla, e che sembra sfuggire a tutti.

mic

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
fatidica domandina :D
by Nino Friday, May. 12, 2006 at 1:43 PM mail:


per belved

" Nino, se uno sopravvaluta il passivo in bilancio, semplicemente gli utili non risultano. Ti è così difficile capirlo? "

eh ma voi dite che se li pappano TUTTI GLI AZIONISTI

c'è qualcosa che non quadra

"Una volta, raccontano i nonni, c'era l'oro. E le banconote erano la passività (per la banca) dell'oro che il cittadino andava a depositare in banca."

ah quindi una volta se volevi un prestito non dovevi dare nulla in garanzia? e dove l'hai letto su topolino?

la garanzia la devi dare cmq perchè come dice LaRouche "In effetti la moneta senza debito non esiste"...

vedi stai di nuovo sviando la discussione...

Allora come mai TUTTI GLI AZIONISTI si pappano il prestito che rientra ( quindi la moneta sarebbe di proprietà della banca ) e a te che compri l'azione non ti danno nulla?

sei fesso? :D

"Ma ci sei o ci fai ? ho appena detto che occultano l'incasso nel bilancio equiparando il contenitore vuoto (cartamoneta stampata) al contenitore pieno (Titoli di stato).
Quello che si spartiscono è il contenuto del contenitore pieno, ma quella spartizione legalmente semplicemente non è mai avvenuta, non appare da nessuna parte."


e perchè a te non te li danno?? :D

senti mic la questione è una

se, come dici tu, la moneta emessa quando rientra è divisa tra gli azionisti fai ciò

vai a comperare azioni banca intesa o di qualsiasi altra banca e dimmi se come utile ti danno

"moneta bancaria emessa ( quella con la riserva frazionaria )e rientrata + interessi - costo di stampa / n azioni * n azioni di tua proprietà"

se si, ha ragione Pascucci,e la moneta emessa è di proprietà della banca e degli azionisti ( ora anche voi, sarete ricchissimi! :D ), se invece non vi danno nulla di ciò, dicono cazzate e sono propagandisti dei partiti neofascisti citati sopra


discorso chiuso.... o rispondi o niente.


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Azionisti
by mic Friday, May. 12, 2006 at 2:13 PM mail:



" Nino, se uno sopravvaluta il passivo in bilancio, semplicemente gli utili non risultano. Ti è così difficile capirlo? "

eh ma voi dite che se li pappano TUTTI GLI AZIONISTI

c'è qualcosa che non quadra

-----------------------------------------------------------

Per azionisti si intendono i CDA delle banche socie delle banche centrali (non gli umili azionisti) .

Per esempio Questi sono i soci della Banca Centrale Europea (BCE) (con le relative partecipazioni in quote) (1):

· Banque Nationale de Belgique (2,83%)

· Danmarks Nationalbank (1,72%)

· Deutsche Bundesbank (23,40%)

· Bank of Greece (2,16%)

· Banco de Espana (8,78%)

· Banque de France (16,52%)

· Central Bank and Financial Services Authority of Ireland (1,03%)

· Banca d'Italia (14,57%)

· Banque centrale du Luxembourg (0,17%)

· De Nederlandsche Bank (4,43%)

· Oesterreichische Nationalbank (2,30%)

· Banco de Portugal (2,01%)

· Suomen Pankki (1,43%)

· Sveriges Riksbank (2,66%)

· Bank of England (15,98%)*

* La Bank of England incassa il 100% del signoraggio sulla Sterlina e circa il 16% del signoraggio sull’Euro, pagato anche da noi. Inoltre gli inglesi non avendo adottato l’euro sono liberi di stabilire i rapporti di cambio più convenienti con altre monete. Infatti il Regno Unito (insieme alla Danimarca e la Svezia), anche per questo motivo, godono di un’economia florida.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Mic rispondi alla domanda, questa volta non sfuggite al nucleo
by Nino Friday, May. 12, 2006 at 2:19 PM mail:


Mic allora

se la moneta emessa dalla banca è della banca, perchè a te azionista non danno nulla?


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
pure
by pkrainer Friday, May. 12, 2006 at 2:21 PM mail:

contro l'euro siete? i diritti di Carlos erede del trono spagnolo, non li difendete? é che le questioni che ponete sono troppo esoteriche, uno deve esserci portato, ma se si fa prendere siete meglio dei fratelli Marx...alla fine delle riunioni fate le passerella sul proscenio levando a ritmo le pagliette?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
dai rispondete alla domandina :D
by Nino Friday, May. 12, 2006 at 2:26 PM mail:


Ecco come dei poveri fascistelli si perdono di fronte ad una domanda... ahahah


Allora, voi dite che la banca emette la moneta, e che è proprietaria di essa quando questa rientra... sia banca centrale, sulla base monetaria da essa emessa, sia banca commerciale sulla moneta bancaria da essa emessa


quindi questa moneta, rientrata se la spartiscono gli azionisti


la domanda è...

se è così perchè non ti comperi un paio di azioni della banca intesa o di un'altra banca così favorisci di questi immensi utili occulti?

e se non le hai ancora comprate, a chi aspetti per diventare ricco? vuoi farci diventare ricchi tutti?

o forse sono solo bufale quelle che dici tu Pascucci e i partiti neofascisti ( Auriti Saba ecc... )


dai rispondi


aspettiamo la vostra risposta :D


qua non potete nè sfuggire nè bannare... potete solo rispondere


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
nino...
by mic Friday, May. 12, 2006 at 2:38 PM mail:

"Mic allora

se la moneta emessa dalla banca è della banca, perchè a te azionista non danno nulla?


Ciao

Nino "

Ma PORCO ***! ti ho risposto! *** cane! bastardo!
i soldi se li spartiscono i CDA non gli azionisti! NON SERVE A UNO STRACAZZO COMPRARE AZIONI!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ps
by mic Friday, May. 12, 2006 at 2:43 PM mail:


*** = due

:D

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
non conosci nemmeno il diritto societario... ma siete proprio ignoranti voi fascisti
by Nino Friday, May. 12, 2006 at 3:05 PM mail:


per Mic

" Ma PORCO ***! ti ho risposto! *** cane! bastardo!
i soldi se li spartiscono i CDA non gli azionisti! NON SERVE A UNO STRACAZZO COMPRARE AZIONI!"

1) il diritto dice che l'azionista
a) è proprietario, quindi riceve gli utili
b) elegge il consiglio di amministrazione


quanto durerebbe un consiglio di amministrazione che mangia i soldi che rientrano senza darli agli azionisti?

credo poco

- avete chiamato in campo LaRouche, quello che vi sconfessa "la moneta senza debito in effetti non esiste"

- non avete risposto in maniera credibile al fatto che se la moneta emessa dalla banca è di proprietà della banca, come mai di questa gli azionisti ( TUTTI ) non ne vedono nemmno l'ombra

- avete ritato in ballo l'oro quand'era riserva, come se quando c'era l'oro per avere moneta non si doveva lasciare qualcosa in garanzia ( ricordo che l'oro era dei depositanti non della banca :D )

- non avete nessuna prova di un consiglio di amministrazione che si accredita la moneta emessa... essendo moneta bancaria dovrebbe essere scritturale, e quindi finire in qualche conto... dove? :D

Insomma, in poche parole non avete saputo dimostrare che il signoraggio com differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi intascato dagli azionisti privati di una banca ( centrale o commerciale che sia ) esista.


Salutatemi Auriti Saba e i partiti neofascisti.

Buon divertimento.


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
e cmq è reato
by Nino Friday, May. 12, 2006 at 3:22 PM mail:


e non dimentichiamo che sarebbe un reato per gli amministratori...

si chiama bancarotta e appropriazione indebita, più l'interdizione permanente a pubblici uffici e organi direttivi di qualsiasi genere...

e poi la banca scoperta nello scandalo vedrebbe i propri depositanti togliere i soldi da là


wow una cosa proprio comoda da fare... come se la legge lo permettesse....


se avete le prove, fate le denuncie di bancarotta proprio come ha fatto Auriti due volte, perdendole entrambe perchè non c'era nessuna prova...


sennò sono solo frottole


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ecco svelato l'arcano
by pkrainer Friday, May. 12, 2006 at 3:45 PM mail:

per cui secondo voi, il cda RUBA i soldi degli azionisti? ma siete fuori o cosa? centinaia di soggetti, tutti che fregano miliardi, e ve ne siete accorti solo voi? ve l'ho detto, siete ridicoli

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
alla fine ci sei arrivato! BRAVO IL MIO SCHIAVETTO :)
by sandropascucci Friday, May. 12, 2006 at 3:53 PM mail:

vedi che pian pianino ci sei arrivato?

un libro: "La banca, la moneta e l'usura. La Costituzione tradita" Bruno Tarquini

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Falso in bilancio della Banca d'Italia
----------------------------------------

per non dimenticare:
Il Procuratore Generale Tarquini spiega la truffa di Bankitalia

Tratto da “La banca, la moneta e l’usura – La Costituzione tradita”, di Bruno Tarquini [*], già Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello dell'Aquila (ed. Controcorrente, Napoli 2001)

--------------------------------------------------------

"Le anomalie di un bilancio […] la Banca d’Italia, nei propri bilanci, iscrive tra le poste passive la moneta che immette in circolazione. Questo ritiene di poter fare in virtù di un mero gioco di parole, che si risolve in definitiva in una presa in giro del popolo, sfruttando in modo truffaldino la formula che ancora si trova scritta sulle banconote (“Lire centomila – pagabili a vista al portatore” – firmato “Il Governatore”) e che, oggi, non avrebbe più alcuna ragione di essere, perché non significa nulla [1].

Infatti si tratta di un’obbligazione che l’istituto bancario si assumeva nel passato (nel tempo, cioè, in cui vigeva la convertibilità del biglietto di banca in oro) di convertire appunto la carta moneta nel metallo prezioso che ne costituiva la garanzia (base aurea). Nei tempi attuali, in cui quella convertibilità è stata abolita ed è stato imposto il corso forzoso della moneta cartacea, quella “promessa di pagamento a vista” ha perduto ogni contenuto e non può, quindi, avere alcun valore. Tuttavia la Banca d’Italia ritiene ancora di potersene avvalere, confidando che la mera apparenza, che ancor oggi conservano i biglietti di banca, di cambiali a vista, e quindi formalmente di debito, le possa consentire legittimamente di considerare la moneta immessa in circolazione come una propria passività da iscrivere in bilancio tra le poste passive. Ed è noto come l’aumento artificioso del passivo, in un bilancio societario, determini un illecito annullamento dell’attivo [2]. Quindi l’Istituto di Emissione immette in circolazione banconote che sono non solo prive di alcuna copertura (neanche parziale) o garanzia, ma anche strutturate come false cambiali, che da un lato offrono una parvenza di legalità alla loro iscrizione nel passivo dell’azienda, dall’altro costituiscono un “debito inesigibile”, come affermano le stesse autorità monetarie, inventando una fattispecie giuridica di cui facilmente si può misurare l’assurdità. A parte, infatti, che la inesigibilità non può che riguardare il credito (perché è questo che, caso mai, non può essere esatto), con la formula del “debitore inesigibile” si fa decidere allo stesso debitore di non pagare il debito. Una cosa è dire che “il credito” è inesigibile perché il debitore non può pagare, altra cosa è invece dire che esso è inesigibile perché il debitore (la Banca Centrale) per legge ha la garanzia di non dover pagare.

Riassumendo, delle due l’una: o la Banca d’Italia non è proprietaria della moneta al momento dell’emissione (come hanno affermato i rappresentanti del governo rispondendo alle interrogazioni parlamentari) ed allora appare del tutto ingiustificato che ne tragga un utile, tanto più che la banca stessa assume di essere debitrice dei simboli monetari emessi, così da iscriverli come posta passiva nel proprio bilancio; oppure la Banca Centrale (contrariamente a quanto dichiarato dai due Sottosegretari di Stato) è proprietaria di quella moneta e con giustificazione (solo apparente) ne ritrae un utile dal suo prestito al sistema economico nazionale, ma allora assume i contorni di un fatto illecito far figurare come poste passive operazioni che sono invece indubbiamente attive."

Note:
[*] Bruno Tarquini è nato ad Avezzano (L’Aquila) nel 1927. Laureatosi in giurisprudenza nel 1948 presso l’Università di Roma, è entrato giovanissimo in magistratura, percorrendone tutti i gradi. E’ stato pretore a Roma e, dal 1955, al Tribunale di Teramo, prima come giudice, poi come presidente; nel 1986 è stato trasferito alla Corte d’Appello dell’Aquila, dove ha svolto le funzioni di presidente della sezione penale e della Corte d’Assise di secondo grado, infine, nel 1994, è stato nominato Procuratore Generale della Repubblica presso la stessa Corte d’Appello. Gli studi giuridici e l’attività professionale non gli hanno impedito di alimentare le sue curiosità intellettuali, con particolare riguardo alla storia.
[1] Provi il cittadino a presentarsi ad uno sportello qualsiasi della Banca d’Italia, esibisca una banconota contenente quella (ormai inutile) promessa di pagamento e chieda di essere “pagato a vista”. E’ probabile che venga preso per matto!
[2] Sarebbe di certo giuridicamente infondato sostenere la legittimità della indicazione nel passivo della moneta al momento della emissione (ed a maggior ragione durante la sua circolazione), facendo ricorso a quanto stabilisce l’art.2424 del codice civile, secondo il quale il bilancio delle società per azioni deve indicare nel passivo (tra l’altro) anche “il capitale sociale al suo valore nominale…”, poiché non vi è alcun dubbio che nella massa di moneta creata e messa in circolazione dalla Banca Centrale non può sicuramente identificarsi il capitale sottoscritto e depositato dagli azionisti (“partecipanti”), dei quali costituisce un credito e, quindi, per la società un debito. Quella moneta la stessa Banca d’Italia – come si dirà più oltre – la definisce “merce”.

http://ilsignoraggio.blogspot.com/2005/02/falso-in-bilancio-della-banca-ditalia.html

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ciao ciao Ninuzzo
by sandropascucci Friday, May. 12, 2006 at 4:01 PM mail:

ha scritto Nino:
-----------------------------------
Pascucci rispondi nel merito By Nino Friday, May. 12, 2006 at 12:41 PM

Vedo che Pascucci ha preso al volo l'opportunità data da pkrainer per distogliere l'attenzione dall'argomento principale

Pascucci scrive

"che boiate! ma un falsario che stampa 100 e si fa ridare 102 guadagna 100, 102 o 2 secondo te? sforzati dai!"

dicendo quindi che una banca, quindi i suoi azionisti, è proprietaria della moneta che emette,e quando rientra questa è spartita tra gli azionisti....
-----------------------------------

a parte questo tuo prendere le cose che uno scrive in un modo e INTERPRETARLO in un altro..

"dicendo quindi che una banca, quindi i suoi azionisti, è proprietaria della moneta che emette,e quando rientra questa è spartita tra gli azionisti...."

che ho detto questo? io ho detto "un falsario" !

quindi o dici che la banca è un falsario e allora è una cosa o dici che la banca è onesta e allora ti crei tutte le tue ragioni!

il post precedente a questo dice cos'è la banca, con voce più autorevole della mia.

anzi, ci metto il jolly:

"..
L'attuale creazione di denaro dal nulla operata dal sistema bancario è identica alla creazione di moneta da parte di falsari. La sola differenza è che sono diversi coloro che ne traggono profitto. [Maurice Allais, nobel per l'economia]
.."

se non ti sta bene neanche questo allora vai a fare un giro. ma lungo!!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
che scoperta
by pkrainer Friday, May. 12, 2006 at 4:28 PM mail:

"L'attuale creazione di denaro dal nulla operata dal sistema bancario è identica alla creazione di moneta da parte di falsari. La sola differenza è che sono diversi coloro che ne traggono profitto. [Maurice Allais, nobel per l'economia]"

ma certo che é identica: salvo per un dettaglio, che alla Banca viene dato l'incarico dallo stato di fabbricare la moneta. Se domani lo stato revocasse il diritto alla Banca e lo attribuisse a Gennaro 'o Falzario, questi si beccherebbe il signoraggio e la Banca verrebbe inquisita per associazione a dleinquere.
E' questo il punto ceh vi confonde: la moneta é una funzione dello stato, é lo stato a decidere che cosa é moneta e che cosa carta straccia, chi fabbrica monetea e chi fabbrica carta straccia. Separare lo stato, che nella vostra descrizione appare come la vittima, dalla banca centrale, significa non avere capito nulla della relazione che siste fra i diversi poteri.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
lo status quo è morto...
by belved Friday, May. 12, 2006 at 4:36 PM mail:

mic, sandro....ma non vi accorgete che nino è un provocatore? Modifica i post, ne estrapola le parti che vuole, stravolge il significato di quanto uno gli scrive.

Per esempio sul mio post dove dico che una volta si portava l'oro in banca che emetteva banconote come passività (della banca) mi risponde...e che garanzia gli dai?
E' evidente che oltre a non conoscere il significato delle cose che scrive, si diverte anche a provocare. A nino....ma quale garanzia?????????????????

Sei tu che facevi un favore alla banca portandogli il TUO oro. E la banca emetteva banconote che per lei erano un passivo in quanto più facili da scambiare per il portatore, che rimaneva proprietario del suo oro. Poi accadde che i banchieri si accorsero che potevano emettere banconote in numero superiore all'oro depositato. Quindi inflazionavano la moneta truffando coloro che di quelle moneta entravano in possesso. Se infatti si fossero recati tutti insieme a convertire la carta in oro, semplicemente non esisteva oro a sufficienza per tutti. Qualcuno rimaneva fregato. Questa truffa andò avanti fino al 1971 quando gli USA avevano il privilegio di avere l'unica moneta convertibile in oro. Chiunque avesse voluto detenere oro, doveva detenere dollari. Anche questa volta i dollari in circolazione erano innumerevoli volte superiori allo stock di oro depositato e quotato 35 dollari per oncia. Un cambio forzato per nascondere la reale inflazione della valuta americana. Quando gli altri paesi si accorsero della truffa chiesero di cambiare i loro dollari con oro. Nixon aveva due strade: o rivalutare l'oro mostrando al mondo la reale inflazione del dollaro e attuare una potente politica deflativa, oppure dichiarare bancarotta. Scelse la secondo possibilità. Da quel momento comincia la storia dell'attuale architettura monetaria, completamente sganciata non solo da un sottostante reale, ma anche dall'economia reale nel suo complesso. Ci si inventò il marchingegno di garantire l'emissione monetaria con i titoli rappresentativi del reddito di una nazione. Una quota parte di quel reddito. Questo per un motivo molto semplice. Bisognava dare la sensazione della scarsità, poichè un bene vale nel momento in cui è richiesto e scarso. Tuttavia il dollaro da quel momento si è svalutato di oltre il 95%....perchè? Semplice, perchè le banche centrali hanno inflazionato la moneta insieme alle banche commerciali che le controllano, usufruendo non solo della carta stampata che indebitava le nazioni, ma soprattutto del CRO che moltiplicava all'infinito l'offerta di moneta e che indebitava il resto del sistema. La moneta è come l'olio o la benzina per un motore. Se non circola il sistema muore. Essa assume valore nel momento in cui è accettata dagli utilizzatori e questo avviene per convenzione. La moneta serve a facilitare gli scambi. Per questo la sua quantità deve essere correlata con l'economia reale, con il volume produttivo della società. L'attuale sistema invece, da un lato ha inflazionato a più non posso inondando il mondo di liquidità, dall'altra ha fatto in modo che l'emissione fosse pregiudicata dalla creazione di un debito, al fine di rendere scarsa la moneta nella mani dei cittadini. La maggiorparte dell'offerta di moneta è creata dalle banche con il CRO ed è immessa nel sistema in forma di prestiti: dunque la distribuzione della stessa è inadeguata e vincolata alla restituzione del prestito più interessi.
Se il valore di una moneta è dato dalla collettività che l'accetta, non c'è nessuna necessità di una riserva che si trasformi in debito. Perchè l'accettazione avviene per convenzione e la moneta serve a facilitare gli scambi di beni e servizi. Oggi invece solo una piccola parte viene utilizzata per lo scambio di beni e servizi, il resto serve alla speculazione. L'enorme massa di liquidità speculativa (bolla di liquidità, bolla dei derivati) è responsabile delle enormi bolle che gravano su vari asset oggi (azioni, obbligazioni, immobili, materie prime)e che, secondo le parole di vari esperti, fra cui l'ex responsabile della situazione, Greenspan, hanno gettato il mondo sull'orlo del più grande crash economico-finanziario della storia. Non è un caso che le BC di vari paesi, fra cui la BCE abbiano simulato in Aprile la capacità di risposta ad un crack generale.
La moneta deve tornare a servire per facilitare gli scambi, dunque deve circolare in funzione dell'economia reale. Immaginando un'area economica dotata sia di materie prime che della capacità tecnologica e lavorativa per lavorarle, formata da più nazioni, non ci sarebbe alcun bisogno di creare una riserva-debito. Basterebbe un accordo dove per convenzione si accetti un bene come mezzo di scambio. Un bene che sia facilmente utilizzabile, che non crei debito e che non sia scarso, in quanto la quantità di questo bene deve essere correlata ai beni realmente prodotti. L'esigenza di una riserva si ha solo in un mondo fatto di guerra economica dove i concorrenti possono rifiutarsi di accettare un bene considerato privo di valore. In un mondo dove sia possibile utilizzare poderosi effetti leva per speculare contro una moneta ed affossarla. Ma un'area economica chiusa, autosufficiente e in accordo non ha nessunissimo bisogno ne di emettere moneta contro riserva, ne di indebitare per questo l'intera collettività.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
La sagra dei fasci
by Nino Friday, May. 12, 2006 at 6:43 PM mail:

per Pascucci

"Riassumendo, delle due l’una: o la Banca d’Italia non è proprietaria della moneta al momento dell’emissione (come hanno affermato i rappresentanti del governo rispondendo alle interrogazioni parlamentari) ed allora appare del tutto ingiustificato che ne tragga un utile, tanto più che la banca stessa assume di essere debitrice dei simboli monetari emessi, così da iscriverli come posta passiva nel proprio bilancio; oppure la Banca Centrale (contrariamente a quanto dichiarato dai due Sottosegretari di Stato) è proprietaria di quella moneta e con giustificazione (solo apparente) ne ritrae un utile dal suo prestito al sistema economico nazionale, ma allora assume i contorni di un fatto illecito far figurare come poste passive operazioni che sono invece indubbiamente attive.""

ed infatti leggiti gli articoli 54 e 56 dello statuto di bankitalia

1)la BC non è proprietaria della moneta, quindi non essendone proprietaria quando questa rientra e ridà il titolo che ha all'attivo, non può spartirla ( perchè sarebbe emissione senza niente all'attivo )

+

2) il tasso di sconto va allo stato, salvo la somma fino al 10% del capitale ( 15mila euro annue... uno stipendio ) e i rendimenti delle riserve fino al 4% di esse ( 400 milioni l'anno )

" a parte questo tuo prendere le cose che uno scrive in un modo e INTERPRETARLO in un altro.. "

cosa?

nella tua home page http://www.signoraggio.com , sotto le 100 euro, c'è scritto ciò che segue, io non interpreto nulla

"Esempio in soldoni: lo Stato prende in prestito una banconota da €100 euro dalla Banca Centrale e la «paga» con una «obbligazione» da €100. A fine anno dovrà «drenare» dalla popolazione quei €100 per restituirli al legittimo proprietario (che è il Bankiere Internazionale), più gli interessi, diciamo un 2,5%. La Banca Centrale ha stampato quella banconota spendendo (tutto compreso) 30 centesimi di euro (quindi era solo un pezzo di carta, una merce come un altra, come un biglietto del cinema) mentre la banconota da €100 (+2,5%), che lo Stato restituisce alla Banca Centrale, l'ha tolta a noi ed essa è frutto del nostro lavoro, delle nostre fatiche, del nostro sudore, insomma è pregna di valore e impegno umano! La Banca Centrale è una tipografia e si comporta come se fosse la padrona della banconota! Ve lo immaginate l'impresario di un teatro che si sente dire dal tipografo: «Considerato che l'ingresso al tuo spettacolo «vale» €40 allora i biglietti da me stampati te li affitto e me li paghi €41» !"


stai dicendo che la moneta che rientra è spartita regolarmente dagli azionisti.... e che è di loro proprietà

"L'attuale creazione di denaro dal nulla operata dal sistema bancario è identica alla creazione di moneta da parte di falsari. La sola differenza è che sono diversi coloro che ne traggono profitto. [Maurice Allais, nobel per l'economia]"

peccato che il falsario produce la moneta e la SPENDE, quindi è di sua proprietà, mentre la BC da uno strumento di pagamento contro una garanzia reale, e poi quando il prestito rientra la moneta non essendo di proprietà della banca non può essere divisa tra gli azionisti perchè la banca può emettere moneta solo contro titoli

l'utile, il tasso di sconto

BC => quasi tutto allo stato salvo 10% del capitale ( 15 mila euro l'anno ) e rendimenti delle riserve fino al 4% di esse

banche commerciali => gli utili sono tassati con le imposte sui redditi d'impresa


piccole differenza tra la banca e il falsario... il falsario produce carta di cui è proprietario, la banca quando la moneta emessa rientra non la può spartire tra i suoi soci perchè a differenza del falsario NON E' PROPRIETARIA DELLA MONETA EMESSA...


se vcuoi fai la prova....

ho detto vai a comperare azioni di una banca commerciale e vedi se ti danno come utile

moneta bancaria emessa + interessi / n azioni * n azioni di tua proprietà

.....

mi avete detto "gli azionisti non prendono nulla, è il cda che mangia!"

certo.... come già detto

- gli azionisti che eleggono il cda li manderebbero subito a casa

- andrebbero in galera per bancarotta e appropriazione indebita

dove sono queste prove che avete? sarebbe facile dato che la moneta bancaria è scritturale quindi visibile sui conti correnti.. non è moneta cartacea che possono intascarsi di nascosto....

belle figure... Auriti ha già perso due cause...


per belved

"Sei tu che facevi un favore alla banca portandogli il TUO oro. E la banca emetteva banconote che per lei erano un passivo in quanto più facili da scambiare per il portatore, che rimaneva proprietario del suo oro."

scusa. io portavo oro alla banca, la banca emetteva monete a favore di altri ( prestito ) che poi scambiavano col mio oro lasciandomi la carta in mano??

bella fregatura... e tu vorresti tornare a questo sistema...

e poi si sa che la riserva aurea non serviva a nulla, perchè le banche emettevano sempre più moneta di quanto oro avessero.... quindi a cosa serve?

il valore lo da la domanda e l'offerta... infatti anche quando c'era l'oro come riserva, le banconote erano sempre di più....

ora cmq la base monetaria c'è, ed è la moneta della BC, che è un istituto pubblico i cui utili tranne quel misero 10% ( 15 mila euro ) e l'altro 4% vanno agli azionisti, e dopo la sentenza nemmeno quelli....

e su quella base monetaria le banche commerciali moltiplicano i prestiti, proprio come facevano quando c'era l'oro....

quindi che differenza fa se la base monetaria è l'oro o la moneta di un istituto pubblico??

al massimo puoi dire che la moneta della banca centrale è meno stabile ( e via le cazzate dei profitti da signoraggio alla Pascucci che non esistono )

ma Auriti non dice di tornare all'oro, e nemmeno Pascucci, ma dicono di stampare "moneta di stato senza debito", quindi inconvertibile in nulla... e come sappiamo grazie a LaRouche "In effetti la moneta senza debito non esiste".

Quindi di che cosa parli?


"La moneta deve tornare a servire per facilitare gli scambi, dunque deve circolare in funzione dell'economia reale. Immaginando un'area economica dotata sia di materie prime che della capacità tecnologica e lavorativa per lavorarle, formata da più nazioni, non ci sarebbe alcun bisogno di creare una riserva-debito. Basterebbe un accordo dove per convenzione si accetti un bene come mezzo di scambio."

e come viene emessa? a favore di chi? a favore di chi dice il politico di turno?

secondo il principio Auriti - Pascucci

si emette moneta "per opere pubbliche"... deciderà il politico "democraticamente eletto" a decidere che opera pubblica e A CHI DARE I SOLDI che sono basati SUL PRODOTTO DEGLI ALTRI... e tutto questo con MONETA INCONVERTIBILE, cioè MONETA SENZA DEBITO... CHE NON ESISTE

ma va va


e poi cosa c'entra questo??


il discorso del post è

dimostrami che il signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi COME UTILE DEGLI AZIONISTI DI UNA BANCA esiste....

le hai comperate le azioni della banca?

te l'hanno dato l'utile

moneta bancaria emessa + interessi - costi di stampa / n azioni * n azioni di tua proprietà o no??

la banca è proprietaria dell'intera somma monetaria emessa??

rispondi a questa domanda o no??

chi è il cda che se li pappa??


ma no ndiciamo fregnacce....


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
moneta senza debito come ossimoro
by Nino Friday, May. 12, 2006 at 7:15 PM mail:

"Se il valore di una moneta è dato dalla collettività che l'accetta, non c'è nessuna necessità di una riserva che si trasformi in debito. Perchè l'accettazione avviene per convenzione e la moneta serve a facilitare gli scambi di beni e servizi."

senti se dietro la moneta non ci sta nulla, non l'accetterà nessuno "per convenzione"

perchè se dietro una moneta non c'è nulla, chi la SPENDE compera lavoro altrui contro NULLA...

per questo LaRouche dice "In effetti la moneta senza debito non esiste"

capito cos'è la moneta? è rappresentativa di una merce sottostante, quindi per avere moneta, dev'esserci una merce sottostante...

se lo stato inizia a stampare moneta senza debito per lui, cioè iconvertibile, per spenderla, lo stato non produce nulla, e quindi dietro quella "moneta senza debito" NON C'E' NULLA... quindi NON ESISTE ed è una TRUFFA perchè lo stato compra ( lì si col contributo del suo esercito ) LAVORO dai cittadini che costruiranno opere pubbliche contro NULLA, contro una MONETA SENZA DEBITO ( per lo stato, cioè per il politico ) CHE NON ESISTE.

Infatti la BC emette moneta contro qualcosa che le dia valore, e quando questa rientra, ridà il titolo, e quindi non essendo proprietaria ( perchè può emettere solo moneta contro titoli ), non è di nessuno, e la base monetaria è tolta dalla circolazione.

Il tasso di sconto va allo stato salvo il 10% dell'art. 54 ( 15 mila euro ) e il 4% dell'art. 56 ( 400 milioni )

La moneta senza debito inconvertibile non esiste.

Salutami LaRouche.

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
la rouche è un ricco, non un economista
by vai nino Friday, May. 12, 2006 at 7:19 PM mail:

ed è pure parecchio fascio se leggete le sue "teorie"
il signoraggio di pascucci è una stronzata e si sapeva da tempo, sono i soliti fasci che capiscono roma per toma e si innamorano di una stronzata e poi la spammano per l'odio verso i banchieri (ebrei) e le solite menate da fasci tipicissimi.
Torna nelle fogne Pascucci, sei meno di nessuno, pirla!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
povero murray, la fregnaccia al potere
by belved Friday, May. 12, 2006 at 8:39 PM mail:

sei tu la fregnaccia nino, la fregnaccia fatta persona....santo cielo che fregnaccione!!!(senza offesa)

e poi si sa che la riserva aurea non serviva a nulla perchè stampavano più carta di quanto oro ci fosse...

hahahahahahahahahahahahhahahaha

hai scoperto l'acqua calda...guarda caso quello che ti ho scritto...


solo che sei talmente fregnacciaro e limitato (sempre senza offesa, constato i fatti) che non capisci nemmeno che oggi il sistema è mooooooolto peggio perchè non esiste il freno posto dalla riserva aurea...

o mio dio che roba....sto ancora rotolando dalle risate....
e il povero Rothbard si starà rivoltando nella tomba!!!

Tranquillo Murray non disperare...nino e i suoi cravattari hanno la carta contata ormai:)

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Addio ninuzzo
by sandropascucci Friday, May. 12, 2006 at 8:45 PM mail:

ninuzzo ma la banca di italia è una istituzione (parole tue)
e i guadagni vanno allo Stato (parole tue) tramite gli art. 54 e 56 (parole tue) allora ci chiediamo:

come mai la BdI è stata denunciata?
lo Stato è stato derubato dal suo cassiere?
e un cittadino si è rivolto al giudice per fare causa allo Stato o ad una banca privata?
un sistema così perfetto come tu lo descrivi dove tutto è calcolato, previsto, soppesato.. come mai si è INGUATTATO 87 euro? da pezzenti, no?

AH AH AH


ciao ciao

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Finalmente svergognati
by Nino Friday, May. 12, 2006 at 9:53 PM mail:


per belved...

infatti l'UNICA critica che puoi fare è che la base monetaria della BC è meno rara dell'oro... e questo l'ho scritto già prima

per il fantomatico signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi / n azioni * n azioni di tua proprietà INTASCATO DAGLI AZIONISTI DI UNA BANCA, CENTRALE O COMMERCIALE CHE SIA

non avete provato che esista... fregnacce su "li rubano il cda" e cose varie che abbiamo già ridicolizzato per la loro pochezza e basi di argilla


poi per la "moneta senza debito" di stato, con l'aiuto del nostro amico LaRouche ( "in effetti la moneta senza debito non esiste" ) abbiamo già spiegato il meccanismo


il resto dei tuoi insulti mi fa solo ridere :D


per Pascucci

" ninuzzo ma la banca di italia è una istituzione (parole tue)
e i guadagni vanno allo Stato (parole tue) tramite gli art. 54 e 56 (parole tue) allora ci chiediamo:

come mai la BdI è stata denunciata?
lo Stato è stato derubato dal suo cassiere?
e un cittadino si è rivolto al giudice per fare causa allo Stato o ad una banca privata?
un sistema così perfetto come tu lo descrivi dove tutto è calcolato, previsto, soppesato.. come mai si è INGUATTATO 87 euro? da pezzenti, no?"

io la sentenza e la consulenza tecnica d'ufficio la conosco bene e sono stato il primo a linkarla, proprio nel post come prova


quei 87 euro a testa non sono altro che il 10% del capitale dell'art. 54 ( 10 mila euro annui ) e il rendimento delle riserve fino al 4% di esse ( circa 400 milioni annui, 1/60 di una manovra corretiva, tanto per rendere l'idea )che moltiplicati per gli anni dal '96 al 2003 fanno 5 miliardi di euro.... cioè in 7 anni metà manovra correttiva....


poi caro Pascucci non mi hai dimostrano con nessuna prova che la moneta emessa dalla banca è di proprietà degli azionisti della stessa....

hai comperato le azioni di banca intesa o di altra banca?

ti hanno dato un utile che ammonta a

moneta bancaria emessa + interessi - costi di stampa / n azioni * n azioni di tua proprietà?

evidentemente no...


la tua quindi è solo una bufala, che è sostenuta solo dai partiti citati, Auriti di alternativa sociale, Saba di fiamma tricolore, fronte nazionale e forza nuova

quelli della "moneta senza debito nè riserva" che semplicemente NON ESISTE

salutatemi LaRouche


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ciliegina sulla torta
by Nino Friday, May. 12, 2006 at 10:12 PM mail:


E non solo fregnacce.... ma anche la prova che certe persone nel loro sito mettono roba del fronte nazionale, che è uno dei tre partiti ( assieme ad azione sociale e forza nuova ) che compone il partito alternativa sociale di alessandra mussolini ( mi raccomando, scrivete mussolini con la m minuscola, così s'infervorano )

http://www.mclink.it/personal/MC0823/euroeusura.html

uguale a

http://www.frontenazionale.it/doc/eurusura.doc

e con questo stendiamo un velo pietoso sull'ignoranza ( anche sulla moneta ) dei fascisti


Ciao

Nino




versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
puerilismo & ciliegine
by monia Saturday, May. 13, 2006 at 12:37 AM mail:

ho seguito la discussione, sono intervenuta e sono stata "attaccata" in modo ben poco edificante con modalità vagamente (ma neanche tanto) sqadriste, quello che ne ho ricavato sono due considerazioni non so quanto edificanti e per chi:
- le cazzate sul signoraggio non sono tanto cazzate come volete violentemente sostenere;
- sarà meglio che mi metta a gironzolare un po' su siti fascisti per farmi tornare la voglia di essere comunista ;-)


p.s. e nino la cigliegina sulla torta toglila, chè i canditi fanno schifo a molti... dire che chi la pensa diversamente è fascita o che perchè si inserisce un articolo di destra si è fasciti è PUERILE!! cosa dovrei fare a scuola, secondo te, non insegnare più heidegger perchè ha aderito al nazismo??!!! ma per favore!!!!!!

essere comunisti dovrebbe richiedere ben altra levatura...e meno pregiudizi... questo finora ho pensato, questo mi viene in parte sconfessato proprio su indymedia, che ho seguito con attenzione e gratitudine anche a genova durante le giornate del g8... che tristezza!! :-((

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
che faccia
by Nino Saturday, May. 13, 2006 at 1:23 AM mail:


a Monia

"p.s. e nino la cigliegina sulla torta toglila, chè i canditi fanno schifo a molti..."

io ho dimostrato con prove e documenti che il signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi / n azioni * n azioni di proprietà come GUADAGNO DEGLI AZIONISTI DI UNA BANCA non esiste...


infatti alla domanda

vai a comperare azioni di una banca e vedi se ti danno come utile

moneta bancaria emessa + interessi - costo di stampa / n azioni * n azioni di tua proprietà


è crollato il sistema delle bufale, perchè come più volte spiegato, questo UTILE NON ESISTE

"dire che chi la pensa diversamente è fascita o che perchè si inserisce un articolo di destra si è fasciti è PUERILE!!"

non ho detto che chi la pensa diversamente da me è fascista

ma ho detto che sono solo i fascisti, nei fatti, a sostenere il signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi intascato dagli azionisti della banca

vi ho linkato i programmi, e il programma di fronte nazionale su "euro e usura" è riportato nel sito di Pascucci che cerca di dichiararsi "apartitico", come Auriti di alternativa sociale e come faceva Saba che ora s'è candidato per fiamma tricolore


il resto sono chiacchiere e mi fanno anche ridere molto :D


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
nino parla,come mangi
by mic Saturday, May. 13, 2006 at 6:04 AM mail:


nino continui a girare intorno alle questioni in modo squallido, parli economichese e snoccioli numeri assolutamente vuoti, non stai dicendo nulla tranne descrivere minuziosamente un sistema assurdo e perverso (che sembri conoscere bene) e camuffarne alcuni ingranaggi dicendo che ruotano in una direzione mentre ruotano in quella opposta.

Che la spartizione degli immensi utili occultati nel bilancio vada a beneficio solo dei CDA delle banche significa che va ai direttori delle banche e pochissimi altri informati sulla truffa quindi sicuramente non centinaia di persone come dici tu ma poche dozzine... a gli altri sottoposti la fetta di torta arriva sotto forma di legalissimi et stragonfissimi stipendi e indennità varie...

Pensi impossibile che in un sistema così corrotto in ogni poltrona direttiva stiano i peggiori ? dico ma... lo hai visto il parlamento ? hai presente i MEDIA che abbiamo in Italia ( e fuori) ?


Il sistema caro ninetto è fatto su misura per fare filtrare in alto solo i corrotti e filtrare fuori gli onesti. ;-)
E anche le leggi hanno le loro zone di ombra per permettere un certo gioco alle porcate peggiori.

Smettila di citarmi l'art. 54 e 56 dello statuto di banca italia perchè è solo un paravento aggirabilissimo come ogni legge.

é ovvio che la legge ti consente di "dimostrare" (certo, solo legalmente) che "hai ragione".
Leggi di cui mi fido anche meno di quelle ad personam di berlusconi...

Come da copione sei già passato alla fase "non avete prove di quello che dite"
Non avremo la legge dalla nostra parte
ma la logica si e le evidenze sono sotto gli occhi di tutto a ben vedere!

Poi per favore ...basta con lo sparlare della moneta a debito come unica possibilità per l'emissione monetaria "perchè nessuno accetterebbe della moneta scoperta"
Ma ricordiamo che... la moneta serve solo come strumento per rendere possibile gli scambi, sono il metro per misurare il valore di cio che vendiamo o compriamo.
Non è necessario che abbia un controvalore, ne ha necessità solo nel momento in cui una banca deve dimostrare i suoi diritti di proprietà sulla moneta (come dire "la moneta è mia perchè l'oro è mio e la moneta rappresenta l'oro")

sarebbe necessario piuttosto che la banca si preoccupasse che la quantità di liquidi sia sempre proporzionata al valore dei beni prodotti e presenti nel paese (PIL), limitando l'inflazione e riducendo e aumentando le immissioni di moneta a seconda della crescita e descresita del PIL.
Il valore della moneta dovrebbe essere solo una convenzione creata da chi la moneta la accetta e sarebbe solamente un unitò di misura, uno strumento pubblico dei cittadini per rendere possibile i loro scambi. Non dovrebbero piu pagare tasse per fare questo ma solo i costi di produzione (esigui) e il lavoro di chi impiega il propio tempo a stamapre moneta.

La moneta-debito apertamente sostenuta da nino è un male evitabilissimo... anoi decidere se continuare a strisciare di fronte ai plutarchi o prendere in mano la nostra sorte.

mic

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
I conti di Nino non tornano
by sandropascucci Saturday, May. 13, 2006 at 7:36 AM mail:

RIPOSTO LA DOMANDA PERCHE' NINO NON HA RISPOSTO
..............................
ninuzzo ma la banca di italia è una istituzione (parole tue)
e i guadagni vanno allo Stato (parole tue) tramite gli art. 54 e 56 (parole tue) allora ci chiediamo:

come mai la BdI è stata denunciata?
lo Stato è stato derubato dal suo cassiere?
e un cittadino si è rivolto al giudice per fare causa allo Stato o ad una banca privata?
un sistema così perfetto come tu lo descrivi dove tutto è calcolato, previsto, soppesato.. come mai si è INGUATTATO 87 euro? da pezzenti, no?
..............................

RISPONDI NINO SENZA FARE I CONTI CHE LI SAPPIAMO FARE ANCHE
NOI SAI? SIA A MANO CHE CON MEZZI ELETTROMECCANICI..

ps:
dare del fascista a qualcuno è reato.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Chiudiamo in bellezza
by sandropascucci Saturday, May. 13, 2006 at 7:52 AM mail:

dice nino: ......................................
vi ho linkato i programmi, e il programma di fronte nazionale su "euro e usura" è riportato nel sito di Pascucci che cerca di dichiararsi "apartitico", come Auriti di alternativa sociale e come faceva Saba che ora s'è candidato per fiamma tricolore
..................................................

in realtà a ninuzzo gli piace ciurlare nel manico.. gli piace manipolare le informazioni.. dare del fascista se posti un documento preso da un sito fascista..
ma leggiamo cosa dice il buon pascucci:

------------------------------------------------------------
Girando per la Rete ho trovato questo documento. In pratica è l'articolo che, per chiarezza, schiettezza, sintesi, correttezza tecnica e storica, non avrò mai la capacità di scrivere, quindi mi limito a riproporre e diffondere, ben sapendo la sua provenienza politica. La MIA dichiarazione apartitica l'ho fatta in testa a questo sito e ciò nonostante in alcuni forum sono stato indicato come fascista, in altri come comunista o anarchico o altro.. Fate Voi, però prima leggete questo scritto: L'Euro e l'Usura [ doc o PDF ]. E anche questo non è male! Carta straccia (di Rodolfo Roselli) [ doc o PDF ]. (sandro pascucci)
------------------------------------------------------------

e ancora:

------------------------------------------------------------
Sito apartitico. In questo sito sono riportati testi, informazioni e documentazioni, prese da Internet, senza NESSUNA ottica politica, né di Destra, né di Sinistra, né di Centro. Questo occorre dirlo da subito, per non cadere nell'errore di snobbare, sottovalutare o addirittura ignorare un articolo e/o un'informazione solo perché scritto dall'opposizione, che poi, inevitabilmente e ogni pochi anni, cambia e torna ad essere maggioranza, e viceversa. Tanto per far capire che occorre leggere tutto, senza guardare al nome dell'autore (e al suo eventuale schieramento politico) se non per vedere che si tratta di una persona vera, e non inventata. Questo sito è già pagato fino al gennaio 2007. Browser Opera/1024x1280
------------------------------------------------------------

quindi a ninuzzo piace offuscare la verità e le dichiarazioni delle persone per bene.

ps: "di Pascucci che cerca di dichiararsi "apartitico", come Auriti di alternativa sociale e come faceva Saba che ora s'è candidato per fiamma tricolore"

cioè? Auriti si è dichiarato apartitico? ma se nel suo libro
Il Paese dell'UTOPIA (di cui ha permesso la divulgazoine gratuita) dice "io non sono fascista perché fascista è poco!"

e per finire: io con Marco Saba ho ben poco da spartire, come ti direbbe lo stesso interessato.

Quindi caro nino ti ringrazio della pubblicità che mi hai fatto, ti ringrazio per avermi fatto conoscere tipi come NIC e BELVED (che invito a contattarmi) e come MONIA (grande comunista insultata anche lei di essere fascio sic!)

Datti una calmata e non badare all'orgoglio che ora ti impedirà di dire la famosa frase liberatoria:
"sono uno stronzo che è stato ingannato tutta la vita MA ORA BASTA!"

ciao
ps:
mi riservo naturalmente la possibilità di denunciarti per diffamazione.. ci penserò sù, ok?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
non andateve nella fuffa, rispondete a questa domanda?
by Nino Saturday, May. 13, 2006 at 10:40 AM mail:


per belved

"nino continui a girare intorno alle questioni in modo squallido, parli economichese e snoccioli numeri assolutamente vuoti, non stai dicendo nulla tranne descrivere minuziosamente un sistema assurdo e perverso (che sembri conoscere bene) e camuffarne alcuni ingranaggi dicendo che ruotano in una direzione mentre ruotano in quella opposta.

Che la spartizione degli immensi utili occultati nel bilancio vada a beneficio solo dei CDA delle banche significa che va ai direttori delle banche e pochissimi altri informati sulla truffa quindi sicuramente non centinaia di persone come dici tu ma poche dozzine... a gli altri sottoposti la fetta di torta arriva sotto forma di legalissimi et stragonfissimi stipendi e indennità varie...

Pensi impossibile che in un sistema così corrotto in ogni poltrona direttiva stiano i peggiori ? dico ma... lo hai visto il parlamento ? hai presente i MEDIA che abbiamo in Italia ( e fuori) ?


Il sistema caro ninetto è fatto su misura per fare filtrare in alto solo i corrotti e filtrare fuori gli onesti. ;-)
E anche le leggi hanno le loro zone di ombra per permettere un certo gioco alle porcate peggiori. "

Belved,

1) le indennità varie sono nei bilanci e devono essere coperte da soldi VERI... perchè se sono più degli utili come interessi, c'è un buco... e come lo giustificano? :D

come se la guardia di finanza fosse stupida... bah..

2) stai parlando di reati di BANCAROTTA e APPROPRIAZIONE INDEBITA da parte di ALCUNI COMPONENTI DEL CDA di qualche banca ( quanto vi siete ridimensionati... e i fantomatici azionisti privati non prendono più nulla ? )

quindi se hai prove vai a denunciarli e non rompere il cazzo

" Smettila di citarmi l'art. 54 e 56 dello statuto di banca italia perchè è solo un paravento aggirabilissimo come ogni legge.

é ovvio che la legge ti consente di "dimostrare" (certo, solo legalmente) che "hai ragione". "

legge, bilanci, statuto, sentenza e consulenza d'ufficio dicono che LA BANCA NON E' PROPRIETARIA DELLA MONETA EMESSA

infatti gli art. 54 e 56 parlano del tasso di sconto che è l'unico utile


se poi tu parli di QUALCHE REATO DI QUALCHE PERSONA DI QUALCHE CDA e hai le prove... vai e denuncialo... fammi sapere

"Poi per favore ...basta con lo sparlare della moneta a debito come unica possibilità per l'emissione monetaria "perchè nessuno accetterebbe della moneta scoperta"
Ma ricordiamo che... la moneta serve solo come strumento per rendere possibile gli scambi, sono il metro per misurare il valore di cio che vendiamo o compriamo.
Non è necessario che abbia un controvalore, ne ha necessità solo nel momento in cui una banca deve dimostrare i suoi diritti di proprietà sulla moneta (come dire "la moneta è mia perchè l'oro è mio e la moneta rappresenta l'oro")"


ah non è necessario... caro mio la moneta E' RAPPRESENTATIVA DI MERCE, cioè di lavoro passato, per chi ce l'ha, e quindi per chi l'ha chiesta....

la moneta INCONVERTIBILE e senza debito ( ? ) è un ossimoro e non esiste, perchè non è niente.... è solo il politico che emette una carta inconvertibile con la quale compra il tuo lavoro... contro NULLA

"Il valore della moneta dovrebbe essere solo una convenzione creata da chi la moneta la accetta e sarebbe solamente un unitò di misura, uno strumento pubblico dei cittadini per rendere possibile i loro scambi. Non dovrebbero piu pagare tasse per fare questo ma solo i costi di produzione (esigui) e il lavoro di chi impiega il propio tempo a stamapre moneta."


come no, SENZA RISERVA, così il POLITICO che la emette SPENDENDOLA compra lavoro CONTRO NULLA

"La moneta-debito apertamente sostenuta da nino è un male evitabilissimo... anoi decidere se continuare a strisciare di fronte ai plutarchi o prendere in mano la nostra sorte."

mancavano i plutarchi ora... ma sono ebrei anch'essi? cosa dicono i tuoi partiti fascisti?

" in realtà a ninuzzo gli piace ciurlare nel manico.. gli piace manipolare le informazioni.. "

http://www.mclink.it/personal/MC0823/euroeusura.html

http://www.frontenazionale.it/doc/eurusura.doc

sono uguali, e nel tuo c'è scritto la fonte, ossia fronte nazionale.... cosa manipolo??

se sei fascista dillo e basta senza fare troppe storie...

inutile che cancelli la pagina, tanto l'ho salvata sul mio PC

puoi scrivere "sito apartitico" quanto vuoi... se poi prendi le idee dei fascisti e ci appicchi anche i loro programmi... sei fuori strada...

che ridere :D

" e per finire: io con Marco Saba ho ben poco da spartire, come ti direbbe lo stesso interessato. "

salvo che propagandi la sua cosa "310 anni di signoraggio privato"..... eheheh che ridere

e linki anche il suo sito sul tuo.... ahahahha :D

" mi riservo naturalmente la possibilità di denunciarti per diffamazione.. ci penserò sù, ok?"

e di cosa?

1) fascista non è un insulto
2)propagandi idee del fronte nazionale, forza nuova, fiamma tricolore, ed alternativa sociale
3) ci linki anche i loro programmi, come euro e usura...

ma falla finita... va

se vuoi perdere soldi, c'ho uno zio avvocato... soldi e tempo... accomodati... come ha fatto Auriti che ha perso due cause e soldi


infine....

se questo signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi INTASCATO DAGLI AZIONISTI PRIVATI DI UNA BANCA esiste

ripeto la domandina fatidica


compera azioni di una banca e chiedi come utile

moneta bancaria emessa + interessi - costi di stampa / n totale azioni * n azioni di tua proprietà


se te lo danno, hai ragione, e vivrai di rendita a vita, se non te lo danno ho ragione io, e cioè che NON ESISTE

salutatemi LaRouche

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
come no... tutto linkato
by Nino Saturday, May. 13, 2006 at 10:54 AM mail:


dimenticavo che di Saba pubblicizzi anche il suo libro, bankenstein

http://www.mclink.it/personal/MC0823/lastoriadibankenstein.htm

vabè...

anche accettando l'idea che sei apartitico, c'è sempre il fatto che metti in giro idee di questi partiti...

dico, sarai apartitico, ma le idee da dove vengono?

ed è tutta roba presa dal tuo sito e resa pubblica in esso....

ehehehe :D


basta che non dici "sono di sinistra" a me va bene.. no sai, perchè qualcuno in buona fede potrebbe cascarci

sto facendo solo informazione :D tutto linkato

c'hai un televisore in home page http://www.mclink.it/personal/MC0823/index.html
nel quale parla il prof. Auriti...

dico, la gente le vede queste cose, mica devo venire io a dirglielo

preso da sovranitamonetaria.org dove i primi due punti sono

in home page http://sovranitamonetaria.org/home/

1. Moneta di proprietà del portatore.
2. Senza riserva.

cioè la moneta che secondo LaRouche "non esiste"

e cmq se non m'avessi "minacciato" manco avrei scritto sto post...

va bene, allora per farti contento diciamo che sei apartitico e simpatizzi per Auriti e Saba bankenstein ok?

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
i ridicoli apartitici
by mazzetta Saturday, May. 13, 2006 at 11:28 AM mail:

per favore Pascucci, risparmiaci la solfa dell'apartitico, è stravista e non abbocca nessuno.
Se sei apartitico vuol dire che non sostieni/appartieni/sottoscrivi un partito, ma questo non impedisce a nessuno di essere fascista e/o comunista e/o salcazzo.

La stronzata dell'apartitico è tipica di quelli che frequentando i fascisti, collaborando con i fascisti, pubblicizzando i fascisti e condividendo i temi dei fascisti, non hanno le palle o la voglia di dire che sono fascisti.

Per me puoi anche non essere un fascista, ma finchè agisci in maniera organica insieme a fascisti e fai i discorsi dei fascisti, è normalissimo che tutt* ti considerino fascista, se non lo capisci è un problema tuo; evidentemente sbagli qualcosa nella comunicazione del tuo essere non-fascista.

In proposito mi viene da chiederti: sei antifascista?

Molla la storia del signoraggio Pascucci, così non diventi famoso, ma al massimo famigerato; anche perchè vedere gente che occupa tutto il suo tempo dietro a una stronzata del genere, fa davvero venire il sospetto di qualche deficit intellettivo; anche pensando che ce l'abbia con le banche per motivi suoi (e non per adesione alla retorica fascista su banche>usura>ebrei) un tale accanimento nel propagandare una tesi sbagliata (la tua) e di interesse e impatto assolutamente relativo, il dubbio di avere a che fare, al minimo, con dei fissati ottenebrati credo venga a chiunque.

Buon proseguimento

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
x ninetto
by mic Sunday, May. 14, 2006 at 5:43 AM mail:




"1) le indennità varie sono nei bilanci e devono essere coperte da soldi VERI... perchè se sono più degli utili come interessi, c'è un buco... e come lo giustificano? :D

come se la guardia di finanza fosse stupida... bah..


Ci sono mille e un modi per fare un falso bilancio... e la finanza... si preoccupa di tutto meno che di rompere le scatole alle banche di emissione...


"2) stai parlando di reati di BANCAROTTA e APPROPRIAZIONE INDEBITA da parte di ALCUNI COMPONENTI DEL CDA di qualche banca ( quanto vi siete ridimensionati... e i fantomatici azionisti privati non prendono più nulla ? ) "

quindi se hai prove vai a denunciarli e non rompere il cazzo"

Ahahaha le prove... come le prove che servono a inchiodare i VERI autori dell' 11/9 ? o di ustica ? :D... ninetto.. siamo su indymedia non sul sito di forza italia... non siamo cosi stupidi...


"legge, bilanci, statuto, sentenza e consulenza d'ufficio dicono che LA BANCA NON E' PROPRIETARIA DELLA MONETA EMESSA

infatti gli art. 54 e 56 parlano del tasso di sconto che è l'unico utile"

certo è cosi solo sulla carta!
Attaccati un foglio di carta in fronte e scrivici "SUPERMAN" e poi buttati dal balcone... chissà puo darsi che voli!

"se poi tu parli di QUALCHE REATO DI QUALCHE PERSONA DI QUALCHE CDA e hai le prove... vai e denuncialo... fammi sapere "

Tranquillo la giostra è quasi a fine corsa... ;-D

"Poi per favore ...basta con lo sparlare della moneta a debito come unica possibilità per l'emissione monetaria "perchè nessuno accetterebbe della moneta scoperta"
Ma ricordiamo che... la moneta serve solo come strumento per rendere possibile gli scambi, sono il metro per misurare il valore di cio che vendiamo o compriamo.
Non è necessario che abbia un controvalore, ne ha necessità solo nel momento in cui una banca deve dimostrare i suoi diritti di proprietà sulla moneta (come dire "la moneta è mia perchè l'oro è mio e la moneta rappresenta l'oro")"


ah non è necessario... caro mio la moneta E' RAPPRESENTATIVA DI MERCE, cioè di lavoro passato, per chi ce l'ha, e quindi per chi l'ha chiesta...."

Si, in questo sistema. ma non è l'unico possibile. io ti potrei dire ad esempio che la moneta è un metro e non ha piu valore intrinseco che un righello! perchè no?
Che ne dici se lo stato stampa moneta solo per poter essere utilizzato dai cittadini come metro di misura, e lo stampa coi soldi delle tasse al costo di carta e inchiostro per la collettività ?
il valore deve tornare ad averlo la merce non il simbolo: il significante è piu importante del significato ?

"la moneta INCONVERTIBILE e senza debito ( ? ) è un ossimoro e non esiste, perchè non è niente.... è solo il politico che emette una carta inconvertibile con la quale compra il tuo lavoro... contro NULLA "

Il politico non comprerebbe propio niente ma la moneta verrebbe accreditata ai cittadini propio perche non ha piu valore di quello che puo avere un metro.
Vuoi far passare Auriti per un politico che vuole ottenere il monopolio della moneta che ora detengono i tuoi cari amici banchieri per comportarsi come loro... peccato che Auriti dice che la moneta va ACCREDITATA ai cittadini non utilizzata per le spese dei politici ... mai sentito parlare del redditto di cittadinanza ? eppure Auriti ne parla spesso... cerca su google "reddito di cittadinanza".

bye

mic

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
da qualche parte ho letto....
by mic Sunday, May. 14, 2006 at 6:21 AM mail:


"Dire che uno stato non ha abbastanza soldi per pagare qualcosa è come dire che non ci sono abbastanza kilometri per costruire una strada..."

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
pure?
by pkrainer Sunday, May. 14, 2006 at 10:04 AM mail:

il reddito di cittadinanza, adesso? ma voialtri con le cazzate non toccate mai il fondo?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ancora con queste bioate?
by Nino Sunday, May. 14, 2006 at 1:11 PM mail:


" Ci sono mille e un modi per fare un falso bilancio"

quelli della gdf non sono dei gonzi...

cmq vi siete ridimensionati di moltissimo... dal dire che gli azionisti guadagnavano la moneta emessa... ora solo qualche cda che fa un falso in bilancio.... che argomentazioni serie

" Ahahaha le prove"

già, le prove... la moneta bancaria è scritturale, quindi deve finire in qualche conto corrente... non è di carta, quindi non possono fregarsela di nascosto... dev'esserci qualcosa che esce da un conto della banca per andare in un'altra banca... e se nei computer della banca non c'è nulla, dubito che ci sia questo guadagno perchè

se nei conti della banca emittente non c'è nulla, la banca che darebbe un conto corrente contro nulla sarebbe autolesionista a regalare soldi propri ( derivante dal suo utile degli interessi ) ad un membro di un cda di una banca concorrente....

mammamia che argomentazioni :D

"Si, in questo sistema. ma non è l'unico possibile. io ti potrei dire ad esempio che la moneta è un metro e non ha piu valore intrinseco che un righello! perchè no?
Che ne dici se lo stato stampa moneta solo per poter essere utilizzato dai cittadini come metro di misura, e lo stampa coi soldi delle tasse al costo di carta e inchiostro per la collettività ?
il valore deve tornare ad averlo la merce non il simbolo: il significante è piu importante del significato ?"

vai a comperre un kilo di prosciutto con un righello....

la moneta è misura DEL LAVORO, se dietro la moneta non ci sta NE' MERCE NE' LAVORO, quela moneta non misura un bel niente, quindi non esiste... domandalo al tuo amichetto LaRouche

"Il politico non comprerebbe propio niente ma la moneta verrebbe accreditata ai cittadini propio perche non ha piu valore di quello che puo avere un metro. "

con moneta rappresentativa di NULLA, che quindi vale NULLA.... bel reddito di cittadinanza... reddito significa potere d'acquisto, se la moneta non rappresenta nulla, perchè non ha nè merce nè lavoro alle spalle, essa NON E? REDDITO perchè non vale nulla

varrebbe soltanto se LO STATO ANDASSE CON L'ESERCITO di fronte a chi si rifiutasse di dare lavoro contro NULLA ( la moneta senza debito nè riserva ) a FARGLIELA ACCETTARE...

oggi la moneta invece è rappresentativa di merce, e come provato non è di proprietà della banca, perchè gli azionisti non vedono nulla, e dopo la bufala degli azionisti, anche quella del cda, con i conti correnti inesistenti...




"Vuoi far passare Auriti per un politico che vuole ottenere il monopolio della moneta che ora detengono i tuoi cari amici banchieri per comportarsi come loro... peccato che Auriti dice che la moneta va ACCREDITATA ai cittadini non utilizzata per le spese dei politici ... mai sentito parlare del redditto di cittadinanza ? eppure Auriti ne parla spesso... cerca su google "reddito di cittadinanza"."

vediamo cosa dice Auriti

http://www.ripari.it/simec/

http://www.ripari.it/simec/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=27&mode=thread&order=0&thold=0

"7) dichiarata la moneta di proprietà dei cittadini, lo Stato deve trattenere all'origine, all'atto dell'emissione, quanto necessario per esigenze di pubblica utilità, eliminando il 100% dei prelievi fiscali."....

...."Note: Avv.prof. Giacinto Auriti

Fonte http://www.abruzzopress.it del 29-05-04"

emettere moneta per opere pubbliche, così comperando il lavoro dei lavoratori con MONETA SENZA DEBITO NE' RISEVA, cioè moneta che NON ESISTE

chiaro il concetto??

cmq noto che non avete risposto alla domanda

gli azionisti sono i proprietari della banca, quindi se la moneta fosse di proprietà della banca

gli azionisti dovrebbero avere come utile

moneta bancaria emessa + interessi - costi di stampa / n totale di azioni * n azioni di sua proprietà

avete comperato le azioni di una banca qualsiasi?

esiste questo utile? avete vissuto a vita di rendita?

mi pare di no.... :D

Ciao

Nino



versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
sabrina rusick lo succhia
by sabrina rusick Monday, May. 15, 2006 at 4:22 PM mail:

sabrina rusick lo succhia a chi si interessa del signoraggio, attenti ai baffi che pungono però.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
link utili
by sandropascucci Monday, May. 15, 2006 at 8:24 PM mail:

LE CENSURE DEL BEPPE:
http://lecensuredelbeppe.blogspot.com

GLI SCHIAVI DI IGB©:
http://www.forumfree.net/?f=1017656

DI PIETRO E IL SIGNORAGGIO:

1. http://www.youtube.com/watch?v=zIG3BpdJSwU

2. Il prof. Antonio Borghesi (Componente Ufficio di Presidenza e Responsabile Nazionale Area Economica)
risponde a nome del' on. Di Pietro sul *signoraggio*.

Sandro Pascucci, a nome delle on.li vittime del signoraggio, risponde al prof. Borghesi.

Il lavoro nobilita la moneta e Il Grasso Bankiere© se l'arraffa.
Alla pseudo-risposta del mondo accademico e politico al problema del signoraggio ecco la contro-risposta di uno del popolino.

http://www.mclink.it/personal/MC0823/signoraggio_risposta_borghesi_dipietro.html

3. Il prof. Antonio Borghesi
(Componente Ufficio di Presidenza e Responsabile Nazionale Area Economica) risponde a nome del' on. Di Pietro sul *signoraggio*.
Ma le sue parole non sono a noi nuove. Infatti.. PARTE II ->
http://www.mclink.it/personal/MC0823/signoraggio_risposta_borghesi_dipietro_PARTEII.html

4. Emma Bonino e il signoraggio:
http://www.mclink.it/personal/MC0823/video/emmaboninosignoraggio.mp3

BEPPE GRILLO CENSURA LA PAROLA SIGNORAGGIO:
http://lecensuredelbeppe.blogspot.com/2005/09/codice-della-censura-alla-parola-tab.html

IL PAESE DELL'UTOPIA (g. Auriti)
http://www.mclink.it/personal/MC0823/signoraggio_libro_ilpaesedellutopia.html

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Oggettività no?
by Nemesi Monday, May. 15, 2006 at 10:48 PM mail:

Premetto: non capisco una mazza di economia, per me è difficile capire cosa dia valore a una banconota e quale sia il suo rapporto diretto col bene fisico...(e già qui mi sa che si evince la mia ignoranza in materia).
Ma una cosa mi chiedo: perchè ogni argomento, interessante o meno, deve sempre scadere in insulti, epiteti, lotta di classe o di partito?
Esporre, magari in termini terra terra, come funziona il meccanismo (banche, sistema monetario etc) cioè le basi, su questo, che dovrebbe essere uno stato di fatto, quindi troverebbe ogni parte in accrodo e si evitano fraintendimenti.
Ora ho letto molto qui, devo dire che ricordo bene "fascista" "test...." e altre paroline dolci, ma a cosa si riferisca precisamente il termine "signoraggio" nada.
Credo che una cosa sia scontata, ogni sistema è corruttibile, quindi che nel sistema bancario e corelato, ci siano degli imbrogli etc è quasi naturale.
Ma come funziona il signoraggio?
Ora leggo che non "esiste" e sarebbe una teoria bislacca di nostalgici "fascisti".
Ora sono abituato a dare retta ai fatti e non attribuirli a ideologie di destra o sinistra.
Ora una brevissima e svogliata ricerca in rete sul signoraggio mi porta a questi link, presi a caso:

1 http://www.studiotanza.it/pg099.html
2 http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni/economia/banche18/signoraggio/signoraggio.html
3 http://www.disinformazione.it/sentenzalecce.htm

Ora qui si parla di signoraggio ed è trattato, se ho letto bene, in aule di tribunale, da associazioni consumatori etc.
NON ESISTE? o vi sono diverse situazioni divergenti ma che vengono definite sempre col nome "signoraggio"?
Come detto pèersonalmente trovo difficile spiegarmi come si faccia a "dare" fisicamente un valore a un pezzo di carta....ma lo attribuivo al mio scarso interesse al tema...
Quella dello stato e delle monete lo avevo letto da qualche parte, riassunto lo stato si prende l'onere di coniare le monete che non avrebbero alcun interesse per i "privati" insomma ci si perderebbe a coniarle...
Cmq credo che non è difficile pensare alle Banche, o meglio al sistema bancario come una grande mafia o associazione a delinquere, Bin Laden avrà il suo conto no? chi vende armi come muove il denaro? le grandi opere incompiute chi vedono come finanziatori? etc etc
E per finire quando mai una banca ha pagato per i suoi giochetti alla Vanna Marchi?...
Saluiti


Ps per inciso non sono fascista, tale termine lo ritengo un insulto, non sono di sinistra, cerco solo di capire, non credo alle "brave persone" che seguono l'ideale di partito....

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
signoraggio
by pkrainer Monday, May. 15, 2006 at 11:13 PM mail:

"Ma come funziona il signoraggio?
Ora leggo che non "esiste" e sarebbe una teoria bislacca di nostalgici "fascisti".

Certto che esiste: é il nome che si dà alla percentuale che viene trattenuta da chi batte moneta, o emette banconote. Il punot in questione é: visto che la Banca d'Italia - come in genere le banche centrali, quelle autorizzate all'emissione - ha per soci dei privati, un pool di banche più qualche assicurazione, secondo alcuni questi privati, azionisti della banca si fregano i soldi del signoraggio.
Questa tesi é erronea per tre motivi: perché lo statuto della banca impone che il gorsso del signoraggioo ritorni al tesoro; perché comunque l'utile viene retrocesso in misura modesta agli azionisti; ma soprattutto perché questo Pascucci e altri sbagliano a calcolare il signoraggio. Secondo loro, quando la banca emette che ne so? cento milioni di banconote, a parte il costo (evidentemente minimo) della stampa, il resto sarebbe tutto guadagno, che gli azionisti si spartirebbero!!!
Gli é stato contestato che di questi utili favolosi non c'é traccia nei bilanci delle banche azioniste di Bankitalia, e che difatti gli azionisti di queste banche non é che ricevano dividendi ricchi.
A questo punto uno di loro ha freddamente affermato che i soldi se li spartiscono in segreto i CDA delle banche azioniste, alla faccia di tutti. Idea bizzarra in sé, ma che risulta pazzesca se consideri che queste ipotetiche somme lucrate, non sono fatte di bigliettoni, ma avrebbero forma di depositi bancari, che non si capisce da dove verrebbero e dove andrebbero.
A me non sembra difficile da capire: quanto poial tono del dibattito, a me pare che sia dovuto al fatto che i tifosi di queste teorie, privi come sono di argomenti assennati, sono obbgligati a sollevare un gran polverone e ad atteggiarsi a perseguitati dell'alleanza fra banchieri ebrei ed ebrei comunisti...
Perché, come sempre, le idee infondate sono rigogliose fra le persone pessime: e questa storia del signoraggio é molto fra eurasiatici, difensori della civiltà ariana e altri poveretti. Che nella confusione che hanno in testa, si inventano un imbroglio inesistente, e perdono di vista l'imbroglio esistente, che non ha il proprio centor nelle banche (che comunque son famosi mascalzoni) ma nello stato e nel capitalismo.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Nino mi spieghi ?
by Kate Tuesday, May. 16, 2006 at 12:07 AM mail: regioitalia@yahoo.it

"Mentre le sue banconote hanno credito solo in quanto garantite dallo Stato, essa (la banca ) si fa pagare dallo Stato, e quindi dal pubblico, nella forma di interessi su presititi, grazie alla possibilità conferitale dallo Stato di invertire questi stessi biglietti di carta in denaro e di concederli poi in prestito allo Stato."

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
scusa lo riposto più esatto
by Kate Tuesday, May. 16, 2006 at 12:20 AM mail: regioitalia@yahoo.it

Potresti spiegarmi in parole semplici questo e come si attualizza?

"Il fatto che un risparmio nazionale si presenti come profitto privato, non scandalizza per niente l’economia borghese, poichè il profitto in genere è comunque appropriazione di lavoro nazionale. C’è forse qualche cosa di più pazzesco dell’esempio offertoci dalla Banca d’Inghilterra per il periodo 1797-1817? Mentre le sue banconote hanno credito unicamente per il fatto di essere garantite dallo Stato, essa si fa pagare dallo Stato e quindi dal pubblico, nella forma di interessi su prestiti, per il potere che lo Stato le conferisce di convertire questi stessi biglietti di carta in denaro e di darli poi in prestito allo Stato?"

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
presupposti sbagliati = costrutto logico viziato a monte
by mic Tuesday, May. 16, 2006 at 4:28 AM mail:


Ciao nino voglio veramente capire il tuo punto di vista e farti alcune domande.

Prima di tutto vorresi sapere perchè poni come presuposto per tutto il costrutto logico del tuo articolo un esempio di emissione monetaria diverso da quello trattato nelle tesi di Auriti.
Tu fai l'esempio dell'emissione da banca centrale a banca normale, che non è la stessa cosa da emissione da banca centrale a stato.
Riporto l'esempio che apre il tuo articolo:

----------------------------------------------------------
Esempio. Banca Intesa chiede soldi alla BC. Da un titolo alla banca centrale ( s'indebita con essa ) e la banca centrale gli da i soldi.

Dopo un certo periodo Banca Intesa restituisce i soldi alla BC e richiede il titolo.

Cosa è successo?

BC presta contro titolo e scrive: -100 +TITOLO

banca intesa restituisce i soldi
e si riprende il titolo e la
BC scrive: +100 -TITOLO + 3 euro ( interessi o tasso di sconto )


quindi -100 + 100 = 0 e +TITOLO -TITOLO = 0

Perchè,dite voi, la BC i soldi che rientrano non se li spartisce?

Facile. La BC può emettere moneta SOLO contro TITOLI o VALUTA ESTERA,se gli azionisti si spartissero la moneta che rientra EMETTEREBBERO moneta in circolazione ( a proprio favore ) senza titoli in attivo, e quindi sarebbe BANCAROTTA e APPROPRIAZIONE INDEBITA.
----------------------------------------------------------

Ora per capire meglio vorrei che tu facessi lo stesso esempio ma ponessi come parti in causa : BC e stato.

poi altro punto, subito dopo il tuo esempio affermi questo:
-----------------------------------------------------------

"Infatti la moneta è un PASSIVO per la BC e un ATTIVO per chi ce l'ha,perchè ogni possessore di EURO può andare presso il sistema bancario ( banche centrali o banche commerciali ) a chiedere in cambio dei suoi euro titoli o valute estere. Voglio 10 dollari? bene vado in banca, do 9,qualcosa euro e mi danno 10 dollari. E la banca centrale è costretta ad accettare la moneta che ha emesso in cambio di valute estere o titoli nel suo portafoglio,cioè all'ATTIVO. "
-----------------------------------------------------------

In pratica tu dici che il valore della moneta è reale poichè tu puoi concertirla in qualsiasi momento con titoli o valuta estera (come una volta poteva essere convertita con l'oro) ma ci sono due cose che non quadrano.
1) convertire carta contro altra carta mi sembra un circolo vizioso
2) a differenza dell'oro, titoli e valuta estera non sono beni finiti e limitati come l'oro ma possono venire stampati in quantità illimitate, per cui mi chiedo quanto ossano legittimare il valore della moneta.

Terzo assioma su cui si basa la tua teoria è che se il reddito del signoraggio fosse veramente la differenza fra valore nominale e costo di produzione basterebbe acquistare qualche azione delle banche socie di bankitalia o BCE per partecipare di questi utili e diventare miliardario.
Ma hai sempre evitato di entrare nel merito dell'anomalia del bilancio di BCE in cui si segna il valore nominale della valuta emessa al passivo e si segna all'attivo il controvalore identico in bot che riceve dallo stato.
Ora, è evidente che la banca si prende beni reali (bot) contro carta stampata e li considera vicendevolemtne compensatisi nel suo bilancio, che cosi risulta pari a zero (a parte gli interessi) per cui nessun dividendo ufficiale.
Ma cosa succederebbe se la BC segnasse al passivo i costi di produzione di ES. euro 100: ossia 0,30 cent e si segnasse all'attivo i bot presi per un controvalore pari al valore nominale della banconota ?
avremmo : -0,30 + 100 = + 99,70

ora la domanda sorge spontanea, la BC dovrebbe segnare al passivo i costi di produzione o il valore nominale della banconota ?
se per te è vera la seconda ipotesi spiega perchè. Grazie.

mic

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
forse ho capito dove sta l'equivoco
by pkrainer Tuesday, May. 16, 2006 at 9:08 AM mail:

"la BC dovrebbe segnare al passivo i costi di produzione o il valore nominale della banconota ?
se per te è vera la seconda ipotesi spiega perchè. Grazie. "

voi siete ossessionati dall'idea che le banconote, allorché sono stampate, sono carta; che il proprio valore lo acquisteranno solo DOPO, quando saranno in circolo. Per cui a voi sembra che la BC prende un milione in titoli contro cento euro di carta. E dovrebbe scrivere così in bilancio: se non lo fa sarebbe un imbroglio.
Ma, essendo autorizzata a stampare banconote, quelle che ha stampato sono danaro valido, di cui prima aveva la disponibilità, poi, avendolo ceduto in cambio dei titoli, non ce l'ha più. Quindi un milione é entrato e un milione é uscito.
Insisto poi, il grosso delle banconote la BC le dà in cambio di banconote vecchie che vanno al macero. Il circolante cresce pochissimo, come é ovvio che sia.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Boom
by belved Tuesday, May. 16, 2006 at 12:11 PM mail:

mi sono preso una pausetta ma vedo che qui ancora si continua coi soliti discorsi.....

che la moneta carta acquisti valore nel momento in cui è accettata e non emessa, è scritto persino nella perizia dello studio tanza che nino aveva portato come prova delle sue teorie (sbugiardate dallo stesso studio). Una volta la carta era passività dell'oro depositato in banca. Oggi si alimenta da se stessa.

Intanto con goduria assisto alle indagini in Francia su Clearstream dove si sta accertando che:

A: clearstream era usata per riciclare soldi provenienti dall'attività delle banche commerciali nell'utilizzo della riserva frazionaria.
B: la concorrente Euroclear si era specializzata nel riciclaggio di denaro proveniente dalle banche centrali. Le BC figurano come principali clienti con alcuni conti pubblici, e una marea di conti "non pubblicati". I conti in totale sono centinaia...il sospetto degli inquirenti è che riciclassero i proventi derivanti dal "cosiddetto signoraggio". Al momento la Banca d'Italia figura almeno con un conto non pubblicato...

che risate....(eufemismo). Qui si parla di Moggi, lì in Francia crolla il sistema politico colpito dallo scandalo, in Lussemburgo acune istituzioni finanziarie rischiano la bancarotta. L'avevo detto che bisognava mettere il naso nelle clearing house del lussemburgo e siamo solo all'inizio.

Intanto assistiamo alle tensioni globali generate dalla carta moneta stampata a gogo....come ebbe a dire il mese scorso un importante membro del mondo degli affari americano, l'unico a non sapere che il dollaro è morto è il dollaro stesso. (ma la stessa cosa potrebbe valere per l'euro)

PS: Kate se non sbaglio hai postato marx vero? chissà se Nino saprà farsi un esame di coscienza :)

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ma siete duri, eh?
by pkrainer Tuesday, May. 16, 2006 at 12:38 PM mail:

"che la moneta carta acquisti valore nel momento in cui è accettata e non emessa, è scritto persino nella perizia dello studio tanza che nino aveva portato come prova delle sue teorie (sbugiardate dallo stesso studio)."

Ovvio, ma é accettata fin da prima di essere emessa, viene COMMISSIONATA, più accettata di così! Non esiste la possibilità che non venga accettata, quindi la distinzione é fatta di fumo


"Una volta la carta era passività dell'oro depositato in banca. Oggi si alimenta da se stessa. "

Famoso, questo dimostra la crescente astrattezza del sistema capitalista: ma é un sintomo, e nemmeno il più pazzesco. Mentre a leggere voi, si direbbe che il busillis stia tutto lì. C'é una sorta di "rimpianto" per i tempi dell'oro, che in realtà era concreto solo in apparenza. perché l'oro non serve quasi a un cazzo, il suo valore ogni giorno di più gli DERIVAVA dai soldi e non viceversa. Alla fine, se ne é percepita la natura di limite e progressivamente si é limitata la convertibilità al solo dollaro, e poi dopo la denuncia degli accordi di Bretton Woods, nemmeno al dollaro. E' la ricaduta nell'ambito della moneta del passaggio dal dominio formale al dominio reale del capitale, che diviene integralmente autoreferenziale.
In poche parole, la questione posta é reale, ma sono sbagliate le diagnosi e inconsistenti i rimedi

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ma insomma.....
by mazzetta Tuesday, May. 16, 2006 at 12:57 PM mail:


forse nessuno si è reso conto che le riesrve monetarie, il lucro sul quale vi scannate e molte altre "creazioni" di valore all'interno del sistema delle banche centrali, in realtà sono un frazione infima di tutta la "ricchezza" creata senza alcuna corrispondenza sottostante in borsa.
Dalla bolla dell'high tech, indietro fino al '29 e costantemente nell'economia capitalista, è la borsa che crea "valore" dal nulla, ne pretende il pagamento e alla fine evapora i titoli che rappresenterebbero quel "valore".
E' quello il meccanismo che permette di "creare" valore e di intascarlo senza alcun riguardo a riserve sottostanti o garanzie.

Fa un pò ridere tutto questo scannarsi attorno a qualche milione di euro, anche l'affare francese non coinvolge certo cifre paragonabili a quelle di un minicrollo di borsa o a quelle che si muovo anche solo sui corsi del petrolio.

Non mi pare che facciate mente locale su questo, mi pare che come al solito correndo dietro a qualche fasci ci stiamo a preoccupare degli spiccioli, a fare saga contro le banche cattive e non vediamo tutto il resto, che non riguarda certo le modalità con le quali le banche battono moneta.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
X Belved
by Kate Tuesday, May. 16, 2006 at 2:10 PM mail: regioitalia@yahoo.it

E' già! E'... Marx
Te lo dico sinceramente ieri è stata una doccia fredda. Mi tocca mettermi a studiare il capitale forse sarà lui che riuscirà a farmici capire qualcosa sul debito pubblico.

Dietro la parola signoraggio c'è belzebu. Dietro debito pubblico?

Il vostro litigare per me è una manna e vi prego di continuare. Sto facendo un lavoro certosino per dividere sta massa informe di informazioni da quel che è vero e quel che è di parte. Sono costretta per il momento a leggere attraverso gli occhi altrui, ma fino a che non avrò piena comprensione non mi espongo. La mia sensazione è questa: che il signoraggio non sia la causa madre, ma altri problemi ad esso connessi lo siano, mi faccio forte della sentenza e devo verificare se qui qualcuno l'abbia contestata provando quello che dice.

Adesso vorrei risposte: vi butto la le domande e voi più esperti rispondete, se vorrete ovviamente. In questo modo incomicio a mettere basi solide di giudizio sempre fino a prova contraria.

Agli uni e agli altri:
1) Marx s'è inventato tutto? C'è chi lo ha confutato su queste affermazioni? Se e cosa è cambiato da allora?

Sono gradite risposte a prova di imbecille ovvero di una semplicità estrema che tutti possano capire e verificare.

Grazie mille.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
x Nemesi
by Kate Tuesday, May. 16, 2006 at 5:32 PM mail: regioitalia@yahoo.it

Nemesi siamo in due.

Comunque qui Nino non dice che non esista.
Ha detto "il signoraggio alla Pascucci non esiste" la cosa è ben diversa. Il Pascucci grida: IL SIGNORAGGIO E' IL PROBLEMA PRIMO. Tutto qui. Nino dice di no e spiega perchè. Io sono d'accordo con lui, perchè c'è stata quella sentenza a cui ti riferisci che lo concretizza in €87/00 pro capite, ben altro problema è il debito pubblico che ci sovrasta. €87/00 glieli possiamo lasciare di mancia, è il resto che ci devono ridare, se ci spetta. Ora o si confuta la sentenza o è meglio star zitti. Siccome nessuno la confuta, allora la pongo come base primaria del mio ragionamento che scagiona il signoraggio pur esistendo, dall'essere causa prima di tutti i mali, come vuole Pascucci.
Detto ciò, tocca trovare l'inghippo da dove parte. Perchè comunque sul capitale, Marx si esprime e se dice il vero è quella frase la base di partenza di un approfondimento. Io ho formulato domande pecise sono in attesa delle risposte da entrambe gli schieramenti.
In poche parole, a chi tutte le nazioni della terra devono pagare questi interessi sul debito che presto saranno insolubili perchè si parla di interesse composto e dunque esponenziale non sostenibile a lungo termine? Come i popoli della terra si sono fatti questi debiti se tutti ce li hanno? Anzi più sono nazioni ricche e più è alto il loro debito, vedi i dati della cia disponibili in rete del 2004. Ma se le nazioni hanno contratto un debito qualcuno ha prestato loro qualcosa, soldi, Chi? Chi è in grado di prestare soldi agli stati con importi di questa rilevanza tanto da poterne esigere gli interessi? L'unica risposta plausibile che mi viene in mente è: le banche centrali. Ma io sono ignorante in materia e potrei sbagliare, anche se mi conforta Marx in questa riflessione. Dunque non il signoraggio il problema , ma la sovranità monetaria concetto diverso da signoraggio(questo è chiaro anche a prima vista sono parole diverse, Pascucci!)?

Piene di domande, attendiamo fiduciose gentili risposte, intanto procedo alla lettura del capitale di Marx.

Nella sentenza troverai chiarimenti su cos'è il signoraggio e come è nato.... oppure su wikipedia o su tantissimi siti che ne parlano. Sul sito di ecoroma la trattazione è semplice e ti fa anche una semplice carrelata storica.

Hai domande?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
marx e feldstein
by belved Wednesday, May. 17, 2006 at 12:15 AM mail:

x Kate:

avevo riconosciuto subito Marx ;) Nino mi da del fascista ma riconosco Marx da una citazione...quel Marx che guarda caso poneva all'attenzione pubblica lo scandalo del signoraggio della Banca d'Inghilterra ma tant'è....a ognuno i suoi crucci.

x Pckrainer

Io non ho mai parlato di tornare ad un sistema totalmente basato sull'oro. Anche perchè questo presupporrebbe un oro a 10000 dollari l'oncia circa. Si dovrebbero appesantire le monete che dovrebbero tornare a misurare delle frazioni di peso in oro. Come spiega magistralmente Rothbard nell'800 le monete erano in realtà fra loro correlate in quanto esprimevano frazioni di peso d'oro. Il semplice nome dato alla moneta (dollaro, sterlina, franco) era un modo per staccare dal pubblico sempre di più la convinzione che la moneta fosse frazione d'oro! Chi inflazionava perdeva oro...e dunque esisteva un limite molto forte al fiat money che oggi domina il sistema.

Riguardo Clearstream....siete poco informati. La sola Clearstream fatturava sui conti pubblici 50000 miliardi di euro l'anno. Avete capito bene? 50000 solo sui pubblicati. Poi c'erano quelli non pubblicati. Le transazioni venivano registrate solo a valore di saldo, quindi ad un valore enormemente inferiore alla movimentazione reale! E si facevano concorrenza sui clienti facendo a gara nel fornire servizi di riciclaggio! Su cosa? dalle indagini emergono le ipotesi di fondi derivanti dal signoraggio!

Riguardo l'accettazione della moneta come dici giustamente tu, nessuno può rifiutarsi poichè è imposta per legge (corso legale forzoso). Cosa succederebbe se venisse messa in concorrenza con altre monete? Qui sta il problema. Per imposizione si accetta quella che a tutti gli effetti è una truffa. Non lo dico io, lo dicono banchieri, lo disse Ford, lo sottintende il possibile successore di Snow al tesoro USA che dice:

"Feldstein ha proposto la fine della politica del “dollaro forte” seguita dal governo USA. Come alternativa ha suggerito il “dollaro competitivo” – il nuovo eufemismo per il dollaro debole.
Già il 3 marzo Feldstein aveva pubblicamente sostenuto
che per gli USA sarebbe possibile mantenere “un dollaro
competitivo all’estero e un dollaro forte all’interno”. Paesi come Corea, Thailandia e Argentina hanno sofferto gravi danni economici e l’aumento dell’inflazione a seguito del declino delle loro monete negli anni Novanta, ha detto Feldstein, perché “le imprese attive in quei paesi avevano molta parte del debito denominato in dollari invece che nella moneta nazionale”. Ma, “poiché negli Stati Uniti FINANZIAMO IL DEFICIT DEI CONTI CORRENTI PRENDENDO A PRESTITO LA NOSTRA MONETA, ci è possibile passare ad un dollaro più competitivo senza gli effetti negativi che, negli altri paesi, seguono la svalutazione monetaria”.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
siete ridicoli
by sandropascucci Wednesday, May. 17, 2006 at 12:17 AM mail:

il signoraggio è su ogni banconota stampata dalla banca centrale. punto.

ancora non capite questo?

pensa che il signoraggio è un argomento propedeutico all'altra truffa che è la RISERVA FRAZIONARIA, state reschi allora!

kate io non so cosa ti ho fatto ma è evidente che hai un astio personale verso di me come tutti quelli del Brankozzo™ (nino ne è l'esempio classico, noioso).

volete colpire me tramite la negazione del signoraggio.. patetici!

voi poracci siete gli stessi che (prima che uscisse la sentenza di lecce) dicevano che il signoraggio non esisteva neanche! AH AH AH

voi siete quelli che (prima del 20 settembre 2005, giorno della pubblicazione sul sito della BdI dell'elenco dei soci) dicevano che la Banca d'Italia S.p.A. era pubblica ! AH AH AH

Nino vuole vendicarsi che l'ho cacciato a calci in culo da un mio forum
ma non dice che si presentava sotto 3 nomi diversi e che ha fatto incursioni sulle chat che mettevo a disposizione (gratis come tutto il resto) delle persone interessate ad un libero dialogo..

la banca d'italia è privata e i soldi che stampa vanno restituiti al banchiere unico e legittimo proprietario!

e poi, scusate: ma se la BdI è pubblica.. che ci siamo fregati da soli gli 87euro? AH AH AH

e come mai lo stato si fa derubare dal suo cassiere?!

il cassiere dello Stato è la Corte dei Conti e basta!
ingatti le 500 lire erano firmate da tre funzionari pubblici e create dallo Stato.

kate lascia perdere, vatti a sfogare con qualcun altro che quà nun c'è trippa pe gatti!

la FED, la BCE, il Fondo Monetario Mondiale e la Banca Mondiale sono ORGANISMI PRIVATI.

le vostre chiacchiere vanno bene per blog come quello di beppe grillo dove, guarda un pò, censura la parola SIGNORAGGIO e PASCUCCI per paura di perdere potere sui suoi adepti..


ciao bbelli!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
un'ipotesi
by pkrainer Wednesday, May. 17, 2006 at 12:32 AM mail:

a me non pareva che Kate mostrasse astio per questo Pascucci, mi pareva anzi che lo prendesse inspiegabilmente sul serio.
Comunque, caro il mio Pascucci, se vuoi sapere perché uno ha per te astio, schifo, disgusto o disprezzo, pensa che potrebbe essere per il linguaggio da Bagaglino che usi: sembri un guitto di DriveIn, e in più manco fai ridere.
A proposito, non é bello che tu, cacciato a pedate in culo da Beppe Grillo, venga in un posto dove le pedate in culo non vengono assestate ad ammorbarci con le tue cazzate.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
vabbè
by Nino Wednesday, May. 17, 2006 at 12:54 AM mail:


ho risposto esaurientemente alle riposte... allora siete in mala fede di sicuro.... anche gli asini hanno capito che

1) la moneta senza riserva nè debito semplicemente non esiste

2) la banca emette moneta contro titoli, in quanto appunto la moneta è rappresentativa di merce... la moneta misura il lavoro, se dietro un'emissione di moneta non c'è lavoro, quella moneta non vale nulla.... come quella che vuole stampare Auriti e gli altri fascisti.... moneta senza debito nè riserva, quindi che non vale nulla...

3) di conseguenza la banca non è proprietaria della moneta emessa

se fosse così gli azionisti prenderebbero un utile uguale a

moneta bancaria emessa + interessi - costi di stampa / n totale di azioni * n azioni di sua proprietà

Pascucci, puoi copiare e incollare ciò che vuoi, ma eviti sempre la risposta a questa domanina

... siccome non hai copmerato azioni, siccome nessun azionista vive di rendita dall'utile che tu dici che abbia, perchè a quest'ora anche tu avresti comperato azioni di una qualsiasi banca


quindi gli azionisti sono proprietari della banca, se la moneta fosse di proprietà della banca, questa verrebbe spartita dagli azionisti... ma così non è

ne consegue che la banca non è la proprietaria dela moneta che emette...

4) gli utili della BC vanno ex art 54 e 56 dello statuto allo stato, salvo 15mila euro annui divisi tra tutte le banche ( utili art 54 fino al 10% del capitale della BC, che è di 150 mila euro, quindi l'utile è fino a 15 mila euro) e i 400 milioni di utili ex art 56 dei rendimenti delle riserve fino al 4% di esse...

leggetevi sentenza e consulenza d'ufficio e soprattutto

comperate azioni bancarie e ditemi se come utile avete avuto

moneta bancaria emessa + interessi - costi di stampa / n totale di azioni * n azioni di sua proprietà

se si, avete ragione, e vivrete di rendita a vita, alla FACCIA MIA, se no, siete solo dei propagandatori di idee dei fascisti Auriti e Saba ( alternativa sociale e fiamma tricolore )

per mic

" 1) convertire carta contro altra carta mi sembra un circolo vizioso "

cazzate, il titolo è proprietà di casa, azienda, macchinari, automobili, terre, ecc...

sai cosa sia un titolo? il titolo rappresenta la PROPRIETA' di un BENE REALE


nemmeno i fondamenti del diritto sapete... ignoranti

cmq rispondete alla domandina su quanto utile vi danno le azioni di una banca....


spero rispondiate ( non che seil prende un cda perchè come già dimostrato non sta in piedi perchè essendo moneta elettronica quella delle banche commerciali dovrebbe sucire da qualche conto.. .ben visibile )


salutatemi LaRouche

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
la moneta che non esiste
by Nino Wednesday, May. 17, 2006 at 1:11 AM mail:

" Nino mi da del fascista ma riconosco Marx da una citazione."

come mai Marx proponeva una banca centrale?

vai Belved, dottore alla london school of economics....

Marx non diceva che lo stato dvoesse stampare monete senza debito nè riserva,quindi NULLA

ricordo che la moneta è misura del lavoro, se no c'è niente ditetro l'emissione di una moneta questa no nvale nulla


Marx non dice di stampare moneta "senza debito" ( che non esiste in effetti.... LaRouche e tutti gli economisti )

Marx dice di fare una Banca Centrale con capitale pubblico

ora la nostra ha capitale privato ( il capitale è ricordo 150 mila euro, e le azioni non liberamente vendibili, quindi lo stato quando vuole, se la può comperare tutta con una semplice legge )

ma gli utili, ex art 54 e 56 vanno allo stato, quindi la BC centrale di oggi, NEI FATTI equivale a quella di Marx


quindi smettetela nel masturbare Marx, sporchi fascisti...

Marx non è alla vostra altezza... quando parlate di Marx, Keynes o Von Mises, sciacquatevi la bocca....

la vostra moneta NON ESISTE, perchè dietro quell'emissione non c'è NULLA... moneta senza debito nè riserva, quindi INCONVERTIBILE

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
rieccomi
by Kate Wednesday, May. 17, 2006 at 3:31 AM mail: regioitalia@yahoo.it

X Belved
Scusa non vorrei assumere i toni bui che qui leggo, ma mi hai risposto lodantoti buttando un occhio a Nino. Ti do atto che, hai riconosciuto Marx immediatamente, ma aspetto risposte da te che riconosci Marx a prima vista, mi sembri una persona preparata, concediti di essere pure prolisso benchè semplice e rispondi al volgo su i quesiti che ha sollevato.

Personalmente detesto le diatribe e sono fuori dai giochi di potere, io vorrei sapere in modo scientifico che cosa è che non funziona. Se sarà signoraggio o no lo vedremo poi. Marx, da quel che intuisco, parla di qualcosa di più ampio del signoraggio, come anche la sentenza quantifica il reddito di signoraggio in €87/00, sei in grado di confutare la sentenza? Se la sentenza è inconfutabile non ci vuole un genio per capire che tra €87/00 del reddito da signoraggio e i circa €16.000 di debito pubblico pro capite la differenza è abbissale, e che non è il signoraggio IL PROBLEMA, ma ben altro.
Il mio ragionamento è perfettamente logico sulle basi primarie che ho posto. Se sono riuscita a farmi intendere, ho ricominciato tutto da capo da un punto fruibile a tutti, una frase e una sentenza estremamente pertinenti e semplici da capire per chiunque.

x Sandro Pascucci.
Non ho assolutamente nulla contro di te. Ho semplicemente risposto a Nemesi, inquanto le parole hanno una loro valenza. Mi si dice che sei una brava persona e non ho motivo di dubitarne. Se vuoi hai dei metodi un po' contestabili e a volte non pensi prima di esprimerti, come in questo caso. Io non conosco affatto Nino, non so di che Brankozzo parli, non sapevo che esistesse il signoraggio ne prima ne dopo la sentenza, ma solo di recente, non mi sono mai posta la domanda di chi fosse Bdi, semplicemente perchè non mi importava nulla .... come puoi darmi fiducia se erri i fondamenti dei tuoi discorsi, per superficialità? Non so se ti viene naturale, ma usi tecniche demagogiche. Purtroppo sono una persona a cui i conti devono quadrare in modo logico, quando tu sei demagogico non posso tener conto di quel che dici. Tu cerchi adepti e dunque pretendi toni reverenziali da coloro che ritieni i tuoi sobordinati...è chiaro che da me non lo avrai mai, se mi userai rispetto lo avrai, se no, prima abbozzo, poi ti faccio saltare i denti, virtualmente parlando, eh! che ci vuoi fare è da quando avevo 14 anni che ho capito che con il sesso maschile bisogna ragionarci.

Ovviamente tutto è fino a prova contraria.

"kate lascia perdere, vatti a sfogare con qualcun altro che quà nun c'è trippa pe gatti!"

Di sfoghi qui ne ho letti molti, tra cui i tuoi, e sono insulti verbali e insulti all'intelligenza altrui come la tua frase che ho sopra citata, sai riconoscere un ragionamento logico da uno sfogo?

Perchè hai paura di me, qui e altrove?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
rispondiamo per l'ennessima volta
by Nino Wednesday, May. 17, 2006 at 10:30 AM mail:

"Marx, da quel che intuisco, parla di qualcosa di più ampio del signoraggio, come anche la sentenza quantifica il reddito di signoraggio in €87/00, sei in grado di confutare la sentenza?"

cara kate disinformata, l'hai letta la sentenza?

la sentenza dice quello che dico io

che allo stato va il tasso di sconto tranne i 15mila euro annui dell'art. 54 e i 400 milioni annui dell'art.56 dello statuto... quindi una robetta da poco all'anno
che dopo la sentenza non ci sarà manco quella, visto che andrà tutto allo stato... ( già ora va la grandissima parte )

Marx dice di fare una banca centrale, che quindi emette moneta a debito e non di sua proprietà, proprio come la banca centrale odierna

lui dice di capitale pubblico, oggi il capitale della BC è di 150 mila euro, quindi lo stato quando vuole potrebbe riprenderlsela, ma lo stato ha fatto qualcosa con cui ha dato le azioni ad alcune banche, ma GLI UTILI per STATUTO li prende LUI, quindi DI FATTO la banca è PUBBLICA perchè l'UTILE va allo STATO

"Se la sentenza è inconfutabile non ci vuole un genio per capire che tra €87/00 del reddito da signoraggio e i circa €16.000 di debito pubblico pro capite la differenza è abbissale, e che non è il signoraggio IL PROBLEMA, ma ben altro."

esatto perchè Pascucci dice che la banca è proprietaria della moneta che emette, il che è FALSO

infatti se comperi qualche azione di qualsiasi banca il tuo utile non è

moneta bancaria emessa + interessi - costi / n totale di azioni * n azioni di tua proprietà

ma solo

interessi - costi di stampa / n totale di azioni * n azioni di tua prorpietà

infatti il Pascucci non ha mai risposto a questa domanda... cioè

se gli azionisti sono i proprietari della banca, e la moneta è di proprietà della banca, perchè gli azionisti non prendono i soldi emessi che rientrano?

facile, rispondo io, significa che non sono proprietari


l'utile è solo l'interesse

da qui sta la boiata di Pascucci del signoraggio come 16 mila euro a testa... lui dice che quella moneta è di proprietà della banca.... ed invece no, come dimostrano gli utili delle azioni

il mio post è finalizzato a chiarire questa cosa, che la moneta emessa dalla banca non è di sua proprietà, e che quindi le cose di Pascucci sostenute dai partiti neofasci sono cosa che nemmeno esistono, e che anche la sentenza di Lecce e la consulenza tecnica d'ufficio ad essa relativa nemmeno calcolano di quanto sono boiate le affermazioni di Auriti e co.

alla fine dei miei post faccio sempre questa domanda

comperate azioni di qualsiasi banca e ditemi se l'utile che vi danno è uguale a


moneta bancaria emessa + interessi - costi / n totale di azioni * n azioni di tua proprietà

se si, allora ha ragione Pascucci, e vivrete di rendita a vita diventando ricchissimi ( perchè non le avete già comperate, così stavate già in una piscina alle Cayman? )

se no, come dico io, la sentenza, e tutte le persone che sappiano cosa sia una banca, allora quelle di Pascucci e dei partiti che le porpagandano sono delle boiate, e come tali vanno considerate.


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
kate che palle che sei
by sandropascucci Wednesday, May. 17, 2006 at 12:27 PM mail:

> x Sandro Pascucci. Non ho assolutamente nulla contro di te. Ho semplicemente risposto a Nemesi, inquanto le parole hanno una loro valenza.

bugiarda, potrei dirti di rileggerti i post ma non lo faresti insistendo sulle tue cazzate quindi ti liquido con: falsa.

> Mi si dice che sei una brava persona e non ho motivo di dubitarne. Se vuoi hai dei metodi un po' contestabili e a volte non pensi prima di esprimerti, come in questo caso.

che poraccia che sei! giudichi me? ma pensa a te (e qui sotto potevi farlo ma andiamo per ordine..)

> Io non conosco affatto Nino, non so di che Brankozzo parli, non sapevo che esistesse il signoraggio ne prima ne dopo la sentenza, ma solo di recente, non mi sono mai posta la domanda di chi fosse Bdi, semplicemente perchè non mi importava nulla ....

letto? rileggiamolo tutti insieme e poi andiamo a leggere la perla che segue:

> come puoi darmi fiducia se erri i fondamenti dei tuoi discorsi, per superficialità?

e io sarei superficiale? minkia tu stessa hai detto che non te ne fregava un cazzo di moneta, sociale e politica e vieni a giudicare i miei pensieri? 'a poraccia!

> Non so se ti viene naturale, ma usi tecniche demagogiche.

fumata persa!

> Purtroppo sono una persona a cui i conti devono quadrare in modo logico, quando tu sei demagogico non posso tener conto di quel che dici.

allora ignorami e non rompermi le palle no?

> Tu cerchi adepti e dunque pretendi toni reverenziali da coloro che ritieni i tuoi sobordinati...è chiaro che da me non lo avrai mai,

ma chi cazzo ti ha chiesto nulla?!

> se mi userai rispetto lo avrai,

sei tu che mi hai tirato in ballo 'A-BBELLA! ma che cazzo fate mentre scrivete? ballate fumati?!

> se no, prima abbozzo, poi ti faccio saltare i denti, virtualmente parlando, eh!

ma vai a cagare! sei come quei cagnolini che abbaiano protetti dal recinto del padrone.. poi appena escono: coda tra le gambe!

> che ci vuoi fare è da quando avevo 14 anni che ho capito che con il sesso maschile bisogna ragionarci.

la solita femminista strippata e insoddisfatta, la rovina del mondo!

> Ovviamente tutto è fino a prova contraria.

ovviamente! prima sputare poi pensare, vero?

> "kate lascia perdere, vatti a sfogare con qualcun altro che quà nun c'è trippa pe gatti!"
> Di sfoghi qui ne ho letti molti, tra cui i tuoi, e sono insulti verbali e insulti all'intelligenza altrui come la tua frase che ho sopra citata, sai riconoscere un ragionamento logico da uno sfogo?

ma ti leggi quanto sei saccente e arrogante? che schifo!

> Perchè hai paura di me, qui e altrove?

ma di cazzo stai parlando? sei una schiava, una serva del sistema una dedita a gonfiarsi di EGO e a pensare alle stronzate filosofiche.. ma a fine mese paghi col bancomat pure tu e il banchiere ti ride dietro (se non altro)

riprova dai

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
nino basta con queste cazzo di azioni
by sandropascucci Wednesday, May. 17, 2006 at 12:32 PM mail:

basta nino con questa cazzata delle azioni di banca intesa!

ma quanto prendi di commissione?

le azioni danno l'utile che decide il cda (tra le altre cose) dopo accantonamenti e magheggi vari

il cda di bankitalia SPA ha già fatto sparire dai libri il grosso della fetta METTENDOLO AL PASSIVO quindi dove vuoi andare LEGALMENTE a bussare? che ci vuole a capirlo?!

bankitalia truffa mettendo al passivo e tu vorresti partecipare agli utili attraverso una sua socia (e quindi attraverso UN ALTRO CDA)? basta con le cazzate!

e basta anche con "il denaro senza debito non esiste"
ma che cazzo stai farneticando?

che il denaro (CHE RAPPRESENTA RICCHEZZA, non dimentichiamolo) DEVE AVERE UN DEBITO dietro o non varrebbe?

Ma qui stiamo in un manicomio?!?!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Pascucci sei un cretino
by pkrainer Wednesday, May. 17, 2006 at 12:50 PM mail:

Dunque i meravigliosi guadagni della BC spariscono perché sono messi nel passivo? ma in che senso allora sarebbero guadagni?
tu devi credere di avere a che fare con gente che ha l'anello al naso: una cosa é che tu arrivi da me con una valigia di contanti, di oro, di titoli, io falsifico il bilancio e mi tengo la valigia. Io, il Cda, gli azionisti. Ma occorre la valigia. O, per stare a sistemi più moderni, esiste una somma sul conto, da quel conto faccio un bonifico alle Cayman, a mia nonna, a chi vuoi. Poi prelevo e converto di nuovo nella nota valigia.
I soldi i banchieri, e anche i non banchieri, li fregano così.
Mentre tu sostieni che una cifra che la BC disonestamente si accaparra, e che non esiste materialmente da nessuna parte, non viene neppure messa in bilancio, quindi non risulta da nessuna parte. Non pensi che una somma non liquida, nel momento in cui non risulta, cessa di esistere?
Come fai a fregartela, se non esiste nessun conto in cui sia depositata, e visto che certo non é contante?
A parte il solito disscorso che non tiene conto delle banconote ritirate (che sono l'immensa maggioranza): io emetto un milione di banconote nuove, ma sono obbliugato a mettere al macero la pari somma in banconote vecchie. Dove sta il guadagno?
Ma anche sull'aumento di emissione che é modesto, il guadagno che non risulta ( e che esiste solo nella testa di manzo) come faccio a fregarmelo?
il punto é che sei oltre che un disturbatore, anche un disturbato dell'intelletto, che crede di avere fatto una grande scoperta: vede ormai che non é così, ma gli ruga rientare nel nulla che gli compete, col suo linguaggio da avanspettacolo, col suo argomentare da elettrauto in libera uscita. Quindi insolentisce e ammorba, suffragato da quattro succhiastronzi della sua stessa risma (sempre che non siano suoi multipli virtuali e che le sue cazzate rimbalzino unicamente nel fetore della sua scatola cranica.
Un'ipotesi da non trascurare

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheheheh
by Nino Wednesday, May. 17, 2006 at 12:55 PM mail:

" le azioni danno l'utile che decide il cda (tra le altre cose) dopo accantonamenti e magheggi vari "

Pascucci cosìè che non capisci? L'azionista E' IL PROPRIETARIO DELLA BANCA

l'utile dell'azionista è l'utile totale diviso il numero totale delle azioni per le azioni di proprietà del singolo azionista


se l'utile fosse "tutta la moneta bancaria emessa", e cioè se la proprietà della moneta emessa fosse della banca emittente, questo verrebbe diviso per il numero di azioni e dato a tutti gli azionisti in base al numero di azioni di loro proprietà.


Questo utile che dici tu non esiste

avete detto

- se lo fraga il cda....

beh siccome la moneta bancaria è elettronica, il cda non può fregarselo così, perchè deve uscire da qualche conto corrente della banca, che naturalmente deve essere coperto dal suo utile, che è solo il tasso di sconto....

quindi questa cosa è impossibile

" bankitalia truffa mettendo al passivo e tu vorresti partecipare agli utili attraverso una sua socia "

1) gli azionisti sono i PROPRIETARI a cui vanno gli UTILI

2) banca intesa partecipa ai 15mila euro della BC annuali ex art. 54 e ai 400 milioni dell'art 56, questo per l'utile della BC

ma

3) ogni banca commerciale, banca intesa inclusa, emette , con il moltiplicatore, moneta bancaria

se fosse come dici tu ogni azionista dovrebbe avere come utile

moneta bancaria emessa + interessi - costi di stampa / n totale di azioni * n azioni di sua proprietà

ma ciò non esiste

e in più

la banca può emettere moneta solo contro titoli in attivo, quindi qualsiasi spartizione sarebbe emettere moneta senza nulla all'attivo.... quindi bancarotta e appropriazione indebita... se hai qualche prova valli a denunciare


ma la sentenza di Lecce e la consulenza tecnica d'ufficio ( del magistrato ) ti danno TORTO, così come ti danno TORTO gli utili delle azioni bancarie

quindi la moneta emessa NON E' di PROPRIETA' DEGLI AZIONISTI, quindi NON E' di PROPRIETA' della BANCA

ok?

l'unico utile è il tasso di sconto, e quello della BC va tutto, tranne le briciole degli art 54 e 56, allo STATO

l'uico utile delle banche commerciali è il tasso d'interesse moltiplicato per la moneta bancaria emessa...


quindi ciò che dici non esiste, ed è significativo che questa tua boiata venga cavalcata da Auriti ( alternativa sociale ) Marco Saba ( fiamma tricolore ) forza nuova e fronte nazionale.


" e basta anche con "il denaro senza debito non esiste"
ma che cazzo stai farneticando? "

la moneta misura il LAVORO, se dietro un'emissione monetaria non c'è lavoro passato, cioè titoli che rappresentino la PROPRIETA' di BENI REALI frutto di LAVORO PASSATO, la moneta sarebbe un NIENTE

e chi desse lavoro contro questa "moneta senza debito nè riserva" ( ? ) darebbe LAVORO CONTRO NULLA, perchè chi SPENDE quella moneta l'ha ottenuta non in base ad un lavoro fatto in precedenza, ma GRATIS

per questo, oltre TUTTI, anche il vostro amichetto LARouche dice che "in efetti la moneta senza debito non esiste"


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheheheh
by Nino Wednesday, May. 17, 2006 at 1:19 PM mail:

ahhhhh


dimenticavo, in AGGIUNTA al commento precedente, che il cda è nominato dagli AZIONISTI PROPRIETARI e revocabile IN OGNI MOMENTO DAGLI STESSI PROPRIETARI AZIONISTI.


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
una domanda
by mic Wednesday, May. 17, 2006 at 2:28 PM mail:

Nino l' assioma su cui si basa la tua teoria è che se il reddito del signoraggio fosse veramente la differenza fra valore nominale e costo di produzione basterebbe acquistare qualche azione delle banche socie di bankitalia o BCE per partecipare di questi utili e diventare miliardario.
Ma hai sempre evitato di entrare nel merito dell'anomalia del bilancio di BCE in cui si segna il valore nominale della valuta emessa al passivo e si segna all'attivo il controvalore identico in bot che riceve dallo stato. (reddito da emissione : -100[moneta] + 100[titoli] = 0 , non c'è alcun reddito da emissione, il signoraggio alla "pascucci non esiste)
Ora, però è evidente che la banca si prende beni reali (bot, buoni del tesoro garantiti dalle tasse italiane) contro carta stampata arbitrariamente e li considera vicendevolemtne compensatisi nel suo bilancio, che cosi risulta pari a zero (a parte gli interessi) per cui nessun dividendo ufficiale.
Ma cosa succederebbe se la BC segnasse al passivo i costi di produzione di ES. euro 100: ossia 0,30 cent e si segnasse all'attivo i bot presi per un controvalore pari al valore nominale della banconota ?
avremmo, reddito da emissione : -0,30 + 100 = + 99,70

ora la domanda sorge spontanea, la BC dovrebbe segnare al passivo i costi di produzione o il valore nominale della banconota ?
se per te è vera la seconda opzione spiega perchè. Grazie.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
perché
by pkrainer Wednesday, May. 17, 2006 at 2:39 PM mail:

"la BC dovrebbe segnare al passivo i costi di produzione o il valore nominale della banconota ?"

deve segnare il valore della banconota che non é nominale, é reale: se quei soldi li usasse per pagare gli stipendi, i lavoratori sarebbero soddisfatti. Se qualcuno glieli rubasse, quel qualcuno diverrebbe ricco. Le banconote emesse dalla BC non sono emesse arbitrariamente, ma per conto dello stato, quindi non hanno un valore nominale, ma un valore attuale.
Tu dici: ma alla banca rimangono titoli che sono soldi reali, a fronte di banconote che non mi sono costate niente(i costi di produzione trascuriamoli pure): peccato che non consideri che, per monetizzare quei titoli, dovrò ricorrere a quelle stesse banconote che ho emesso. In Italia (adesso c'é l'Europa e la cosa si incasina, ma il rpincipio alla fine rimane identico) l'unica moneta valida sono quelle banconote. E' un sistema chiuso, in cui alla fine devi sempre accettare per buone quelle banconote. Sarebbe come se il falsario vendesse le sue banconote false in cambio di banconote false: non sarebbe un grande affare, no?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheheh
by Nino Wednesday, May. 17, 2006 at 2:52 PM mail:


beh pkrainer ha ragione

scusa mic, ma la moneta se vale 3 cent prima dovrebbe valere anche 3 cent quando con quella COMPRI LAVORO altrui

se tu chiedi 100 euro alla banca devi lasciare un BENE REALE in garanzia che valga 100 euro e non 3 cent

perchè tu con quei 100 euro compri da un altro un BENE che vale 100 euro e non 3 cent

io con 100 euro se vado al bar non mi danno SOLO 1 caramella...

quei 100 euro hanno quel valore perchè in garanzia c'è un bene reale di tal valore


la moneta "senza debito nè riserva" non esiste...

la moneta misura LAVORO all'emissione dev'essere coperta da chi la domanda da titoli rappresentativi di beni reali frutto di LAVORO passato

così si ha la garanzia che chi ha moneta se la merita, e non gli viene data a cazzo gratuitamente per decisione del politico di turno

e cmq la moneta data gratuitamente favorirebbe chi la spende perchè comprerebbe LAVORO ALTRUI CONTRO NULLA...


riguardo agli utili da signoraggio, dato che il post riguarda questo

1) la BC emette moneta contro titoli

2) la BC non è proprietaria della moneta perchè quando questa rientra non è spartita tra gli azionisti ( sarebbe emissione senza titolo all'attivo )

quindi la BC e quindi gli aqzionisti proprietari, non è proprietaria della moneta emessa


il resto son boiate

la BC emette uno strumento rappresentativo di merce a chi la domanda contro titoli rappresentativi di beni reali frutto di lavoro passato

quando rientra questa non è spartita, ridà il titolo e resta il tasso di sconto

questo va allo stato ex art 54 e 56 come dice anche sentenza consulenza tecnica d'ufficio e tutto


Ciao

Nino



versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
le dialogo tra sordi
by Kate Wednesday, May. 17, 2006 at 2:58 PM mail: regioitalia@yahoo.it

Nino....tra ogni singolo e tutti gli altri ci sono solo parole qua sopra dunque le parole hanno un loro significato:
Stavo rispondendo a Belved che ha usato la parola signoraggio per interpretare le parole di Marx . Chi ha detto che la sentenza di lecce non dica quel che tu dici? Da me non l'hai sentito.
Infatti sarà chi sosiene il signoraggio quale problema principe a dover dimostrare l'inessattezza della sentenza di lecce.
A te avevo chiesto di spiegarmi Marx e di attualizzarlo perchè da qualche parte il vizio c'è o è tutto normale che i popoli più sono ricchi e più stanno nella merda fino al collo col debito pubblico? Tocca provare che qui non risede il problema. Vaglio le tue altre affermazioni e poi ci risentiamo.

x Pascucci
Oman ti sei reso conto che con le tue argomentazioni mi stai dando ragione?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ehehehe
by Nino Wednesday, May. 17, 2006 at 3:18 PM mail:


allora Kate, vedo che anche tu ti rendi conto del fatto di lasciare stare alcune boiate inesistenti


quindi rispondo alla tua frase

"perchè da qualche parte il vizio c'è o è tutto normale che i popoli più sono ricchi e più stanno nella merda fino al collo col debito pubblico? Tocca provare che qui non risede il problema. Vaglio le tue altre affermazioni e poi ci risentiamo"

http://epp.eurostat.cec.eu.int/portal/page?_pageid=1996,39140985&_dad=portal&_schema=PORTAL&screen=detailref&language=en&product=STRIND_ECOBAC&root=STRIND_ECOBAC/ecobac/eb011

questo è il potere d'acquisto, cioè la ricchezza reale delle nazioni europee più qualche altra fatto 100 la media di potere d'acquisto dell'EU a 25

http://epp.eurostat.cec.eu.int/portal/page?_pageid=1996,39140985&_dad=portal&_schema=PORTAL&screen=detailref&language=en&product=STRIND_ECOBAC&root=STRIND_ECOBAC/ecobac/eb070

questo è il debito pubblico

come vedi molte nazioni ( Danimarca dal 77% al 35%, Belgio dal 135% al 93%, l'Irlanda dall'89% al 27%, l'Italia stessa dal 124% al 106%, la Svezia dal 73% al 50% ) hanno diminuito il debito pubblico e sono diventate più ricche come potere d'acquisto pro capite

poi alcune nazioni redistriuiscono meglio la ricchezza ( pensiamo a Danimarca, Svezia, anche Germania ) mentre altre tassano male e non in modo equo, e in quelle ci sono più differenze

http://epp.eurostat.cec.eu.int/portal/page?_pageid=1996,39140985&_dad=portal&_schema=PORTAL&screen=detailref&language=en&product=STRIND_SOCOHE&root=STRIND_SOCOHE/socohe/sc010

in danimarca la differenza tra la media dei redditi del 20% più ricca e il 20% più povera è di 3,4 volte, in Svezia di 3,3 e in Italia di 5,6 )

quindi si può diventare più ricchi riducendo il debito, tutto dipende dalla produttività delle spese pubbliche

se lo stato fa un debito di 100 euro per fare investimenti e quell'investimento rende

a) 90 il debito sale

b) 110 il debito scende

tutto dipende da cosa si fa con quei soldi, se li si spende per aumentare la produttività, quindi produrre più beni, o se spesi male

il risultato di diminuire così tanto il debito è incompatibile con le boiate di Pascucci, in quel caso sarebbe difficilissimo se non improbabile

un'altra prova contro le boiate :D

Ciao

Nino





versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
pkrainer sei finito
by sandropascucci Wednesday, May. 17, 2006 at 4:27 PM mail:

pkrainer caro
anche te del Brankozzo™ eh?

riconosco il tuo stile e ho le tue mail.

sei p-a-t-e-t-i-c-o ! insulti e basta, poi?

se non capisci che il bilancio è falsificato e che non
occorrono scatole di scarpe con i soldi dentro (ma dove
credi di stare? in un cantiere edile degli anni 70?) è
un problema tuo. la mia capacità cratica è ottima, grazie
dell'interessamento. tu invece hai un'anima di merda, si..
vera merda, perché non sei neanche un essere umano ma sei
un ragazzino brufoloso che si rende conto che il pezzo di
carta tanto sudato è inutile! ti ho beccato, eh?
ancora ti brucia la storia della "pseudo-laurea", eh?

AH AH AH

non prendertela, ricomincia da capo e forse stavolta ne
vieni fuori. ti consiglio un sito:

http://www.signoraggio.com




versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheheheh
by Nino Wednesday, May. 17, 2006 at 9:44 PM mail:

poervo Pascuccio

non riesci a provare che l'utile della banca, e quindi degli azionisti che eleggono il cda e possono revocarlo in qualsiasi momento sia

moneta bancaria emessa + interessi - costi di stampa / n totale di azioni * n azioni di sua proprietà

e ti lamenti con altri per insulti... sai solo rispondere agli insulti con altri insulti e spammare il tuo sito...


se c'è quell'utile, vai a comperarti azioni e campa di rendita... perchè non lo fai? c'è una piscina alle Cayman che t'aspetta se avessi ragione

Ciao

Nino



versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ma come parli?
by pkrainer Wednesday, May. 17, 2006 at 11:57 PM mail:

"pkrainer caro
anche te del Brankozzo™ eh? "

ma che lingua usi? ma sei scemo?

"riconosco il tuo stile e ho le tue mail."

frase misteriosa: mail non te ne ho mai mandate, quanto al mio stile é lo stesso da qualche decennio, e mi riconoscono in molti


"sei p-a-t-e-t-i-c-o ! insulti e basta, poi? "

in realtà ho portato una cifra di argomenti, abbastanza vanamente sia con te, che non rispondi mai a tono, un po' meno con i tuoi sciacquapalle, che comunque sono abbatsanza limitati pure loro

"se non capisci che il bilancio è falsificato"

ho capito: ma per incamerare una cifra, sia pure in maniera truffaldina, opccorre che questa cifra stia sul conto, se no come faccio a toglierla e a spedirla dove fa comodo a me?

" e che non
occorrono scatole di scarpe con i soldi dentro (ma dove
credi di stare? in un cantiere edile degli anni 70?)"

a parte che scatole di scarpe e valigie incontrano ancora molto, dai retta; il punto é che soldi che non risultano li si può rubare solo se stanno in contanti, in forma elettronica, come fai a prelevarli se non sono scritti da nessuna parte? perché tu sostieni questa assurdità che questi soldi che non risultano, perché li hanno messi nel passivo, il Cda delle banche azioniste se li intasca. Parti dal presupposto, fondatissimo, che i banchieri sono tutti ladri per dedurre che rubano ogni volta che respirano. Beninteso, se i soldi di cui parli stessero da qualche parte, non escludo che i banchieri cerchherebbero di fregarseli. Ma non si capisce, e tu non hai minimamente spiegato, come potrebbero fare. Riesci solo a insolentire con una dialettica da borgataro in esilio, quelli che non ti danno ragione



un problema tuo. la mia capacità cratica è ottima, grazie
dell'interessamento. "

la impieghi altrove, quindi: perché in quest'ambito, si direbbe che tu preferisca conservarla inutilizzata

"tu invece hai un'anima di merda, si..
vera merda, perché non sei neanche un essere umano ma sei
un ragazzino brufoloso"

a parte che mai fui brufoloso, meno ancora lo sono: capirai, ho cinquantaquattro anni

"che si rende conto che il pezzo di
carta tanto sudato è inutile! ti ho beccato, eh?
ancora ti brucia la storia della "pseudo-laurea", eh?"

per nulla: non ho sudato minimamente, avevo diciotto trenta su dicotto esami, poi ho lasciato l'università, visto che avevo ottenuto il congedo militare, che era l'unico pezzo di carta che mi premesse.
Anche come psicologo ti vedo mal preso: considera che, latitante il mago do Nascimento, forse un posticino da imbonitore a TeleMinervinoMurge lo potresti rimediare. Ma da dove sbuchi? come mai esisti?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ah ah ah tana per pk
by sandropascucci Thursday, May. 18, 2006 at 12:31 AM mail:

54anni? AH AH AH

"latitante il mago do Nascimento"

ma almeno CAMBIA LE FRASI! che diamine!
un altro bannato per tripli nick!

AH AH AH

chiamatemi quando volete postare col vostro vero nome (che ti è scappato nelle prime due mail! HI HI HI) E con argomentazioni serie E senza la volgarità che tirate fuori ogni 2x3!

la pagina la sapete, no?

http://www.signoraggio.com

Tutte le banconote stampate sono della banca che le ha stampate, mica dello Stato, più signoraggio di così!
strano che nomini le Cayman per la BCE!!
pensa che la Federal Reserve ha sede a puertorico!
ps:
dico volgarità solo quando sono oggetto di volgarità
come TUTTI possono leggere DAL PRIMO RIGO.
ah Nino: la diffamazione è un reato, ricordatelo sempre.
E darmi del fascista è una diffamazione.. :D

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
perchè non rispondi alla domandina? :D
by Nino Thursday, May. 18, 2006 at 1:09 AM mail:


" ah Nino: la diffamazione è un reato, ricordatelo sempre.
E darmi del fascista è una diffamazione.. :D"

ho detto che propagandi idee di Auriti e Saba ( alternativa sociale e fiamma tricolore ) non che tu sia un ISCRITTO ad un partito neofascista... c'è una LEGGERISSIMA differenza

:D

prova pure, faccio un colpo di telefono a mio zio avvocato e ti spillo un po' di soldi, non ci vuole poi tanto con queste argomentazioni

cmq tornando al punto

ti riposto l'ultimo mio commento

non riesci a provare che l'utile della banca, e quindi degli azionisti che eleggono il cda e possono revocarlo in qualsiasi momento sia

moneta bancaria emessa + interessi - costi di stampa / n totale di azioni * n azioni di sua proprietà

e ti lamenti con altri per insulti... sai solo rispondere agli insulti con altri insulti e spammare il tuo sito...


se c'è quell'utile, vai a comperarti azioni e campa di rendita... perchè non lo fai? c'è una piscina alle Cayman che t'aspetta se avessi ragione

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
denuncia per diffamazione
by sandropascucci Thursday, May. 18, 2006 at 1:11 PM mail:

-------------------------------------------------
" ah Nino: la diffamazione è un reato, ricordatelo sempre.
E darmi del fascista è una diffamazione.. :D"

ho detto che propagandi idee di Auriti e Saba ( alternativa sociale e fiamma tricolore ) non che tu sia un ISCRITTO ad un partito neofascista... c'è una LEGGERISSIMA differenza
-------------------------------------------------
na-na! tu mi hai infamato, ora ti caghi sotto ma i tuoi post sono belli evidenti.. mica ti denuncio perché mi dici che sono iscritto al partito neofascista.. no-no.. ti denuncio perché mi hai "dato del fascista"

e lo hai fatto PIU' volte e in più luoghi e in più modalità.. comincia a chiamarlo lo ziuccio..

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
fra l'altro
by pkrainer Thursday, May. 18, 2006 at 1:25 PM mail:

non é vero che chiamare un fascista fascista é diffamazione; neppure chiamre stronzo uno stronzo, ed é quello che accade fatalmente quando ci si imbatte in un simile pattume umano.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheheheh
by Nino Thursday, May. 18, 2006 at 1:46 PM mail:


quindi

chi dice " bisogna socializzare i mezzi di produzione" è di ideologia comunista, e dire che è comunista chi espone queste idee non è reato, è un aggettivo qualificativo

chi dice "lo stato deve lasciar fare e deve occuparsi solo di difesa ed ordine pubblico" è di ideologia liberista, e dire che è liberista chi espone queste idee non è reato, è un aggettivo qualificativo

chi dice "lo stato deve intervenire nell'economia per rimuovere gli ostacoli che di fatto impediscono l'uguaglianza tra le persone" è di ideologia socialdemocratica, e dire che è socialdemocratico chi espone queste idee non è reato, ma è un aggettivo qualificativo

chi dice "lo stato deve stampare dal nulla i soldi per comperare contro nulla il lavoro dei suoi cittadini, senza debito nè riserva" è di ideologia fascista o neo faudale ( come ricorda anche LaRouche "L’idea della moneta “senza debito” è stata propagandata da ideologi neo-feudalisti i quali produssero la chimera del “denaro onesto”: l’illusione secondo cui il valore economico è o potrebbe essere intrinseco ad una qualche forma di denaro in quanto tale. Sono fantasie appartenenti alla stessa generale categoria di quella del maggiore Henry George." http://www.movisol.org/banca.htm ) e dire che è fascista chi espone queste idee non è reato, ma aggettivo qualificativo


se io avessi detto "Pascucci è iscritto in un partito fascista" allora avrei detto il FALSO e quindi sarebbe diffamazione

siccome ho detto che sei di ideologia fascista, ho detto sol o il vero, visto poi che il tuo sito è pieno di programmi del fronte nazionale ( http://www.mclink.it/personal/MC0823/euroeusura.html )
di Giacinto Auriti ( http://www.mclink.it/personal/MC0823/auritiarretrati.htm )
( http://www.mclink.it/personal/MC0823/auriti-articoli-sangueavvelenato.htm )
( http://65.40.245.240/money/italy/index.htm )
di Marco Saba ( http://www.mclink.it/personal/MC0823/isola/bankenstein_1di9.html )

quindi vediamo cosa dice il codice penale in materia di diffamazione

Art. 595 Diffamazione
Chiunque, fuori dei casi indicati nell'articolo precedente, comunicando con piu' persone, offende l'altrui reputazione, e' punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a lire due milioni.

Ora se tu ti offendi quando dico che propagandi le idee dei partiti neofascisti, perchè li metti nel tuo sito?

L'accusa non regge.

Le pagine del tuo sito sono tutte salvate sul mio PC, quindi è inutile che le cancelli.

Se vuoi perdere tempo e soldi, fai pure.

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheheheh
by Nino Thursday, May. 18, 2006 at 4:51 PM mail:


è la stessa cosa, che io faccio un sito dove propagando le idee di Marx e poi mi indigno e offendo quando qualcuno mi dice COMUNISTA

:D

cmq, tanto per spiegarti un po' come funziona la diffamazione, sai studio giurisprudenza, quindi qualcosina di già la so, poi tra qualche anno sarò io a fare le cause direttamente

allora

uno offende una persona in due modi

1) quando attribuisce alla persona fatti che non ha commesso... quindi quando ciò che si attribuisce è FALSO

visto che tu sei d'accordo con Auriti, sei fascista, perchè uno che è d'accordo con Marx è comunista... ed il tuo sito è pieno delle tesi di Auriti, dal valore indotto allo stato che dovrebbe stampare moneta senza debito nè riserva per opere pubbliche ( lo stato "tipografo )

quindi, di falsità c'è ben poco

2) quando uno insulta una persona

vediamo se il termine fascista è un insulto...

http://www.demauroparavia.it/42526

"2a agg., s.m. e f. FO seguace, sostenitore del fascismo o dei movimenti di estrema destra che a esso più o meno dichiaratamente si richiamano"

Auriti è di un movimento dell'estrema destra, e Saba pure...

non puoi sostenere quelle idee e poi indignarti o affenderti se qualcuno ti dice fascista....


a me se qualcuno mi dice "socialdemocratico" io non mi offendo, perchè

a) sostengo le idee socialdemocratiche
b) socialdemocratico non è un insulto ma solo un aggettivo qualificativo

per esempio anche Berlusconi ha fatto causa a Marco Travaglio per il libro "L'odore dei soldi" per diffamazione

siccome le cose di Travaglio erano provate dalle carte delle sentenze, allora Berlusconi ha PERSO la causa e ha dovuto pagare le spese legali

e siccome nel tuo sito ci sono le prove che sei d'accordo con Auriti e Saba, probabilmente perderai soldi e tempo come Berlusconi.


Se non vuoi essere chiamato fascista, nè da me nè da pkrainer nè dagli altri che ti chiamano così, dovresti NON sostenere le idee di Auriti e Saba. Come uno che non vuole sentirsi chiamare comunista deve NON sostenere le idee di Marx, o Lenin o Stalin.


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
leggi e impara
by sandropascucci Thursday, May. 18, 2006 at 7:56 PM mail:

ho letto più volte (più e più volte) quello che hai qui sopra riportato: non ho parole!! GULP!!

Nino: sei fuori di testa come pochi!

metti che io io ho la tessere comunista, sono segretario della sezione della mia città MA (visto che ho letto Il Capitale) mi occupo di signoraggio e di banche centrale E ripropongo su un mio sito scritti di Auriti: sarei fascista?

ninuzzo.. vai a dormire che sei stanco..

per tutti gli altri:
ignorate questo poveretto, come leggete ha dei seri problemi di logica quindi i suoi ragionamenti sono spiegabili da questa patologia.

Una lettura per tagliare la testa al toro:

Lo Stato sovrano alle dipendenze de «Il Grasso Bankiere©»
(di Sandro Pascucci - http://www.signoraggio.com)

Il nostro Stato apparentemente sovrano è in realtà alle dirette dipendenze de I Grassi Banchieri privati sovranazionali. Apriamo gli occhi sui VERI meccanismi del Potere e del Controllo delle Masse (inteso sia come masse monetarie sia masse di persone, ergo Il Popolo Sovrano): signoraggio, Debito Pubblico, Prelievo Fiscale.
continua su: http://www.mclink.it/personal/MC0823/signoraggio_statodipendente.html


ps: ninuzzo un'ultima cosa:
se mi dai ancora del fascista ti denuncio per calunia/diffamazione.

ora puoi fare due cose:

per ripicca puoi scrivere "sandro sei fascista!" per dimostrare che hai le palle e non ti lasci intimorire e beccarti così una denuncia (chiama la polizia postale insieme a tuo zio e informati bene su cosa puoi e non puoi dire/scrivere) oppure lasciare perdere e rileggerti la mia homepage dove dico che sono apartitico e apolitico e non rompermi più le palle su questo argomento, perché so bene che a te importa più istigarmi che sapere come la penso.

io ti commisero, sono molto triste per averti conosciuto perché non mi hai insegnato nulla se non la miseria dell'animo umano che ti pervade ma io non scriverò qui, scriverò direttamente alla polizia. non scambiare pazienza per debolezza. addio.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Thursday, May. 18, 2006 at 8:24 PM mail:


diciamo che preferisco non perdere tempo, e nemmeno mio zio....quindi ti abbuono la tua definizione di "apartitico", non m'interessa questo

mi interessa il merito....merito spiegami una cosa


come mai se gli azionisti sono i proprietari di una banca e se la moneta emessa dalla banca e di sua proprietà gli azionisti non hanno come utile

moneta bancaria emessa + interessi - costi di stampa / n totale di azioni * n azioni di sua proprietà ??

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ho altro da fare
by Nino Thursday, May. 18, 2006 at 11:05 PM mail:


vabbè non rispondete alla domanda, ci rinuncio.

Addio.

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
era ora
by Raffaele Thursday, May. 18, 2006 at 11:36 PM mail:

Hai letto l'articolo di Pascucci e ti sei azzittito eh?

AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH

"..

Le Masse Monetarie.

Per tentare un'ultima volta di riportare alla ragione chi, tra le schiere di docenti nel settore ha ancora un barlume di coscienza, umanità e lucidità, cerchiamo di rispondere alla ripetitiva e noiosa domanda che gli accademici e i loro figliocci ci pongono (ossia gli studentelli tronfi di orgoglio per una laurea appena conquistata - in realtà regalata da IGB© & Soci, felici di armare così gratuitamente una mano in più per combattere la loro guerra con l'altrui pelle! Così facendo IGB© ci rimette, al più, una spadaccia arrugginita..):

D: «Dove sono le enormi masse di denaro che la pratica del signoraggio produrrebbe?»

R: il signoraggio è sulla fabbricazione delle banconote e ha contribuito alla creazione del Debito Pubblico.
Non dovendo più restituire fisicamente la banconota che costituisce parte di tale Debito ma "solo" la somma per pagare gli interessi da esso richiesti, ecco che sono rimaste in circolazione (corso forzoso) TUTTE quelle banconote che hanno originariamente contribuito a creare il Debito stesso! Inoltre ne vengono stampate di nuove per i crescenti deficit nazionali.. [continua]

non devi vergognarti
basta dire:
"ok non avevo pensato di guardarla in quell'ottica, grazie pascucci"

hi hi hi

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
vabbè...
by Nino Friday, May. 19, 2006 at 9:37 AM mail:


se non rispondete a quella domanda il tuo discoro è inutile.

poi com'è impagabile se il tasso di sconto della BC va allo stato ex art 54 e 56 dello statuto?

se gli azionisti sono proprietari dela banca, e se la banca è proprietaria della moneta emessa perchè ogni azionista non ha come utile

moneta bancaria emessa + interessi - costi di stampa / n totale di azioni * n azioni di sua proprietà?

senti, ormai l'hanno capito tutti che non sapete risondere a questa domanda...

e nemmeno dove siano queste "enormi masse" del signoraggio di cui parlate...

infatti i giudici ridono quando andate in tribunale e proponete il signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa intascato dagli azionisti della banca

e anche quello di Lecce ha riso determinando che

"Il CTU ha determinato il reddito monetario, come la differenza tra gli interessi percepiti sulle attività e il costo, modesto, di produzione delle banconote, chiarendo che costituisce il moderno reddito di signoraggio, o reddito monetario, proprio lo scarto tra il primo ed il secondo importo."

Addio

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ha ragione pascucci, ecco perché:
by Giampiero Friday, May. 19, 2006 at 3:24 PM mail:

Il Sig. Nino continua a dire che le BC hanno riserva in oro e valute straniere. Allora chiariamo:

l'oro è degli italiani e la Banca d'Italia (nel nostro caso) è solo "custode". Le valute estere sono carta come è carta la lira/euro quindi è solo un castello che si regge l'un sull'altro senza sostanza. Vi prego di leggere questo articolo:

----------------------------------------------------------------------

Signoraggio, il fardello

Martedì 16 Maggio 2006

Lo scorso 12 maggio, l'Adusbef chiede alla Banca
d'Italia di vendere le sue riserve aurifere, in un
momento questo di forte rialzo della quotazione
dell'oro, per contribuire a ridurre il debito pubblico
e a risarcire "l'illecito diritto di signoraggio". Si
potrebbe così ridurre il debito di 44,4 miliardi di
euro, e ridurre il "fardello" degli italiani proprio
perché l'oro è di proprietà dei cittadini italiani e
non della Banca d'Italia. Un'operazione assolutamente
permessa dalla legge, perché chiede alle Banche di non
vendere più di 500 tonnellate annue d'oro, sempre che
i ricavi della vendita non sia destinata alla
riduzione del debito pubblico. La Banca d'Italia
quindi, può vendere oro per un controvalore di 9
miliardi di euro l'anno. Ecco che ora l'Adusbef si
innalza ad Istituzione e a paladina dei diritti degli
italiani, consigliando elegantemente di alleviare il
regime di usura l'unica risorsa di salvezza in
extremis, in caso di crisi di solvibilità dell'Italia
o di crollo del dollaro, che trascinerà con sé le
economie più deboli. Com'è possibile firmare tali
comunicati proprio quando i grandi fondi di
investimento e gli speculatori puntano ogni risorsa
sull'oro perché, nella più totale sfiducia nel mercato
azionario e valutario, è l'unico investimento sicuro.
Se la moneta, dopo gli accordi di Bretton Woods non ha
un un controvalore, quali garanzie dobbiamo dare ai
nostri creditori? Carta straccia per caso?
Così mentre in Germania le autorità si sono
rigidamente opposte alla dismissione delle riserve, in
Italia decidono di vendere e lo lasciano dire
all'Associazione dei Consumatori, per rendere
l'operazione trasparente e legittima, come se fosse
stato dato il benestare del popolo sovrano. Già
Tremonti, poco tempo fa, cercò di mettere le mani su
quell'oro, ma la risposta di Fazio fu un secco
rifiuto, forse troppo violento perché gli è costato la
carica di Governatore. Quell'oro è degli italiani, è
sempre stato degli italiani, non lo dovete toccare.
Perché allora le Banche, azioniste di Bankitalia, non
pensano a dimettere le loro di proprietà, e dunque
tutte le società che hanno all'estero, in Albania, in
Polonia, in Bosnia, in Croazia, ecc... .
I grandi economisti, i professori, le autorità
lasciano parlare i rappresentanti dei "consumatori"
che sembrano assomigliare più a comici, perché
predicano bene e razzolano male, si accodano alla
schiera della propaganda mediatica per accreditare e
legittimare delle decisioni che non sono certo prese
dai cittadini. Se si vuole portare avanti la lotta dei
consumatori perché non si battono con una "class
action", imparando dagli americani a scontrarci con le
grandi istituzioni?

il resto è su:

http://www.rinascita.info/cogit_content/rq_attualita/Signoraggioilfardello.shtml

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
vabbè... II
by Nino Friday, May. 19, 2006 at 4:04 PM mail:


" Il Sig. Nino continua a dire che le BC hanno riserva in oro e valute straniere."

niente affatto.

La BC ha riserve in TITOLI e VALUTE ESTERE. C'è scritto nel post iniziale della discussione.

come sempre sviate la domanda tecnica

se gli azionisti sono proprietari dela banca, e se la banca è proprietaria della moneta emessa perchè ogni azionista non ha come utile

moneta bancaria emessa + interessi - costi di stampa / n totale di azioni * n azioni di sua proprietà?

senti, ormai l'hanno capito tutti che non sapete risondere a questa domanda...

e nemmeno dove siano queste "enormi masse" del signoraggio di cui parlate...

infatti i giudici ridono quando andate in tribunale e proponete il signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa intascato dagli azionisti della banca

e anche quello di Lecce ha riso determinando che

"Il CTU ha determinato il reddito monetario, come la differenza tra gli interessi percepiti sulle attività e il costo, modesto, di produzione delle banconote, chiarendo che costituisce il moderno reddito di signoraggio, o reddito monetario, proprio lo scarto tra il primo ed il secondo importo."

Addio.

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
nino non capisci un cazzo
by italo ambrosioni Sunday, May. 21, 2006 at 1:17 AM mail:

ho letto tutta la diatriba e non posso esimermi da dire che:

NINO NON CAPISCI UN CAZZO!!

Grazie

Quando avrò voglia di ridere verrò qui a leggere quello che scrivi, per quanto riguarda i siti sul signoraggio li ringrazio per il coraggio e la preparazione nell'esporre chiaramente il problema.

Italo Abrosioni (Pensionato di banca)

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
fate fare due risate ai giudici
by Nino Sunday, May. 21, 2006 at 1:34 AM mail:


sisi, raccontalo al giudice Rochira di Lecce così si fa altre due risate, dopo quelle della sentenza.

Non ci crede nessuno che sei un pensionato di banca.

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Abrosioni non esiste
by cheppallestifasci Sunday, May. 21, 2006 at 8:01 PM mail:

Secondo l'autorevole fonte Stet-pagine bianche , in Italia non esiste nessuno che si chiami Abrosioni

http://www.paginebianche.it



avete proprio rotto, non sapete piu' che inventarvi dopo la figuraccia che nino vi ha fatto fare

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Che cazzone che sei Nino!
by ninucciocazzone Sunday, May. 21, 2006 at 11:37 PM mail:

Secondo l'autorevole fonte Stet-pagine bianche , in Italia non esiste nessuno che si chiami Nino

http://www.paginebianche.it

AH AH AH

Cerca Beppe Grillo, lo trovi?

HI HI HI

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
W PASCUCCI
by W PASCUCCI Thursday, May. 25, 2006 at 11:13 AM mail:

x NINUZZO:

http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni/economia/banche18/signoraggio/signoraggio.html
ROMA - Un progetto di legge per costringere la Banca d'Italia a restituire allo Stato italiano quanto incassato a titolo di 'diritto di signoraggio', cioè di differenza tra i costi di produzione della carta moneta e il suo valore nominale. E quindi, in base a quanto ha stabilito con una recente sentenza il giudice di pace di Lecce Cosimo Rochira, cinque miliardi di euro per il periodo compreso tra il 1996 e il 2003. "Vorremmo che tale cifra venisse destinata alle vittime dei crack finanziari", ha detto Elio Lannutti, presidente dell'Adusbef, l'associazione dei consumatori che ha avviato e sostenuto il ricorso al giudice di pace.

==================================================================

QUESTO TI FARA' ZITTIRE PER SEMPRE

VI.
IL DENARO PRESCRITTIBILE

In questo capitolo vorrei esporre l'idea di un denaro prescrittibile patrocinata dall'economista austriaco Gesell - idea che mi sembra di grande utilità e che integrerebbe in modo molto soddisfacente, a mio parere, le riforme precedentemente esposte.

La sua idea non è difficile ad afferrarsi. Si tratterebbe di un provvedimento molto semplice, e cioè che i biglietti in corso conservassero il loro valore soltanto se vi si applicassero marche da bollo così come marche da bollo vengono applicate periodicamente sui libretti personali d'assicurazione di un operaio.

I presenti biglietti attualmente in circolazione, superiori alle 5 e lO lire, verrebbero ritirati e sostituiti da altri con uno spazio riservato sul verso per le marche da bollo da applicarvi. Ogni quadretto segnato su tale spazio dovrebbe recare stampata una data. Se qualcuno fosse in possesso di un biglietto senza la marca da bollo applicata alla data prescritta il suo valore verrebbe diminuito dell'importo della marca da bollo omessa. Quando tutti i quadretti fossero riempiti, il biglietto, se non venisse scambiato al suo valore ridotto contro nuovi biglietti attraverso una banca, continuerebbe a diminuire di valore mensilmente dalla data di scadenza fino alla sua completa estinzione.

Il costo delle marche da bollo dovrebbe essere stabilito in una cifra adeguata, ma è difficile prevedere con esattezza la cifra giusta. Infatti l'ammontare giusto della tassa dovrebbe essere lasciato all'esperienza e perciò in principio sarebbe consigliabile tenerla bassa - diciamo 15 centesimi al mese sui biglietti da 50 lire, 30 centesimi su quelli da 100; lire 1,5 su quelli da 500 e lire 3,00 su quelli da 1000.

A prescindere dalle riforme precedentemente esposte, sarebbe necessario obbligare le banche a esigere una tassa corrispondente su tutti i conti correnti pagabili a vista, i quali rappresentano anche denaro in circolazione.

L’introduzione di tale progetto apporterebbe un reddito molto cospicuo allo Stato e in una maniera poco avvertita dal contribuente.

In secondo luogo, stimolerebbe fortemente il risparmio, perché non sarebbe interesse di alcuno trattenere in contanti (e cioè in biglietti o in conti correnti pagabili a vista) denaro non strettamente necessario per la trattazione degli affari. La tesaurizzazione dei biglietti tenderebbe a cessare e il denaro perciò si incanalerebbe nei conti vincolati o in altri conti di risparmio non pagabili a vista, dove genererebbe un interesse invece di essere tassato. L’introduzione del denaro prescrittibile abbinato alle riforme precedentemente esposte, risulterebbe in una maggiore quantità di denaro disponibile da investirsi in imprese miranti ad aumentare la produzione.

Terzo, stimolerebbe la velocità dei pagamenti, poiché quanto più lungamente un biglietto giacesse presso una persona (o alternativamente quanto più eccessivo fosse l'ammontare di un conto corrente pagabile a vista), tanto più il suo valore verrebbe deprezzato; ed è palese che i pagamenti solleciti stimolano gli affari e danno ottimismo ai mercati. Naturalmente una maggiore rapidità nella circolazione del denaro porterebbe anche a un iniziale rincaro dei prezzi, ma questo non farebbe male, per le ragioni già esposte, se il denaro prescrittibile fosse introdotto a guerra finita contemporaneamente alle altre riforme fondamentali. Se fosse introdotto successivamente, sarebbe sempre possibile controbattere la tendenza al rincaro dei prezzi, nel caso che fosse giudicato opportuno, per mezzo di una corrispondente misura di deflazione nella quantità di denaro in circolazione fino a che il numero indice del costo della vita venisse riportato a 100.

Del resto, questa non è la sede per discutere le molto ermetiche teorie del Gesell esposte nel suo libro Die natürliche Wirtschafts-ordnung durch Freiland und Freigeld che il noto economista ‘ortodosso’ inglese, Maynard Keynes, qualifica come «la migliore risposta al Marxismo». È anche vero che il Keynes critica le teorie di Gesell, dicendo che quest'ultimo è riuscito a costruire soltanto «una mezza teoria del tasso di interesse». «Tuttavia», il Keynes conclude, «Gesell porta la sua teoria lontano abbastanza per concluderla a una raccomandazione praticamente e perfettamente efficace, che ha in sé l'essenziale di quanto è necessario». Questa pratica raccomandazione approvata dal Keynes è appunto l'introduzione del denaro prescrittibile.

Anche l'economista ‘ortodosso’ americano, Fisher Irving, approva la riforma Gesell; e perciò non c'è più ragione di spaventarsene. Inoltre, essa è stata già esperimentata con marcato successo in un piccolo paese dell'Austria negli anni dopo la guerra 1914-18. Comunque, sono personalmente convinto che le riforme esposte precedentemente, se fossero integrate coll'emissione di denaro prescrittibile, porrebbero prima facie le basi della nostra prosperità del dopoguerra. Meritano perciò il più attento esame da parte delle autorità competenti. Certo, esse vanno contro molti potenti interessi acquisiti, non meno difficili a sconfiggere che il nemico sui campi di battaglia. Che implicherebbero una rivoluzione nel nostro attuale sistema monetario e bancario è anche indiscutibile; ma questo sistema è eminentemente il sistema delle grandi plutocrazie contro il quale il Fascismo e il Nazional-Socialismo hanno già da tempo alzato gli scudi, e per il quale le plutocrazie stesse combattono per timore che venga rovesciato. D'altra parte, non si può negare che le riforme suindicate poggiano su solide basi teoriche, ammesse anche come tali da molti eminenti economisti che si sentirebbero offesi se fossero qualificati temerari.

["Giustizia sociale", Giacomo Barnes] http://www.mclink.it/personal/MC0823/signoraggio_libro_giustiziasociale.html

INFORMATI CHI E' BARNES E POI RIVIENI A DIRE CHE I FASCISTI DI QUA I FASCISTI DI LA' !
HAI UN FASCISTA CHE APPOGGIA PASCUCCI E GESELL CONTEMPORANEAMENTE AH AH AH
ALLORA SEI FASCISTA PURE TU? HI HI HI

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ma va?
by Nino Thursday, May. 25, 2006 at 12:39 PM mail:


" x NINUZZO:

http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni/economia/banche18/signoraggio/signoraggio.html
ROMA - Un progetto di legge per costringere la Banca d'Italia a restituire allo Stato italiano quanto incassato a titolo di 'diritto di signoraggio', cioè di differenza tra i costi di produzione della carta moneta e il suo valore nominale. E quindi, in base a quanto ha stabilito con una recente sentenza il giudice di pace di Lecce Cosimo Rochira, cinque miliardi di euro per il periodo compreso tra il 1996 e il 2003. "Vorremmo che tale cifra venisse destinata alle vittime dei crack finanziari", ha detto Elio Lannutti, presidente dell'Adusbef, l'associazione dei consumatori che ha avviato e sostenuto il ricorso al giudice di pace"

eh? cosa c'è di diverso da quello che ho detto io?

anche l'articolo dice

""Il C.T.U. (n.d.r. consulente tecnico d'ufficio) nella sua relazione - scrive infatti il giudice di pace nella sentenza - ha chiarito che il reddito dell'istituto, causato dall'attività e dalla circolazione di moneta posta in essere dalla collettività nazionale, dovrebbe vedere lo Stato quale principale beneficiario e non gruppi di privati"."

attività significa interesse, e la sentenza stessa lo ripete

"Il CTU ha determinato il reddito monetario, come la differenza tra gli interessi percepiti sulle attività e il costo, modesto, di produzione delle banconote, chiarendo che costituisce il moderno reddito di signoraggio, o reddito monetario, proprio lo scarto tra il primo ed il secondo importo."

da http://www.studiotanza.it/pg099.html

signoraggio = interessi - costi / n tot azioni * n azioni sua proprietà e non come dici tu e Pascucci...

il signoraggio come differenza tra valore nominale e csoto di stampa più interessi come utile degli azionisti

a) non esiste nelle azioni... quindi la banca non è proprietaria della moneta emessa, confermato dalla sentenza sul Signoraggio http://www.studiotanza.it/pg099.html ( sai leggere? )

b) dite che vengono fuori perchè la BC ha sede legale alle isole cayman, quando invece la BC ha sede legale a Roma, via Nazionale, 91, telefono 0647921 http://immagini.paginebianche.it/img/265/90/18/70/063/265901870063.pdf

c) il conto sarebbe scoperto, cioè non coperto da nessun titolo, se esistesse, ma non esiste, e qualora esistesse e una banca accettasse quel conto ( ricordo scoperto ) ci rimetterebbe i suoi soldi, perchè essendo scopero, quei soldi non esistono... ad oggi nemmeno il conto...

poi sul

" INFORMATI CHI E' BARNES E POI RIVIENI A DIRE CHE I FASCISTI DI QUA I FASCISTI DI LA' !
HAI UN FASCISTA CHE APPOGGIA PASCUCCI E GESELL CONTEMPORANEAMENTE AH AH AH
ALLORA SEI FASCISTA PURE TU? HI HI HI"

http://64.233.183.104/search?q=cache:-reMRBgkwDsJ:http://www.archividelnovecento.it/GEAWEB/scripts/GeaCGI.exe%3FREQSRV%3DREQPROFILE%26REQCARDTYPE%3D18%26ID%3D192482819+%22giacomo+barnes%22&hl=it&gl=it&ct=clnk&cd=3&client=firefox-a

toh, eccolo qua chi è Barnes, uno che scrive gli articoli sul "secolo d'italia", un fascista...

ed ecco per quale casa scrive

http://www.orionlibri.com/index.php?sezione=negozio

che bello, Julius Evola, più fascista di lui

riguardo a Gesell, esso viene preso a prestito dai fascisti, ma ti ricordo che

a) le monete di Worgl, erano COPERTE DA SCELLINI AUSTRIACI, quindi avevano RISERVA

b) tutte le monete regiogeld con demurrage hanno RISERVA IN EURO e sono CONVERTIBILI IN EURO

http://www.socialforge.net/ita/index.php/Chiemgauer

sai leggere?

e Margrit Kennedy non ha mai parlato di signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi intascato dagli azionisti della banca, perchè, 1) nonesistono e 2) non è fascista

ora perchè un fascista cita incautamente gesell, gesell stesso diventi fascista...

la moneta con demurrage si emette CON RISERVA, A DEBITO

informati prima di fare figuracce da colui che apre la bocca solo per far prendere aria alla lingua

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
NINO SEI COTTO
by Don Rafaè Thursday, May. 25, 2006 at 3:27 PM mail:

"differenza tra i costi di produzione della carta moneta e il suo valore nominale."

MA NON SAI LEGGERE?



"dite che vengono fuori perchè la BC ha sede legale alle isole cayman,"

GUARDA CHE QUESTO LO DICI IL TUO DIO-GRILLO



"toh, eccolo qua chi è Barnes, uno che scrive gli articoli sul "secolo d'italia", un fascista...
ed ecco per quale casa scrive
http://www.orionlibri.com/index.php?sezione=negozio"

MA CHE SEI IDIOTA?
LO DICE CHIARAMENTE LA PAGINA INTRODUTTIVA CHE LA CASA EDITRICE E' ORION E TU LA PAVESI COME FOSSE UNA SCOPERTA?!?
MA HAI LETTO IL LIBRO? E' GRATIS!




"ora perchè un fascista cita incautamente gesell, gesell stesso diventi fascista..."

ma se dici che pascucci è fascista perché RIPORTA gli scritti di Auriti (ma anche di tanti altri) allora
o anche Gesell è fascista o Barnes NON è fascista (ma lui stesso dice di si... e allora?)

questo in base alle tue:

Nino dice: "visto che tu sei d'accordo con Auriti, sei fascista, perchè uno che è d'accordo con Marx è comunista..."
e ancora: "Se non vuoi essere chiamato fascista, nè da me nè da pkrainer nè dagli altri che ti chiamano così, dovresti NON sostenere le idee di Auriti e Saba. Come uno che non vuole sentirsi chiamare comunista deve NON sostenere le idee di Marx, o Lenin o Stalin."



LASCIA STARE NINO
LA LOGICA NON E' PER TE

TU SEI PERSONAGGIO DA INSULTI E BASTA

AH AH AH

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ancora?
by Nino Thursday, May. 25, 2006 at 3:39 PM mail:


" "differenza tra i costi di produzione della carta moneta e il suo valore nominale."

MA NON SAI LEGGERE? "

questo lo dice l'ARTICOLO DI REPUBBLICA ma NON la SENTENZA

te la copio TUTTA, così la leggi

"REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
IL GIUDICE DI PACE DI LECCE

Avv. Cosimo Rochira ha pronunciato la seguente
SENTENZA,

nella causa civile iscritta al numero del ruolo generale indicato a margine, avente l'oggetto pure a margine indicato, discussa e passata in decisione all'udienza del 8.07.2005,

promossa da

DE GAETANIS GIOVANNI, rappresentato e difeso dagli aw. A. Tanza e A. Pimpini

ATTORE

C/


BANCA CENTRALE EUROPEA-BANCA CENTRALE D'ITALIA S.P.A.
rappresentata e difesa dagli avv. M. Perassi, M. Mancini, A. Frisullo

CONVENUTA


SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

Con atto di citazione del 12.10.2004, Giovanni De Gaetanis conveniva in giudizio "la Banca centrale europea, e, per essa, la locale articolazione individuata nella Banca Centrale d'Italia s.p.a" chiedendo di accertare incidenter tantum e dichiarare che la proprietà della moneta è della collettività nazionale europea, mentre la Banca Centrale ha unicamente il compito di provvedere alla stampa. In conseguenza di ciò, dichiarare che l'intera Massa Monetaria in circolazione è di proprietà dei componenti dell'Unione Europea, e che, per l'effetto, il Debito Pubblico non esiste, dovendosi, al contrario, ritenerlo Credito Pubblico. In conseguenza di ciò condannare l'Istituto di emissione al pagamento della somma, forfettariamente indicata, di €. 1.100,00 con espressa rinuncia al sovrappiù. Condannare altresì il convenuto, al pagamento delle spese, diritti e onorari di causa
La Banca d'Italia, si costituiva in giudizio all'udienza del 26 novembre 2004, chiedendo il rigetto di tutte le domande ex adverso proposte siccome improponibili ed inammissibili e comunque infondate, nonché spiegando domanda riconvenzionale per la condanna di controparte al risarcimento dei danni per lite temeraria ai sensi dell'art. 96 c.p.c.. In particolare la convenuta eccepiva il proprio difetto di legittimazione passiva, l'assoluta carenza di azione, di interesse di agire e di legittimazione attiva in capo a parte attrice e l'infondatezza nel merito delle richieste avversarie.
All'udienza del 17 dicembre 2004, veniva respinta l'eccezione di difetto di legittimazione passiva formulata dalla Banca d'Italia ed ammessa la C.T.U richiesta dall'attore.
All'udienza dell'8 luglio 2005 le parti presentavano le proprie controdeduzioni tecniche alla CTU, precisavano le conclusioni riportandosi ai rispettivi scritti
difensivi, quindi la causa veniva trattenuta per la decisione.

Motivi della decisione

Si premette che la causa, dato il suo valore sino ad € 1.100,00, viene decisa ex art. 113, 2° comma c.p.c. secondo equità ed in osservanza delle norme e dei principi informatori della materia.
La domanda è fondata, pertanto va accolta per quanto di ragione. L'eccezione di difetto di legittimazione passiva, sollevata dalla convenuta è infondata anche alla luce delle conclusioni del CTU dott. Mazzeo Maurizio il quale individua nella Banca d'Italia il soggetto che trae gli utili dal reddito di signoraggio,come risulta dal bilancio della stessa Banca. Peraltro l'atto introduttivo risulta esser stato ritualmente notificato alla Banca centrale europea e, per essa, alla locale articolazione individuata nella Banca Centrale d'Italia S.p.A.
La domanda riconvenzionale formulata dalla convenuta ex art.96 c.p.c. non può, certamente essere accolta, oltre che per la fondatezza della domanda attrice che pertanto escluderebbe l'accoglimento del punto relativo alla condanna per temerarietà, anche per la pacifica circostanza che la formulata domanda ex art. 96 c.p.c. non può essere che equiparata all'accessorietà delle spese processuali che giammai possono essere tenute in conto nella determinazione del valore della causa anche per la impossibile unilaterale determinazione da parte del richiedente.
L'elaborato peritale ha anche chiarito l'esistenza dell'interesse ad agire e la legittimazione attiva del De Gaetanis, avendone determinato l'esatto diritto al risarcimento del danno derivante dalla sottrazione del reddito di signoraggio. Al C.T.U. veniva formulato il quesito di accertare di chi fosse la proprietà della moneta ed, in particolare se questa fosse della collettività nazionale o di altro ente, accertando il danno medio derivante dal cosiddetto debito di signoraggio.

Questo giudizio si fonda, dunque, sulla C.T.U. che risulta essere ben motivata e scevra di alcun vizio e/o difetto logico e/o di motivazione. La relazione tecnica descrive, in breve la storia della Banca d'Italia, gli aspetti istituzionali, le funzioni, i criteri operativi ed i fini istituzionali.
Questi fini di natura pubblica la Banca d'Italia assolve in piena autonomia e indipendenza, ritraendone gli utili e i frutti, che divide tra i "partecipanti" come una società per azioni.
Lo Statuto del Sistema Europeo di Banche Centrali e della Banca Centrale Europea definisce reddito monetario (art.32) il reddito ottenuto dalle banche centrali nazionali nell'esercizio funzioni di politica monetaria del Sebc. Lo Statuto fissa anche le regole per la determinazione del reddito monetario e per la sua distribuzione tra le banche centrali dei paesi partecipanti all'euro. Prima di esaminarle, il perito ha ritenuto opportuno chiarire il concetto di reddito monetario.
Quando la circolazione era costituita soprattutto da monete in metalli preziosi (oro e argento), ogni cittadino poteva chiedere al suo sovrano di coniargli monete con i lingotti d'oro e argento che egli portava alla zecca.
Il sovrano, ponendo la sua effigie sulla moneta, ne garantiva il valore, dato dalla quantità e dalla purezza del metallo in essa contenuto. In cambio di questa garanzia, tuttavia, tratteneva per sé una certa quantità di metallo: l'esercizio di questo potere sovrano venne chiamato signoraggio.
Introdotta la circolazione della moneta cartacea, slegata dall'oro ( soppressione delle c.d. riserve auree), sono mutate le modalità di formazione del signoraggio, ma non la sua natura, che resta quella di un introito dello Stato connesso con l'emissione di moneta.
Il CTU ha determinato il reddito monetario, come la differenza tra gli interessi percepiti sulle attività e il costo, modesto, di produzione delle banconote, chiarendo che costituisce il moderno reddito di signoraggio, o reddito monetario, proprio lo scarto tra il primo ed il secondo importo.
La domanda dell'attore è altresì fondata sulla violazione del disposto dell'art. 3, 3 comma dello statuto della Banca d'Italia, infatti prevede che le quote di partecipazione possono essere cedute, previo consenso del Consiglio Superiore, solamente da uno all'altro ente compreso nelle categorie indicate nel comma precedente. In ogni caso dovrà essere assicurata la permanenza della
partecipazione maggioritaria al capitale della banca da parte di enti pubblici o di società la cui maggioranza delle azioni con diritto di voto sia posseduta da enti pubblici.
Risulta, invece, che solo il 5 % è posseduto dall'INPS ( Ente Pubblico ), il restante 95 % appartiene ad privati Gruppo Intesa Gruppo San Paolo IMI Gruppo Assicurazioni Generali BNL ecc..
Il C.T.U., nella sua relazione, ha chiarito che il reddito dell'istituto, causato dall'attività e dalla circolazione di moneta posta in essere dalla collettività nazionale, dovrebbe vedere lo Stato quale principale beneficiario e non gruppi di privati.
Il C.T.U. conclude che, per il periodo preso in esame 1996-2003, la sottrazione del reddito di signoraggio in danno alla collettività (quota attribuita a soggetti privati dalla Banca d'Italia) può determinarsi alla luce dei suddetti criteri e dei prospetti analitici di calcolo riportati nelle relazione peritale, in complessivi €.87,00 corrispondenti ad un danno medio rilevato per cittadino residente alla data del 31.12.2003.
La somma complessiva che spetta, quindi, all'attore per il titolo dedotto in giudizio ex art. 2033 e 2041 C. e. è di € 87,00.

P.Q.M.

Il Giudice di Pace di Lecce, aw. Cosimo Rochira, definitivamente
pronunciando cosi provvede:
a) Accoglie la domanda per i suddetti motivi e condanna la convenuta, anche in via equitativa, a corrispondere all'attore la somma di € 87,00 a titolo di risarcimento del danno derivante dalla sottrazione del reddito di signoraggio, oltre interessi legali dalla domanda all'effettivo soddisfo;
b) non accoglie la domanda riconvenzionale per le ragioni di cui in motivazione;
c) compensa le spese di giudizio in considerazione della novità della
questione trattata;
d) pone le spese di C.T.U. a carico della convenuta soccombente.

Così deciso oggi in Lecce, 15 settembre 2005
Il Giudice
Cosimo ROCHIRA

Depositata in Cancelleria il 26 settembre 2005
Il Cancelliere
Carlo DELLI NOCI"

da http://www.studiotanza.it/pg099.html

" "dite che vengono fuori perchè la BC ha sede legale alle isole cayman,"

GUARDA CHE QUESTO LO DICI IL TUO DIO-GRILLO "

la sede legale è a Roma, via Nazionale, 91, telefono 0647921

grillo sarà il TUO dio, visto che citi le cose che dice :D

" ma se dici che pascucci è fascista perché RIPORTA gli scritti di Auriti (ma anche di tanti altri) allora
o anche Gesell è fascista o Barnes NON è fascista (ma lui stesso dice di si... e allora?) "

senti la cosa è SEMPLICE, capisco che i neuroni non ti bastano

se uno dice

a) emettiamo moneta con demurrage SENZA DEBITO NE' RISERVA è fascista

b) se uno dice emettiamo moneta con demurrage con RISERVA e a DEBITO, come fanno in Germania, come fanno tutti, e come fa Margrit Kennedy, non è fascista

perchè la moneta "senza debito nè riserva" semplicemente NON ESISTE

la moneta rappresenta lavoro, se hai lavoro passato, cioè beni, allora vai in banca prendi moneta e dai in garanzia il lavoro passato, se non ne hai, devi lavorare per avere moneta, perchè essa rappresenta lavoro...


se esiste la moneta gratis, deve esistere anche chi LAVORA GRATIS PER TE...

chi dà beni e servizi a TE contro moneta che hai avuto GRATIS? che è scemo?

NESSUNO LAVORA GRATIS, E LA MONETA GRATIS NON ESISTE.


come al solito non rispondete sul signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi intascato dagli azionisti della banca

a) non esiste nelle azioni... quindi la banca non è proprietaria della moneta emessa, confermato dalla sentenza sul Signoraggio http://www.studiotanza.it/pg099.html ( sai leggere? )

b) dite che vengono fuori perchè la BC ha sede legale alle isole cayman, quando invece la BC ha sede legale a Roma, via Nazionale, 91, telefono 0647921 http://immagini.paginebianche.it/img/265/90/18/70/063/265901870063.pdf

c) il conto sarebbe scoperto, cioè non coperto da nessun titolo, se esistesse, ma non esiste, e qualora esistesse e una banca accettasse quel conto ( ricordo scoperto ) ci rimetterebbe i suoi soldi, perchè essendo scopero, quei soldi non esistono... ad oggi nemmeno il conto...

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Basta!!
by Italo Ambrosioni (pensionato di banca) Friday, May. 26, 2006 at 8:01 AM mail:

basta non se ne puo' piu di sentire le stupidaggini di nino, che alle domande risponde con le menzogne dei ladroni, svegliati coglioNINO.

non sai un niente che non ti abbia insegnato la banca, il tuo e' un inutile lavoro, sei complice della disinformazione voluta dai ladri.


versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
nino hai bisogno di un buon psichiatra!!
by Marcello Friday, May. 26, 2006 at 2:04 PM mail:


Nino hai fatto una pessima figura, puoi convincere solo dei disturbati di mente come te, supporti un sistema marcio e quindi sei marcio pure tu... hai molto bisogno di aiuto lasciatelo dire!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Friday, May. 26, 2006 at 3:12 PM mail:


quando non avete argomenti insultate...

quanto siete patetici...

andate a fare propaganda ai comizi dei vostri amici, invece di venire qua su indymedia...

non siete di sinistra, dite boiate, e siete per la moneta truffa, ossia quella "gratis" che esige che qualcuno lavori gratis....

come al solito non rispondete sul signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi intascato dagli azionisti della banca

a) non esiste nelle azioni... quindi la banca non è proprietaria della moneta emessa, confermato dalla sentenza sul Signoraggio http://www.studiotanza.it/pg099.html ( sai leggere? )

b) dite che vengono fuori perchè la BC ha sede legale alle isole cayman, quando invece la BC ha sede legale a Roma, via Nazionale, 91, telefono 0647921 http://immagini.paginebianche.it/img/265/90/18/70/063/265901870063.pdf

c) il conto sarebbe scoperto, cioè non coperto da nessun titolo, se esistesse, ma non esiste, e qualora esistesse e una banca accettasse quel conto ( ricordo scoperto ) ci rimetterebbe i suoi soldi, perchè essendo scopero, quei soldi non esistono... ad oggi nemmeno il conto...

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
l'amico ritrovato
by Filini rag. Friday, May. 26, 2006 at 10:09 PM mail:

nino ti voglio svelare un segreto:
i conti della banca d'italia sono falsi
come quelli di cirio e parmalat e tutte le altre spa
oggi non si dice
ma si dirà domani
come sempre
il giorno che la GdF arresterà il governatore tu che farai?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ancora... ahahaha
by Nino Saturday, May. 27, 2006 at 6:01 PM mail:


" nino ti voglio svelare un segreto:
i conti della banca d'italia sono falsi
come quelli di cirio e parmalat e tutte le altre spa
oggi non si dice
ma si dirà domani
come sempre
il giorno che la GdF arresterà il governatore tu che farai?"

1) i bilanci della BC dicono che la moneta è emessa al passivo, contro titoli, e quindi non è di proprietà della banca, quindi degli azionisti

2) gli utili delle azioni mostrano che il signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi intascato dagli azionisti non esiste

3) la BC ha sede legale a Roma via Nazionale, 91, telefono 0647921.... quindi nessun conto segreto

4) tutte le sentenze vi danno torto, compresa quella di Lecce http://www.studiotanza.it/pg099.html

"Il CTU ha determinato il reddito monetario, come la differenza tra gli interessi percepiti sulle attività e il costo, modesto, di produzione delle banconote, chiarendo che costituisce il moderno reddito di signoraggio, o reddito monetario, proprio lo scarto tra il primo ed il secondo importo."


ma perchè volete fare propaganda per Auriti ( alternativa sociale ) e Marco Saba ( fiamma tricolore ) in un sito antifascista come indymedia, per giunta con argomenti che non hanno nessuna base logica, legale, di sentenze, di fatti, e di prove?

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
mantram
by mic Sunday, May. 28, 2006 at 4:35 AM mail:

Nino non credo a una virgola di quello che dici.
vai avanti coi tuoi mantram , a forza di ripetere puo darsi che divengano veri!
forza!!

La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio...La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio...La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio...La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio...La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio...La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio...La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio...La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio...La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio...La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio...La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio...La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio...La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio...La banca non guadagna nessun reddito da signoraggio........

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ehehe
by Nino Sunday, May. 28, 2006 at 11:47 AM mail:


ma comprati le azioni se guadagnano questi utili... non stare qua a sbraitare... dai che puoi diventare ricco!! :D

affrettati!! :D

salutami Auriti ( alternativa sociale ) e Saba ( fiamma tricolore )

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Solo una domanda
by Ernesto Sunday, May. 28, 2006 at 1:09 PM mail:

Questo ragazzo (Nino) deve essere un pò tonto!

Senza offesa ragazzo ma se ti hanno spiegato che i conti sono fasulli (e lo sono) come puoi pretendere di accedere ai guadagni di signoraggio attraverso la legalità, ossia comprando azioni di banche che partecipano al capitale sociale di Bankitalia S.p.A. ?

Poi mi viene un'altra domanda, posso? Se tu sei lo stesso Nino che si fa chiamare anche "freigeld" (sei tu?) allora sei lo stesso che, prima della sentenza di Lecce, sosteneva che "il signoraggio non esiste"!

Qualcosa non quadra. Se posso dire la mia tu sei solo un disturbatore. Hai negato per mesi l'esistenza del signoraggio (sotto qualsiasi forma) ma dopo la sentenza di Lecce hai dovuto ridimensionarti e ora semini in tutti i forum questa bufala delle azioni miliardarie. Chi ti paga?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
come sarebbe a dire?
by pkrainer Sunday, May. 28, 2006 at 1:21 PM mail:

il signoraggio esiste da secoli, ed é perfettamente legale (il che non comporta che sia pure giusto): il punto che però rimane oscuro, é che si tratta di una cifra modesta, e che questa cifra, nel caso della Banca d'Italia, non va agli azionisti che per una quota limitata.
E' il famoso arricchimento gigantesco e truffaldino ad opera dei CdA delle banche azioniste, che non é stato dimostrato (nè può essere dimostrato, essendo un'invenzione ridicola), e che costituisce il delirio di tutta la questione. Da un presupposto fondato, le banche sono una mafia, si perviene però ad inventare una truffa fantasiosa e inverosimile. Si capisce perché lo fanno i fascisti: 1) perché sono teste di cazzo; 2) perché vogliono contrapporre l'Europa dei popoli all'Europa delle Banche; ma se uno non è fascista perché partecipa di questa mistificazione penosa? di sicuro nessuno li paga (non essendovi di che lucrare)...

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Sunday, May. 28, 2006 at 1:24 PM mail:


chi se li pappa questi soldi che rientrano senza nulla all'attivo, facendo bancarotta e appropriazione indebita, e come?

non lo avete spiegato...

avete detto che se li pappano quelli del cda perchè la BC ha sede legale alle cayman... quando invece ha sede legale a Roma via Nazionale....

la sentenza che citi caro amico dice che la differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi come utile degli azionisti non esiste...

"Il CTU ha determinato il reddito monetario, come la differenza tra gli interessi percepiti sulle attività e il costo, modesto, di produzione delle banconote, chiarendo che costituisce il moderno reddito di signoraggio, o reddito monetario, proprio lo scarto tra il primo ed il secondo importo."

http://www.studiotanza.it/pg099.html

CHI COME?

chi se li pappa, e come?

- non sono gli azionisti
- non è il cda

chi è?

e soprattutto come, con un conto scoperto?

poi, siccome gli art. 54 e 56 dicono che gli utili vanno allo stato, allora se ci fossero ( cosa che non sapete come spiegare... ) andrebbero per forza di quegli articoli allo stato...

cmq

chi se li frega e come? :D

salutatemi Auriti e Saba ( alternativa sociale e fiamma tricolore )

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Nino è fasullo! ah ah ah
by ninuzzo allo scoperto! Sunday, May. 28, 2006 at 1:46 PM mail:

nino è diego123

AH AH AH AH AH

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Sunday, May. 28, 2006 at 2:41 PM mail:


io sono io.... sono il_tizio_che_fischietta che hai gettato fuori dal tuo inutile forum....

quando vi si chiede

chi prende i soldi e come, fate la figura dei fessi :D

poi per pkrainer, se il signoraggio è il tasso di sconto, come tutti tranne Saba e Auriti dicono, questo va tutto allo stato salvo i

400 milioni e 15 mila euro annui degli art 54 e 56, e che servono al'autonomia finanziaria, cioè a pagare stipendi di tutti i dipendenti della banca d'italia, soldi che cmq lo stato dovrebbe uscire anche se questi soldi andassero tutti nelle casse del ministero del tesoro, perchè i dipendenti non lavorano gratis


salutatemi Auriti e Saba ( alternativa sociale e fiamma tricolore )

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Sunday, May. 28, 2006 at 2:46 PM mail:


e cmq, oltre a non avere prove, è ridicola questa cosa, perchè Diego 123 era per la riserva aurea, cosa con la quale sono totalmente in disaccordo

Pascucci, riprova, sarai più fortunato

salutatemi Auriti e Saba ( alternativa sociale e fiamma tricolore )

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
SOSPETTO SOSPETTOSO
by ilbanchierematto Sunday, May. 28, 2006 at 4:10 PM mail:

MI CHIEDO PERCHE' NINO SIA COSI FELICE DIFENSORE DELLA BANCA D'ITALIA

IL SIGNORAGGIO NON ESISTE? VA BENE!
PASCUCCI E' FASCISTA? VA BENE!
BANCA D'ITALIA E' LEGALE E OPERA NEL GIUSTO? VA BENE!

ALLORA PERCHE' L'ECONOMIA VA COSI MALE?
NINO COSA PROPONE? SCOMMETTIAMO?

LE MONETE ALTERNATIVE! DEHEHE!

NINO PUZZI DI MARCIO DA LONTANTISSIMO!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
pascucci docet
by blu-notte Sunday, May. 28, 2006 at 4:52 PM mail:

Mi stupisco che ancora non sia chiara la questione delle somme! nell'articolo che Sandro Pascucci riporta pochi post prima di questo c'è spiegato dove sono i soldi mancanti.
Leggerlo porterebbe più consapevolezza, ma forse è questa che si vuole evitare?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Sunday, May. 28, 2006 at 5:01 PM mail:


" IL SIGNORAGGIO NON ESISTE? VA BENE! "

non esiste il signoraggio come differenza tra valore nominale e costo di stampa intascato da qualcuno..

il signoraggio è il tasso di sconto, come dice la sentenza di Lecce

"Il CTU ha determinato il reddito monetario, come la differenza tra gli interessi percepiti sulle attività e il costo, modesto, di produzione delle banconote, chiarendo che costituisce il moderno reddito di signoraggio, o reddito monetario, proprio lo scarto tra il primo ed il secondo importo."

http://www.studiotanza.it/pg099.html

e va allo stato ex art 54 e 56 dello statuto, che lo rimette in circolazione con la spesa pubblica

salvo 400 milioni e 15 mila euro l'anno, che vanno a pagare gli stipendi dei dipendenti, e che se andasse allo stato, dovrebbe pur sempre uscirli, perchè i dipendenti non lavorano gratis

" PASCUCCI E' FASCISTA? VA BENE! "

no è apartitico

Auriti e Saba sono fascisti

" BANCA D'ITALIA E' LEGALE E OPERA NEL GIUSTO? VA BENE! "

così dicono statuti, azioni, SENTENZE.. tutti salvo Auriti e Saba, di cui il primo ha perso due cause... :D

" ALLORA PERCHE' L'ECONOMIA VA COSI MALE?"

o_O

il Pil è aumentato ininterrottamente dal 1950 ad oggi, ciò è incompatibile con le balle che dite voi sul signoraggio

l'economia italiana per ora va male perchè fa prodotti "tradizionali" che per produrli ci vuole la 5° elementare, e li producono i paesi in via di sviluppo entrati dal 2003 nel Wto, quindi che commerciano da poco con noi, a basso prezzo.... quindi le esportazioni vanno a picco

o si cambia la produzione o non si vende nulla

come mai l'Italia è la prima consumatrice pro capite di telefonini e non c'è NESSUNA azienda italiana che produce telefonini? o computer?

tutti questi beni che compriamo vanno a gravare sulla bilancia commerciale, perchè li comperiamo dall'estero...


l'economia non è il bar sport, scusate

" NINO COSA PROPONE? SCOMMETTIAMO?

LE MONETE ALTERNATIVE! DEHEHE! "

no, dico solo che in Germania hanno RISERVA, quindi sono CONVERTIBILI, a differenza della vostra moneta inconvertibile che vale zero, perchè a moneta gratis deve corrispondere qualcuno che lavori gratis in cambio di quella moneta gratis, cioè bisogna che ci sia qualcuno che ragli lavoro... in caso contrario porta inflazione

" NINO PUZZI DI MARCIO DA LONTANTISSIMO!"

come dall'inizio non rispondo agli intulti, perchè sviano dall'oggetto della discussione

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
team studiosi di ninite
by capoteam Sunday, May. 28, 2006 at 5:20 PM mail:

alla domanda: " ALLORA PERCHE' L'ECONOMIA VA COSI MALE?"
nino risponde:

******************************************************

o_O

il Pil è aumentato ininterrottamente dal 1950 ad oggi, ciò è incompatibile con le balle che dite voi sul signoraggio
l'economia italiana per ora va male perchè fa prodotti "tradizionali" che per produrli ci vuole la 5° elementare, e li producono i paesi in via di sviluppo entrati dal 2003 nel Wto, quindi che commerciano da poco con noi, a basso prezzo.... quindi le esportazioni vanno a picco
o si cambia la produzione o non si vende nulla
come mai l'Italia è la prima consumatrice pro capite di telefonini e non c'è NESSUNA azienda italiana che produce telefonini? o computer?
tutti questi beni che compriamo vanno a gravare sulla bilancia commerciale, perchè li comperiamo dall'estero...
l'economia non è il bar sport, scusate

******************************************************

era quello che volevamo sapere per capire chi sei.
grazie nino.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Sunday, May. 28, 2006 at 5:45 PM mail:


continuate a propagandare, che volete....

al massimo potete fare colpo su qualche ignorante che non sa che

a) tutto il tasso di sconto, tranne 400 milioni e 15 mila euro l'anno per gli stipendi, va allo stato

b) che non c'è nessuno che si pappi la differenza tra valore nominale e costo di stampa più interessi, che per la legge sarebbe reato, e che dovrebbero esserci dei conti che escono dalla BC, che ha sede in ITALIA e non alle cayman

c) che quindi la proprietà della moneta emessa non è della banca, sennò se fosse così gli utili delle azioni comprenderebbero questa fantomatica differenza, che non c'è

fate come volete, tanto prima o poi gli analfabeti saranno sempre meno, almeno si spera, così da non farsi infinocchiare dalle boiate


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Per chi vuol capire...
by Roberto Sunday, May. 28, 2006 at 10:07 PM mail:

Lo Stato è il proprietario della moneta metallica
e la banca centrale di quella cartacea.

Ecco perché noi cittadini non paghiamo interessi sulle monete metalliche mentre ne paghiamo su banconote.

Questa è la semplice verità. Il resto sono chiacchiere di banchieri, o loro amici, per depistare.

Il portatore della banconota non ne è proprietario.
Questo era vero solo quando il valore intrinseco era pari al valore nominale (moneta oro).

La banca centrale chiede un interesse sulla moneta che emette, quindi si comporta da proprietario (l'unico che puo' prestare e farsi pagare per il servigio).

Allora è dimostrato che la banca centrale è proprietaria? si o almeno si comporta come se lo fosse.

La domanda rimane: ma perché lo Stato è proprietario della moneta metallica e la BC è proprietaria della moneta cartacea?

Non si dica che è perché c'è la riserva perché la riserva è composta da altra carta (obbligazioni, che sono dello Stato; e valuta estera, che è carta e quindi si torna da capo!)

Nino non vuole la verità, gli piace comparire in forum equivoci e seminare zizzania.

Il tono scanzonato e i sorrisi e le istigazioni lo dimostrano. Lasciate perdere questi personaggi, non fate il loro gioco!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
bankitalia condannata!
by banckor Sunday, May. 28, 2006 at 10:14 PM mail:

qualcuno ha chiesto a nino perché se è tutto legale e tutto perfetto allora un giudice ha condannato la banca d'italia?

eheheh

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Sunday, May. 28, 2006 at 11:23 PM mail:


" Ecco perché noi cittadini non paghiamo interessi sulle monete metalliche mentre ne paghiamo su banconote. "

ed infatti gli interessi sulle banconote ( tasso di sconto ) va allo Stato ex art. 54 e 56 dello statuto

salvo 400 milioni e 15 mila euro che vengono dati alla banca per pagare gli stipendi dei 9 mila dipendenti

" Il portatore della banconota non ne è proprietario. "

ah quindi per quale strano caso dela vita io portatore posso comperare beni servizi, e i titoli in riserva della BC, e le valute estere in riserva della BC, se non ne sono proprietario?

"ma perché lo Stato è proprietario della moneta metallica e la BC è proprietaria della moneta cartacea? "

ma perchè il tasso di sconto va allo stato??

è normale che l'utile di una società privata vada allo stato? non mi sembra, se l'utile va allo stato, è lo stato il proprietario del tasso di sconto

"Non si dica che è perché c'è la riserva perché la riserva è composta da altra carta (obbligazioni, che sono dello Stato; e valuta estera, che è carta e quindi si torna da capo!)"

le obbligazioni in riserva alla BC non sono solo quelle dello stato, ma anche quelle private, si banche e altre s.p.a.

mi spiace dirlo, ma un'obbligazione non è carta, ma è un credito che hai nei confronti di un altro individuo, persona fisica o giuridica che sia, è un CREDITO che hai di ammontare pari alla moneta che hai dato per quell'obbligazione

perchè se l'obbligazione è solo carta, allora io do obbligazioni a tutti e quando venite a chiedermi ciò che vi devo VE LA SGOMMO NELLE MANI

ma che discorsi sono? :D ma siete seri? ahahaha


per il simpatico bankor

" qualcuno ha chiesto a nino perché se è tutto legale e tutto perfetto allora un giudice ha condannato la banca d'italia? "

ma l'hai letta la sentenza?

sono 87 euro a cittadino per 10 anni, ossia 5 miliardi di euro, che sono i 400 milioni e 15 mila euro degli art. 54 e 56 dello statuto che vanno alla banca d'italia

cioè quelli che vengono dati per pagare gli stipendi

dopo la sentenza quelli andranno allo stato, e sarà lo stato a pagare gli stipendi, quindi guarda quello che cambia :D


salutatemi Auriti e Saba, mi raccomando :P

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ti è andata male nino
by banckor Sunday, May. 28, 2006 at 11:38 PM mail:

per il simpatico bankor

" qualcuno ha chiesto a nino perché se è tutto legale e tutto perfetto allora un giudice ha condannato la banca d'italia? "

ma l'hai letta la sentenza?

sono 87 euro a cittadino per 10 anni, ossia 5 miliardi di euro, che sono i 400 milioni e 15 mila euro degli art. 54 e 56 dello statuto che vanno alla banca d'italia

cioè quelli che vengono dati per pagare gli stipendi

dopo la sentenza quelli andranno allo stato, e sarà lo stato a pagare gli stipendi, quindi guarda quello che cambia :D


salutatemi Auriti e Saba, mi raccomando :P

Ciao

Nino

>
>
>
>

NON HAI RISPOSTO NINO!
"se è tutto legale e tutto perfetto allora un giudice ha condannato la banca d'italia?"

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Sunday, May. 28, 2006 at 11:52 PM mail:


" NON HAI RISPOSTO NINO!
"se è tutto legale e tutto perfetto allora un giudice ha condannato la banca d'italia?" "

dice la sentenza

"Il C.T.U., nella sua relazione, ha chiarito che il reddito dell'istituto, causato dall'attività e dalla circolazione di moneta posta in essere dalla collettività nazionale, dovrebbe vedere lo Stato quale principale beneficiario e non gruppi di privati.
Il C.T.U. conclude che, per il periodo preso in esame 1996-2003, la sottrazione del reddito di signoraggio in danno alla collettività (quota attribuita a soggetti privati dalla Banca d'Italia) può determinarsi alla luce dei suddetti criteri e dei prospetti analitici di calcolo riportati nelle relazione peritale, in complessivi €.87,00 corrispondenti ad un danno medio rilevato per cittadino residente alla data del 31.12.2003.
La somma complessiva che spetta, quindi, all'attore per il titolo dedotto in giudizio ex art. 2033 e 2041 C. e. è di € 87,00."

detto in poche parole, tutto il tasso di sconto dovrebbe andare allo stato, poichè è lo stato che ha tale diritto

mentre gli art. 54 e 56 danno quei 400 milioni e 15 mila euro l'anno, che il ctu ha determinato nel periodo 1996-2003 ( da quando quella parte viene data alla banca d'italia ) come 87 euro a persona

infatti continua il giudice

"a) Accoglie la domanda per i suddetti motivi e condanna la convenuta, anche in via equitativa"

in via equitativa significa che non c'è una legge che lo dice, ma secondo un ragionamento logico, ossia che il tasso di sconto spetta allo stato, anche quella parte mancante, deve andare allo stato

se te la vuoi rileggere

http://www.studiotanza.it/pg099.html

e se vuoi leggerti la consulenza tecnica d'ufficio dove dice l'ammontare, e gli articoli dello statuto 54 e 56, allora leggi qua

http://www.studiotanza.it/ctu.doc


quindi, dopo la sentenza definitiva di cassazione, anche quei soldi andranno allo stato, che però, ripeto, sarà lui a dover pagare gli stipendi ai 9 mila dipendenti, e quindi entrano e riescono, perchè i dipendenti non lavorano gratis

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Oste della malora, il tuo vino è buono?
by Italo Ambrosioni Monday, May. 29, 2006 at 7:46 AM mail:

Nino si ostina a sostenere la vericidità dell'art. 54 e 56 dello statuto dell'oste della malora, sappiamo tutti quanto l'Adusbef faccia da cuscino ammortizzatore tra gli interessi degli istituti bancari e i sovrani truffati cittadini italiani, vedete l'ultima esternazione dell'Adusbef sulla vendita dell'oro degli Italiani.

Quello che viene sancito nella sentenza del Giudice di Pace di Lecce è un principio, che non determina in maniera corretta il danno che è di ben diversa dimensione, il nostro Nino ormai famoso nella circoscrizione dei difensori dei banchieri e del cancro siociale, sostiene solamente quanto abbia imparato dai libri di economia scritti sempre dai baroni ladri manipolatori dei capitali e delle emissioni monetarie, senza minimamente mettere in discussione i suoi studi ammesso che li abbia fatti, "i cattivi maestri sono sopratutto nelle facoltà di economia".
Sono certo che chiunque legga si renda conto che lo statuto di Bankitalia S.p.a. valga per quello che è: uno statuto scritto dai banchieri usurai.
Che credibilità può avere un usuraio, che credibilità può avere l'avvocato difensore NINO degli usurai?

Italo Ambrosioni (pensionato di banca)

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
pensionato di merda
by pkrainer Monday, May. 29, 2006 at 8:23 AM mail:

lo vedete, ammesso che non siate cloni della medesima testa di cazzo, ma esistiate ciascuno come fesso individuale, che più si va avanti, più emerge il fatto che il vostro é un discorso POLITICO? e che la pretesa di porre al centro il banchiere usuraio, lasciando in ombra il ruolo sia del capitale sia dello stato, vi smaschera come fascisti, come tutti i fascisti ignoranti, ignavi e ignobili?
perché è vero che i banchieri sono ladri, ma sovradimensionare questo aspetto vi consente di non far vedere gli altri ladri che con i banchieri procedono a braccetto, e così lasciare spazio alle meravigliose soluzioni autarchicche e statolatriche di vostro gusto.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Monday, May. 29, 2006 at 8:43 AM mail:


Ma quindi hai capito che la sentenza vi da torto?

Nell'atto di citazione c'era quelo che dici tu, cioè gli hanno chiesto tutto il valore nominale della moneta, e il giudice già ha risposto, che quella cosa è infondata, perchè quei soldi una volta rientrati possono uscire solo contro nuovi titoli, sennò a) mancherebbero soldi nella BC oppure b) ci sarebbero dei conti scoperti, che non ci sono


io ho portato le prove, e cioè che il signoraggio come differenza tra valore nominale e costo distampa più interessi intascato da qualcuno non esiste, e che il tasso di sconto va allo stato, come dice la sentenza, ex art. 54 e 56 dello statuto, salvo i 400 milioni e 15 mila euro annui di cui si occupa la sentenza, e qualora andranno allo stato, serviranno per pagare gli stipendi ai 9 mila dipendenti, ora glieli dà prima, dopo la sentenza di cassazione lì darà dopo.

E se l'utile della BC va allo stato non capisco dove sia il "guadagno illecito degli usurai della banca centrale"?

Propaganda da Auriti e Saba...

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
tu sei un coglione che non vede al di là del naso
by Italo Ambrosioni Monday, May. 29, 2006 at 9:40 AM mail:

Non sono un fascista, ma se vuoi sapere cosa sono non ti rimane che riflettere con il cervello e non con il colon,
Dare del fascista è undubbiamente fuori dal tempo, i servi del potere attuale di sinistra danno del fascista a chiunque la pensi deiversamente, i servi di destra danno del comunista ecc. agli altri.

Asserire sciocchezze è la specialità di NINO e company, che vedono solo gli articoli 54 e 56 dello statuto come oro colato, ed interpretano in modo volutamente distorto la sentenza di Lecce.

La menzogna è l'etica delsistema bancario, mentire sapendo di mentire ad ogni costo, pena la catastrofe, il crollo dei mercati, il crack.

Insultatemi quanto volete, potete solo generare ilarità chiunque vi legga, non può che ridere.

Italo Ambrosioni (pensionato di banca)

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Monday, May. 29, 2006 at 10:17 AM mail:


"Asserire sciocchezze è la specialità di NINO e company, che vedono solo gli articoli 54 e 56 dello statuto come oro colato, ed interpretano in modo volutamente distorto la sentenza di Lecce."

bene allora non sai leggere... la sentenza s'interpreta da sola...

a metà di pagina 7 della consulenza tecnica d'ufficio

"La differenza tra gli interessi percepiti sulle attività e il costo, modesto, di produzione delle banconote costituisce il moderno reddito di signoraggio, o reddito monetario."

http://www.studiotanza.it/ctu.doc

pagina 14

"Tale entrata, però, non può essere valutata separatamente estrapolandola dal bilancio e dal conto economico della Banca, in quanto solo attraverso la somma algebrica dei suoi componenti positivi e negativi si determina il risultato d’esercizio, che rappresenta il reddito netto generato dall’attività monetaria svolta dalla Banca.
Inoltre, come si è visto, la Banca d’Italia distribuisce l’utile di esercizio conseguito, ai sensi dello statuto, parte allo Stato e parte ai partecipanti privati del suo capitale sociale. E’ evidente che solo questa ultima parte, integrata dagli accantonamenti dell’utile alle riserve ordinaria e straordinaria e dagli accantonamenti del fruttato delle stesse riserve, rappresenta una sottrazione di risorse allo stato (e per esso alla collettività nazionale), al quale compete esclusivamente la politica monetaria ed i suoi proventi"

solo quella parte, cioè art 54 ( utili fino al 10% del capitale, ossia 15 mila euro ) e art. 56 ( rendimenti riserve fino al 4%, ossia 400 milioni di euro l'anno ) rappresenta la sottrazione di risorse allo stato

e da pag 15 a pag 17 sono calcolate queste somme

"CONCLUSIONI
Sulla base degli approfondimenti eseguiti, lo scrivente ritiene di poter affermare che la proprietà della moneta, la politica monetaria e i suoi proventi siano di competenza esclusiva dello Stato e per riflesso della collettività nazionale.
Conseguentemente, per il periodo preso in esame 1996/2003, la sottrazione del reddito di signoraggio in danno della collettività (quota attribuita a soggetti privati dalla Banca d’Italia) può determinarsi, alla luce dei criteri precedentemente esposti e dei prospetti analitici di calcolo sopra riportati, in complessivi €uro 5.023.632.491 , corrispondente a un danno medio rilevato per cittadino residente alla data del 31.12.2003 di €uro 87 ."

cosa c'è da mal interpretare?

e la sentenza ripete ciò

"Il CTU ha determinato il reddito monetario, come la differenza tra gli interessi percepiti sulle attività e il costo, modesto, di produzione delle banconote, chiarendo che costituisce il moderno reddito di signoraggio, o reddito monetario, proprio lo scarto tra il primo ed il secondo importo."

"Il Giudice di Pace di Lecce, aw. Cosimo Rochira, definitivamente
pronunciando cosi provvede:
a) Accoglie la domanda per i suddetti motivi e condanna la convenuta, anche in via equitativa, a corrispondere all'attore la somma di € 87,00 a titolo di risarcimento del danno derivante dalla sottrazione del reddito di signoraggio, oltre interessi legali dalla domanda all'effettivo soddisfo;"

da http://www.studiotanza.it/pg099.html

cosa c'è da interpretare?

la sentenza vi da TORTO, e questo è incontestabile, salvo che la lingua italiana sia un'opinione

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Il signoraggio alla Pascucci esiste, eccome se esiste
by enjoy the truth Monday, May. 29, 2006 at 10:44 AM mail:

Con questo sistema di emissione, ed il fatto di sentirsi "proprietaria" della moneta emessa, la BCE sarà un pozzo di risorse finanziarie, incassa interessi, con i titoli in garanzia ancora nel suo attivo.
Apri gli occhi, è un bel giochetto: invece di mandare ad utile ciò che crea, e pagarci sopra le imposte, come dovrebbe da "proprietario" di un qualcosa, lo iscrive al passivo, facendolo comparire come una diminuzione di attività. Però, bella paraculata amministrativa!!!!
Svegliatevi, capisco che la finanza non tutti la capiscono, ma che le banche regolino il mondo, ve ne sarete accorti.
Il problema fondamentale che nessuno ha sollevato è quello che se io creo un qualcosa dal nulla e lo vendo, ci pago le tasse sopra, in quanto ho venduto un bene verso un corrispettivo, realizzando un reddito.
Quello che dovrebbe fare la BCE e non fa: crea moneta dal nulla, la vende )dietro garanzia di titoli) e non dichhiara il reddito.
BELLA PARACULATA!!!
Avete letto bene, la vende, perchè quei soldi non verranno mai restituiti, visto che servono a far girare l'economia.
La BCE ha dei crediti perenni in questo modo.

COMPLIMENTI!!!!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Monday, May. 29, 2006 at 11:06 AM mail:


"Quello che dovrebbe fare la BCE e non fa: crea moneta dal nulla, la vende )dietro garanzia di titoli) e non dichhiara il reddito.
BELLA PARACULATA!!! "

ahahahahahah

crea moneta dal nulla? e poi scrivi "dietro garanzia di titoli"?

se uno crea moneta dal nulla non ha bisogno di avere qualcosa all'attivo per giusitficarla, invece non è così

1) gli interessi della BC vanno allo stato, quindi chiudiamo il discorso degli interessi, che è meglio

2) di chi è la proprietà della moneta....

la banca emette la moneta a favore di chi la domanda, mettendola al passivo perchè non è essa proprietaria

praticamente una persona vuole moneta

siccome la moneta rappresenta lavoro, la moneta viene data in base al lavoro fatto

chi vuole moneta quindi deve dare in garanzia un bene reale, frutto di lavoro passato

la banca prende il titolo a garanzia e dà la moneta a chi l'ha domandata...

colui che ha in mano la moneta è il PROPRIETARIO della moneta, perchè ci compra tutto ciò che vuole, e la investe dove vuole

poi, una volta investita, se vuole chiudere il prestito, restituisce la moneta per riprendersi il titolo

la banca restituisce il titolo e prende la moneta più il tasso di sconto

restituito il titolo, viene a mancare l'attivo, quindi la moneta che rientra è distrutta

la banca è proprietaria solo del tasso di interesse

a) questo è evidente per la moneta bancaria emessa col moltiplicatore, perchè quella moneta scritturale, alla restituzione, dato il titolo, non esiste più

b) per la BC, devi essere tu a dimostrare che qualcuno rubi la cartamoneta che rientra...

non avete portato uno straccio di prova, perchè oggi ciò che dite voi è REATO, è bancarotta ( perchè si emette una passività non coperta da titoli all'attivo ) e appropriazione indebita ( perchè quella moneta non è di proprietà della banca, ma di chi la domanda, temporaneamente )

dove sono le prove?

- o mancano banconote nella cassa
- o dovrebbe esserci qualche conto scoperto

dire che la BC è proprietaria della massa monetaria è una sciocchezza perchè gli utili delle azioni lo sconfessano, ed è una balla

dire che qualcuno fa un reato e si FREGA, RUBA, la moneta dalla cassa, dev'essere suffragata da prove

dove sono? ce l'hai per caso? lo sai che se non ce l'hai e se ci fosse un rappresentante della BC qua ti potrebbe denunciare per calunnia?

quindi dire che la BC è proprietaria della moneta è una cazzata perchè gli utili delle azioni lo sconfessano, e se ci fosse ( se la BC mettesse il costo di stampa al passivo e il valore nominale quando rientra, cosa un po' assurda ) andrebbe allo stato, salvo i 400 milioni e 15 mila euro degli art. 54 e 56 che andrebbero per pagare i dipendenti

siccome non c'è, la BC non è proprietaria, e la discussione SI RIDUCE A QUALCUNO CHE FA UN REATO E DI CUI NON HAI PROVE

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
rileggila tu la sentenza
by Italo Ambrosioni Monday, May. 29, 2006 at 11:15 AM mail:

Rileggila bene con calma, rilassati e poi rileggila, e poi rileggila ancora, continua a leggere la sentenza che dimostra esattamente che il signoraggio esiste.
Poi pensa al falso in bilancio, poi pensa alle palle che ti hanno insegnato, poi rileggiti la sentenza, e guardati intorno, ti accorgerai se ti levi il cappuccio da banchiere, che la realtà è quella che descrivono coloro che sostengono che il debito pubblico italiano è esattamente la massa monetaria sottoscritta dallo stato con i titoli più il tasso di sconto che i banchieri da abili usurai decidono.

I fascisti, i comunisti, i centristi, gli stupidi, che continuano a collocare il pensiero altrui in qualche merdoso posto non hanno certamente argomenti che non siano quelli della contrapposizione dell'assurdo, i fatti sono: il dollaro è carta straccia garantito dal nulla, l'euro anche, per quale motivo devo essere indotto a credere che il denaro debito attuale sia meglio del denaro di stato, denaro a credito, come lo sono le monete metalliche che non generano alcun debito, il signoraggio è la mostruosità del nostro sistema economico, coloro che sostengono il contrario sono banchieri o sono i loro servi, la tua insistenza trova solo consenso in chi non legge attentamente la sentenza che riscontra l'illegittimità del signoraggio e nel contempo ne svaluta l'ammontare, conteggiando l'illegittimità dal 1996 al 2003 e non dal 1863 a oggi.

"Il C.T.U. conclude che, per il periodo preso in esame 1996-2003, la sottrazione del reddito di signoraggio in danno alla collettività (quota attribuita a soggetti privati dalla Banca d'Italia) può determinarsi alla luce dei suddetti criteri e dei prospetti analitici di calcolo riportati nelle relazione peritale, in complessivi €.87,00 corrispondenti ad un danno medio rilevato per cittadino residente alla data del 31.12.2003.

Il C.T.U. ha fatto i suoi conti, noi facciamo i nostri, ricordo che l'etica della banca è la menzogna!!

Italo Ambrosioni (pensionato di banca)

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
La proprietà
by enjoy the truth Monday, May. 29, 2006 at 11:33 AM mail:

Nino continua a sostenere la non Proprietà della moneta.
Prendi 10 euro: cosa c'è scritto sopra?
C'è scritto BCE, tre lettere che in effetti donano la sovranità e la proprietà della banconota alla Banca Centrale Europea, donano indebitamente, perchè la Banca si comporta da padrona, richiedendo interessi su un prestito illegittimo che non verrà mai coperto, lasciando in attivo i titoli a garanzia, da cui generano altri interessi.
Per curiosità Nino, cosa hai studiato per affermare certe teorie?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
studi economici a YAMOUSSOUKRO !
by Italo Ambrosioni Monday, May. 29, 2006 at 12:00 PM mail:

Avrà studiato Belle Arti, come l'economista Onorevole Eduard Ballaman che dice che l'euro è come un quadro di Picasso. Sbellicatevi dal ridere a sentire codesto mp3 http://www.signoraggio.it/notizieoggi09-02-2006.mp3

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Monday, May. 29, 2006 at 12:10 PM mail:


""Il C.T.U. conclude che, per il periodo preso in esame 1996-2003, la sottrazione del reddito di signoraggio in danno alla collettività (quota attribuita a soggetti privati dalla Banca d'Italia) può determinarsi alla luce dei suddetti criteri e dei prospetti analitici di calcolo riportati nelle relazione peritale, in complessivi €.87,00 corrispondenti ad un danno medio rilevato per cittadino residente alla data del 31.12.2003.

Il C.T.U. ha fatto i suoi conti, noi facciamo i nostri, ricordo che l'etica della banca è la menzogna!! "

quindi hai finalmente ammesso che la sentenza vi da TORTO

ce n'è voluta di strada

"C'è scritto BCE, tre lettere che in effetti donano la sovranità e la proprietà della banconota alla Banca Centrale Europea, donano indebitamente, perchè la Banca si comporta da padrona, richiedendo interessi su un prestito illegittimo che non verrà mai coperto, lasciando in attivo i titoli a garanzia, da cui generano altri interessi.
Per curiosità Nino, cosa hai studiato per affermare certe teorie?"

basta leggere lo statuto che dice che il tasso di sconto va ALLO STATO salvo 400 milioni di euro l'anno che vanno a pagare gli stipendi dei dipendenti della banca d'italia

e quando andranno anche quelli allo stato, saranno spesi per gli stipendi, come avviene ora...

quindi gli interessi vanno allo STATO, e il banchiere usuraio centrale non esiste, perchè è lo stato stesso che prende il tasso di sconto

quindi o dici che lo stato stesso è usuraio, o niente

"la tua insistenza trova solo consenso in chi non legge attentamente la sentenza che riscontra l'illegittimità del signoraggio e nel contempo ne svaluta l'ammontare, conteggiando l'illegittimità dal 1996 al 2003 e non dal 1863 a oggi."

la sentenza parla solo del tasso di sconto, e rigetta la domanda che diceva che la banca guadagna la differenza tra valore nominale e costo di stampa, perchè tale utile non esiste, salvo che qualcuno RUBI commettendo reato la cartamoneta rientrante...

e tanti saluti al giudice Rochira

"fascisti, i comunisti, i centristi, gli stupidi, che continuano a collocare il pensiero altrui in qualche merdoso posto non hanno certamente argomenti che non siano quelli della contrapposizione dell'assurdo, i fatti sono: il dollaro è carta straccia garantito dal nulla, l'euro anche, per quale motivo devo essere indotto a credere che il denaro debito attuale sia meglio del denaro di stato, denaro a credito, come lo sono le monete metalliche che non generano alcun debito, il signoraggio è la mostruosità del nostro sistema economico, coloro che sostengono il contrario sono banchieri o sono i loro servi"

la solita apocalisse :D

le monete sono garantite dai titoli all'attivo, che sono titoli rappresentativi di beni reali, quindi beni reali che hanno valore, fino a prova contraria, e oltre a questo, sono garantite dal fatto che puoi acquistare beni e servizi... se il dollaro viene stampato a manetta infischiandosene della produzione, perderà valore, perchè con più dollari compri gli stessi beni e servizi prodotti negli usa... cose da elementari

la moneta non è di proprietà della banca in quanto gli utili lo dicono esplicitamente, e se qualcuno frega un po' di carta moneta questi fa REATO di bancarotta e appropriazione indebita, e dovrebbero

- mancare soldi in cassa alla BC
- o esserci conti scoperti, quindi di nessun valore


cosa importantissima, il tasso di sconto della BC, ripetiamo, va ALLO STATO


per quanto concerne la "moneta senza debito nè riserva inconvertibile" è una moneta che non esiste

perchè chi la emette per spenderla, ha un vantaggio rispetto a coloro che offrono il loro lavoro contro questa moneta

essendo colui che l'ha spesa per primo esonerato dalla convertibilità, è un LADRO...

la moneta gratis quindi ha bisogno di lavoro gratis

la moneta rappresenta lavoro passato, se dietro l'emissione non c'è lavoro passato, significa che qualcuno ha moneta SENZA AVER LAVORATO

quindi chi spende questa moneta RUBA e chi offre lavoro contro nulla, contro una cosa inconvertibile

per il reddito di cittadinanza...

essendo moneta inconvertibile e gratis, nessuno offre lavoro gratis, e quindi si aumenteranno i prezzi

il reddito di cittadinanza viene dato a tutti, ricchi e poveri, e chi ha una casa da affittare, essendo le persone che domandano e quelle che offrono casa sempre le stesse, aumenterà l'affitto

quindi si traduce in "redistribuzione inesistente" e in "aumento dei prezzi", per giunta con moneta inconvertibile, cioè che non ha nessun valore, perchè non c'è lavoro dietro


per questo ci sono le imposte progressive, perchè queste redistribuiscono, mentre l'emettere moneta inconvertibile a favore di tutti non redistribuisce una minchia


Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
ambrosioni, hai rotto i coglioni
by pkrainer Monday, May. 29, 2006 at 12:55 PM mail:

ambrosioni, tu non sei fascista solo perché nemmeno esisti: comunque, le cose che vengono scritte a nome di questo Ambrosioni, servono non a un fascismo generico, ma a un preciso discorso di marca fascista.
Io NIno nemmeno so chi sia: che quella del signoraggio sia una questione senza impoirtanza l'ho già dimostrato anni fa con paccate di scritti, ben prima della sentenza di Lecce
Fra l'altro la cosa ridicola é che é verissimo che la menzogna é l'etica del sistema bancario, e che se fosse possibile fregare i soldi che voi ipotizzate, i banchieri lo farebbero eccome. Il punto é che quei soldi non esistono, per cui, per quanto uno sia ladro, non riuscirà mai a rubarli. Non sono io a difendere le banche, sei tu (perché io credo che tutti i vari ambrosioni, mk, etc siano cloni del medesimo povero pirla) a non capire una sverza. Sei un poveretto che crede di avere acquistato autorevolezza per il fatto di vaer messo su un sito, cosa che riesce ormai al più infimo travet.




versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Evvai
by enjoy the truth Monday, May. 29, 2006 at 12:55 PM mail:

In pratica, si dovrebbe risanare parte del debito pubblico, visto che questa sentenza, molto marginale, restituisce un debito (87 euro per 10 anni) allo stato.
Ma lo stato siamo noi!
Noi paghiamo le tasse che contribuiscono al pagamento del debito pubblico!
Ed è giusto che restituiscano i soldi a noi contribuenti, visto che lo stato già li ha presi da noi tramite le tasse.
Nino, che studi hai fatto, per curiosità, non vorrei dare del somare, magari al figlio di Visco!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Monday, May. 29, 2006 at 1:53 PM mail:


il debito pubblico è quando lo stato spende più dei soldi che ha, e cioè quando TU cittadino paghi meno di quanti servizi hai in tuo favore

lo stato emette il titolo di debito, cioè prende a prestito soldi da qualcuno

può darlo

- alla BC, fin quando resta la, è una emissione di nuova moneta, e il tasso di sconto va ex art 54 e 56 allo STATO

- a cittadini, che prestano i LORO risparmi allo stato

quindi nel primo caso c'è semplicemente un'emissione di moneta con un tasso di sconto che esce ed entra nelle casse del ministro del tesoro

nel secondo caso, TU sei debitore verso quel cittadino che con i suoi risparmi ha permesso a TE di pagare MENO tasse di quanti SERVIZI hai avuto dallo stato, e quindi parte delle tue tasse vanno a rimborsare quel cittadino che coi suoi risparmi ti ha prestato soldi

discorso chiuso


il fatto che lo stato possa finanziarsi emettendo moneta, peraltro inconvertibile, è una truffa

i politici non producono nulla, salvo leggi, e hanno già gli stipendi ( e che stipendi ) per quel lavoro

uno che non produce nulla non può emettere moneta da SPENDERE, con la quale compra LAVORO dei cittadini contro NULLA, perchè moneta INCONVERTIBILE

sarebbe un regime, perchè i politici emettono moneta inconvertibile ( non coperta da lavoro ) per comperare lavoro dei cittadini, e questo è nel programma di Auriti, emettere moneta per opere pubbliche INCONVERTIBILE, cioè moneta che vale nulla


per questo, lo stato, come tutti i cittadini, per avere moneta, devono dare in cambio titoli rappresentativi di qualcosa di reale,frutto di lavoro passato, sennò non è moneta

già abbiamo fatto questo discorso

il tuo amichetto ( molto di destra ) LaRouche dice

http://www.movisol.org/banca.htm

"A scopo di chiarezza, come primo passo eliminerei in blocco la formula “moneta senza debito” da lei ripetuta. La moneta emessa legittimamente da uno stato sovrano è il debito di quella nazione."

"Il denaro senza debito” in effetti non esiste."

"L’idea della moneta “senza debito” è stata propagandata da ideologi neo-feudalisti i quali produssero la chimera del “denaro onesto”: l’illusione secondo cui il valore economico è o potrebbe essere intrinseco ad una qualche forma di denaro in quanto tale."

e se lo dice uno citato da voi...

infatti voi dite che la moneta ha valore perchè la gente le da valore accettandola... ( Auriti )

però non andate più in fondo, e non vi domandate perchè la gente accetta moneta...

la gente accetta moneta perchè la moneta rappresenta lavoro svolto dal portatore, che quindi ha un credito nei confronti degli altri soggetti della comunità, è una partita di giro

se all'emissione non corrisponde una garanzia di lavoro passato nella quale è convertibile la moneta, quella moneta non vale nulla, e non verrà mai accettata

è qua che casca l'asino, e che casca Auriti ( lui consapevolmente, perchè ha le idee chiare, è fascista fiero e consapevole, e lo sa, che con la moneta inconvertibile, lui politico può decidere tutto, a scapito dei cittadini, imponendo con la forza, cioè mandando l'esercito a chiunque si rifiuti di regalare il suo lavoro contro moneta "gratis" "inconvertibile" ) e anche Saba lo sa

quindi o voi siete dei propagandatori di questi, ed avete interessi, o Auriti vi sta pigliando per il culo

infatti il Simec, non l'ha potuto diffondere senza riserva, ma con una riserva del 50% in lire, però se tutti i commercianti vanno a cambiarli perchè devono importare materie prime al di fuori di Guardiagrele ( ed è facile, perchè guardiagrele non è autosufficiente, alla faccia della vostra autarchia ) avrebbero perso la metà del capitale, perchè Auriti aveva solo metà del denaro, e a loro imponeva prezzi fissi, la metà di quelli in lire :D

Ciao

Nino

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
E' ideologia?
by enjoy the truth Monday, May. 29, 2006 at 2:35 PM mail:

Moneta=lavoro? Giusto?
Secondo Auriti è anche previsto un reddito di cittadinanza recentemente introdotto nella regione Campania (2004 o 2005), e non venirmi a dire che è una regione di destra.
Ora, l'accettazione della moneta è scontata, è un dato di fatto, perchè è l'unico mezzo che viene dato e previsto per il pagamento cash di un bene e/o di un servizio.
Quindi, l'accettazione dona potere alla moneta perchè è il sistema ha darglielo. Il lavoro che c'entra?
Non posso dire che la tua teoria sia sbagliata, Nino, perchè in fin dei conti devo rispettare i tuoi punti di vista. Voglio semplicemente dire che non si può associare la moneta al lavoro, come dici tu, perchè chi mi deve rappresentare è giusto che venga pagato da me attraverso le tasse, o altri prelievi, ma sempre pagato da uno stato, magari emettente moneta, cartacea e metallica, e su cui rotea tutta l'economia del paese.
Parli di regime perchè associ il fatto che lo stato pagando l'esecutivo, accentri tutti i poteri su di lui?
Ed ora com'è, diverso, secondo te?
Non credo che nel 2006 si possa parlare ancora di fascismo: da italiani ne abbiamo passate tante e se dovesse presentarsi un pericolo simile, le avvisaglie si vedrebbero a miglia di distanza.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Pascucci sei il numero UNO!
by Lorenzo Monday, May. 29, 2006 at 3:33 PM mail:

ninuzzo
non hai ancora risposto:

"se è tutto legale e tutto perfetto allora un giudice
ha condannato la banca d'italia?"

non incollarmi di nuovo i link alla sentenza,
li abbiamo letti tutti
rispondi se sei in grado:

"se è tutto legale e tutto perfetto allora un giudice
ha condannato la banca d'italia?"

se ci sono gli art. 54 e 56 a spartire automaticamente i guadagni (si si si! lo sappiamo! sono 87euro e non 25.000 come dice Pascucci, non ripetercelo più!) come mai si è arrivati a denunciare la banca d'italia? come mai la banca d'italia rubava al suo papà-lo-Stato?! e come poteva rubare? quale meccanismo "sfuggiva" al complesso di regole che tu tanto febbrilmente cerchi di spiegarci?

dai ninuzzo! rispondi:

"se è tutto legale e tutto perfetto allora
un giudice ha condannato la banca d'italia?"

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Nino non capisci un cazzo
by Cavour in galera! Monday, May. 29, 2006 at 3:41 PM mail:

nino scrive:
"infatti voi dite che la moneta ha valore perchè la gente le da valore accettandola... ( Auriti )
però non andate più in fondo, e non vi domandate perchè la gente accetta moneta...
la gente accetta moneta perchè la moneta rappresenta lavoro svolto dal portatore, che quindi ha un credito nei confronti degli altri soggetti della comunità, è una partita di giro"

STO CAZZO!

attualmente accetto moneta perché Cavour e successori (gran ladrone e bancario e stupratore di meridionali) fecero fare una legge che dice: "CORSO FORZOSO"!
e la fecero proprio perché la LORO BANCA PRIVATA stava andando a gambe all'aria!

la moneta non ha alcun valore SE IO non l'accetto e la faccio circolare. oggi lo faccio con la FORZA dello STATO-BANCARIO. Auriti lo lascia fare al popolo (SIMEC).


Nino fai schifo per come difendi i tuoi aguzzini!

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Monday, May. 29, 2006 at 4:06 PM mail:


"Secondo Auriti è anche previsto un reddito di cittadinanza recentemente introdotto nella regione Campania (2004 o 2005), e non venirmi a dire che è una regione di destra."

a) è coperto da imposte, non è moneta senza valore

b) è solo per i meno abbienti

a) + b) = redistribuzione, cosa che il vostro reddito da cittadinanza non fa, e porta solo inflazione

" Quindi, l'accettazione dona potere alla moneta perchè è il sistema ha darglielo. Il lavoro che c'entra? "

con la moneta tu compri beni e servizi, quindi compri lavoro di una persona, e quella persona ti da il suo lavoro in cambio di quella moneta perchè rappresentativa di lavoro, cioè tu quella moneta te la sei guadagnata o lavorando, o chiedendola alla banca e dando in garanzia titoli rappresentativi beni reali, ossia tuo lavoro passato

infatti se tu dai crta igienica, il barista non ti dà la granita fragola con panna... ti sei mai chiesto perchè?

fisicamente è carta anche quella, ma la moneta è emessa contro lavoro, la carta igienica no, e non è convertibile in qualcosa di reale, come la moneta "senza debito nè riserva"...

" dai ninuzzo! rispondi:

"se è tutto legale e tutto perfetto allora
un giudice ha condannato la banca d'italia?""

t'ho già risposto

in via equitativa significa che non c'è una legge che impedisce, anzi la legge dice esattamente il contrario, e cioè che una parte del tasso di sconto ex art 54 e 56 va alla banca per autonomia finanziaria

il giudice Rochira, in via "equitativa" ( questo si può fare solo se la causa è sotto il milione di lire, qua era 87 euro, quindi poteva andare avanti in via equitativa ) ha detto che essendo prerogativa dello Stato il tasso di sconto, anche la parte degli art 54 e 56 deve andare allo stato

spero di esser stato chiaro

"la moneta non ha alcun valore SE IO non l'accetto e la faccio circolare. oggi lo faccio con la FORZA dello STATO-BANCARIO. Auriti lo lascia fare al popolo (SIMEC)."

si ma è vero anche il contrario, e cioè che se dietro la moneta non c'è NULLA, NESSUNO L'ACCETTA

infatti il simec aveva la riserva, solo del 50%, e se tutti i commercianti fossero andati tutti in una volta a chiedere la riserva per comperare le materie prime fuori di guardiagrele i soldi non c'erano...

Ciao

Nino



versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
Nino piantala
by sandropascucci Monday, May. 29, 2006 at 4:18 PM mail:

«..se all'emissione non corrisponde una garanzia di lavoro passato nella quale è convertibile la moneta, quella moneta non vale nulla, e non verrà mai accettata..»

ma che stai dicendo Nino?
la moneta viene accettata perché so che potrò scambiarla in futuro senza problemi. IN FUTURO, chiaro? il lavoro passato non c'entra nulla. la moneta che stai scambiando con la mia merce non è detto che provenga da un "lavoro passato" (tant'è che gli interessi sono moneta creata da altra moneta, dov'è qui il "lavoro passato"? la staticità del capitale? mah!)

dice Auriti: «..così ad es. una penna ha valore perché si prevede di scrivere, il coltello ha valore perché si prevede di tagliare, la moneta ha valore perché si prevede di comprare. Il valore è pertanto il rapporto tra il momento della previsione ed il momento previsto..» e ancora «..In breve il simbolo acquista valore monetario per il semplice fatto che ci si mette d'accordo che lo abbia. La previsione del comportamento altrui come condizione del proprio, induce ognuno ad accettare moneta contro merce perché prevede di poter dare, a sua volta, moneta contro merce..»

ergo: la moneta ha valore perché noi tutti la facciamo "girare". oggi come oggi siamo costretti a farlo (!) per via del CORSO FORZOSO (!!), in assenza del quale l'euro sarebbe spazzato via da una moneta buona come il SIMEC che era sì convertibile e aveva del 50% di cambio ma solo a scopo didattico, trattandosi di un esperimento LOCALE in una comunità che COMUNQUE doveva interagire con l'ESTERNO, dove usavano la MONETA della stessa valuta della RISERVA (lire, siamo nel 2000). In soldoni la farina dovevano comprarla in lire ma da quel momento in poi il pane e tutto il resto era in SIMEC. Tant'è che il VOLANO della circolazione VOLONTARIA garantiva un POTERE D'ACQUISTO DOPPIO !
assurdo che ancora non si capisca questo semplice meccanismo (o si fa finta?).

Inoltre ti ho risposto DUE volte alla tua DOMANDONA ma tu continui a riproporla FAZIOSAMENTE insieme all'istiganti saluti che pretendi siano riportati ad Auriti (presenterò personalmente) e Saba (difficile che lo incontri in questa vita). Stai girando di forum in forum a postare la tua stupida DOMANDONA.. a qual fine? stufare la gente? renderti ridicolo? hai trovato alleati in assidui frequentatori di siti porno e spam di motori internet (sai bene a chi mi riferisco).. è questo il tuo TERRENO? complimenti!

a te la verità e la soluzione del problema non interessa minimamente. a noi sì.

io ti ripeto:

TUTTO IL MALE SOCIALE E' CAUSATO DAL SIGNORAGGIO
(e ovviamente dalla riserva frazionaria) E I BANCHIERI GOVERNANO IL MONDO grazie ai tipi come te, schiavi ebeti e vanitosi, gonfi di rabbia per motivi personali (ti ho cacciato a calci in culo dal mio forum perché sporcavi e lo rifarei 1000 altre volte).

LA BANCA D'ITALIA CI DEVE DARE 25.800 EURO A TESTA.
LA SENTENZA DI LECCE E' ERRATA.
LA SENTENZA DI LECCE DIMOSTRA SOLO COME IL SISTEMA DA TE SOSTENUTO SIA FALLACE E FACILMENTE AGIRABILE
(altrimenti perché la Banca d'Italia sarebbe stata condannata? AH AH AH)

Gli art. 54 e 56 sono stati scritti da banchieri privati e tu me li porti come VINCOLI DA GIUSTIFICARE? basta!

87euro sono sfuggiti alle TUE regole, come è stato possibile?
pochi che siano dimostrano che le TUE regole non sono ferree come vuoi farci credere e dimostrano come il sistema bancario TUTTO sia solo una grande associazione per delinquere!

Anche il caso dell'anatocismo parla chiaro! ERA TUTTO IN REGOLA la mattina ma poi dopo-pranzo il sistema fu giudicato ILLEGALE! (naturalmente subito ci fù una toppa Statale per sistemare la falla! ma il reato resta!). Ora ci risiamo.
87 euro con una perizia SBAGLIATA non è male, non trovi?
domani chissà?!

bankitalia ha fatto ricorso. se lo vince che dirai? che il signoraggio non esiste? AH AH AH

tu devi ESPORTI prima che lo faccia un giudice o un associazione. prima dicevi che non esisteva, poi esiste ma solo 87euro, a luglio (dopo la cassazione e nel caso sia a favore di bankitalia) dirai "visto? non esiste il signoraggio! il CTU è una cazzata! ecc.."

insomma sei uno senza palle e che non sa tirare una linea retta con la propria testa!

chiedere all'oste se il vino è buono non è molto saggio, sai?

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
NINO BANCA SOSTIENE LE TESI DEI LADRONI
by Italo Ambrosioni Monday, May. 29, 2006 at 4:24 PM mail:

Non ho ammesso di avere torto, ma posso ammettere che sei uno con un cervello piccolissimo.

Nino sei demente? se non lo sei, spero ti paghino bene per le idiozie che sostieni.

Poi dimostri di essere coglione per un altro semplice fatto: sei una persona scorretta, quindi mandarti a fare in culo e non è assolutamente fuori luogo, la tua insistenza nel portare avanti la tua tesi senza il minimo fondamento basandoti sulle menzogne, mi da il sacrosanto diritto nel dire e affermare che sei un traditore della sovranità del popolo, un servo dei banchieri, quindi il "vai a fare in culo" lo ripeto volentieri.

nino banca SPIEGACI BENE PERCHE' LO STATO NON DEVE STAMPARSI LE BANCONOTE E FARE A MENO DI BANKITALIA PRIVATA??



ne ho anche per te >pkrainer< che esisti solo perchè respiri, tu anni fa ti ciucciavi il ditino che ti infilavi nel culo prima che mamma se ne accorgesse, altro che parlare e smontare le teorie del signoraggio, ti do fastidio?? cosa vuoi sapere di me? esisto e vivo in Italia non ho telefoni fissi intestati ma ho 4 cellulari in casa, mi cerchi su pagine bianche per telefonarmi di notte e minacciarmi? come i bravi terroristi al servizio della politica... bravo!!

Non sono un fascista, e poco mi interessa continuare a dire che non lo sono, tu non sai nemmeno lontanamente cosa significhi essere fascista, ma ti arroghi il diritto di etichettare chiunque parla di cose a te incomprensibili, il tuo comportamento è esattamente fascista e comunista, ma desidero usare il modo corretto: comportamento da stronzo.

detto questo vi auguro una buona giornata e rileggetevi lo statuto menzogna di bankitalia S.p.a. condannata da un giudice di pace con la sentenza che NINO legge ma non comprende.



Italo Ambrosioni (pensionato di banca)

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
E se eliminassi le banche?
by enjoy the truth Monday, May. 29, 2006 at 4:26 PM mail:

Il tuo ragionamento è ovvio, se dai per scontato che esistono le banche.
In uno stato che emette moneta, le banche sono un optional, e quindi il potere lo controlla lo stato, cioè noi, altro che inflazione.
Il problema sono tutti gli intermediari come banche, finanziarie, ecc.
Togli loro il potere di dare e emettere moneta, e dallo allo stato, vedi cosa esce fuori: LA SOVRANITA' DEL POPOLO, ciò che adesso non abbiamo.

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
italo ambrosini?
by scovafasci Monday, May. 29, 2006 at 4:46 PM mail:

Italo ambrosini è il solito troll fascio che sostiene che tutti quellli che non danno ragione alle storie che spamma sono pagati e poi li insulta.
Non cagatelo, è solo un provocatore senza argomenti, fate come se non ci fosse

versione stampabile | invia ad un amico | aggiungi un commento | apri un dibattito sul forum
eheh
by Nino Monday, May. 29, 2006 at 5:24 PM mail:


" ma che stai dicendo Nino?
la moneta viene accettata perché so che potrò scambiarla in futuro senza problemi. "

sandro, ma secondo te uno offre lavoro per una moneta che non può convertire, che è emessa sul nulla?

chi presta lavoro OGGI sa che chi ha moneta se l'è guadagnata, ha prestato lavoro passato o presente, quindi sa che se l'è guadagnata

"il lavoro passato non c'entra nulla."

infatti è questo che volete fare voi... volete cancellare il valore del lavoro passato

volete emettere moneta "senza debito nè riserva" a chi volete voi, per opere pubbliche, così che potete favorire le vostre clientele e i vostri amici che in passato se la sono grattata...

abolite la meritocrazia... volete la stampante che non tenga conto del lavoro, e che sia INCONVERTIBILE in NULLA

così il primo che la stampa e la spende per opere pubbliche compri lavoro contro NULLA

ma non è così facile, perchè farete aumentare i prezzi, perchè le persone non sono cretine..

"(tant'è che gli interessi sono moneta creata da altra moneta, dov'è qui il "lavoro passato"? "

-quelli della BC vanno allo Stato ex art 54 e 56

- quelli delle banche commerciali tassate come i profitti, anche il profitto è moneta non derivante dal lavoro... voi li dimenticate sempre gli imprenditori... chissà come mai?

" ergo: la moneta ha valore perché noi tutti la facciamo "girare"."

ma il primo che la stampa dal nulla per spenderla frega TUTTI :D

che bello...

"oggi come oggi siamo costretti a farlo (!) per via del CORSO FORZOSO (!!), in assenza del quale l'euro sarebbe spazzato via da una moneta buona come il SIMEC che era sì convertibile e aveva del 50% di cambio ma solo a scopo didattico, trattandosi di un esperimento LOCALE"

l'euro è convertibile in titoli che rappresentano beni reali, ed è coperto al 100% da titoli che rappresentano proprietà di beni reali o da valute estere con le quali si può acquistare al'estero sia beni e servizi che titoli esteri rappresentativi di beni reali

invece il simec aveva una riserva del 50%, e Auriti punta ad una moneta INCONVERTIBILE, dove chi la spende per prima compra tutto GRATIS, in sintesi, il politico, e qualcuno regala lavoro GRATIS al politico e all'imprenditore ( che mai volete eliminare perchè è il punto delle vostre politiche clientelari ) che ha profitto su denaro gratis...

e poi avete il coraggio di dire che siete di sinistra...

"ant'è che il VOLANO della circolazione VOLONTARIA garantiva un POTERE D'ACQUISTO DOPPIO ! "

si, perchè il commerciante paga i costi in euro ( materie prime ) e poi vende in simec alla metà del prezzo, perchè Auriti gli impone i prezzi FISSATI, come faceva Hitler e Stalin, controllo dei prezzi...

poi il commerciante che paga in euro i costi e vende in simec alla metà, quando va a cambiare i simec perde metà del capitale... wow :D

" LA BANCA D'ITALIA CI DEVE DARE 25.800 EURO A TESTA.
LA SENTENZA DI LECCE E' ERRATA. "

sandro, ti devo fare i miei sinceri complimenti

sei l'unico dei tuoi che ammette che la Sentenza di Lecce vi dà torto, e cioè che secondo te è sbagliata...

gli altri mi dicevano fino a poco fa... la interpreti male, a modo tuo, ecc...

bravo, almeno c'è una base di partenza sulla quale discutere

" 87euro sono sfuggiti alle TUE regole, come è stato possibile? "

nono, non sono sfuggiti... per legge vanno quei 400 milioni e 15 mila euro annui alla banca centrale..

io dico che solo quelli sono signoraggio, tu invece dici che è tutta la somma monetaria...

è qua la discussione

- gli utili delle azioni non la mostrano, quindi LEGALMENTE la banca centrale non è proprietaria della moneta

quindi se qualcuno si frega i soldi che rientrano

- commette appropriazione indebita e bancarotta ( perchè la banca può emettere moneta solo contro titoli, per questo non è proprietaria )
- dovrebbero mancare soldi in cassa alla BC, e il conto che ne uscirebbe sarebbe scoperto, quindi di nessun valore, come detto anche da pkrainer

tu parti dal fatto che qualcuno si freghi i soldi per dire che sono proprietari, ma

- è impossibile perchè è moneta senza valore, manca l'attivo
- se qualcuno fregasse qualche banconota rientrata, questa non ci sarebbe più in cassa, e cmq è reato
- la BC ha sede legale a Roma via Nazionale, e non alle Cayman....


" bankitalia ha fatto ricorso. se lo vince che dirai? che il signoraggio non esiste? AH AH AH
"

no, perchè i soldi esistenti sono il tasso di sconto, poi come viene ripartito lo deciderà la sentenza, e cioè se quei 400 milioni e 15 mila euro devono andare allo stato o alla BC...

alla fine se vanno allo stato, lo stato ci pagherà gli stipendi, e non cambierà nulla

quindi che ti alteri a fare?

"tu devi ESPORTI prima che lo faccia un giudice o un associazione. prima dicevi che non esisteva, poi esiste ma solo 87euro, a luglio (dopo la cassazione e nel caso sia a favore di bankitalia) dirai "visto? non esiste il signoraggio! il CTU è una cazzata! ecc.."
"

forse non hai letto il titolo bene

non dico "non esiste nessun utile"

ma dico IL SIGNORAGGIO ALLA PASCUCCI NON ESISTE

e l'ho specificato cosa intendo

intendo per signoraggio alla Pascucci

"valore nominale meno costi di stampa più interessi intascati da qualcuno..."

questo NON ESISTE

esiste il tasso di sconto ( mai negato ), poi la sentenza dice che QUESTO deve andare tutto allo stato, anche i 400 milioni e 15 mila euro annui...

quello che dici tu, i 25 mila euro pro capite come utile della banca non esiste

Ambrosioni ( se esiste ) è un imbecille...

Salutatemi Auriti ( alternativa sociale ) :D

Ciao

Nino